Il governo di Berlino invia agli immigrati un «manuale del sesso» con le tedesche

Luca SteinmannNel solo 2015 sono oltre un milione i migranti che si sono stabiliti in Germania. Generalmente di sesso maschile e per lo più provenienti da Paesi di cultura e religione islamica, i nuovi arrivati sono spesso portatori di usanze e abitudini opposte a quelle dei tedeschi di oggi. Provocando così uno scontro tra civiltà che, in diversi casi, si è manifestato in tutta la sua complessità e nella sua violenza: gli episodi della notte di Capodanno e le violenze che ne sono seguite mostrano come la convivenza tra diversi gruppi etnici sia difficile. Una situazione di emergenza costante a cui il governo ha deciso di reagire tentando di educare i nuovi arrivati alle abitudini dell'Occidente. In primis a quelle sessuali. Il Ministero della Salute ha inaugurato una pagina web esplicitamente illustrata dedicata esclusivamente a educare i migranti alle abitudini sessuali dei tedeschi. Aprendo la pagina un video spiega quale sia lo scopo prefissato: «Dare consigli sesso e sessualità ai migranti che non hanno ancora vissuto in Germania per molto tempo». Divisa in sei sezioni e disponibile in 12 lingue la pagina utilizza disegni per ritrarre degli atti sessuali tra persone dal colore della pelle differente.Nella sezione «relazione e sentimenti» viene spiegato come il delitto d'onore non sia accettato in Europa: «Onore significa essere apprezzati da se stessi e dalla società () La violenza fondata sull'onore è proibita dalla società». In un'altra, chiamata «mutilazione genitale femminile», i nuovi arrivati sono avvertiti che tale pratica, «è illegale in Europa e proibita dalla legge anche se fatta per ragioni culturali». Nell'icona «diritti e leggi» si spiega che cosa sia inteso per violenza sessuale e perché non si possa praticarla. «Violenza sessuale è quando qualcuno ti minaccia, usando violenza contro di te o approfitta della tua posizione di debolezza per fare sesso con te. Questo è un crimine. Alcune forme di questa violenza sono la coercizione sessuale, l'abuso sessuale e lo stupro. Le persone che commettono violenza sessuale possono essere severamente punite. Una parte, poi, è dedicata all'omosessualità. In essa vengono spiegate le differenze tra omosessualità, bisessualità e transgenderismo. Illustrando come in Occidente i nuclei familiari possano essere composti anche da persone dello stesso sesso, vengono riprodotte una serie di immagini raffigurante uomini di colore a letto con altri uomini bianchi e famiglie con genitori dello stesso sesso ma dal diverso colore della pelle.È nella sezione «Tipologie di sesso» che il vero obiettivo del sito viene descritto chiaramente: utilizzando solo immagini che ritraggono scene di sesso interrazziale, vengono illustrati ai migranti (e non ai tedeschi) i termini ai quali si devono attenere per avere dei rapporti sessuali con delle tedesche o dei tedeschi. Il tutto corredato da una serie di immagini che mostrano persone di colore avere rapporti sessuali di vario tipo con persone bionde e dalla pelle chiara. Una società come quella tedesco, disinibita liberale e attenta a tutelare le libertà individuali delle donne, difficilmente riesce ad accettare le abitudini di alcuni gruppi di nuovi arrivati. Le violenze che molte donne tedesche hanno subito negli ultimi mesi stanno aumentando l'avversione dell'opinione pubblica verso il multiculturalismo che si sta tentando di introdurre. Sembra dunque che le autorità stiano correndo ai ripari. Spiegando e disegnando loro cosa sia lecito o meno fare. Anche in ambito sessuale.