Fuga da Alfano, altri Ncd seguiranno D'Alì

Lo stesso senatore ex Ncd: "Non sarò l'unico a rientrare in Forza Italia nei prossimi mesi"

Dopo l'uscita dal Nuovo centrodestra di Antonio D'Alì per ritornare in Forza Italia altri parlamentari potrebbero seguire il suo esempio. A confermare la voce è lo stesso senatore, intervistato a Roma. Difende la propria decisione fatta in totale autonomia, frutto di una storia politica che non poteva assecondare la deriva centrista che il Nuovo centrodestra ha conosciuto dopo le elezioni europee.

D'Alì ha fatto sapere di aver visto Silvio Berlusconi la scorsa domenica. Non esclude che altri alfaniani possano emulare la scelta da figliol prodigo. "So che c'è qualcuno che sta facendo la stessa valutazione. Il ressemblement centrista non ha molta strada da fare, l'ipotesi di un gruppo neocentrista non è nel sentimento degli italiani", rincara D'Alì proprio nel giorno in cui il ministro dell'Interno Angelino Alfano si prepara ad annunciare l'unione di Ncd con il partito di Pierferdinando Casini e i Popolari per dare vita a nuovo partito di centrodestra.

Commenti
Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 14/10/2014 - 14:35

Arfano almeno riesce a confermare le regole della matematica..la somma di due numeri negativi è inferiore ai singoli numeri negativi...più gli ex DC si uniscono..più in fretta scompaiono dalla faccia della terra!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 14/10/2014 - 14:46

STIA TRANQUILLO ALFINO ALLE PROSSIME ELEZIONI FAR' LA FINE DEL SUO COMPAGNO FINI

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 14/10/2014 - 14:57

Povero angelino, da una parte merita comprensione, la sua magalomania smisurata lo ha portato a tradire chi le ha dato il pane per fare politica, ma non ricordava il detto. CHI DI SPADA FERISCE DI SPADA PERISCE. Inoltre si era illuso di prendere il posto di Berlusconi, ma povero lui lo hanno seguito solo i poltronieri, quelli che non volevano perdere i previlegi. Ora si stanno accorgendosi che non hanno avuto il Decollo, ma hanno avuto il TRACOLLO,E HANNO IN MENTE LA FINE CHE HA FATTO L'ALTRO TRADITORE FINI SPARITO FINITO NEL LIMBO;E QUESTA LI TURBA,A SINISTRA NON LI VOGLIONO,AL CENTRO NEMMENO, CASIN,I NEMMENO RESTANO ISOLATI

Atlantico

Mar, 14/10/2014 - 14:59

Ottima persona questo D'Alì. E non solo lui, anche il padre ed il nonno.

blackbird

Mar, 14/10/2014 - 15:56

E cosa aspettano in FI a rimandarli tutti da Alfano a calci nel sedere? Chi ha tradito una volta tradirà di nuovo e lo dimostrano tradendo oggi Alfano in difficoltà. Quando la nave affonda i topi fuggono (per primi)!

Ritratto di .italia5stelle...

.italia5stelle...

Mar, 14/10/2014 - 16:00

quando la nave affonda...

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 14/10/2014 - 16:02

Brutta fine per il Sig. ALFANO. Ma si sa, dopo la semina c'è il raccolto!!!

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Mar, 14/10/2014 - 16:07

Non vedo dove sia lo scoop e lo scandalo in questi pseudo-cambi di casacca: il passaggio da NCD a FI (e viceversa) non è nient'altro che una ricollocazione all'interno del partito unico capeggiato dal renzie, di cui entrambi i partiti sono diventati delle pure semplici correnti.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 14/10/2014 - 16:24

Alfano per essere bravo è bravo, però è giovane. Solleticata la vanagloria è agli Interni perché "vuolsi colà dove si puote, e più non dimandare", solo per fare dispetto a Berlu, l'unico che faccia paura al vecchio tiranno che si sente un padreterno. Altrimenti il giovanotto andrebbe ad acchiappare i topi. Dunque avanti così...

hectorre

Mar, 14/10/2014 - 16:36

basterebbe legiferare in materia..."chi non è più in linea con le scelte del partito nel quale è stato eletto,si può dimettere,perdendo di fatto la carica e ogni privilegio ad essa collegato...vietando di conseguenza la sostituzione del parlamentare dimissionario".....

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 14/10/2014 - 16:37

Gianfranco Robe...non ho capito nada..puoi tradurre please?

marcosol

Mar, 14/10/2014 - 17:31

Quando la nave affonda ci si aggrappa dove si può