Il generale Mini lancia l'allarme: "Rischiamo un'invasione di profughi"

Il generale mette in guardia l'Europa: "I flussi migratori sono destinati a incrementarsi, come confermano le cifre sugli sbarchi di questi giorni"

Fabio Mini interviene sulla questione turca e svela come in realtà "la gente è più preoccupata delle minacce del Sultano, che potrebbe organizzare il viaggio forzato in Europa di 3-4 milioni di migranti". Il generale si è sbilanciato sul finale: "L'ipotesi più probabile è che Assad conceda ai curdi, vi sono già trattative, l'autonomia della regione dove adesso risiedono, con Kobane capitale". Ma è proprio Kobane e tutta quell'area che i turchi vorrebbero conquistare cacciando la popolazione curda che vi risiede da secoli, e dunque "qui si deve muovere l'Onu".

A darsi una mossa dovrebbe essere anche l'Europa: "È immobile". L'ex capo di Stato maggiore del Comando Nato per il Sud Europa, intervistato da La Verità, ha parlato anche dell'ex ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi: "Aveva paura della sua ombra". Una frecciatina non è mancata neanche per Federica Mogherini: "Prima di diventare una inutile funzionaria a Bruxelles, è stata un ministro degli Esteri che non ha lasciato la più piccola traccia del suo passaggio alla Farnesina".

Sullo stop alle armi alla Turchia è stato molto duro: "È una baggianata, il frutto dell'incompetenza di tanti politici" poiché "varrà per il futuro e quindi non inciderà in alcun modo sulle attività militari della Turchia". Ma anche perché l'esportazione di armi leggere made in Italy in Turchia incide "poco meno dell'importo dell'importazione di pistacchi turchi".

"Grande massa di immigrati"

Mini ha confessato di non essere riuscito ancora a capire "come si muoverà la nuova Commissione, senza una politica estera, senza una difesa, che ci tuteli anche da un'invasione, sempre possibile se manovrata, di una grande massa di immigrati". C'è però una questione che sembra assodata: "I flussi migratori sono destinati a incrementarsi, come confermano le cifre sugli sbarchi di questi giorni".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 17/10/2019 - 10:37

Tutti che sparano a tutti e noi invece i soliti fessi buonisti. Ma non c'era il motto, meglio un giorno da leone che 100 anni da pecora?

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Gio, 17/10/2019 - 10:53

Invasione di profughi vuol dire sostituzione etnica.Sostituzione etnica vuol dire "nuovo popolo che si può addomesticare elettoralmente con piccole mance".Più grande sarà l'appoggio elettorale del "nuovo popolo" più potente sarà la ciambella di salvataggio che garantirà lo strapotere del "Sistema".Il "Sistema" ha il suo cuore pulsante nel Parlamento Europeo.Il Parlamento Europeo esegue gli ordini che gli vengono imposti dall'alta finanza invisibile e sovranazionale.Già oggi,le nuove leggi sul contante,carte di credito,conti bancari,ritiro del proprio denaro fanno capire chiaramente che il fine ultimo degli speculatori occulti dell'alta finanza (ma di cui tutti conoscono i cognomi) é quello di dissanguare il risparmio privato dei cittadini,protetti da un paravento di legittimità fiscale costruito con leggi ad hoc.

FedericoMarini

Gio, 17/10/2019 - 10:59

TANTE PAROLE INUTILI PER FAR VEDERE CHE CI SIAMO. IN REALTÀ, A FERMARE ERDOGAN NON SONO NE’ L’EU NE’ GLI STATI UNITI, MA LA RUSSIA, CHE STA’ GIA’ EVITANDO IL CONTATTO TRA LE TRUPPE DI ASSAD,CHE DIFENDONO I CURDI E LE TRUPPE TURCHE.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 17/10/2019 - 11:07

tranquillogenerale,l'itaglia non li farà invadere la ue,lo sgoverno pdiota grullo li terrà tutti qui!!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 17/10/2019 - 11:10

Ci voleva un militare per dire tutta la verità? Invece abbiamo Di Maio ministro degli Esteri e il professor Conte Presidente del Consiglio, due soggetti da restituire al loro lavoro, se ne sono capaci, ma per il più giovane é lecito dubitarne.

venco

Gio, 17/10/2019 - 14:19

E allora? e allora si accolgono e si mantengono in campi chiusi fino alalfiée delle guerre nei loro paesi che poi devono rimpatriare, non si parli assolutamente di integrazione, inclusione, corsi vari e ricongiungimenti.

Divoll

Gio, 17/10/2019 - 15:29

A parte il fatto che il 95% non sono profughi, ma non siamo gia' invasi?

lisander

Ven, 18/10/2019 - 14:03

Portare un giovane fino a 18 a ni costa in media 175 mila eur (dati Federconsumatori). Qhelli che cu arrivano sono in parte gia' formati. Mettiamoci 50 mila eur per formazione reale e integrazione. Intanto, come risolviamo problema della popolazione più vecchia d'Europa e che tale resterà per almeno una generazione, perchè anche se da domani ci mettessimo a far figli occorre portarli in età da lavoro?