Giudicate se Bossetti ha ucciso Yara Ma senza tirare in ballo le sue corna

All'imputato nel delitto di Yara si risparmi almeno l'umiliazione di vedere in aula gli amanti della moglie Marita

Le cronache, sempre pronte a descrivere con enfasi dettagli ininfluenti di ogni fatto, ci avevano informato tempo fa che la moglie di Massimo Bossetti (presunto assassino di Yara), Marita Comi, non disdegnasse qualche avventura amorosa, ovviamente fuori dal matrimonio, il che avrebbe creato in famiglia un clima poco idilliaco. Poi delle fuitine della signora non si è più parlato per un pezzo. Ma negli ultimi giorni, avviato il processo in Corte d'assise, i pettegolezzi pruriginosi sono tornati a bomba. È accaduto quando la pubblica accusa ha chiesto di ascoltare quali testimoni gli uomini con i quali Marita avrebbe avuto relazioni.

Meno male che la giuria ha respinto in parte la proposta, per cui all'imputato e alla consorte si spera sarà risparmiata l'umiliazione di lavare i panni sporchi in un'aula di giustizia. Ciò nonostante, non siamo soddisfatti. Rimane lo stupore (l'indignazione) suscitato dai pubblici ministeri con la loro pretesa di discutere di corna nell'ambito di un dibattimento incentrato su un omicidio. Se Bossetti ha ucciso una ragazzina (e bisogna dimostrarlo) che c'entra la sua sposa, per nulla coinvolta nell'assassinio? Si è arrivati a sostenere che i tradimenti (veri o no) di Marita avrebbero influito negativamente sull'equilibrio psicologico di Massimo, portandolo ad ammazzare l'adolescente. Una tesi talmente sgangherata da meritare, questa sì, l'intervento della psichiatria.

In realtà, si è scoperto che gli episodi di infedeltà della signora sarebbero avvenuti dopo (non prima) la morte di Yara, pertanto è da scartare che abbiano inciso sul delitto attribuito a Bossetti. Di qui l'assurdità dell'audizione degli amanti. D'altronde ci mancava solo, in simile vicenda torbida, una discettazione sull'adulterio quale propellente di atti criminali. Il punto però è un altro. Se un'indagine e un processo riguardano un omicidio compiuto da un uomo, che senso ha tirarne in ballo la consorte e frugare nelle pieghe riservate del suo comportamento privato? Ammesso e non concesso che Marita abbia deciso di abbandonarsi a qualche distrazione, sono casi suoi e non casi giudiziari. I peccati della carne non sono reati, e gli investigatori, nonché i magistrati, dovrebbero disinteressarsene per rispetto delle persone che li hanno commessi, ma anche del codice penale che non persegue le effusioni extraconiugali.

Come si fa a introdurre il gossip più basso nelle istruttorie? D'accordo che da parecchi anni le procure sono indaffarate ad ascoltare intercettazioni telefoniche e non cassano le più piccanti che, di conseguenza, finiscono sui giornali, comprese quelle penalmente irrilevanti; ma c'è un limite oltre cui non è lecito andare. Nella fattispecie, della reputazione di Marita è stato fatto strame con grave danno per l'intera famiglia.

Il rischio è che quelli di Bossetti, nelle chiacchiere popolari, siano definiti non soltanto figli di un assassino, ma anche figli di una poco di buono, la quale, mentre il marito era in galera con l'infamante accusa di aver tolto la vita a una ragazzina, si consolava abbracciando altri uomini. Un pericolo da evitare e, invece, ingigantito da metodi investigativi indegni di una nazione civile.

Tra l'altro, risulta che la signora Comi abbia sempre amorevolmente assistito Massimo, dal giorno dell'arresto a oggi. Inoltre, ha provveduto in proprio alla prole, confermando di essere una donna responsabile. Cosa le si poteva chiedere di più? Sarebbe ora, infine, di giudicare ogni individuo tenendo conto che il cuore e il cervello di ciascuno di noi sono separati nettamente da quanto abbiamo (giudici inclusi) dalla cintola in giù.

Commenti

Raoul Pontalti

Gio, 23/07/2015 - 13:04

Della moglie non vuoi che si parli o Vittorio, lasciaci almeno parlare della madre...

agosvac

Gio, 23/07/2015 - 13:21

Il problema, egregio direttore, è che l'accusa non ha delle prove certe contro il bossetti pertanto cerca di screditarlo in tutti i modi, per lo più non leciti o addirittura vergognosi, in modo di "portare acqua al suo mulino". Tanto più che, a quanto pare, le "avventure" della moglie sono successive alla morte della piccola Yara. Probabilmente, e questo sarebbe davvero deprecabile, lo si vuole portare ad un gesto estremo in modo che non sia più necessario un processo. Purtroppo finché a dirigere le indagini, specie così difficili, sono dei PM incompetenti queste cose sono destinate a riproporsi. Bisognerebbe capire che le indagini devono essere affidate a chi le sa fare, i PM dovrebbero solo occuparsi d'istruire il processo e dovrebbero essere del tutto esclusi dalla magistratura.

xbando

Gio, 23/07/2015 - 13:26

Al peggio non c'è mai fine, e il tentativo meschino dell'accusa la dice lunga sulla professionalità di questi "accusatori". Certo nessuno di noi è un santo, ma la meschinità è di carattere. Vero Pontalti?

lorenzovan

Gio, 23/07/2015 - 13:29

beh...nell'ottica "padana" un maschio non sara' mai cornuto...ma solo "cacciatore"...lololololol

Libertà75

Gio, 23/07/2015 - 13:37

@Pontalti, lei assomiglia proprio agli inquirenti... vive di pettegolezzi e certezze infondate. Il fatto che la madre abbia concepito Massimo con un uomo che non fosse suo marito questo non riguarda il processo né le responsabilità dell'imputato. Per il nostro codice, la responsabilità penale è personale e non discende (né ascende) da madre a figlio. Se ne faccia una ragione!

nonnoaldo

Gio, 23/07/2015 - 13:43

Se quesi pm vanno a indagare a fondo possono scoprire qualche filarino della signora in età scolare e darne, molto riservatamente, notizia alla stampa.

kayak65

Gio, 23/07/2015 - 13:47

I processi oramai sono diventati peggio dei film americani. la cosa grave e' che dicono di agire in nome del popolo italiano. quanti si sentono italiani nel sentire certi argomenti o verdetti che rasentano il gossip o la cronaca rosa e magari alcuni processi di mafia o criminalita' saltano per documenti "dimenticati" volutamente o mancanza di indizi? l'italia della malagiustizia

Iacobellig

Gio, 23/07/2015 - 13:48

GIUDICI INCAPACI SI AGGRAPPANO A TUTTO PERCHÈ LIBERI, IN ITALIA, DI POTER FARE E DIRE QUEL CHE VOGLIONO LIBERAMENTE. SE RISPONDESSERO, STAREBBERO PIÙ ATTENTI! FANNO SOLO SCHIFO!

ESILIATO

Gio, 23/07/2015 - 14:01

Questa e' la dimostrazione che la giustizia italiana non solo e' politicamente allineata ma anche sessualmente depravata., .....solo una banda di maniaci sessuali puo fare una richiesta del genere

Raoul Pontalti

Gio, 23/07/2015 - 14:08

O bananas che vi stupite delle indagini sui solarium e sugli amanti silviotamente argomentando che non si deve essere bigotti non considerate che: a) il solarium è indicativo non di vanità ma di occultamento della verità, poiché il solarium era presso la casa di Yara e aver mentito sulla sua frequentazione è sintomatico; b) se la moglie cerca altri galli significa che quello di casa è ridotto a cappone in ragione di stress psicologico dovuto agli esiti di un incontro infelice conclusosi in un campo di Chignolo, inoltre affermare, pur in presenza di amanti, che la famiglia è unita mostra che sono tutti dei mentitori anche quando forniscono alibi e protestano innocenza.

Marco18

Gio, 23/07/2015 - 14:11

Dottor Ferltri, con tutta la stima, lasci stare, è evidente che questa non è la sua materia

elgar

Gio, 23/07/2015 - 14:16

Bravo Feltri. I magistrati si stanno incartando e, non avendo nulla di sostanzioso da mettere sul piatto, s'attaccano al gossip per non dire altro. Ma a me fa ancor più schifo chi li segue in questi ragionamenti oscurantisti ed ottusi senza alcun riferimento al processo. Che c'entra la moglie e le sue "scappatelle" con l'uccisione di una ragazzina se sono avvenute dopo? Se è lui ed avete le prove condannatelo, duramente magari, se non avete le prove assolvetelo... per insufficienza di prove. Non si può tenere una persona così, sospesa a mezz'aria. IN DUBIO PRO REO...

giottin

Gio, 23/07/2015 - 14:16

Più passa il tempo e più vedo il comportamento dei soliti impiegati statali troppo pagati e mai paganti, più mi convinco che Bossetti sia innocente!

elalca

Gio, 23/07/2015 - 14:18

RP: lei è proprio un essere bieco e schifoso.

mariolino50

Gio, 23/07/2015 - 14:19

Se tutti i cornuti diventassero assassini sarebbe molto pericoloso uscire di casa. Il cornuto poi normalmente ammazza la moglie e il ganzo, se gli riesce,a volte prende anche le botte. La signora sarà un pò zoccola, ma con l'eventuale delitto del marito che ci azzecca

Raoul Pontalti

Gio, 23/07/2015 - 14:25

@libertà75 e invece è della madre che si dovrebbe parlare proprio da parte degli estimatori dello pseudobossetti (così ammirato perché incarna l'essenza padana...), poiché lui poverino stava tranquillo, tanto cercavano un figlio illegittimo di Guerinoni...E la madre fedifraga così l'ha fregato e lo afferma lui stesso in una lettera indignata nei confronti della madre cui ricorda che il DNA non mente (e se lo dice lui...). La madre che inchioda il figlio alle proprie responsabilità per non averlo informato per tempo su chi potesse in realtà essere il padre biologico: da vituperare vero bananas?

ex d.c.

Gio, 23/07/2015 - 14:26

Si spendono milioni in un'inchiesta; prima di dare un nome al futuro indagato si pubblica la sua illegittimità; si portano in aula i presunti tradimenti della consorte. Sarà Bossetti il vero colpevole? qualche dubbio resta. Non sarà che dovendo giustificare l'assurdità della spesa sia stata manipolata l'inchiesta? In Italia non ci meraviglia più niente

amecred

Gio, 23/07/2015 - 14:43

evidentemente i magistrati sono a corto di prove. Se avessero in mano prove 'schiaccianti', cosi' come ci e' sempre stato detto, non perderebbero tempo ad investigare le relazioni extraconiugali della moglie. Il mio pensiero va a figli di questa coppia. Hanno gia' il padre accusato di omicidio. Distruggere anche l'immagine della madre e' un atto criminale. Possiamo conoscere il nome e cognome di lorsignori i magistrati?

Leo Vadala

Gio, 23/07/2015 - 14:51

D'accordo su tutto, caro Sig. Feltri, ma se i PM sono da biasimare per aver introdotto "pettegolezzi pruriginosi" che non hanno nulla a che vedere col la presunta colpevolezza del Bossetti, altrettanto colpevoli dello stesso comportamento sono "Il Giornale" e tutti gli altri media che hanno dato ampio risalto a questi squallidi episodi.

Ritratto di Japiro

Japiro

Gio, 23/07/2015 - 14:55

delle corna di Bossetti il primo a parlarne è sto proprio lui davanti ai suoi colleghi di lavoro, tant'è che dovette intervenire il suo datore di lavoro per calmarlo avendo anche minacciato il suicidio dal ponte di Sedrina, pertanto non credo che avere avuto un ulteriore conferma sia stato per lui uno schock... ma se lo guardiamo sotto l'aspetto bovino il fatto di voler far entrare un fatto di corna in un processo di omicidio-stupro/tentato?-calunnia... allora i testi devono essere ammessi se non altro per cancellare la falsa immagini che i mentitori danno della famigliola perfetta... una domanda: "e quando chiederanno a Marita in che contesto guardavano i film porno che accadrà...altre indignazioni?"

xbando

Gio, 23/07/2015 - 15:01

Pontalti, brutta cosa la vecchiaia, eh?

Dordolio

Gio, 23/07/2015 - 15:01

Mancando prove certe, si cercherà la condanna di Bossetti lavorando sulla sua immagine personale e familiare, da svilire, deridere e infine distruggere. L'operazione riuscirà perfettamente.

Ritratto di neeskens

neeskens

Gio, 23/07/2015 - 15:10

leggere i commenti di questo pontalti lascia stupefatti...

Dordolio

Gio, 23/07/2015 - 15:14

Pontalti, quanto lei scrive è indecente. E non solo da oggi. Conosco per sommi capi la sua storia politica e mi onoro di essere stato vicino a persone degnissime che in altri anni l'hanno a quanto pare condivisa. Bisogna che mi decida a "venir su" a ritrovarle per chiedere loro conto di questo di lei tralignamento. Mi interessa sempre sapere come e perchè le mele trentine di ottima qualità ad un certo momento marciscono.

Marco18

Gio, 23/07/2015 - 15:29

che vi piaccia o no il vosro Bossetti con moglie e madre fedigrafe ha ucciso anche una bambina, parliamo di questo

silvia1966

Gio, 23/07/2015 - 15:30

Come da torto al Dott. Feltri? fosse anche lui l'assassino della ragazzina proprio non riesco a capire cosa c'entrino le corna della moglie e la madre.....va beh non è uno stinco di santo ma non credo sia diventato un assassino perchè la mammina cornificava il marito....tanto più che sembra lui (il figlio)non lo sapesse ma si sa pur di far cassetta..... Marco18 lei scrive per Novella 2000??? lasci stare lei le critiche al Dott. Feltri è evidente che la comprensione di un articolo scritto mediante un ottimo italiano e da un'ottima mente non è sua materia

lento

Gio, 23/07/2015 - 15:42

La procura ha deciso vuole Bossetti Massimo morto....

Marco18

Gio, 23/07/2015 - 15:46

Bravo Dordolio, mescoliamo la fede politica con la valutazione del fatto; grande davvero, un quoziente intellettivo davvero invidiabile. Prima di digitare sulla tastiera azionare il cervello è troppo ?

Ritratto di francesco.izmir

francesco.izmir

Gio, 23/07/2015 - 15:47

Io vorrei chiedere gentilmente a tutte le persone intelligenti se è possibile evitare di rispondere o commentare i post del Sig. Raul Pontali. della serie....mi rispondono, mi insultano..."ergo sum". Vogliamo che non "esista" ? Non consideriamolo !!!!

linoalo1

Gio, 23/07/2015 - 15:50

E' ovvio!!!!Poiché il Bossetti è il Capro Espiatorio Designato,bisogna trovare,a tutti costi,anche un minimo appiglio per farlo apparire Il Colpevole,senza ombra di dubbio,cercando di convincere l'Opinione Pubblica anche con fatti del tutto estranei al caso!Il tutto,nasce dal DNA!!!Un Magistrato,più intelligente degli altri,ha pensato bene di far raccogliere ed analizzare,il DNA dei cittadini dei Paesi coinvolti!Spendendo fior di miliardi di noi cittadini(io ragiono ancora in Lire) per ottenere cosa???Poco o niente!!!!Quindi,di fronte a questo costoso fallimento,ci si arrampica sugli specchi pur di trovare un appiglio ed anche,per salvare il Magistrato del DNA!!!!

Marco18

Gio, 23/07/2015 - 15:54

no no, cara Silvia, non è sua la materia ... se in un delitto a sfondo sessuale (che poi non ci sia riuscito non importa), non si può discutere dell'infanzia di Bossetti trascorsa nel cortile di casa in attesa che i clienti della mamma uscivano dalla camera e non si può discutere di Bossetti che sapeva benissimo di avere una moglie fedigrafa tanto da confidarlo a diversi colleghi con tanto di minacce (allora si) di suicidio, allora di cosa parliamo ? è ipotizzabile, dico ipotizzabile, che gli episodi abbiamo condizionato la mente di quell'uomo ? si può ipotizzare ? per il resto c'è poco da discutere, sono talmente tanti gli ementi, prova del DNA compresa, che potrebbero già buttare la chiave

Ritratto di kikina69

kikina69

Gio, 23/07/2015 - 16:00

Dordolio..gentile signore..come non concordare con lei..questo la dice lunga sulla debolezza dell'impianto accusatorio..si cerca di trasformare il processo in un processo mediatico, così che la condanna sia già scritta..che tristezza..e questo al di là del fatto che lui sia colpevole o no, è uno schifo che la giustizia (minuscolo voluto) agisca con questi mezzucci.

peppino62

Gio, 23/07/2015 - 16:20

Condivido !!!! I soliti Giudici incapaci ...magari sperano che si suicidi !!

Raoul Pontalti

Gio, 23/07/2015 - 16:25

Dordolio Tu sei di Roma o comunque di contrada sotto la Linea gotica: perche padanizzi? E padanizzando eleggi a Tuo eroe un concentrato di sfiga (madre virtuosa, moglie fedele, lui sempre sincero...) che lascia in giro DNA compromettenti, indizi imbarazzanti e si inventa alibi inconsistenti? Chi te lo fa fare? Io almeno, spero l'avrai capito, corbello. e mi ci diverto, i padanizzanti salviniani che non a caso adorano il biondo muratore, i nazionalisti da operetta che si sdilinquiscono dietro ai marò sparacchiatori a vanvera nei mari tropicali, i difensori della religione che non sanno recitare il Padre nostro ma inveiscono contro gli islamici, ma Tu? Avvocato d'ufficio di chi Ti ritiene di razza inferiore per lontananza dal Po? Lascia perdere e vienimi a trovare raoul.pontalti@brennercom.net

tonipier

Gio, 23/07/2015 - 16:36

" LA VERITA'? PURE FROTTOLE" La crisi della giustizia italiana è conseguenza della crisi dello Stato e la crisi dello Stato italiano procede dalla decadenza a tutti i livelli a scopo pubblicitario di lumache.

blues188

Gio, 23/07/2015 - 16:52

R.Pontalti, dev'essere terribile leggere che mentre Crocetta NON si dimette neanche se gli lanciano pomodori marci, andare ogni tanto a Roma e prendere la metropolitana a rischiare la vita. Ecco il perché questo figuro è sempre incazzato con la gente che lo ospita al Nord.

ESILIATO

Gio, 23/07/2015 - 16:57

Come si puo' parlare di GIUSTIZIA in Italia....guardate la sentenza odierna della strage di Brescia...e' una presa per i fondelli.....non per il fatto che hanno un colpevole oppure no ma il fatto che ci hanno impiegato ben 41 ripeto QUARANTUNO anni a decidere, ma non vi e' fretta....intanto lo stipendio viene pagato loro da PANTALONE............basta......

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Gio, 23/07/2015 - 16:58

Bravo Agosvac. Hai ragione. Un suicidio risolverebbe il caso! L'accusa è talmente incoerente che può essere risolta con il suicidio dell'imputato. A questo siamo arrivati in Italia. Il caso del MITOCONDRIALE solo in Italia può accedere. Non esiste un DNA senza la frazione MITOCONDRIALE! Tutti hanno capito! Nessuno osa proferire! No, mi correggo, l'egregio Professor Taormina si è pronunciato pubblicamente! L'unico. A me corre vagamente alla mente il caso di UnaBomber!

Libertà75

Gio, 23/07/2015 - 17:26

@Pontalti, è più probabile lei sia un comunista che io un bananas... ma continui ad affermarlo pure, del resto mi pare sia rimasta la sua unica felicità! Le faccio notare la carenza di qualità morale, quando continuamente insiste sull'origine padana della madre del Bossetti... Non è un elemento fondante di quest'accusa... ma forse lei è come i razzisti che sono prevenuti verso gli stranieri, lei lo è verso i padani...

Libertà75

Gio, 23/07/2015 - 17:28

@Pontalti, infine insiste su questa lettera di Bossetti alla madre, che prova nulla se non che lei è a ridotta capacità di analisi logica. Ora i suoi limiti non sono elementi a favore dell'accusa. Il Bossetti ha tutte le ragioni a lamentarsi con la madre di non averlo avvisato che poteva essere lui l'individuo Ignoto1. Viceversa, l'assenza della lettera dimostrerebbe solo che era stato avvisato e non si era costituito, quindi questo è un elemento a suo favore... ma inutile che glielo spieghi vero cocomeros?

Felice48

Gio, 23/07/2015 - 17:35

Totalmente d'accordo con Lei. Già ero critico prima di quando si parlava di tradimenti di Marita ma ora vederli portati in tribunale è troppo.In una corrispondenza di qualche giorno fa ho fatto un plauso agli inquirente per la forza delle indagini, non so quanti DNA eseguiti per finire fin sotto ad un francobollo quando bastava controllarlo ai dipendenti del cantiere. Ho detto pure che altri casi di omicidi di minorenni sono rimasti irrisolti anche perchè le famiglie non hanno potuto permettersi un avvocato decente. Bravi comunque. Ma non mettete le corna in mezzo fanno male a delle persone innocenti.

papik40

Gio, 23/07/2015 - 17:59

E' inutile arrabbiarsi. Sappiamo bene che molti nostri PM vanno a cercare argomenti pruriginosi per trovare i moventi di violazioni di Legge! Si tratta per la gran parte di magistrati frustrati sessualmente

Raoul Pontalti

Gio, 23/07/2015 - 18:05

#Libertà75 "Il Bossetti ha tutte le ragioni a lamentarsi con la madre di non averlo avvisato che poteva essere lui l'individuo Ignoto1": lo hai scritto Tu! Adesso vai da un bambino di 11 anni e fatti spiegare perché sei un principe dei bananas, io ci rinuncio.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Gio, 23/07/2015 - 18:05

La giustizia italica di sinistra funziona così. Una prova (DNA) importante e non verificabile dalla difesa, occorre un atto di fede! Vari indizi e contraddizioni. Una montagna di pettegolezzi. Un tizio in galera da oltre un anno e prossimo al suicidio. Aprono le danze (processo) il 3 luglio e le chiudono dopo poche sedute: se ne riparlerà a fine settembre. Infine un tizio patetico che passa le giornate a scrivere commenti secondo cui il carcerato è colpevole.

fedeverità

Gio, 23/07/2015 - 18:24

Deve spiegare molte cose Bossetti....e non le sà spiegare....quindi per me è una gioia vederlo star male! Il problema è che coinvolge altre persone con famiglie e figli....quindi....non possiamo farlo!

Dordolio

Gio, 23/07/2015 - 18:25

Il suo quoziente intellettivo (suo di lei, Marco18) è come le temperature di BZ d'inverno: -18. Pontalti ha fatto parte di una comunità politica che si distingueva per nobiltà e spessore intellettuale. Non per tutti. Apprendere dell'abominio attuale di un suo ex componente mortifica e stupisce. Preciso che la faccenda non ha valenza politica a sè stante (DX - SX). Se ipoteticamente si trattasse magari di ex commilitoni, o colleghi, o semplici amici ma di grande tensione ideale, quale che essa sia, userei lo stesso linguaggio.

Dordolio

Gio, 23/07/2015 - 18:28

Ricevuto, Pontalti. Mi scuso per tornare al personalismo (che Raoul comprenderà certamente nel suo linguaggio criptico che certo conosce, se il post mi viene passato). Voglio chiedere a CRISTANO perchè non ti ha preso a calci. Oppure se lo ha fatto.

galberio

Gio, 23/07/2015 - 18:46

se ricordo bene, l'accusa non include lo stupro. sevizie e abbandono. botte, coltellinate, abbandono sul terreno.

nalegior63

Gio, 23/07/2015 - 19:28

difendete l indifendibile date la chiara impressione di riconoscervi in questo FACCIA DA C. nascondendovi dietro un dito invece di farne un uso piu consono,del dito.vorrei un regalo....vedere qualcuno di voi nella stessa situazione dei parenti della vittima-VITTIMA uccisa piu volte da VOI che mettete in primo piano i diritti di questo CRIMINALE dimenticandovi di YARA e di chi gli vuol bene..VERGOGNATEVI PREGATE E PENTITEVI forse DIO vi perdonera...quelli come me di sicuro NO

Mimmo Marchese

Gio, 23/07/2015 - 19:30

Caro Feltri - Condivido al 100% il contenuto del suo scritto. Questa vicenda diventa ogni giorno sempre più inquietante e la mia personale convinzione è che si progetta da tempo di spingere, ogni giorno di più, il Bossetti al suicidio. Resterebbe il dubbio della sua colpevolezza, la Procura resterebbe della propria idea accusatoria e nel frattempo lo stato avrebbe buttato a mare 20 e più milioni di euro. Nessuno si indigna in modo concreto di questa iniziativa di fare testimoniare i presunti amanti della signora Bossetti in aula in cui si decide di un omicidio. La strategia che viene seguita è chiara: Bossetti deve morire perché questo azzererebbe tutto e nessuno - tranne Bossetti - si farebbe male

emigratoinfelix

Gio, 23/07/2015 - 19:37

siamo alla farsa,allaboutade boccaccesca.Adesso il giudice che ti interroga,invece di chiederti se hai precedenti penali magari vorra sapere se il coniuge ti fa cornuto o cornuta.E magariqualcuno va a rispondergli di pensare eventualmente alle sue,di corna....

Anonimo (non verificato)

imodium

Gio, 23/07/2015 - 20:23

Ma non si era suicidato? Mah... Si dice che il DNA sugli slip di Yara sia il suo, quindi di che stiamo parlando? Forza f.d.p. e cornutone riprovaci,,magari stavolta ci riesci.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 23/07/2015 - 20:24

Pontalti, chiede che lo lascino parlare della madre? Non ho capito, vuoi che ti lascino parlare della tua di madre?? Grande donna vero!!

diablero

Gio, 23/07/2015 - 21:14

gentile Direttore. La verità sulla vicenda la sapremo al terzo grado di cassazione, come già per Annamaria Franzoni. Ma vorrei ricordare a TUTTI che qui non si difende la verginità del sig bossetti ma la morte, crudele, di una bambina di 13 anni la quale morte è stata nascosta, osteggiata, vilipesa in tutti i modi dagli indagati pur di scamparla. Ora a nessuno importa, in senso lato, se la signora comi ha o meno tradito il marito. Ma la cosa ha valenza giudiziaria se c'è il dubbio legittimo che il marito già sapesse e sia andato fuori di testa anche per quello, nel qual caso diventa un movente assai possibile da discutere in tribunale. Questo in aggiunta alle emerite balle che tutto l'entourage di bossetti racconta (le finte aggressioni alla sorella inventate, il finto suicidio, le stesse ipocrite dichiarazioni della moglie) per cui è meglio dire le cose tutte come stanno. D'altrone il letame puzza

Raoul Pontalti

Gio, 23/07/2015 - 21:27

Anna17 sei un'infame. Mia madre mori nel 2006 e non era padana.

angelovf

Gio, 23/07/2015 - 22:17

Una giustizia stupida, come se loro perché giudicano non potrebbero avere le corna. Giudicare una persona per l'eventuale reato, non significa mettere in difficoltà l'intera famiglia, ma non pensano i problemi che arrecano a quei poveri bambini, Cosa c'entrano gli amanti, questi falsi puritani. Siamo entrati nel ridicolo e la tragedia.

Raoul Pontalti

Gio, 23/07/2015 - 22:28

Dordolio ora Cristano con il suo delfino Manfred nemmeno il cane può più prendere a calci...

Fire_3

Gio, 23/07/2015 - 22:30

Sono d'accordo con il dott. Feltri e in disaccordo con il il signor Pontalti e il pubblico pruriginoso che legge anche il Giornale, infatti che senso ha pubblicizzare le scappatelle coniugali della moglie di Bossetti, se queste sono avvenute come ha affermato il nostro Direttore senza far mancare niente al marito e alla prole? Che cosa cambia se una mamma accudisce i suoi bambini e il suo marito detenuto comportandosi nel tempo libero da moglie fedele o da porcellina trasgressiva? Come sicuramente sanno tutti i lettori seri una moglie fedele non è necessariamente una buona moglie o una buona madre, e una moglie e madre birichina invece può esserlo, e Marita ne è la riprova.. Buona cornificazione Fire

Libertà75

Ven, 24/07/2015 - 15:48

@pontalti, capisco che le sia difficile capire, ma ci provo nonostante la sua saccenza (tipica cocomeriota). Se la madre avesse avvisato il figlio, costui avrebbe potuto prenderne atto e decidere di costituirsi. Perché se è vero, come lui sostiene, che il suo DNA è lì giunto in maniera anomala, allora meglio sarebbe stato una sua auto-segnalazione agli inquirenti. Ripeto: "se lui fosse innocente e se fosse stato avvisato dalla madre che poteva essere ignoto 1, allora si sarebbe costituito per favorire le indagini".

cicocichetti

Dom, 15/05/2016 - 15:52

certo che se bannassero RAUL PONTALTI & FRANCO A TRIER DE si riuscirebbe a fare una discuissione più seria su questo post