Da Bossi agli immigrati: tutti all'attacco di Salvini

Frecciata del Senatùr al segretario: è arrivato alla guida del Carroccio grazie ai pm. Contestazioni e feriti nelle Marche

Roma - Matteo Salvini ha compreso a sue spese il proverbio romano «meglio un morto in casa che un marchigiano alle porte» (nella versione toscana «...di un pisano all'uscio»). Il suo tour elettorale nelle Marche ha registrato un «all in» di uova, pomodori e bottiglie: Porto Recanati, Macerata, Ancona. Ogni città toccata sono contestazioni e fischi. E per completare la giornata, il segretario della Lega raccoglie anche la rampogna dal leader storico dei Lumbard.

Secondo Umberto Bossi, Salvini «è ancora troppo giovane per essere il leader del centrodestra». E per completare la presa di distanza, aggiunge: «I campi rom sono il male minore»; vista l'intenzione di Salvini di raderli al suolo con le ruspe. L'idea di utilizzare i caterpillar, il segretario della Lega la estende - parlando a Fano - anche all'Hotel House: un condominio multietnico di Porto Recanati. «Dovrebbe essere raso al suolo. E non solo metaforicamente». E quando arriva davanti al condominio in questione, ad aspettarlo c'è un cordone di immigrati, soprattutto nordafricani, che gli impediscono di parlare. La polizia, in questo caso, evita di sfondare il cordone, e Salvini parte per Macerata.

Qui, la situazione non cambia. Un centinaio di esponenti dei centri sociali contestano l'intervento del segretario lumbard. Gli agenti caricano. Ed il bilancio è di due giovani feriti. Immediato il commento di Salvini su Facebook: «300 cittadini per bene, molti giovani, in piazza ad ascoltare le proposte della Lega. GRAZIE! A poca distanza, 30 perditempo dei centri a-sociali a lanciare le solite uova: ma non hanno dei genitori che gli tirino due schiaffi educativi???».

Ad Ancona, la solita solfa. Urla, uova, pomodori lo accolgono nella centrale piazza Roma. E Salvini commenta: «E pensare che questa gente qui magari il 25 aprile stava a parlare di democrazia e libertà». Soliti scontri con gli agenti. Un uovo filtra dalla folla e la provvidenziale apertura di un ombrello ne ferma la corsa prima di colpirlo. E lui commenta: «Tra i manifestanti che tiravano bottiglie c'erano bandiere del Pd». Forse, se quell'uovo l'avesse preso, gli avrebbe fatto meno male delle parole di Bossi. «Salvini segretario? Non era previsto che io me ne andassi. Me ne sono andato dopo che la magistratura ha fatto il gran caos». Il leader storico dei Lumbard parla in un'intervista a Piazzapulita su La7. Ed a proposito del ruolo della magistratura, Bossi osserva: «Colpa della magistratura? Per far entrare il nemico nel castello è meglio se c'è qualcuno che apre il portone dall'interno. Ho dei sospetti su chi sia stato, ma li tengo per me», aggiunge il Senatur. Fa capire insomma che all'interno della Lega qualcuno lo ha tradito.

Commenti

andrea da grosseto

Mar, 28/04/2015 - 08:44

Quindi un rappresentante del popolo non può entrare a controllare un edificio dove illegalità e delinquenza spadroneggiano tranquillamente. Non può fare un comizio, non può parlare perché gli viene impedito da chi è al governo...Mi sembra che tutto ciò si chiami fascismo, hai voglia a ricordare il 25 aprile.

Tuthankamon

Mar, 28/04/2015 - 09:11

Mentre posso capire la "parte opposta", fatico a capire l'atteggiamento di parte della Lega e di parte del Centro Destra. O forse temono un voto valanga al prossimo giro??

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 28/04/2015 - 09:22

SALVINI, SIAMO FERMAMENTE CERTI CHE LA MAGGIOR PARTE DI NOI ITALIANI ABBIAMO LO STESSO VOLERE, GLI STESSI SENTIMENTI DELLA TUA LEGA, SIA NEI SUOI PROPOSITI CHE NELLE SUE AZIONI, ESATTAMENTE QUELLO CHE CI VUOLE PER EDUCARE QUESTO PAESE, ANCORA IMBEVUTO DI UNA ‘MORIBONDA FALLIMENTARE CULTURA SINISTROIDE INCLINE PERMANENTE ALLA VIOLENZA’. APPLAUSO..!

Luigi Farinelli

Mar, 28/04/2015 - 09:50

Salvini, tieni duro! Te lo dice un rappresentante della maggioranza silenziosa (fin troppo) dei marchigiani arcistufa delle prepotenze squadriste rosse del centro-socialume anarcoide al soldo di chi vuole distruggere la nazione; stufa dell'infezione laicista imposta subdolamente e vigliaccamente alle spalle dei cittadini che trovano i loro figli a scuola tra le grinfie di squallidi vati del gender con la complicità della sinistra; arcistufa di udire continuamente le litanie buoniste sinistroidi sull'immigrazione, lontane dalla solidarietà umana come lo è la ragione dalla pazzia, a meno che non si ammetta la lucida volontà di ingannare i cittadini. E' ora di dare a questi dementi scagnozzi una lezione di democrazia e razionalità senza più porgere l'altra guancia. Lo chiede la maggioranza dei marchigiani e degli Italiani.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mar, 28/04/2015 - 10:20

E anche Bossi vuole gli onori delle armi. Ma dimentica che la sua famiglia aveva usato il Partito come un bancomat. LA LINGUA E' LUNGA, MA LA MEMORIA E' MOLTO MOLTO CORTA.

buri

Mar, 28/04/2015 - 10:39

nella storia degli attacchi a Salvini c'è però una cosa che tutti, cronisti in primo luogo, sembrano dimenticare, ritengo volutamente, ogni attacco ad opera dei lanciatori di uova e di pommodorinon fa altro che aumentare la popolarità di Salvini, il quale dice apertamente quello che pensano la grande naggioranza degli italiani, anche se nessuno lo ammetterà apertamente per timore di essere messo alla berlina come razzista

Maver

Mar, 28/04/2015 - 10:49

Però, com'è organizzata questa protesta contro Salvini.

atlante

Mar, 28/04/2015 - 10:59

Quello che accade a Salvini non è altro che la dimostrazione di come la sinistra non sia altro che ipocrisia ed impostura. Questi cialtroni dei "sinistri" si riempiono la bocca, dalla mattina alla sera, della parola "democrazia". Ma poi, con la scusa della "provocazione", tentano in tutti i modi di impedire la libertà di espressione finanche al leader del terzo partito italiano. Il colmo, poi, è che, con la loro incredibile faccia di bronzo, definiscono i leghisti "fascisti". I "sinistri" non sono soltanto idioti, ma anche ridicoli....

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 28/04/2015 - 11:00

A capeggiare i manifestanti, a Porto Recanati, c'era il sindaco, ovviamente del partito che si dice, ma non è, democratico.

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 28/04/2015 - 11:12

IL CADAVERE AMBULANTE DI BOSSI, DOVREBBE FRENARE DI SPUTARE PAROLE PESANTI CONTRO SALVINI, CHE CERTAMENTE NON FANNO BENE NEANCHE ALLA STESSA LEGA. RICORDIAMO A LORSIGNORE BOSSI CHE IL SUO SUCCESSORE, IL GIOVANE BRAVO SALVINI, HA SALVATO UNA LEGA DA UN PROCESSO DI DECADIMENTO TERMINALE EREDITATA PROPRIO DA LUI...MORIBONDA PER SCANDALOSI DEMENZIALI COMPROMESSI CHE PORTA LA FIRMA DEL SUO PRODIGO FIGLIOL “TROTA”, PESCIOLINO DI POZZA DI ACQUA PIOVANA...

husqvy510

Mar, 28/04/2015 - 11:16

Salvini fa paura perchè dice la verità. Ma tutti quei perditempo che lanciano uova, non hanno nulla da fare tutto il giorno? Evidentemente sono i soliti fancazzisti di sinistra. Attenti però, tra poco ci armeremo anche noi...

Mr Blonde

Mar, 28/04/2015 - 12:02

Luigi Farinelli da quel che si legge nelle marche ci sarà un distacco abissale, del resto i geni del centrodx hanno candidato il presidente uscente del centrosx...

Tarantasio.1111

Mar, 28/04/2015 - 12:05

I centri sociali sono telecomandati dalla sinistra italiana la quale si dimentica che molti italiani hanno perso lavoro e casa e...lo stato non li aiuta...mentre molti italiani disperati arrivano a prostituirsi per poter campare il nostro governo di sinistra nemmeno se ne accorge preferendo mantenere da mesi e mesi, negli alberghi 4 stelle gli immigrati, non solo, da pure loro la mancia di 20 euro la settimana perché possano mantenersi i propri vizi...proprio come fa con i centri sociali...forza Salvini i giusti del paese sono con te.

emigrante

Mar, 28/04/2015 - 12:30

La Storia pare abbia accertato che ai tempi di Mussolini venissero trasferite mandrie intere di vacche, in anticipo sull'arrivo del "Duce", per fornirgli un'immagine ottimistica dello stato dell'allevamento. Immagino che un analogo programma sia in atto per consentire ai somari dei centri così detti "sociali" di essere attivamente presenti alle manifestazioni anti Salvini, e non soltanto.

MEFEL68

Mar, 28/04/2015 - 13:03

Impedire ad parlamentare di parlare è come impedire a un podista di camminare. Ma la cosa più assurda è che questo impedimento violento viene proprio da quella parte politica che più di altri ha sempre in bocca le parole "libertà" e "democrazia". Si ha l'impressione che per questi partiti il concetto sia questo: In democrazia si ha la libertà di pensarla come noi. Tutto il resto è fascismo.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 28/04/2015 - 13:17

Mi piacerebbe sapere chi paga per questi grandi lavoratori dei centri sociali.Manco a chiedere alla magistratura!!!!!!!Non vedono,non sentono.

Marlo

Mar, 28/04/2015 - 14:21

Debbo mio malgrado ricorrere ai luoghi comuni. Se Salvini viene così ripetutamente ed aspramente criticato (sempreché siano vere le notizie propinateci), significa che sta facendo bene. Macchine avanti tutta, allora.

Blueray

Mar, 28/04/2015 - 16:40

Vai che vai bene Salvini, a manetta. Molti nemici, molto onore.