Gaffe, sprechi e aria di rivolta La Rai renziana è già nel caos

La Vigilanza processa i vertici: "Informazione di parte". E i giornalisti scioperano contro le assunzioni di esterni

Si avvicina il mese d'oro per le casse di Viale Mazzini, che grazie al canone in bolletta riceverà a luglio un megabonifico dal ministero del Tesoro di oltre 500 milioni di euro con cui finanziare l'inesauribile creatività del nuovo gruppo dirigente capitanato dal dg Antonio Campo Dall'Orto. Tuttavia la Rai continua a sorprendere, più che per le novità editoriali (tra cui Gad Lerner, Santoro e il Rischiatutto), per le continue grane che esplodono tra i piani della tv pubblica. In Vigilanza Rai ne stanno arrivando due fresche fresche. Una riguarda il braccio destro del direttore generale, l'ex veejay di Mtv Massimo Coppola, chiamato dai vertici Rai come «Consulente editoriale per l'elaborazione di strategie e prodotti» (contratto da 200mila euro). La strategia usata dal consulente Coppola su Twitter potrebbe creare qualche problema, visto che l'ultimo suo cinguettìo non è sfuggito a Michele Anzaldi, agguerrito deputato Pd della Vigilanza. Nel diluvio di commenti social sulla Brexit, votata soprattutto dagli over 60 britannici, anche Coppola ha detto la sua: «Si vota solo dopo i 18 anni. E magari converrebbe mettere anche un altro limite. Si vota solo fino a 65». Proprio la fascia d'età prevalente nel pubblico (pagante) della Rai, per cui Coppola dovrebbe pensare nuove «strategie e prodotti». Anzaldi chiede una rettifica ufficiale all'azienda: «Se non venisse smentito si tratterebbe di un'offesa grave e gratuita agli utenti della Rai. Uno che la pensa così non vedo come possa prendersene cura per dare un prodotto migliore».

Ma in Parlamento arriverà anche l'interrogazione di Renato Brunetta, capogruppo di Fi e componente della Vigilanza. L'azzurro ha litigato durante Porta a porta con il conduttore Bruno Vespa perché ha ospitato il finanziere Davide Serra senza avvisare i telespettatori del legame di amicizia (e non solo) con il premier Renzi. Ora Brunetta chiede alla commissione di convocare Vespa. «Chiederemo spiegazioni - attacca - sul totale sbilanciamento dell'intera serata a favore del Remain, con ospiti e servizi tutti orientati per la Gran Bretagna nell'Ue, e sul comportamento del conduttore - che non ha rispettato la deontologia professionale e la correttezza, la completezza e l'imparzialità dell'informazione, che dovrebbe essere stella polare del servizio pubblico - nei confronti degli ospiti politici rappresentanti dei maggiori gruppi parlamentari di opposizione».

Basta così? No. Il reclutamento in massa di esterni (già costato alla Rai un esposto alla Corte dei conti e un fascicolo aperto dall'Anticorruzione) mette in subbuglio anche i giornalisti Rai. Tra gli ultimi esterni arrivati c'è Gianluca Semprini da Sky, che sostituirà il Ballarò di Giannini (che però resta a libro paga della Rai). Non si è trovato nessuno all'altezza tra i 1.600 giornalisti Rai, che rispondono oggi con uno sciopero delle firme «come segno di protesta - annuncia una nota dell'Usigrai - nei confronti dell'annunciata riduzione degli spazi informativi e dell'ulteriore onerosa infornata di esterni». Insomma il clima non è dei migliori. Fortuna che a luglio c'è il canone.

Commenti

semprecontrario

Lun, 27/06/2016 - 10:02

ecco perchè non vogliono che si tolga il canone capito? riguardo a vespa beh non c'è molto da dire lo sanno anche le pietre che lui è abbastanza filo slurp governativo

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 27/06/2016 - 10:06

Ma dai non posso crederci che la Rai sul libro paga ha 1600 giornalisti! Solo loro ad un costo medio di 150mila Euro cadauno (ad essere tirati) farebbero 240milioni di Euro!

Accademico

Lun, 27/06/2016 - 10:25

Un carrozzone inutile, dannoso, sprecone. Un coacervo di interessi male amministrati da dilettanti allo sbaraglio. Un impresentabile circo da sopprimere.

tempeste54

Lun, 27/06/2016 - 10:57

Ma chi se ne frega della RAI e dei vari Lerner, Santoro,Fazio ecc. Ci sono canali alternativi , e se non si vuole pagare il canone liberiamoci fisicamente di quell'ormai inutile elettrodomestico.

justic2015

Lun, 27/06/2016 - 11:15

Somari non pagate nemmeno la bolletta della corrente cosi si attaccano ,la ditta che fornishe la corrente sara` stata minacciata da questa mandria di ladri al potere oppure avranno offerto una piccola parte del ricavato a tale ditta? Vergogna viglicchi ripeto se i cittadini tuuti smettono di pagare andranno tutti in galera o manderanno una azienda di ladri a trovarsi un lavoro vero schifo,

maurizio50

Lun, 27/06/2016 - 11:44

Nemmeno ai tempi dell'EIAR, l'informazione era così faziosa quanto quella attuale data dalla RAI: è la riprova che quando si tratta di far porcate quelli del PD sono sempre i migliori!!!

Fjr

Lun, 27/06/2016 - 12:59

Lo schifo più' totale se poi penso che il canone serve a pagare gente come Lerner e la Bignardi viene solo voglia di fiondare il tv dalla finestra ,tanto per quello che trasmettono , vedi il Vespone

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 27/06/2016 - 13:09

Rai, il piu' lurido esempio di spreco di denaro pubblico tramite carrozzone statale impregnoto di partitocrazia. La peggiore oscenita' di questa repubblica da barzelletta.

ghorio

Lun, 27/06/2016 - 13:14

sarebbe ora che il cda rai e la commissione parlamentare affrontino il problema. I vari Campo Dell'Orto e Maggioni non è che abbiano portato un vento nuovo. Sull'informazione poi stiamo toccando il fondo. Per il vero per questo settore il giudizio vale anche per le private. Ci si informa sull'informazione televisiva ignora o quasi quello che effettivamente sta succedendo nel mondo