La giunta Raggi perde un altro pezzo: l'assessore Gennaro se ne va

L'assessore alle aziende partecipate di Roma, Alessandro Gennaro, ha lasciato il proprio incarico per motivi personali

Non c'è pace per la giunta presieduta da Virginia Raggi, sindaco M5S di Roma. Un altro pezzo si stacca: si tratta dell'assessore alle aziende Partecipate, Alessandro Gennaro. "Oggi sono qui per dare un annuncio importante - dice il sindaco in una conferenza stampa al Campidoglio - l'assessore Gennaro ha deciso di rimettere le deleghe da me conferite all'atto del suo incarico e quindi lascia la giunta. Voglio precisare subito che si tratta di una sua scelta, dettata da ragioni personali che se e quando vorrà potrà spiegare".

Il sindaco Raggi ha anche smentito "le indiscrezioni, gli articoli sui giornali, le maldicenze della stampa, non solo prive di fondamento: abbiamo assistito a un vero e proprio sciacallaggio mediatico su presunti contrasti tra me e lui che non ci sono mai stati, la verità è questa".

Rimossi due murales che inneggiavano al crimine

Nella notte nel quartiere di Tor Bella Monaca sono stati cancellati due murales: uno dedicato a Serafino Cordaro, in via Quaglia, l’altro ad Antonio Moccia, in via Aspertini. Il blitz è durato fino all’alba. Sul posto gli agenti della Polizia locale di Roma Capitale, gli uomini della Polizia di Stato e i Carabinieri. Era presente anche il sindaco Raggi.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 22/05/2018 - 13:38

alla raggi va bene tutto, basta che non perde il membro più importante!

Ritratto di adl

adl

Mar, 22/05/2018 - 13:54

Lady Virgilia, più che dell'assessore Gennaro, ha bisogno di un sostanzioso aiuto da parte di San Gennaro. Perchè non chiede lumi a Giggino ????!!!!!

frabelli1

Mar, 22/05/2018 - 14:13

E via un altro. Quanti ne ha persi fino ad oggi? A proposito, pare che a Roma le buche improvvisamente siano sparite, non ce ne siano più. Tutti i problemi risolti.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 22/05/2018 - 14:25

Ogni giorno esco di casa e vedo un cumulo di immondizia che copre l'intero marciapiedi prospicente. Ci siamo liberati dell'ultimo sindaco comunista, che però aveva il merito indiscutibile di essere malvisto da Renzi. Ma non immaginavo che la sostituta, per cui ho malamente votato, anche se in funzione anticomunista, si sarebbe manifestata addirittura come peggiore del suo predecessore. Una pericolosa incapace, interessata prevalentemente ai fatti suoi e dei suoi amici. Un disastro, totale, peggio che a Torino. Ed ora li avremo anche al governo, con un Salvini errante.

agosvac

Mar, 22/05/2018 - 14:27

Se continua a "non" governare, la signora Raggi perderà ben altro che "un pezzo".

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 22/05/2018 - 14:27

Ogni giorno esco di casa e vedo un cumulo di immondizia che copre l'intero marciapiedi prospiciente. Ci siamo liberati dell'ultimo sindaco comunista, che però aveva il merito indiscutibile di essere malvisto da Renzi. Ma non immaginavo che la sostituta, per cui ho malamente votato, anche se in funzione anticomunista, si sarebbe manifestata addirittura come peggiore del suo predecessore. Una pericolosa incapace, interessata prevalentemente ai fatti suoi e dei suoi amici. Un disastro, totale, peggio che a Torino. Ed ora li avremo anche al governo, con un Salvini errante.

Duka

Mar, 22/05/2018 - 14:34

Quindi alla Raggi serve un membro nuovo?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 22/05/2018 - 14:38

ma cosa aspettano a farla dimettere? revocategli il mandato !!!

titina

Mar, 22/05/2018 - 14:53

Nel mio comune dei castelli romani pentastellato il sindaco ha perso tutti i pezzi, oltre ad aver alzato le tasse. la tassa rifiuti è un incubo.

romacentro

Mar, 22/05/2018 - 16:41

@ 02121940. Anche io mi sono trovato nell’ imbarazzo di una scelta scellerata, tra dare il voto a questa impresentabile sinistra o alla Raggi che, nonostante abbia avuto 700mila preferenze a Roma, ancora seguita a prendere ordini da Genova e da Milano. Ho risolto il problema non andando a votare. Sarebbe stato insopportabile pensare di aver dato la mia preferenza a questa persona che non ha risolto un solo problema della città, anzi li ha aggravati tutti in nome di una presunta onestà (ancora tutta da dimostrare). L’onestà politica, come diceva Benedetto Croce, altro non è che la capacità politica. E qui stiamo messi davvero male.