Giulio tradito dalla sete di rivoluzione. E lo strano silenzio dei "suoi" giornali

Il ricercatore giramondo voleva raccontare storie di ribellione contro il regime Dal "Manifesto" ai media egiziani si alza un muro di gomma: "Mai conosciuto"

Tutti sembrano volersi smarcare da Giulio Regeni: dal Manifesto, all'agenzia di stampa Nena, portale indipendente che tratta cronaca e tematiche del Maghreb e del Medioriente. Per il Manifesto Regeni aveva scritto almeno tre articoli, dove raccontava dell'opposizione ad Al-Sisi, della disoccupazione e degli effetti della crisi economica sulla società egiziana. Il taglio dei servizi partiva dalla prospettiva dei movimenti operai e del sindacalismo indipendente. Per la pubblicazione dei suoi articoli il ricercatore originario di Fiumicello aveva chiesto di non essere citato o di poter usare uno pseudonimo, «Antonio Drius», utilizzato di fatto soltanto in un'occasione. Difficile quindi risalire all'autore quando i servizi venivano pubblicati online e sul cartaceo con il generico «redazione». Come del resto è accaduto in alcune circostanze con l'agenzia Nena. La stessa che proprio ieri ha divulgato un comunicato nel quale precisa «di aver avuto un solo contatto diretto con il giovane, tramite mail. Giulio ha proposto un articolo sul sindacalismo egiziano. Abbiamo accettato la sua proposta e pubblicato il suo articolo il 14 gennaio 2016. Né prima né dopo abbiamo avuto altri contatti con Giulio». Eppure il servizio del 27 dicembre, firmato «della redazione», e dal titolo «Dissidenti e stampa nel mirino in attesa del 25 gennaio», è riconducibile a Regeni. Non solo per lo stile e il tema trattato, ma anche per il materiale messo a disposizione di Nena e recuperato dall'associazione di diritti civili Egyptian Coordination for rights and freedoms (Ecrf). Non è un mistero che Regeni fosse stato a più riprese nella sede di El Hamed Shaaban Street, al Cairo, per conversare con il direttore Mohamed Lofty e raccogliere materiale per i suoi servizi. Come quello che stava preparando su Ismail Iskandarani, reporter e ricercatore presso il Centro egiziano per i diritti economici e sociali, arrestato il 9 dicembre scorso per affiliazione ai Fratelli Musulmani. Iskandarani scriveva per Noon Post, blog di informazione piuttosto critico con Al-Sisi e il suo governo. Regeni voleva perfezionare l'arabo anche per poter scrivere su giornali come quello, non avendo molto spazio sulla stampa italiana, poco recettiva sulle tematiche proposte. Per il Noon Post scriveva anche Falaq Al Dossari, la giornalista egiziana che dice di aver visto uno «straniero» arrestato alla fermata della metropolitana di Giza, al Cairo, il 25 gennaio. Alla fine sembra essere sempre una questione di mail. Nessuno ammette di aver conosciuto Giulio in carne ed ossa. I rapporti con Nena e il Manifesto erano epistolari. Si evince un desiderio di protezione, ieri come oggi, dopo il suo barbaro assassinio. Una morte che è la conseguenza di una passione, quasi febbrile, nel raccontare storie inclini alla rivoluzione e alla ribellione verso un qualsiasi sistema. Passione che risale ai tempi del liceo e al suo soggiorno a Santa Fé, nel New Mexico. Una località strategicamente importante, a due passi da quel Messico patria di uno dei suoi idoli, il subcomandante Marcos, rivoluzionario messicano, ex portavoce dell'Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale. Avrebbe voluto intervistarlo, per ricalcare le orme dello scrittore Manuel Vazquez Montalban che incontrò Marcos nel febbraio del 1999. Il rischio in prima fila, senza però avere gli strumenti per affrontarlo con le dovute misure di sicurezza. Per scrivere una verità artigianale a distanza di sicurezza dai possenti macchinari dell'informazione, gli stessi che oggi sostengono di non aver pubblicato un solo pezzo di Giulio Regeni e di conoscerlo solo attraverso lo schermo di un computer.

Commenti
Ritratto di Situation

Situation

Dom, 07/02/2016 - 09:10

altro che brillante ricercatore universitario, questo era un ragazzotto targato ultra☭ che per qualche ragione era andato a fare il reporter di guerra per fede politica. Non credo che questa esperienza gli sia stata prescritta dal medico di famiglia. Stessa storia delle due sceme che si erano unite all'Isis e poi liberate coi nostri soldi. Che dire: mi rifaccio ad un detto sudafricano quando il Sud Africa era Sud Africa e quando lo Zimbabwe era Rodhesia............ogni giorno a Cape Town un cannone sparava a salve dal tetto della municipality. Era per ricordare l'ora ma gli Afrikaneer di cevano "one less". Questo è il caso

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 07/02/2016 - 09:14

Voleva fare la rivoluzione. Ecco servito. Quando vuoi fare le rivoluzioni ci lasci la pelle. Poi in un paese islamico dove diritti e democrazia sono inesistenti.

elio2

Dom, 07/02/2016 - 09:50

Questo ultras comunista osannato come un martire dalla stampa di regime che lo aveva inizialmente dipinto come un brillante ricercatore universitario pensava che anche in egitto era sufficiente presentare la tessera del partito per ottenere l'immunità totale, ma ha scoperto che NON è così.

meloni.bruno@ya...

Dom, 07/02/2016 - 09:51

Ancora ci sono in giro compagni che sbagliano!Il Manifesto!basta la parola! La Sgrena,Ilaria Alpi ecc.ecc.mentre i nostri Marò sono ancora prigionieri in india,zero in politica estera.

beowulfagate

Dom, 07/02/2016 - 09:51

L'ho già detto giorni fa e oggi ci riprovo:avete rotto le balle con 'sto deficiente.Scrivete articoli su argomenti più seri e dignitosi.Basta rimestare nella melma di questa gentaglia.

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 07/02/2016 - 09:56

Dico che provo un grande dispiacere a prescindere.

Luci60

Dom, 07/02/2016 - 09:59

basta com questi perdonaggi improduttivi(chissa perche tutti comunisti)

abocca55

Dom, 07/02/2016 - 10:06

Se fosse stato il Governo di Al Sisi avrebbe fatto scomparire il corpo. Credo che gli autori siano di altre sponde.

Klotz1960

Dom, 07/02/2016 - 10:11

Una delle tante cose che questi giovani pseudorivoluzionari non afferrano e' che nei Paesi del Terzo Mondo sono sempre comunque considerati degli agitatori, se non delle spie, occidentali. Si trovano, in sostanza , in un gioco molto piu' grande di loro e rischiano di pagare per azioni occulte condotte da altri agitatori o spie.

matteo lamanna

Dom, 07/02/2016 - 10:33

Matteo Lamanna. questi pseudo rivoluzionari credono che gli altri paesi siano governati da politici italiani e dalla magistratura politicizzata e possono dire e fare i cavoli loro! Ha combinato qualcosa di grave in Egitto. In futuro sapremo la verita' su ques'altro eroe della sinistra! Pronto a scommettere che vedremo uno dei suoi familiari nelle liste elettorali del pd. Buona Domenica

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Dom, 07/02/2016 - 10:37

Vale piu` una vita breve e ricca di coraggiosa iniziativa intellettuale come quella di Regeni, che almeno aveva ideali, che non le vite inutili di voi pontefici in mutande, ossessionati da fantasmi su cui vi avvitate dalla mattina alla sera, incapaci di comunicare una sola idea positiva nella palude malsana della vostra sterile vita. Ma da piccoli cosa avete subito? E cosa infliggete ai vostri figli? (sempre che gente con il cervello cosi` arido e contorto, abbia la capacita` di relazionarsi con qualcuno che li ami tanto da farci un figlio).

scimmietta

Dom, 07/02/2016 - 10:39

Quando, nel maggio 2003, Luciano Tadiotto saltò in aria in un ristorante di Casablanca, primo italiano ucciso dal fondamentalismo islamico, i giornali non la fecero tanto lunga, non mi risulta che nessun ministro sia andato ad accogliere la salma al riantro in Italia ... ma si, quello lì era un semplice lavoratore, che volete, mica pretendeva di cambiare il mondo ... forse, col suo umile lavoro di tecnico voleva solo contribuire a migliorarlo ... che dite Kompagni, forse "volava troppo basso"?

zucca100

Dom, 07/02/2016 - 10:39

Elio2'. Ultras comunista? Stampa di regime? Ma ti rendi conto delle scemenze che scrivi?

zucca100

Dom, 07/02/2016 - 10:40

Meloni Bruno,sei veramente squallido, vergognati a scrivere certe cose. E l'amica stare la povera Ilaria, che non merita (ma perché?) il tuo disprezzo da ignorante.

tormalinaner

Dom, 07/02/2016 - 10:50

Il solito ixxxxxxxe di sinistra che gioca a fare il rivoluzionario per poi lasciarci la pelle Mao diceva che la rivoluzione non è un pranzo di gala. Se stava a casa era ancora vivo.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 07/02/2016 - 10:54

se possibilmente, una volta scoperti gli autori dell'assassinio, si potrebbe importarli da noi, che ci sarebbero dei centri sociali, da fare un po' di pulizia nei loro interni!? Centri sociali, dove una parte studia giurisprudenza per formarsi come nuovi magistrati, avvocati e futuri politici, con un contorno di individui sbandati, senza arte e nè parte.

freud1970

Dom, 07/02/2016 - 10:54

CHI E' CAUSA DEL SUO MAL, PIANGA SE STESSO..

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 07/02/2016 - 10:57

ora vedremo al funerale, se ci sono bandiere rosse ed arcobaleno, ogni nostro dubbio sarà sciolto.

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 07/02/2016 - 10:57

beowulfagate - Robert Ludlum si stara` rivoltando nella tomba nel vedere il nome del suo personaggio, infangato da un fascistello codardo che offende con tanta veemenza la memoria di un giovane morto. Perche' non manda una lettera con le stesse offese, ma con la sua vera firma, direttamente alla Famiglia Regeni? Forse perche' e` un povero codardo? Ah questo l'avevo gia` detto? E si vede che mi viene automatico nel leggere certe oscene nefandezze da parte di un fascistello codardo. La vedrei bene in compagnia degli altri fascistelli codardi che qui vomitano insulti contro Regeni, in una foto che quando la capovolgi si riconosce Piazzale Loreto sullo sfondo.

stogu

Dom, 07/02/2016 - 10:58

comunista che faceva il Guevara nei paesi arabi. Ha fatto la giusta fine. Non si scherza. Doveva fare il libertador in svezia e sarebbe diventato qualcuno. In Egitto ti scannano. Serva di lezione ai buonisti di primo soccorso

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 07/02/2016 - 11:00

#abocca55 In un casino come il medio oriente di oggi è possibile tutto ed il contrario di tutto. Non esistono terapie da praticare in loco. Solo la profilassi. Idest: starsene, tranquilli, nella propria sezione di quartiere.

Ritratto di tokarev

tokarev

Dom, 07/02/2016 - 11:01

zitto popolino di sottomessi...renzi si è detto fiero dell'amicizia di al-sisi...italia ed egitto hanno scambi economici miliardari...e tra il governo italiano e quello egiziano le differenze non sono molte...provate a perdere il lavoro e ribellarvi, oppure terremotati, o fottuti dalle banche...arrivano i celerini picciotti del potere...ma di che m'chia parlate ??? tra un po anche i leghisti voteranno pd...massa di idioti !!! passano tante offese, passate anche questa...

Agus

Dom, 07/02/2016 - 11:04

Be`pace all`anima sua ma quando si cerca rogna spesso si trova, se fai il cogxxxxx nel paese dei sinistri va tutto bene, tutto è permesso se sei sinistro ma se vai in quei paesi a fare il rivoluzionario hai vita breve. Scriveva per il manifesto quindi un tipo come la sgrena il che`dice gia`tutto

Ritratto di tokarev

tokarev

Dom, 07/02/2016 - 11:05

perche i leghisti conoscono solo rabbia, frustrazione e impotenza...

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 07/02/2016 - 11:08

Un foreign fighter della penna. Che, a volte, ne uccide più della spada.

Anonimo (non verificato)

Albius50

Dom, 07/02/2016 - 11:12

Il ministro della Giustizia Orlando NON SI è SCALDATO MOLTO PER I NOSTRI MARO' ANCORA PRIGIONIERI IN INDIA.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 07/02/2016 - 11:15

Regeni: un povero ragazzo che coltivava rapporti pericolosi e voleva guadagnarsi da vivere facendo articoli in Egitto, sgraditi evidentemente a qualcuno.......Come mai? Siamo sulla strada di un nuovo sfortunato Che? Eppure mi pare che il Renzi, entusiasta dei giovani italiani che, per guadagnare qualcosa, migrano all'estero, ha avuto finora ottimi rapporti con Al Sisi.

ghichi54

Dom, 07/02/2016 - 11:19

Non do colpe a questo giovane idealista e coraggioso, ma agli adulti che lo hanno incoraggiato in questa missione tanto pericolosa quanto velleitaria.

roseg

Dom, 07/02/2016 - 11:21

INDOVINA INDOVINELLO: L'idiota di turno era un parente prossimo delle due cretine???

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 07/02/2016 - 11:24

#Kommissar & Sniper. Hasta l'izquierda, siempre! Dopo questa doverosa premessa... Ne riparleremo quando, spento il sacro fuoco dell'indignazione, i nostri governanti ricominceranno ad intrattenere lucrosissimi affari con l'esecrabile dittatura egiziana. Alla faccia della democrazia, antifascismo e resistenza.

claudioarmc

Dom, 07/02/2016 - 11:26

PREGASI NON DISTURBARE: in corso costruzione ennesimo martire della sinistra compresi i soliti accessori e gadgets.

roseg

Dom, 07/02/2016 - 11:27

sniper tu sprechi più energie per dimostrare di non essere stupido di quelle che impieghi per manifestare intelligenza.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 07/02/2016 - 11:30

Non aveva capito che chi gli faceva il lavaggio del cervello (Boldrini e sinistrume al soldo degli USA) poi nella vita reale vive con la scorta da borghese in quartieri da milionari ? ?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 07/02/2016 - 11:31

Voleva fare la rivoluzione ?.... sì...quella della sinistra a libro paga CIA.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 07/02/2016 - 11:40

.....ognuno ha i suoi eroi--e per quanto io sia distante dall'abbracciare qualsiasi credo politico tout court mi sento di condividere sostanzialmente le idee espresse dal "Kommissar"-- per chi ha detto che ora c'è il rischio che qualche familiare del giovane ucciso possa essere spinto a candidarsi politicamente io dico che lo stesso rischio lo si è corso quando un autorevole esponente di destra voleva candidare i due marò con le mani sporche di sangue--in questo squallido gioco delle parti non ci voglio assolutamente entrare-prosit

gigetto50

Dom, 07/02/2016 - 11:45

....spero di sbagliarmi ma in effetti ho notato che il governo si muove, a parte per i militari caduti in missione, solo per casi che coinvolgono persone vicine a lui..dichiaratamente di sinistra...ed "intellettuali"... Caso delle due ragazze liberate in Siria, caso dell'italiana uccisa dai terrorist a Parigi scorso dicembre, caso della giornalista liberata in Iraq ma con il suo "liberatore" dei servizi rimasto ucciso, ora quest'ultimo caso...non mi pare, forse mi sbaglio, che siano andati ad accogliere i turisti vittime del fatto del Bardo...mah...

vince50_19

Dom, 07/02/2016 - 11:49

Non credo che arriveremo mai alla verità vera. Al Sisi è un dittatore cui riconosco solo lo sforzo di aver chiesto al consesso sunnita di Al Azhar di poter dare una visione meno oltranzista del Corano e più adeguata ai tempi, i fratelli musulmani al contrario sono fondamentalisti islamici ma ora sono out. In Egitto "mala tempora currunt" e meglio avrebbe fatto Regeni, mio corregionale, ad essere più prudente. Non mi interessa il suo colore politico quanto la sua voglia di raccontare certi aspetti della vita in quello stato. Ha pagato con la vita questo suo impegno: lasciamolo riposare in santa pace.

marcomasiero

Dom, 07/02/2016 - 11:49

le anime "candide" continuano a dimostrare la loro stoltezza. non ancora imparato che l' unica strada da seguire con le m***e musulmane e arabe è il bastone ! inglesi e israeliani insegnano.

audionova

Dom, 07/02/2016 - 11:51

SIETE DEI POVERETTI,SPERO CHE QUESTO SI RIVOLGA CONTRO DI VOI FASCISTI.

audionova

Dom, 07/02/2016 - 11:54

SIETE DEI FASCISTI IGNORANTI,MA DOPO LA GUERAA NON DICEVATE CHE LE VITE PERSE SONO TUTTE UGUALI?FASCISTI

Anonimo (non verificato)

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 07/02/2016 - 12:00

@ sniper Io non amo i comunisti e li manderei tutti in esilio a calci in culo, ma vedendo la foto del povero Giulio riesco solo a pensare al dolore dei suoi genitori che hanno cresciuto un figlio, lo hanno mandato a scuola ed all'università. Vederselo strappare in modo così brutale per un genitore è una ferita che non si rimargina più. Che riposi in pace e Dio lo salvi. Nei paesi musulmani è meglio non metterci mai piede nemmeno per turismo.

Gioioso_Ciddone

Dom, 07/02/2016 - 12:01

credo che idioti come "situation", "stenos", "elio2", "beowulfagate" siano autentici hooligans e della peggior specie! indipendentemente dal suo credo politico, un ragazzo di 28 anni, che frequenta un Ph.D a Cambridge e parla svariate lingue non possa che essere ammirato! siete dei miserabili…!

nalegior63

Dom, 07/02/2016 - 12:11

xsniper@ sai cose un FRAIT KOMUNISTAT CUL ZARVIEL PLEN DI STRISULIS ?sai parlare friulano?..eppure sai tutto.....un grazie a chi ha fatto pulizia di questa immondizia e un invito a continuare,che DIO li benedica

scimmietta

Dom, 07/02/2016 - 12:12

X Sniper: ma è mai possibile che nol vostro vocabolario di epiteti esistano solo riferimenti al fascismo? Suvvia, un po' di fantasia, prova, se non ti viene nient'altro, a riferirti al komunismo, oppure, per rimanere nel presente, alle barbarie del fondamentalismo islamico, ma, se vuoi rimanere in casa nostra, puoi sempre fare un salto indietro fino alle brigate rosse, pardon, ai compagni che sbagliano ...

Ritratto di gangelini

gangelini

Dom, 07/02/2016 - 12:15

Tutto tace, silenzio di tomba. Se fosse stata ammazzato in Siria da Assad adesso in Italia ci sarebbe la rivoluzione, tutti in piazza, pagine e pagine di sinistri articoli. Invece un ASSOLUTO SILENZIO; Giulio è stato brutalmente ammazzato dai BUONI.

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 07/02/2016 - 12:20

x Kommissar cito: "Vale piu` una vita breve e ricca di coraggiosa iniziativa intellettuale come quella di Regeni, che almeno aveva ideali, che non le vite inutili di voi pontefici in mutande...." fine citazione - Caro compagno Kommissar, la sua frase sopra riportata, non è che un furto intellettuale, ancorché rigirata come il vecchio cappotto del nonno ed è un motto molto in auge nel Ventennio, dal suo "amico" BM ovvero: "Meglio un giorno da leoni che cent'anni da pecora......" da piccoli abbiamo imparato che non è corretto "agghindarci" con le piume altrui.... ma, questo è un vizietto di voi altri. Cordialità

Ritratto di sekhmet

Anonimo (non verificato)

agosvac

Dom, 07/02/2016 - 12:49

Se vuoi parlare male di un paese straniero, restatene in un paese che sia ben lontano. Ma andare in quel paese a ricercare altre notizie contro di esso, non è da persona intelligente. Il rivoluzionario lo puoi fare in Italia dove al massimo ti dicono "ma quanto sei bravo", non in un paese dove si combatte e si muore. Questo ragazzo era, forse, un idealista o un rivoluzionario, senza dubbio era uno sciocco.

eddie02

Dom, 07/02/2016 - 12:53

Davvero non mi spiego tutto questo livore e odio nei confronti di un ragazzo che, a quanto sembra, si recava in luoghi pericolosissimi per fare un mestiere nobilissimo: il giornalista. Voleva raccontare. Leggere sciocchezze quali: "non glielo aveva prescritto il medico" lascia di stucco per il livello di mediocrità che esprime. Saluti

joecivitanova

Dom, 07/02/2016 - 13:16

...a me quello che sembra anche strano è che 'il manifesto' non abbia ancora iniziato la sua collaborazione con il 'vigliacchista'... ehm, scusate,...il vignettista Vauro; chissà, forse tra un po' lo chiameranno, oppure sono così distratto che non me ne sono mai accorto. G.

giottin

Dom, 07/02/2016 - 13:43

C'era un tale, sempre un kompaneros, che una volta cantava "eravamo 4 amici al bar che volevano cambiare il mondo...", poi gli amici sono rimasti in tre, poi in due ed infine uno solo. Anche costui voleva cambiare il mondo, ci avevano raccontato che faceva il ricercatore, ce l'avevano dipinto come un ragazzo in gamba, uno di quelli che vorresti ce ne fossero tanti come lui, poi pian piano ecco emergere la verità: collaborava con il fogliaccio chiamato "manifesto", giornale che doveva già chiudere qualche anno fa, ma poi per chissà quale volere divino risorge continuando a raccontare cose da kompagni e costui guarda caso collaborava proprio con quella cartaccia. Era uno solo che voleva cambiare il mondo, ma che non aveva capito niente del mondo.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 07/02/2016 - 14:50

...........nalegior63.....per non aver alcun senso di empatia alla tua età....non oso immaginare che tipo di vita tu abbia fatto...prosit

buri

Dom, 07/02/2016 - 17:25

la morte di un uomo è sempre una tragedia, ma il povero Giulio è stato quanto meno imprudente, ben sapendo che in Egitto sono al potere i militari poco inclini a sopportare critiche è andato a ficcare il naso nei loro affari attirando l'attenzione su di sé ed avrà sicuramente infastidito qualche nemico dei Fratelli Musulmani co il risultato si rimetterci la pelle, se faceva gli affari soui non gli capitava

Ritratto di Sniper

Sniper

Dom, 07/02/2016 - 17:39

nalegior63 - I friulani sono gente perbene, si vede che lei e` stato sgravato li` per sbaglio da qualche mere.trice foresta che intratteneva le truppe di confine.

zucca100

Dom, 07/02/2016 - 23:35

No, non sono fascisti questi che insultano giulio, Ilaria Alpi e altri. Sono solo stupidi

mariod6

Dom, 07/02/2016 - 23:51

Ma nessuno ha il buonsenso di non vomitare addosso agli altri le sue ossessioni politiche?? State zitti e pensate al dolore dei genitori di questo disgraziato, vittima di qualcuno che lo ha mandato avanti, tanto chi lo ha spinto ad andare in mezzo al casino se ne sta tranquillo a casa sua.