La Gancia saluta in dialetto coi complimenti del Chiampa

Con un «Cerea (saluti, ndr) president, cerea a tuti» pronunciato in perfetto dialetto piemontese con un leggero accento langarolo, Gianna Gancia – ultima presidente della Provincia di Cuneo – ha esordito come capogruppo della Lega Nord in Regione Piemonte, spiazzando il presidente Sergio Chiamparino che è stato al gioco ed ha risposto con un sorriso. Poi, quando lady preferenze – come è stata nominata dopo il successo alle elezioni regionali – si è avvicinata per stringergli la mano (nella foto), in un orecchio il Chiampa le ha confidato non solo di aver apprezzato il richiamo alla lingua madre ma che anche lui pensa in dialetto piemontese. Un'unità di intenti sulla lingua che porterà anche ad una affinità nei fatti, visto che Sergio Chiamparino è sempre stato visto di buon occhio dal Carroccio. La Gancia ha poi aggiunto: «La storia dirà da quali strumentalizzazioni la precedente legislatura della Regione è stata interrotta. La storia, ne sono certa, darà ragione e riconoscerà i pieni meriti di Roberto Cota e della sua giunta».