È giallo sui Bond Rai per salvare gli stipendi d'oro

La denuncia di Pd e Lega: emettono obbligazioni per poter aggirare il tetto di 240mila euro

Roma - Arriva il via libera del Cda Rai all'emissione di obbligazioni riservata a investitori istituzionali. E la decisione - all'unanimità - dell'organo di governo dell'azienda alimenta le polemiche sulla possibilità che quei Bond siano uno stratagemma per aggirare il tetto «renziano» di 240mila euro imposto agli stipendi dei manager pubblici. Quel limite, infatti, non varrebbe per le società che «emettono titoli negoziati su mercati regolamentati», come sarà la Rai una volta completata l'operazione del Bond da 350 milioni di euro, che potrebbe insomma rivelarsi una semplice furbata.

A sollevare la questione, mercoledì, era stato il segretario della Commissione di vigilanza Rai, il parlamentare del Partito democratico Michele Anzaldi, chiedendo lumi al Mef, che almeno fino a ieri sera non aveva però sciolto i dubbi del dem. Così, mentre in viale Mazzini difendono il varo dell'operazione, sostenendo che, tra l'altro, dovrebbe garantire una consistente riduzione - fino alla metà - degli esborsi per oneri finanziari (attualmente la Rai paga 15 milioni di euro l'anno) e una ottimizzazione del profilo di liquidità del gruppo, Anzaldi ha rincarato la dose. Plaudendo all'operazione dal punto di vista finanziario, ma attaccando: «È scandaloso e di cattivo gusto in questo momento molto difficile per il Paese che la Rai non abbia trovato un minuto per rassicurare gli italiani, precisando che il tetto agli stipendi dei dirigenti non sarà aggirato. Il silenzio mi fa temere che la nostra preoccupazione sia fondata». E alle polemiche si unisce la Lega. Il deputato del Carroccio Davide Caparini chiede alla Consob di «fare chiarezza», definendo «sospetta» la «rincorsa delle società pubbliche all'emissione di obbligazioni». Il dubbio dell'esponente leghista è che il bond targato Rai sia «l'ennesima mossa da furbetti per certi supermanager di Stato strapagati, che vogliono rimanere ancorati a vecchi e anacronistici privilegi, mentre si taglia ed è in bilico il destino di molte redazioni locali».

Le perplessità sull'operazione sono l'effetto delle norme che disciplinano il settore. Già a marzo 2014, una nota del Mef che precedeva l'entrata in vigore dei tetti agli stipendi dei manager ricordava che i limiti non riguardavano Enel, Eni, Finmeccanica, Ferrovie, Cdp e Poste italiane. Le prime tre perché quotate in borsa, le altre perché «emittenti di titoli negoziati sui mercati regolamentati» e dunque escluse dai tetti. Una condizione in cui si verrebbe a trovare anche la tv di Stato con l'emissione del maxibond.

Commenti
Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 08/05/2015 - 09:09

Cosa non si fa per rubare qui in Italia! Fatta la legge, scoperto l'inganno. Non per soldi ma per denaro!

ferry1

Ven, 08/05/2015 - 09:56

Ma scusate 5000 euro mensili lordi non sono introiti da ricchi?prego adeguateli!

giovauriem

Ven, 08/05/2015 - 10:11

e noi ebeti stiamo a guardare invece di andare a bruciare le sedi rai e mazzuolare i dirigenti , questi fanno quello che vogliono per che sanno di non rischiare nulla , basta dividere la torta con tutti gli altri poteri , compreso i magistrati .

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 08/05/2015 - 10:38

Non ho più parole per definire questa itaglia e questa gentaglia,forse mi spaventano più dell'ISIS.!!!!!

Beaufou

Ven, 08/05/2015 - 11:00

Altra notizia che suggerisce il pensiero "sparare a vista". Di questi trucchetti all'italiana per arraffare soldi pubblici, gli Italiani hanno piene le tasche. A forza di pensarlo, forse si arriverà a farlo sul serio. Poi quando capita, tutti a chiedersi il perché e ad analizzare la deriva violenta della società, vero?

marinaio

Ven, 08/05/2015 - 11:22

Stipendi d'oro, ma in cambio cosa ci danno? se avete notato, così come accade tutti gli anni, la Rai sta cominciando a rifilarci le repliche delle repliche. E questo andrà avanti fino a settembre inoltrato. 5 mesi e mezzo di programmi visti e rivisti, ma il canone lo paghiamo per 12 mesi in quanto, questi signori, gli stipendi d'oro se li devono beccare al 27 di ogni mese.

gianrico45

Ven, 08/05/2015 - 11:33

"Fatta la legge trovato l'inganno"come motto è superato."fatta la legge suggerito l'inganno"così è più aggiornato.

unosolo

Ven, 08/05/2015 - 12:45

dove esiste la partecipazione dello Stato o a maggioranza accadono queste cose , si cerca sempre di fregare soldi in ogni maniera , ma il carcere per chi ci prova no è ?