Il governo gialloverde esulta. L'ira di Fi: elezioni condizionate

Salvini ringrazia le forze dell'ordine, Bonafede difende la procura. Berlusconi: "Vale sempre la presunzione di non colpevolezza"

Roma - Il giorno degli sciacalli, lo definisce con indiscutibile senso della tempistica la presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini. Il leader Silvio Berlusconi tiene dritta la barra del garantismo e dice ai suoi «la presunzione di non colpevolezza vale sempre». E mentre il partito apprende con «sorpresa» dell'operazione di polizia, e la coordinatrice lombarda Mariastella Gelmini sospende temporaneamente i dirigenti finiti nel mirino dei magistrati (decisione condivisa dal Cavaliere), il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è il più solerte nel complimentarsi con le forze dell'ordine. «Ringrazio sempre le forze dell'ordine quando arrestano corrotti e corruttori», dice il capo leghista a proposito della «brillante operazione». E quando si viene a sapere della posizione del governatore Fontana, la gioia di Salvini raddoppia: «Se qualcuno ha tentato di corrompere un governatore leghista che non si è fatto corrompere sono doppiamente orgoglioso». Non minore l'entusiasmo del premier Conte, che ne approfitta per attribuire meriti addirittura alla legge cosiddetta spazza-corrotti: «Continueremo a tenere alta, altissima la soglia della lotta contro la corruzione». Così il Guardasigilli Bonafede difende i magistrati da attacchi che non ci sono. «Chiedo di lasciare in pace i magistrati e di rispettare l'autonomia e l'indipendenza dei magistrati. La politica si prenda le responsabilità che sono di carattere etico e morale, poi prenda le decisioni, che non hanno nulla a che fare con i tempi della giustizia». Eppure, se la tempistica è assai sospetta, il tenore dei commenti che piovono fin dal mattino fa capire dove si vuole andare a parare. Per un Salvini che finalmente può parlare di altro che non sia il caso Siri e i sospetti sui rapporti tra Lega e mafia, ci sono tanti dei suoi alleati grillini non da meno. «Questi sono gli alleati con cui Salvini vuol tornare a governare. In bocca al lupo...», esordisce Dario Violi, consigliere lombardo. «Chi pensa di tenere un piede ancora nel centrodestra rifletta bene...», insiste il senatore Giarrusso, capogruppo M5s nell'Antimafia. E il presidente grillino dell'Antimafia, Nicola Morra, non dimentica neppure i guai leghisti: «Ho invitato il ministro Salvini ad attenzionare non solo le mafie straniere ma anche quelle locali, quelle italiane...», dice con ampia dose di allusioni. «Allearsi a Forza Italia, partito fondato dal condannato per fatti di mafia Marcello Dell'Utri, porta rogne», sentenzia addirittura Maria Edera Spadoni, vicepresidente della Camera.

Quello del timing resta il grosso problema sul tappeto, però. Come Mulè, la Gelmini e Sisto, la Bernini non ha peli sulla lingua: «Premesso che chi ha sbagliato, se ha sbagliato, deve pagare per il danno gravissimo che ha fatto alle istituzioni e a Forza Italia, non posso però tacere che negli ultimi 25 anni ogni elezione è stata condizionata più o meno pesantemente dalle inchieste giudiziarie, molte delle quali finite nel nulla... Forse per convincere Salvini a restare con loro, i colonnelli di Di Maio ora gettano fango su tutta Forza Italia... Operazione squallida che dimostra solo la loro miserabile cifra politica».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 08/05/2019 - 08:45

se si deve evitare che la magistratura attacchi la politica ogni volta che si va al voto, bisogna votare per Berlusconi! è un importantissimo messaggio che il popolo deve dare alla sinistra, alla magistratura, a mattarella! ma per fare questo deve avere oltre 51 % dei voti! solo cosi la magistratura finirebbe messa all'angolo! non possiamo permetterci di farci passare per fessi, e lasciare che la magistratura ci dica come dobbiamo vivere, come dobbiamo pensare, come dobbiamo parlare, come dobbiamo spendere, ecc....

acam

Mer, 08/05/2019 - 08:49

< Berlusconi: "Vale sempre la presunzione di non colpevolezza" > una bella frase caro silvio ma protegge solo chi non ne viene coinvolto

acam

Mer, 08/05/2019 - 09:12

morale in italia bisogna stare attenti a far le cose fatte bene, i pastrocchi sono i favoriti

acam

Mer, 08/05/2019 - 09:13

vedo nella foto un sorriso subdolo

MarioNanni

Mer, 08/05/2019 - 09:15

oggi il "Soviet" su Siri il contratto di governo pentaleghista contempla il "comitato di conciliazione" per trattare argomenti che prefigurino le dimissioni forzate di un membro del governo con voto del consiglio dei ministri. ma sul "caso Siri" interviene direttamente il "Soviet": per licenziare anche a maggioranza e senza una pronuncia del comitato di conciliazione il sottosegretario leghista. meglio se con clamore manettaro elevato all'ennesima potenza, sicchè dirottare, in piena campagna elettorale, l'attenzione dell'opinione pubblica dal colossale fallimento del RDC pensato da Di Maio che premia in massa gli stranieri e penalizza gli italiani.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 08/05/2019 - 09:31

I 5s esultano? Mah.. La gente ha imparato, dopo mani pulite, a riconoscere certe azioni giudiziarie tenute in caldo. La politica è attuazione di programmi che vengono approvati per la gente, sto andazzo ante elezioni sono certo non modificherà alcunchè, anche se ogni giorno partissero 500 avvisi di garanzia - guarda caso - "contra". A questo punto Salvini è bene che lasci i compagni di viaggio dopo le elezioni, senza se e senza ma. Se fossi al posto suo la crisi la provocherei prima, altrimenti l' "ondatadi" sommergerà questa povera italia e, come avvenne 25anni fa, ci saranno degli intonsi..

27Adriano

Mer, 08/05/2019 - 10:25

Scusate, toglite la foto di ..quello. E' ministro, ma di che cosa? Forse non sa neppure lui.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mer, 08/05/2019 - 10:52

Mi pare ovvio. Appena Berlusconi si candida, la magistratura si scatena. Un classico, insomma. I magistrati, ormai orfani del pd, vedono nei 5 stalle il loro nuovo totem. Vedrete che dopo le europee tutto finirà in una bolla di sapone e questi di forza Italia verranno scagionati all'insaputa di tutti.

morello

Mer, 08/05/2019 - 11:05

Cara Forza Italia attacchiamoci pure al "tempismo " ma è un fatto che si è continuato a lasciare come coordinatore Caianiello nonostante le condanne recenti .Quanto agli altri due... ma è possibile che non sappiate selezionare gente piu' onesta ( almeno sulla carta ) e che addirittura continuiate la collaborazione con i disonesti ? Cosa vi aspettate da questa condotta ,il consenso dei votanti?

mifra77

Mer, 08/05/2019 - 11:27

Non pressate i magistrati! sono già troppo impegnati a servire chi li manovra a piacimento ed a passare notizie false a Travaglio che in effetti non ne avrebbe la necessità di input esterni; ha già lui una spiccata propensione alla menzogna ed una fantasia che si palesa soprattutto quando trattasi di odiare e buttare fango su chi lo tratta per quello che è. Spargitore di letame già pluricondannato.

paràpadano

Mer, 08/05/2019 - 11:56

Tra non molto la magistratura PD arriverà anche ai 5 stelle, è solo questione di tempo, scommettiamo?

aleppiu

Mer, 08/05/2019 - 12:10

condizionate dove??anche ammesso ci fosse l'eventuale condanna ci sarebbe una continuita' alla regione dopo formigoni il degno sostituto

Ritratto di AiaceTelamonio

AiaceTelamonio

Mer, 08/05/2019 - 12:41

Terribile giustizialismo grillino

Xplr

Mer, 08/05/2019 - 12:53

Questa volta ci sarà l'effetto contrario, la gente ormai ha capito queste manovre

rino34

Mer, 08/05/2019 - 13:03

pensino ai loro indagati a Roma, troppo comodo espellerli e dire che non c'entrano nulla. Sono stati eletti con i 5stelle, per cui sono dei 5stelle. Pagliacci

Alain#

Mer, 08/05/2019 - 14:03

mortimermouse: lei scrive: "la magistratura finirebbe messa all'angolo". Ciò non è da Stato democratico. The end.

Epietro

Mer, 08/05/2019 - 17:29

Per questo ministro in foto ci vorrebbe un'accurata analisi fisiognomica di Cesare Lombroso. Anche se, secondo la scienza, oggi di nessun valore, sarebbe molto interessante poter conoscere la sua opinione.