Formigoni scrive a "Tempi" e ringrazia tutti gli amici

Roberto Formigoni, attraverso una lettera inoltrata alla rivista "Tempi", ha voluto ringraziare chi, in queste ore, gli ha espresso "stima" e "sostegno"

Roberto Formigoni è sempre stato un cattolico impegnato. Non stupisce, quindi, la scelta fatta per comunicare il suo "grazie". L'ex governatore della regione Lombardia ha preso carta e penna e ha inoltrato una missiva alla rivista Tempi.

A darne notizia, tra gli altri, è stato Il Corriere della Sera di Milano. Il Celeste - come viene chiamato - sta vivendo i suoi primi giorni all'interno del regime detentivo - si trova a Bollate - seguito alla condanna confermata, anche se ridotta, in Cassazione. E pare che il giornale citato, quello cui Formigoni ha deciso di scrivere, gli abbia fornito un abbonamento. L'esordio della lettera, infatti, parla proprio di questo: "Carissimi amici - ha scritto -, grazie per l’abbonamento, e per gli articoli e le testimonianze che mi avete inviato". Poi una richiesta: "Vi prego di pubblicare, magari anche più di una volta, queste mie parole, perché i messaggi che mi arrivano sono proprio tanti". Ma quanto comunicato a Tempi pare servire pure per estendere il campo di quel "grazie" a inizio testo: "Ringrazio - ha continuato l'ex vertice del Pirellone - tutti gli amici e le persone che in questi giorni mi stanno facendo pervenire lettere, telegrammi, cartoline, mail di sostegno e di stima. Non riuscirò mai a ringraziarvi personalmente come vorrei. Vi ringrazio e vi saluto tutti tramite Tempi. Ciao".

Formigoni dovrà scontare cinque anni e mezzo. La fattispecie è interessata è quella della corruzione. Molte persone, anche nell'ambito del giornalismo cattolico, hanno espresso solidarietà al politico italiano, già vicepresidente del Parlamento europeo.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/02/2019 - 15:21

Cinque anni e mezzo. Non so se siano meritati. Comunque sia non credo che saranno in tanti a soffrire per la sua detenzione