Giorgetti frena i grillini: "Il taglio sulle pensioni non entra nel dl Fisco"

Il decreto fiscale agita e non poco le acque del governo. Giorgetti "blocca" le sforbiciate dei grillini sugli assegni alti delle pensioni

Il decreto fiscale agita e non poco le acque del governo. I grillini negli ultimi giorni hanno cercato di far entrare il taglio delle pensioni alte nel dl su cui stanno discutendo Conte, Salvini e Di Maio. Lo stesso ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro qualche giorno fa aveva affermato che la sforbiciata sarebbe arrivata per decreto. Ma proprio su questo punto è arrivata la reazione del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti che di fatto ha allontanato in modo chiaro l'ipotesi che il taglio sugli assegni possa entrare nel decreto fiscale: "Questo provvedimento non sarà nel decreto. È opportuno un decreto legge fiscale, per altri sarebbe difficili convertirli".

Una posizione chiara quella di Giorgetti che di fatto frena il piano grillino che prevede un taglio sugli assegni in tempi rapidi. Una battuta d'arresto per il fronte grillino che di fatto vuole dare una sforbiciata agli assegni che superano i 4500 euro netti. La Lega dunque per il momento "ferma" le forbici pentastellate. I Cinque Stelle hanno comunque fatto sapere che il taglio sarà inserito nella legge di Bilancio.

Commenti
Ritratto di jasper

jasper

Lun, 15/10/2018 - 19:22

Certo per Giorgetti e per la Lega non è facile e non sarà facile governare con delle teste di katzo come sono i Grillini di cui un De maio è er meglio…... Fico del paniere. Uno che ha affermato, nemmeno fosse Mosè o Jeowa: "Abbiamo eliminato la povertà per la prima volta nella storia del pianeta Terra". Ma ci rendiamo conto in che mani siamo?

diesonne

Lun, 15/10/2018 - 19:39

DIESONNE I GIRLLI DEVONO TAGLIARE LE ALTISSIME RETRIBUZIONE DEI MANAGERS E DEGLI FUNZIONARI E MANAGERS PUBBLICI CHE HANNO RETIBUZIONI FARAONIHE E SUPERIEPORI A QUELLO CHE RPODUCONO-RIVEDRE GLI STPIPENDI

Anonimo (non verificato)