Gelo Berlusconi-Salvini Ma il Cavaliere non rompe

Il leader azzurro irritato per gli attacchi a Tajani. Dialogo aperto solo sulle Amministrative

Tra Berlusconi e Salvini si allarga il fossato. Non passa giorno, infatti, che il leader della Lega non attacchi a testa bassa il Cavaliere. Il quale alterna sentimenti di disappunto e di indifferenza. Certo è che soprattutto le ultime sparate del leghista sul candidato azzurro alla presidenza dell'europarlamento Antonio Tajani - poi eletto - hanno indispettito l'ex premier. «Domestico della Merkel» e «servo dei poteri forti» sono le ultime sparate di Salvini contro il neo presidente del Parlamento Ue. Attacchi a testa bassa che non aiutano certo chi, sia nella Lega sia in Forza Italia, sta cercando di ricomporre un rapporto tra i due, il cui barometro oggi segna «tempesta».

Nel Carroccio c'è pure qualcuno che la pensa come Umberto Bossi, legato da profonda e sincera amicizia al Cavaliere. Il Senatùr era stato tranchant con il capo del Carroccio: «Salvini sta facendo un sacco di errori, non è lineare. Per la voglia di diventare premier, sta sacrificando la Lega Nord». E ancora: «Sta facendo la guerra a Berlusconi ma non si accorge che così si schianta». Insomma, c'è chi vorrebbe un Salvini meno ruspa e più diplomatico, soprattutto con gli alleati storici. Ma il leader della Lega non ci sente e va avanti a menare fendenti. In solitudine. Salvini e Berlusconi non si sentono da settimane e il primo parla al secondo soltanto tramite agenzie di stampa o interviste ai quotidiani. I messaggi che manda, poi, sono soltanto di guerra aperta parlando di «Berlusconi inciucista» e di «scelta del leader attraverso le primarie».

Il Cavaliere, dal canto suo, tace. Sull'alleato non parla mai in chiaro ma sottolinea sempre la necessità di non gettare alle ortiche l'unità del centrodestra. Ed è proprio per questo che Berlusconi ha benedetto la presenza di una delegazione di Forza Italia alla manifestazione del 28 gennaio organizzata da Fratelli d'Italia per chiedere di andare presto al voto. Presenti in piazza ci saranno il governatore della Liguria Giovanni Toti (ormai considerato quasi più vicino a via Bellerio che ad Arcore) ma anche i due capigruppo di Camera e Senato, Renato Brunetta e Paolo Romani.

Tattica per non far saltare subito la coalizione di centrodestra? Forse. Anche perché tra aprile e giugno si andrà al voto in moltissimi comuni e presentarsi divisi potrebbe essere un vero suicidio. Al lavoro sul file candidature c'è Altero Matteoli che, visti gli attuali rapporti con il Carroccio avrà di che sudare per «trovare la quadra». Ma se per le amministrative la Lega è parecchio sensibile e difficilmente lavorerà per lo strappo, il discorso è diverso per le politiche.

A livello nazionale, tuttavia, tutto dipende dalla legge elettorale che questo Parlamento riuscirà a partorire dopo la sentenza della Consulta. Berlusconi spera di trovare un accordo sul proporzionale (seppur corretto con un premio di maggioranza) anche per non essere obbligato all'abbraccio troppo stretto con Salvini. Ma anche Salvini attende: con un maggioritario sarebbe costretto a bussare ai cancelli di Arcore, soprattutto per fare accordi al Sud dove il suo movimento continua a non sfondare; con un proporzionale, viceversa, lo strappo sarebbe quasi inevitabile. A quel punto, però, anche la complessiva strategia salviniana potrebbe virare: e c'è chi scommette che Salvini darà l'addio al progetto della Lega nazionale per riportare il Carroccio alle antiche battaglie per il Nord. Un'ipotesi, questa, che frenerebbe i mal di pancia mai sopiti della Lega ortodossa.

Commenti

rocky999

Ven, 20/01/2017 - 09:03

Ah certo è Salvini che attacca Berlusconi. Ne vogliamo parlare seriamente? Berlusconi è stato il primo a definire Salvini un uomo delle caverne, un rude e che i moderati non lo seguirebbero. E' stato sempre Berlusconi a definire Salvini un giovane comunista per le sue idee. Berlusconi deve svegliarsi, è rimasto fermo a 10 anni fa. La linea dei moderati è morta e sepolta e le idee che hanno Toti e Brunetta ne sono un esempio, loro sono a favore della linea dura contro Bruxelles come Salvini. Se Berlusconi non riesce a capirlo corre seriamente il rischio di prendere il 5% alle prossime elezioni.

lavieenrose

Ven, 20/01/2017 - 09:36

indipendentemente da salvini e berlusconi come si fa a non capire che questi sono momenti in cui ci vuole intelligenza e non caciara?

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 20/01/2017 - 09:50

Ieri c'era il sole , oggi scrivete che c'è il gelo. Abbiamo poche idee però molto confuse.

maurizio50

Ven, 20/01/2017 - 10:01

La sensazione che se ne può trarre è che il Cavaliere, saltando ogni giorno dal pero al fico e viceversa nel giorno seguente, abbia ormai perso la tramontana. Non può pensare di avere i voti di chi vuole strenua opposizione al governo dei distruttori d'Italia e , nello stesso tempo, di chi vuole mantenere PD e soci al governo. In campagna si dice che non puoi avere la botte piena e la moglie ubriaca. Quindi, Cavaliere, si decida da che parte deve andare!!!!!!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 20/01/2017 - 10:08

La sensazione è che Silvio abbia inserito la marcia indietro. Del resto 6 mesi fa a Roma il suo rappresentante, da lui candidato con Marchini, è stato clamorosamente bocciato. Ora Silvio insiste su una posizione che va totalmente contro le aspettative della gente di destra, avviandosi ad uscire dalla politica. Così facendo regalerà i suoi antichi elettori a M5S che si va presentando - senza volerlo - come l'unica alternativa concreta alla banda di Renzi@Co. Silvio dai retta a chi ti vuole ancora bene, torna all'antico e riconosci il primato ai giovani. Amen

Keplero17

Ven, 20/01/2017 - 10:09

Non è più tempo di moderati, di patti con il pd, qui bisogna avere la forza di dare una spallata al pd. Non ne possiamo più di migranti. Cavaliere passi la mano a persone più giovani in grado di mantenere la barra al centro e ce ne sono anche in Forza Italia come la Santanchè o Toti.

Zizzigo

Ven, 20/01/2017 - 10:10

Si sa che i vecchi sono un po' "stravaganti". Io sono vecchio, ma Berlusconi lo è molto più di me, troppo!

angelovf

Ven, 20/01/2017 - 10:12

Ma che hai l'utero, ogni giorno hai dire con Salvini, siamo stufi di questi atteggiamenti che vuoi dimostrare al PD che non sei d'accordo con le idee di Salvini, ma tieni presente che il popolo desidera ciò che dice Salvini, a noi interessa un partito combattivo. Non un associazione con idee rammollite, che non può esprimersi per paura dei problemi che possono colpire le aziende, un popolo non può sacrificarsi perché il lider del proprio partito è ricattabile.Tutte le cose finiscono, meglio lasciare che combattere contro Salvini.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 20/01/2017 - 10:21

Cavaliere, potrebbe dirmi quale sia la differenza di andare al più presto al voto oppure di andare a novembre??? Ora come ora, abbiamo al governo una massa di incapaci che oltre ad essere incapaci, non ammettono i loro sbagli. Senza la collaborazione di Salvini e della Meloni, sembra che lei voglia allearsi ancora a Renzi, """questo, le costerà una sconfitta totale"""!!! Perciò ci ripensi, a volte l`alleanza per essere positiva, deve essere malleabile!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 20/01/2017 - 10:22

FI è, nei sondaggi, 4 punti percentuali al di sotto della Lega. E ulteriori ne perderà perdurando il flirt, mai concluso, col PD. Salvini farà bene ad affrancarsi definitivamente dall'ambiguità silviana. Il minuetto nazarenico è durato sin troppo a lungo e le margherite, a forza d'essere sfogliate, sono ormai scomparse dai prati di Arcore.

Massimo

Ven, 20/01/2017 - 10:27

L'accordo si troverebbe facilmente, dipende tutto da Berlusconi. Impegno a non accordarsi, in nessuna situazione e per nessun motivo con Renzi; uscire dal PPE; accettare di ridiscutere la permanenza dell'Italia nell'euro e nell'unione europea; accettare il respingimento degli immigrati e l'espulsione degli illegali già presenti; ripristinare Sovranità e Identità Nazionale. Nulla di più semplice.

Giulio42

Ven, 20/01/2017 - 10:31

Salvini ho capito come la pensa, Berlusconi non riesco a seguirlo. l'immobilità è una caratteristica della sinistra si sta adeguando ?

pinux3

Ven, 20/01/2017 - 10:32

Più che gli attacchi a Tajani, più che le critiche per l'"inciucio", più che la stessa messa in discussione della leadership quello che ha "mandato in bestia" Berlusconi è che Salvini in un intervista a radio24 ha detto che Mediaset non è un azienda strategica per l'Italia e che se diventasse francese "non sarebbe uno scaldalo"...Tutto ma non toccargli la sua "roba"...

igiulp

Ven, 20/01/2017 - 10:35

Parlare di non linearità di Salvini è come non riuscire a vedere un elefante con il cannocchiale. Quanto alla sua solitudine basterebbe solo leggere il consenso che ha e questo è sufficiente a dargli ragione.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 20/01/2017 - 10:36

Il Senatùr adesso fa il maestrino, ma dimentica che al suo tempo dopo un anno di governo ha rotto la coalizione con il suo grande amico Silvio. Il tempo delle diplomazie e finito "Gamo Over", adesso bisogna agire chiaro e tondo! Salvini può essere "non lineare", ma ha ragione da vendere.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 20/01/2017 - 10:43

#02121940 - 10:08 "torna all'antico". C'è da chiedersi, però, se l'"antico" sia mai realmente esisitito...al di fuori delle idealizzazioni dei fans. Che perdurano a tutt'oggi, a dispetto della realtà.

nordest

Ven, 20/01/2017 - 10:55

Basta Silvio non abbiamo più fiducia in te vai a casa non ti vogliamo ; faresti solo i tuoi interessi.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 20/01/2017 - 11:08

zilvio ancora non ha capito che non conta più nulla.

batpas

Ven, 20/01/2017 - 11:19

Mah!! vuoi vedere che Salvini alla fine sarà il miglior alleato di Grillo o del Pd? e sta iniziando a preparare il terreno ?

VittorioMar

Ven, 20/01/2017 - 11:19

...qualcuno ,a suo tempo disse,di turarsi il naso...oggi deve ingoiare il "BOCCONE AMARO" e adottare e accettare le richieste di: LEGA e FdI SE VUOLE VERAMENTE VINCERE!!...lasci perdere le lusinghe di interessati"LIBERALI E EX DEMOCRISTIANI...!!...non siamo nel 1994....è molto peggio.!!

tonipier

Ven, 20/01/2017 - 11:53

" SIGNORI SI NASCE NON SI DIVENTA" Soltanto un reggimento politico capace di cauterizzare alla radice le piaghe delle degenerazioni partitocratiche, potrà debellare la criminalità nelle sue ramificazioni e propaggini e riportare l'Italia all'ordine, restituire dignità allo Stato italiano debilitato dal sciacallaggio di prevenuti analfabeti.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 20/01/2017 - 12:17

---berlusconi ha ancora bisogno di amici politici alla vecchia maniera -dove vige ancora la regola non scritta del "do ut des"--quindi non può fidarsi nè dei grillini e nè di salvini---ha bisogno del pd -appoggiando il quale ne riceverà in cambio un aiuto nell'affaire vivendi--quindi preparatevi ad un governo di larghe intese pd-forza italia-----volete vedere che alla fine della fiera --alfano da essere considerato traditore --sarà rivalutato come grande statista che ha precorso i tempi e farà da testa di ponte alla futura alleanza?---la politica-questa sconosciuta---hasta

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 20/01/2017 - 12:33

Berlusconi è troppo ricattabile sul piano giudiziario, è questa la sua più grande debolezza insieme al fatto che è incandidabile, le speranze sulla corte europea sono minime quindi è un anatra tetraplegica più che azzoppata. Salvini deve fare come la Le Pen, prenda esempio da lei e cerchi mi migliorare la sua dialettica , deve convincere con argomenti semplici quelli che non vanno a votare e chi si è fatto abbindolare dai M5S ceh sono dei burattini della Casaleggio & co.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 20/01/2017 - 13:01

&Memphis35- per me, riferito a Silvio, "tornare all'antico" vorrebbe indicare il fare una politica di centro-destra in opposizione ai comunisti, coloro che ancora albergano nel PD, anche se di "democratico" non hanno molto, dato che pensano solo alle banche e a se stessi. Che poi lei abbia i suoi dubbi mi sembra più che giustificato, ma bisogna cercare razionalmente di sottrarsi al potere di chi si dichiara di sinistra, ma pensa solo ai propri interessi, ad esempio come fa Renzi. Ciao

mareblu

Ven, 20/01/2017 - 13:42

IO con la mia misera pensione " di 612 euro al mese ci sopravvivo. Ma costui al mio cospetto rappresenta il NULLA

Ritratto di sepen

sepen

Ven, 20/01/2017 - 13:56

Salvini certamente sbaglia nel suo protagonismo, le sue 'sparate' eccetera, ma la sostanza è che lui ha centrato il problema: UE, immigrazione, tasse, burocrazia. Andrebbe addomesticato, come fece lo stesso Silvio con Bossi nel 94. Auguri.

cangurino

Ven, 20/01/2017 - 14:12

Il problema di fondo, a mio parere, è che i punti programmatici di Berlusconi sono troppo distanti da quelli di Salvini e Meloni, ma troppo distanti anche dall'80% del pensiero degli elettori di cdx. Questo nei giorni dispari. Nei giorni pari le cose sono completamente diverse, perché è in piena sintonia con gli (ex?) alleati.

fiorentinodoc

Ven, 20/01/2017 - 14:23

caro silvio con tutto il bene che ti voglio,lascia perdere il tempo è scaduto se vuoi bene come dice a gran parte del popolo italiano.ritirati e goditi la vita

antipifferaio

Ven, 20/01/2017 - 14:40

«Domestico della Merkel» e «servo dei poteri forti»...come non essere d'accordo con Salvini? Berlusconi ormai parla da piddino...ergo ha chiuso in malo modo la sua carriera politica e peggio ancora come statista. Si è venduto alla sinistra per un tozzo di pane. La gente invece il tozzo di pane nemmeno ce l'ha più. Siamo finiti: le medicine costano più del cibo e il cibo non basta. I partiti ci hanno ridotto in miseria e pretendono il nostro sangue. I politici se ne vadano, in caso contrario bisogna leggere la storia per capire come andrà a finire.......

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Ven, 20/01/2017 - 15:04

Per quanto abbondante, per emulare il Cavaliere non basta il "gas", ben altra materia ci vuole; ma non dolertene caro Salvini, nessun'altro per ora ce l'ha. Tu però stai attento, non al gas, alla presunzione: "La presunzione può gonfiare un uomo, ma non lo farà mai volare. (John Ruskin)

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 20/01/2017 - 15:11

Ma il buon Berlusconi che gioco vuol fare?ha ancora obiettivi da condividere con gli oppositori del "renzismo", della "globalizzazione", dei poteri forti che comandano in Europa? non ha nulla da festeggiare con l'elezione di Tajani, un'elezione che sancisce la politica scellerata a favore di "questa"europa, al servizio delle banche e multi-nazionali contro i popoli. E' ora di mettere una croce definitiva sulla sopravvivenza politica di FI?