Paita perde altri pezzi, Toti convince i centristi

Forza Italia si allea con Ncd-Udc nel giorno in cui i dissidenti Pd scaricano la candidata

Genova - Il giocattolo Liguria si è rotto. E il Pd conta i pezzi che si disperdono. In serata Giovanni Toti, il candidato del centrodestra al governo della Regione, già forte dell'alleanza con la Lega, ha stretto un patto pure con Area popolare, la formazione politica che raggruppa Ncd e Udc e potrà così contare sul sostegno anche di questa fascia di elettorato. Vista da questa angolazione una giornata che fa sognare, vista dalla prospettiva del centrosinistra una giornata da dimenticare.

Già, perché nel Pd ligure qualcuno ha deciso di fare i conti con sé stesso e stop, considerato che, in queste ore, 200 fra militanti e dirigenti fedelissimi di Matteo Renzi e del padre-padrone della regione, Claudio Burlando, hanno deciso di rompere con le logiche di partito e di votare solo ed esclusivamente seguendo la loro coscienza. Una sorta di «ammutinamento» che, in vista del voto del 31 maggio, aggiunge problemi a problemi per il partito del premier.

Anche perché la lista degli «ammutinati» include nomi eccellenti tra cui il vice presidente della Regione Liguria, assessore alla Sanità, Claudio Montaldo, alcuni presidenti di Municipi, da Jole Murruni (Valpolcevera) a Giuseppe Spatola (Medio Ponente) alcuni sindacalisti, il presidente dell'Anpi Massimo Bisca.

Come interpretare questo forte segnale di disaccordo? Secondo quanto abbiamo potuto ascoltare in alcune delle sezioni storiche del partito, questa è la reazione alle amarezze lasciate dalle primarie, che, non solo hanno spaccato il partito tra i sostenitori dell'assessore regionale alla Protezione Civile, Raffaella Paita e quelli di Sergio Cofferati, ma che ha determinato poi l'abbandono dello stesso Cofferati. Che, sconfitto, ha lasciato il Pd, denunciando una serie di irregolarità nelle procedure di voto.

Sconcerto e imbarazzo palpabile anche nelle sedi più rappresentative del partito. Ai firmatari dell«ammutinamento», che hanno messo per iscritto che non necessariamente voteranno la candidata presidente del Pd e del centrosinistra, Raffaella Paita, il segretario regionale, Giovanni Lunardon manda a dire, disperatamente: «Il vostro documento arriva nel momento peggiore, nel momento in cui lo sforzo di tutti noi è rivolto al successo del Pd, del centrosinistra e della nostra candidata Raffaella Paita che chiede unità. Tutti votiamo secondo coscienza e secondo convinzioni politiche, ma mai come questa volta il voto sarà politico. La sfida è tra noi e il centrodestra, tra noi e Toti. Ogni voto perso su di noi è un voto guadagnato per Toti. Per questo non condivido il documento, pur conoscendo la buona fede di tanti che lo hanno sottoscritto».

E il segretario del Pd genovese Alessandro Terrile aggiunge: «È singolare trovare tra i firmatari chi ha condiviso anni di politica regionale, senza mai un accenno di critica o distinguo. Considero il documento più un attacco a me e al Pd genovese, che a Raffaella Paita». Mentre da osservatore, oramai «esterno» Sergio Cofferati commentando la fronda anti-Paita regala ai giornalisti anche il suo punto di vista: «Non faccio più parte del Pd sostengo un altro candidato che è Luca Pastorino. Ma è evidente che se degli iscritti e degli elettori pubblicamente prendono una posizione come quella, esplicitano uno stato di disagio e di contrarietà interno molto ardito. Come tenerne conto e affrontarlo è un problema che riguarda il partito democratico, non mi permetto di interferire. Quello che è evidente è che c'è un fortissimo disagio».

Commenti

pupism

Ven, 24/04/2015 - 08:59

Solo ammuina. La liguria vota PD perchè le banche,le cooperative e lo stato garantisce tutti i liguri. vedrete che anche qui come in tutte le regioni rosse vinceranno loro!!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 24/04/2015 - 09:09

in liguria ci sarebbe la storica occasione di spodestare il regno del csx....andra' purtroppo sciupata perche' manca un buon cdx,Toti poi.....

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 24/04/2015 - 09:14

In Liguria è fatta, siamo in testa ed ogni giorno il grande Toti aumenta il vantaggio sui sinistri. Mancherebbe la Toscana al cappotto che SILVIO chiede in prospettiva nazionale. Ma non è detto che manchi la Toscana. Secondo "AFFARIITALIANI.IT" la Lega in Toscana è data - nei sondaggi - al 20-25%, a questo punto il misero Rossi non può più vincere al primo turno, ed al ballottaggio contro il grande Borghi Aquilini, non ha speranze. A conferma, un fatterello: ieri a Scandicci c'era una scena che spiega tutto: piazza principale, due gazebo, Lega e pd, al gazebo Lega un folla straripante, che occupava mezza piazza, al gazebo PD un ventina di persone, ed era presente il povero rossi. CAPPOTTO E RENZI A CASA!

geronimo1

Ven, 24/04/2015 - 09:25

Impegnatevi al massimo e grazie di metterci il faccione!!!! Toti hai del fegato!!!! A Genova cadde il governo Tambroni ed accadde il G8( piu' tardi!! Li' votano komunista anche le pietre!!!! In piu' il governatore uscente lascia un sistema di potere del quale ha fatto le spese anche il "cinese", trombato alle primarie!!!! Tenete presente che il Liguria i kompagni sono in grado persino di modulare l' acceleratore!!! Mi spiego: se spingessero al massimo vincono all' 80%!!!!! In realta' estrinsecano i "mal di pancia" interni con avvertimenti di "frenata" che limitano la vittoria del candidato di turno al minimo "sufficiente": poi e' ovvio che non essendo stupidi e controllando rigidamente tutti i numeri non rischiano piu' di tanto!!!!!!!! Comunque, caro coraggioso Toti, se perderai al 47%, non e' un 47% reale, ma un 47% pilotato "per avvertimento" al vero vincitore!!!!!!! In realta' ti potrebbero disintegrare al 20%, con il loro reale strapotere!!!

morghj

Ven, 24/04/2015 - 09:32

Credo sia ora di finirla che questi politici di m continuino a prendere per i fondelli i cittadini pensando solo ad ottenere il maggior numero di voti possibili per avere la poltrona ed il potere personale. Toti pretende di avere i voti della lega ed anche quelli di NCD, e questa è un vero e proprio attentato all'intelligenza di coloro che si sentono in sintonia con le posizioni leghiste. Quando sento parlare in televisione esponenti di NCD mi sembra di sentire quelli di SEL. Sull'immigrazione, per esempio sono su posizioni boldriniane. E allora di cosa stiamo parlando??? Se io fossi ligure e ritenessi di essere allineato alle politiche leghiste non voterei mai toti nemmeno per scherzo.

Mr Blonde

Ven, 24/04/2015 - 09:49

Forza italia con alfano, come è giusto e naturale che un partito moderato lasci perdere quel pazzo di salvini nella tradizione dei moderati e liberali europei. Hai visto mai che toti sbanca la rossa liguria? Sarebbe un bel colpo visto i guai che hanno fatto (almeno all'ambiente)

Ritratto di ...superciuck...

...superciuck...

Ven, 24/04/2015 - 10:00

farsaitaglia si allea con i compari di MERENDE di ncdppcpcp...toti FACCI SOGNARE

Giorgio1952

Ven, 24/04/2015 - 10:44

Allora il risultato sarà uno storico cappotto per FI, il Veneto è sicuro con l'alleato Zaia, in Liguria vince Toti, in Puglia la Poli Bortone, in Campania Caldoro è rieletto, anche in Toscana e nelle Marche c'è aria di vittoria a mani basse. Cdx batte Renzi 6 a 0!

giosafat

Ven, 24/04/2015 - 10:55

Fare i conti a tavolino, o senza l'oste che dir si voglia, porta sempre a tirare risultati sbagliati. Alla fine, quelli che contano, sono gli elettori. Allora: quelli di FI non sono certamente disposti a riavere l'NCD, con balene al seguito, fra i piedi e quelli della Lega, dell'NCD non vogliono nemmeno sentir parlare. A Toti non resta che provare...lanciando una stampella sulle postazioni nemiche. Il PD vince facile.

gabriel maria

Ven, 24/04/2015 - 10:56

TOTI è UNA BRAVA PERSONA,MA COME MATERIA GRIGIA................DIO MIO............COME POTETE CREDERE CHE I LIGURI VOTINO UNO CHE NON CONOSCE LA DIFFERENZA FRA UNA TRIGLIA ED UNA ANGUILLA??COME POTETE PENSARE CHE VOTINO UN TIZIO CHE DEL PORTO DI GENOVA CON TUTTI I SUOI ANNESSI E CONNESSI,NON SA NULLA....CHE VOLETE CHE SAPPIA TOTI,DI TUTTI I PROBLEMI DELLE CINQUE TERRE,DEL CENTRO STORICO DI GENOVA,DELL'AGONIA DI LA SPEZIA,CHE VOLETE CHE SAPPIA?HA LA FACCIA DI UN POSTINO E LA CULTURA DI UN IDRAULICO::::::

Rossana Rossi

Ven, 24/04/2015 - 10:59

Ma il parolaio non aveva bofonchiato che nel pd chi ha problemi di giustizia non sarebbe mai stato candidato????????

lupo1963

Ven, 24/04/2015 - 11:57

ncd e udc .Ma la Lega che cxxxo ci sta a fare ?

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Ven, 24/04/2015 - 12:04

X gabriel maria - Forse come dice lei Toti avrà anche la faccia da postino, però per il momento non ha morti sulla coscienza come la Paita e se anche non conosce bene Genova, non è mai andato contromano sulla nostra autostrada partendo da Erzelli come ha fatto Burlando, che essendo nativo di Genova dovrebbe conoscere bene la zona. Quindi prima di dire delle belinate come diciamo dalle nostre parti è meglio pensarci un attimino.

Libertà75

Ven, 24/04/2015 - 12:18

Purtroppo i liguri speculano sulle disgrazie ambientali e quindi riconfermeranno in massa Paita come è giusto che sia! Toti che conta come il 2 di picche sarà scartato perché il mazzo era di carte napoletane. In Veneto la divisione Zaia-Tosi regalerà al PD la vittoria a mani basse, una volta al potere incentiverà la chiusura di tutte le piccole imprese che non può controllare politicamente. La razzista toscana voterà PD per poter sfruttare meglio i cinesi nelle campagne e sfruttare il business dell'immigrazione. Nella eterofoba Puglia la vittoria del csx è scontata, mentre per il business dei rifiuti la Campania deve passare nelle mani del PD. Nelle Marche è già tutto pronto. Mi spiace dirvelo, ma il PD vincerà 6 a 0 e SB dirà addio alla scena politica, come è giusto che sia. Poi Renzi metterà la fiducia per togliere il verde e il bianco dalla bandiera italiana e il nuovo corso di libertà e democrazia si potrà avviare!

Libertà75

Ven, 24/04/2015 - 12:22

@gabriel maria, lei ha ragione su tutto, peccato che l'unico politico che ha una sentenza della Corte dei Conti che afferma che l'individuo non è sufficientemente preparato è Renzi... ma contenti voi del PD di aver un esponente della non cultura. Del resto è noto che chi ha un percorso culturale completo o avanzato non vota PD per rispetto ai propri studi. Buonaserata

Mr Blonde

Ven, 24/04/2015 - 13:06

Libertà75 che amarezza...aggiungi pure che nelle marche il pdl presenta il presidente uscente del pd...che in puglia è un tutti contro tutti e in liguria dove si poteva ribaltare si candida il nulla. Convieni quando dico che questo centrodx deve andare a fan.... almeno da 10 anni o sono il solito comunista???