A forza di dare del fascista a tutti andranno esaurite le camicie nere

Renzi è accusato di essere un ducetto. Ma è un democristiano, ex boy scout, che va a messa con regolarità. L'esatto contrario del mangiapreti Mussolini

Il fascismo durò vent'anni, cadde nel 1943 e siamo ancora qui a parlarne, spesso a sproposito. Matteo Renzi perfino in Parlamento e nei talk show è accusato con disinvoltura di essere un ducetto e di voler trasformare la democrazia in cupo regime dispotico. Si dimentica che il premier è un democristiano, ex boy scout, frequentatore di chiese cattoliche, uno che assiste con regolarità alla messa. L'esatto contrario di Benito Mussolini, mangiapreti nonostante avesse firmato il Concordato.

Renzi è un chiacchierone. Non sfigurò alla Ruota della fortuna. Si comporta in politica utilizzando le tecniche di un consumato giocatore di poker, tra cui il bluff; e se c'è da barare non si tira indietro. Il suo eloquio è sciolto e spedito (somiglia a quello di un venditore ambulante), completamente diverso da quello declamatorio e condito di slogan militareschi che pioveva dallo storico balcone di Palazzo Venezia.

È vero. Al presidente del Consiglio piace comandare, che è meglio che fottere, ma la prima attività non esclude la seconda, e suppongo che egli le eserciti entrambe con soddisfazione. Tuttavia, per il momento, si limita a interpretare il ruolo di capo del governo secondo le aspettative di molti: decidendo in fretta e a costo di suscitare le legittime proteste dei propri compagni, stupiti che l'uomo forte, tanto odiato, sia stato espresso dal loro partito. Di costui si potrà dire che è arrogante, supponente, sbrigativo, incline a imporsi. Ma fascista, no, se il termine è inteso nel suo significato originario ossia seguace del fascismo. Se invece il vocabolo è stato desemantizzato, e ha assunto la portata di un insulto, allora è sinonimo di cornuto, testa di cazzo e roba simile d'uso comune, talmente comune da costituire la base del linguaggio corrente in ambienti non soltanto popolari.

Ci sono persone che tra una frase e l'altra infilano un «cazzo», quasi che fosse una sorta di punteggiatura sonora. Il medesimo discorso potrebbe valere per «comunista». Ma questo aggettivo-sostantivo, nell'accezione più diffusa, definisce chi sia nostalgico del Pci, desideroso di vedere i proletari risorgere (sono morti pochi anni fa, in fondo) e tornare protagonisti della vita pubblica. Quale improperio, «comunista» è assai fiacco. Vuoi mettere «fascista»? Riempie la bocca, è uno sfogo denso di rabbia mirato a squalificare il destinatario. Tant'è che Matteo Salvini, pur essendo stato da ragazzo simpatizzante delle bandiere rosse, oggi che guida la Lega (in minacciosa avanzata nei sondaggi elettorali) viene così squalificato dai detrattori: sei un fascista.

Chiunque non sia allineato con il politicamente corretto non sfugge all'infamia: è catalogato tra coloro che ambiscono a rimettere in marcia i famigerati manipoli, con tanto di manganello e olio di ricino da somministrarsi ai sinceri democratici. Specialmente negli ultimi tempi, da quando il Movimento sociale è stato sepolto e An pure, cioè dalla sparizione di ogni forma di associazionismo delle camicie nere, il timbro di fascista viene adoperato senza risparmio. E chi lo adopera non va per il sottile: sembra che qualunque italiano impertinente, fuori dagli schemi soliti, in luogo della biancheria intima indossi l'orbace.

Non c'è verso che i dispensatori di etichette fasciste si emendino o si contengano. Forse trovano comodo, in mancanza di argomenti, ricorrere a un insulto considerato efficace come un pugno: ti do del fascista e ti sbatto nell'angolo, svergognato, spacciato. Non c'è dubbio che si tratti di un modo meschino di zittire gli oppositori. Una strategia sganciata dalla realtà. Infatti se i renziani fossero fascisti, e se lo fossero anche i leghisti, la maggioranza dei connazionali sarebbe ancora irrigidita sull'attenti nel saluto romano. Qualora i democratici cambiassero lessico polemico e affinassero i loro ragionamenti, sarebbero più credibili. Anzi, meno stupidi.

Commenti

fisis

Gio, 30/04/2015 - 15:26

Fascista o cattocomunista che sia Renzi, per me va cacciato dato che ha portato la disoccupazione alle stelle, la tassazione allo strozzinaggio di stato, favoreggiato l'invasione clandestina di massa. Non basta?

lupo1963

Gio, 30/04/2015 - 15:26

Bravo Feltri.Un democristiano chiaccherone.

INGVDI

Gio, 30/04/2015 - 15:36

Non aveva bisogno di questa stucchevole difesa di Feltri il pifferaio di Firenze. Renzi non è fascista, è cattocomunista, il ché è peggio, molto peggio.

Alberto70

Gio, 30/04/2015 - 15:43

Caro Feltri, plaudo al suo articolo su cui dovrebbero meditare tanti che anche nei blog de Il Giornale dispensano KOMUNISTA a chi osa dissentire dal verbo berlusconiano o simpatizza con Renzi e a quest'ultimo attribuiscono tendenze fascistoidi come fosse davvero un novello Mussolini in erba.Il che è una contraddizione in termini perché dei 2 l'una.. o Renzi è fascista e quindi tutti coloro che lo appoggiano sono tali oppure coloro che lo appoggiano sono KOMUNISTI ma difficilmente Renzi potrebbe essere definito fascista :-) Ostellino su questo sito purtroppo vaneggia di tendenze fascistoidi di Renzi, paragonandolo a buon'anima... Mi pare una forzatura al limite del risibile per le diverse condizioni storiche e soprattutto per il profilo dei 2 personaggi.

mifra77

Gio, 30/04/2015 - 15:45

In fondo i comunisti ed i democristiani non sono mai cambiati! Di giorno fanno i partigiani e di notte in parlamento si schierano allineati e coperti da Giovani Balilla Renziani. Mugugnano, fantasticano, minacciano ribaltamenti e poi l'amore per la poltrona e la vigliaccheria è più forte di loro. Questo vale anche per i M5S che lanciano i crisantemi ancora prima di aver accertata la possibilità di festeggiare il defunto! Questi i nuovi pseudopartigiani che sono nati come rubagalline e tali restano!

Alberto70

Gio, 30/04/2015 - 15:47

FISIS, lei insiste nel dispensare etichette, contento lei :-) Sul fatto che abbia portato la disoccupazione alle stelle così come sulle tasse mi limito adf osservare che è in buona compagnia purtroppo con tutti i suoi predecessori degli ultimi anni, Berlusconi incluso, che non sono riusciti a realizzare per questo Paese una seria politica di rilancio dell'economia. Hanno vivacchiato negando la crisi (Berlusconi) oppure hanno spremuto il limone (Monti), non so davvero dire se Renzi sia peggio o meglio dei predecessori...

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 30/04/2015 - 16:03

Dare del fascista è un merito. Questi di fascismo non sanno nemmeno i fondamenti. Piuttosto sono dilettanti allo sbaraglio e sicuramente Komunisti di mer@@.

fisis

Gio, 30/04/2015 - 16:08

@Alberto70 Non ho dato a Renzi nessuna etichetta. Non mi interessa ciò. Legga bene. Ho solo riportato dei dati incontrovertibili: aumento della disoccupaione, della tassazione, dell'immigrazione incontrollata. Se Renzi si è dimostrato semplicemente un incompetente. Se in passato anche altri lo sono stati, il fatto non depone a suo favore.

Rossana Rossi

Gio, 30/04/2015 - 16:21

Non è questione di termini. Qui comanda uno solo, abusivo e usurpatore come tutti quelli che gli stanno intorno e gli fanno da assidui lecchini. Ma davvero eravamo una democrazia?.........

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 30/04/2015 - 16:26

Mi offende profondamente sentir dare del Fascista al terracottaro fiorentino. Lui è, è sempre stato e sempre sarà un comunista.

Luis53

Gio, 30/04/2015 - 16:44

Un piede in Chiesa un gradino del Comune e non hó piú paura di nessuno.

ArturoRollo

Gio, 30/04/2015 - 16:46

Direttore cosa scrive ?!?? Benito MUSSOLINI fu mangiapreti solo all'inizio del ventennio, nell'epoca Socialista. Poi altroche' mangiapreti: I Patti Laterannesi ?? Che permisero ai Preti di apporre croficissi ed ideologia clericale nelle scuole ?? Si . Renzi e' un mezzo chierichetto e si vede . Del resto non sarebbe assurto al potere senza il support del clero nostrano . Inoltre - dato inquietante - RENZI ha dato l'ok, durante il suo mandato di Sindaco a Firenze, ad un Cimitero dei Feti....questo e' un atto gravissimo che lo colloca tra gli estremisti religiosi.

unosolo

Gio, 30/04/2015 - 16:47

le pause sono preoccupanti a volte esce dal discorso per rientrarci subito dopo , è pericoloso , si scorda o sa proprio di mentire . si è contornato di soli giornalisti amici quindi nessuna domanda che dia preoccupazione ma se avviene subito chiama altri e devia la domanda o gira al largo , .

vince50

Gio, 30/04/2015 - 16:53

Condivido pienamente quanto affermato da semovente cioè:Dare del fascista è un merito.Senza avere affatto paura di ammettere che sono stati fatti degli errori anche se le vere ragioni il popolo non le conoscerà mai.Ci sono stati effetti negativi ma parliamo di tanti anni fa,però molti altri aspetti sarebbero di un'attualità disarmante.Quindi preso visione dell'insieme affermo senza alcun dubbio viva il Duce,forse l'unico uomo che amava l'Italia l'esatto opposto dei comunisti nostrani.

vince50_19

Gio, 30/04/2015 - 16:54

Lo si potrebbe definire un catto comunista di stampo dossettiano, però credo che la sua vera aspirazione, tipica di un marchese del Grillo qualsiasi, sia quella di avere più potere possibile e per raggiungere quella meta essere accondiscendente alle desiderata della Troika. Oltre che essere un para massone, come ha affermato più volte il massone Magaldi nel suo sito (G.O.D. d'I.). Un mr. bla bla bla che mantiene solo quello che conviene a lui, tanto che la disoccupazione non scende e la gente ha sempre meno euro per campare decentemente. Lo capiranno mai certi B(eati) B(eoti) che pendono continuamente dalle sue labbra? Dubito: il giochino "Sb-SI Sb-NO" è ancora molto in voga da quelle parti..

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 30/04/2015 - 17:05

FELTRI NON CONFONDERE LA CIOCCOLATA CON CACCA DI FIRENZE....

VittorioMar

Gio, 30/04/2015 - 17:21

..è la solita figurina italiana che si ""arrangia"come può!Lo hanno buttato in campo come ultima riserva da un allenatore senza idee e senza scrupoli.Era partito lancia in resta ora si stà trincerando nella ridotta!Le promesse sono rimaste tali e il Paese peggiora.Dobbiamo ringraziare la specifica capacità e qualità di adattamento degli italiani con dominatori stranieri ,principi e tiranni,che danno il meglio di sè

Alberto70

Gio, 30/04/2015 - 17:46

Fisis, lei scrive "fascista o cattocomunista che sia", quindi l'etichetta la mette eccome, in ogni caso di un'epoca passata. Su disoccupazione e tassazione credo che dovremmo valutare l'operato dell'attuale governo a fine mandato, alcuni segnali incoraggianti sul primo punto ci sono stati anche se proprio oggi è arrivata una doccia fredda. Sulla tassazione non vedo elementi di discontinuità rilevante, al di la' dei proclami, con nessuno dei governi che l'hanno preceduto. infatti condizione per ridurre le tasse è il taglio della spesa pubblica, cosa che purtroppo nessun governo di destra o di sinistra ha mai voluto affrontare seriamente temendo di perdere voti e facile consenso. Mandare a casa Renzi oggi per avere chi al suo posto ? Berlusconi a 80 anni dopo 10 anni di governo infruttuoso ? Salvini che pretende di farci uscire dall'Euro con effetti che manco capisce ? Grillo che sfascia tutto e tutti ? ho sempre votato cdx ma oggi scelgo il male minore che forse è proprio Renzi

LOUITALY

Gio, 30/04/2015 - 18:11

sempre golpista NON eletto dal popolo bugiardo e ciarlatano è e rimane. Non capisco la difesa di feltri, un pugno nello stomaco già debole per lo sfascio che questo governo ha portato (13 % di disoccupazione caro Feltri e molti altri buoni marci!)!

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 30/04/2015 - 18:23

Non capisco perché se uno ha un fare autoritario é definito fascista. Nel caso di Renzi, che é di sinistra, si puo' ben dire che é un dittatore comunista tipo Stalin, Lenin o ,addirittura, come il nordcoreano di cui non ricordo il nome.

terzino

Gio, 30/04/2015 - 18:30

E' solo un pinocchio venditore di fumo che pensa agli affari suoi e della sua cricca. Ha scritto ai deputati del PD di votare l'Italicum per la dignità del partito. Quella di una intera nazione e di un popolo esasperato non contano.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 30/04/2015 - 18:31

é l'ultimo omaggio offerto alla nazione dal presidente napo-letame, lui, sì, vero comunista.

lomboni

Gio, 30/04/2015 - 18:39

Renzi piace perche' incarna l'italiano medio che e' stato,e' e sempre sara'fascista anche senza rendersene conto.

fisis

Gio, 30/04/2015 - 19:21

@Alberto70 Non vorrei essere insistente, ma il senso di quello che dicevo è che al di là delle etichette che possono essere affibbiate a Renzi, come lamentava Vittorio Feltri, rimane il fatto della sua politica disastrosa.

zucca100

Ven, 01/05/2015 - 22:02

Bravo Alberto 70! Finalmente su questo blog leggo parole ragionevoli. E mi tocca complimentarmi anche con feltri. Tutto condivisibile, c'è' un abisso tra lui e sallusti