Il governo ora festeggia Ma nella manovra 2018 arriveranno altre tasse

Gentiloni e Padoan approvano il Def e vantano risultati straordinari. L'ok di Mdp resta incerto

La manovra del 2018, sarà per due terzi di entrate e solo per un terzo di tagli alla spesa. Niente di nuovo. Arriveranno, nuove tasse. Il debito si ridurrà, anche se le privatizzazioni saranno rinviate e il deficit aumenterà, ma meno del previsto e il tesoretto spendibile per la manovra sarà inferiore di circa tre miliardi rispetto alle previsioni.

Il Consiglio dei ministri ha approvato la nota di aggiornamento del Def, il documento che fa da cornice per la legge di Bilancio, senza sciogliere i nodi e dubbi della vigilia. Il premier Paolo Gentiloni ha assicurato che «potremo proporre al Parlamento una legge di bilancio non depressiva». Tutto merito delle «riforme del governo Renzi, che noi abbiamo proseguito». Tributo al segretario del Pd condiviso dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Ma di spazi per fare una manovra espansiva sono pochissimi.

Incassato l'aumento del Pil all'1,5% e rassicurati i mercati con una riduzione del debito pubblico messa nero su bianco, restano i pochi margini lasciati da Bruxelles. La correzione del deficit sarà dell'1,6% e non dell'1,8% come sperava l'esecutivo. Segno che dalle parti della Commissione Ue i rapporti non sono così distesi come dichiara il governo.

Resta lo spazio per pochissime misure. La sterilizzazione degli aumenti dell'Iva che i governi si trascinano dietro da anni, ma solo per il 2018. Poi la decontribuzione e le misure per gli investimenti.

Qualcosa non torna, secondo il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta. «Non riusciamo a comprendere in base a quale regola miracolosa il ministro Padoan creda di poter realizzare la prossima manovra in deficit, grazie all'ennesimo sconto ottenuto dalla Commissione Europea, e abbassare contemporaneamente il debito pubblico». Il ministro «farebbe meglio a non inventarsi i dati e ad ammettere che lo stock di debito aumenterà anche il prossimo anno, proprio per effetto della sua manovra di ottobre».

Incertezza che non scoraggia i renziani. Il quadro economico del Def, secondo il ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina, «rende chiaro il lavoro serio del Partito democratico al governo». Lo stesso Def e il ministro Padoan retrodatano il merito di Pil e riduzione del debito al 2014, anno del governo Renzi.

Tutto da risolvere anche sul pasticcio politico. La nota di aggiornamento deve essere approvata dal Parlamento dalla maggioranza assoluta dei componenti. A Senato il sostegno della sinistra dalemian-bersaniana di Mdp è vitale, ma non è scontato. Per Gentiloni una sfida praticamente vinta. «Ci presentiamo con un quadro positivo, quindi immaginiamo che dal punto di vista del rapporto con l'opinione pubblica e il Parlamento ciò venga recepito in modo molto rilevante».

Più incerto Padoan che ieri dalla festa dell'Unità di Imola ha lanciato un avvertimento chiaro: chi voterà contro «preferisce austerity». Tradotto, se Mdp respingerà il Def a Palazzo Madama, priverà l'Italia della flessibilità concessa dall'Ue.

Commenti

JosefSezzinger

Dom, 24/09/2017 - 08:48

Senza una Banca Centrale Nazionale in grado di agire nell'interesse nazionale finanziando sviluppo ed occupazione, saremo per sempre ingabbiati nelle politiche fiscali di austerità dove i soldi vengono chiesti a coloro che stentano a possederli. E' come prosciugare un fiume la cui fonte è stata chiusa. A valle rimarrà solo il deserto.

rudyger

Dom, 24/09/2017 - 09:26

Governo di ladri, falsari e delinquenti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 24/09/2017 - 09:27

Che dovremo pagare tutti e che daranno la colpa ai nuovi governanti, perchè loro sanno già di perdere. e gl istessi "loro" andranno poi a sfasciare le piazze per gridare conto ai nuovi dandogli la responsabilità del disastro. Comportamento da figli della città di Enea.

il sorpasso

Dom, 24/09/2017 - 09:40

Ma nel 2018 speriamo che queste....facce non ci siano più!

dot-benito

Dom, 24/09/2017 - 10:02

COSA DEVONO FESTEGGIARE QUESTI SINISTRATI DEMENTI

magnum357

Dom, 24/09/2017 - 10:09

Manovra non depressiva ? Ahhhahhhahhhahhhahh, questi del governo facendo credere che il Pil aumenti vigorosamente, si daranno alle spese pazze pre-elettorali !!!!!!!!!! Poi si' che ci saranno problemi per il popolo con il governo 2018 !!!!

antipifferaio

Dom, 24/09/2017 - 10:17

Si, si...festeggiano le BALLE propinate dai TG... Un'amica ieri mi detto che ha definitivamente deciso di non vedere più i telegiornali di qualunque rete: "ti dicono che il PIL è cresciuto mentre mio figlio ha perso il lavoro"... Non aggiungo altro per evitare la censura...

mcm3

Dom, 24/09/2017 - 10:18

non voglio pensare ai proclami che avrebbe fatto Brunetta se un suo governo avesse raggiunto questi risultati..

maxfan74

Dom, 24/09/2017 - 10:22

Se arriveranno ancora tasse nel campo immobiliare, questi non hanno capito niente ed è meglio abbandonare questo paese a se stesso ed allo ius soli.

Marcello.508

Dom, 24/09/2017 - 10:26

Fare una manovra sulle stime e non sui dati reali è una truffa. Il fatto che poi neanche questo basti, dimostra che stanno facendo una manovra "a deficit", così il debito pubblico aumenterà e chi verrà dopo - non certo questi "emeriti" - si troverà a ancor più a malpartito. Intanto se questo governo di inchinati alla Troika morirà (cosa auspicabile), la Ue chiederà il rientro deigli sconticini fatti al governo LoniRenzi se il flusso dei migranti sarà "sterilizzato" a minimi sopportabili. Siamo nella cacca, questo mi sembra chiaro, però mandante ed esecutore sono noti. Al voto necesse est ricordarsene.

Massimo Bernieri

Dom, 24/09/2017 - 10:34

Non metteranno nuove tasse con elezioni tra pochi mesi.Faranno una manovra con benefici che saranno a debito per chi verrà dopo di loro oppure,saranno sempre loro se di nuovo al governo che riprenderanno i soldi con interessi a fine 2018.

flip

Dom, 24/09/2017 - 10:48

aumentano le tasse, aumentano gli interessi e spese bancarie, aumentano i prezzi, aumenta l'inflazione,aumentato i costi di produzione, aumentano le ruberie dei politici, aumentano le mazzette ecc.ecc. ma le pensioni e le paghe degli operai no!. quindi calano i consumi. altra crisi economica in arrivo. forza Pezzenti Dxxxxxxxxxi!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 24/09/2017 - 10:49

Con gli occhi rivolti sempre in alto, questo “signore” spera forse che Iddio gliela mandi sempre buona? Dacché c'è lui e tutte le volte che c'è stato, per noi non è certamente così. Questo signore mi ricorda tanto il servo ingrato della seguente parabola evangelica: "...un re volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolar(li) [omissis], quando gli fu presentato un tale che gli doveva 10.000 talenti. Poiché costui non era in grado di restituire (il dovuto), il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, i figli e quanto possedeva, e così saldasse il debito. Allora il servo, prostrato a terra, lo supplicava dicendo: "Abbi pazienza con me e ti restituirò ogni cosa". Il padrone ebbe compassione di quel servo, lo lasciò andare e gli condonò il debito. Appena uscito, quel servo trovò uno dei suoi compagni, che gli doveva 100 denari. Lo prese per il collo e lo... (1 di 3)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 24/09/2017 - 10:51

...soffocava, dicendo: "Restituisci quello che (mi) devi". Il suo compagno, prostrato a terra, lo pregava dicendo: "Abbi pazienza con me e ti restituirò (tutto)". Ma egli non volle, andò e lo fece gettare in prigione, fino a che non avesse pagato il debito". Per il seguito, essendo ancora tanto, vi invito a leggere o rileggere il brano evangelico per intero. Volevo comunque dire: "Non vi sembra che questo “signore” quassù da anni, da decenni forse, perché non è solo da qualche anno che lo vediamo in quel posto, agisca nello stesso modo del servo sciocco, oltre che ingrato", caricandoci ogni anno, ogni istante direi, di nuove e di onerose tasse non più, non solo sopportabili, ma sin’anche tollerabili? Sarebbe ora che chi ci ha condotto sin qui, allo sfacelo, sopportasse anche il carico per intero. Con espropriazioni dei loro beni acquisiti col sotterfugio... (2 di 3)

VittorioMar

Dom, 24/09/2017 - 11:12

..LE DOLENTI NOTE ARRIVERANNO DOPO LE ELEZIONI !!..(CI SARANNO ?)

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 24/09/2017 - 11:16

Antonio Signorini oggi nemmeno con la sua testardaggine riesce ad inventare una nuova. Ne ha elencate e decine nei giorni scorsi le dava per certe e non vedo nemmeno una tassa. Lo dica quali tasse metterebbe questo governo. Lo scriva.

nigher

Dom, 24/09/2017 - 11:32

Chissà perché quando si avvicinano le elezioni tutto ad un tratto le cose cominciano a migliorare?mah...eppure ci sono ancora cog....i di italiani che ci crede,crede a questi cialtroni di incantatori di serpenti.

jaguar

Dom, 24/09/2017 - 11:50

Riflessiva, forse non ci saranno tasse nuove, ma sicuramente aumenteranno quelle già esistenti, per esempio i carburanti con relative accise in questi giorni stanno aumentando. In ogni finanziaria, se non ci sono tagli ci sono aumenti, e questo da sempre.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 24/09/2017 - 11:51

"riflessiva" non sprechi il suo tempo , costoro non sono giornalisti ma giornalai , sono dei chierichetti che ubbidiscono bovinamente alla richieste del padrone.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 24/09/2017 - 12:13

Voi camerati siete talmente democratici che se uno spara a zero contro il PD e Renzi anche con linguaggio scurrile e sgrammaticato lo pubblicate immediatamente . Mentre se cerca di esporre con un linguaggio forbito ed educato certe scelte editoriali non lo pubblicate.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 24/09/2017 - 12:15

"riflessiva" ma dove li hai trovati quelle meraviglie di funghi ?

bremen600

Dom, 24/09/2017 - 13:11

Nel 2018 spero nella guerra civile,cosi regoliamo i conti..del def...

pardinant

Dom, 24/09/2017 - 13:18

Bene, bene, bene, ovvero molto male. Nel 2018 se non ci saranno veri e radicali cambiamenti politici e non vedo come ciò potrebbe accadere, prepariamoci a nuove tasse a partire da quella di possesso autoveicoli datati (inquinano, quelle nuove profumano l'aria) , quelle antiche (da 20 a 30 anni) hanno già avuto dall'amato Renzi. Poi ci sarà una nuova IMU e l'immancabile aumento dei carburanti, salvo IVA e se altro, in quanto i conti, non torneranno.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 24/09/2017 - 13:54

...e a danno del popolo, di tutti noi. Questo sì che sarebbe democrazia. Ma c’è poco da sperare vista la situazione della giustizia in Italia, che si sa qual è. Chi sbaglia, in malafede soprattutto, paga le conseguenze. E chi più di coloro che si sono avvicendati al potere da 60 e più anni, compreso i sindacati, tutti, nessuno escluso, può ritenersi seriamente responsabile di quanto oggi subiamo? (3 di 3)[2° invio]

HappyFuture

Dom, 24/09/2017 - 14:23

Ma come vi si deve spiegare? Padoan continaua a drenare le tasche degli Italiani e contemporaneamente tagli i servizi dello stato. Stiamo al fondo. «Non riusciamo a comprendere in base a quale regola miracolosa il ministro Padoan creda di poter realizzare la prossima manovra in deficit, grazie all'ennesimo sconto ottenuto dalla Commissione Europea, e abbassare contemporaneamente il debito pubblico» Se Padoan dice di poter avere un deficit e allo stesso tempo di ridurre il Debito Pubblico, MENTE! La somma dei deficit pregressi è costituisce il Debito Pubblico! Il debito pubblico ha un solo senso vettoriale... AUMENTARE. Può aumentare dimeno dell'anno precedente... MA AUMENTA, non diminuisce. Ma è così difficile?

Ritratto di ateius

ateius

Dom, 24/09/2017 - 14:28

è naturale.. nuove tasse. la sinistra esiste per prelevare a chi produce per distribuire a chi fa nulla. siano essi parassiti per necesità.. furbizia opportunismo. poi cè Renzi che chiedeva alla commissione europea di poter far debiti per distribuire ancor di più.-è questo il paese dei balocchi, ricchezze elargizioni un pò per tutti. tenuto in piedi da quei pochi che ancora vanno a Lavorare.

HappyFuture

Dom, 24/09/2017 - 14:32

A parte il fatto che il DEBITO una volta si divideva in FINANZIARIO e debito delle famiglie. Il debito Finanziario è coperto da titoli che valgono la carta su cui sono scritti; Il debito finanziario è coperto da titoli (titoli di stato/azioni di società) che possono anche valere zero... e la carta su cui è scritto il debito è meglio buttarla col debito. Soldi persi. Il debito delle famiglie è sempre recuperabile, perchè coperto da ipoteche su beni materiali. (Se non si paga ti pignorano la casa, e forse ci guadagnano) Continuare a rastrellare soldi dalla gente (TASSE) per sostenere titoli finanzi è IMMORALE.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 24/09/2017 - 14:33

@marino biroccio - io non sono un camerata, neppure l'ho vissuto il fascismo. Sono in altra zona, ma farlo capire a scarsi come voi, è inutile. Ti lamenti del linguaggio rivolto al Pd e Renzi? Forse non ricordi cosa avete detto voi comunisti dietro a FI e Lega. Altro che querele e diffamazione. Ma se è stato concesso a voi, nessuno ha indagato per questo. Senti falso perbenista, non ti ho mai sentito urlare contro quello scempio fatto dai tuoi amici comunisti per 20 anni, come mai? Ora vieni qui a fare la verginella dopo 20 anni? Vattene a casa, ipocrita.

agosvac

Dom, 24/09/2017 - 14:44

"consala come vuoi , è sempre cucuzza" vecchio detto siciliano per dire che se una pietanza è insipida di per sé stessa la puoi condire ma resta sempre insipida. Questo Governo vive di tasse, sa solo mettere nuove tasse, non fa altro che tassare!!! Degli italiani se ne fotte allegramente!!! Tanto i loro politici non hanno problemi di arrivare a fine mese, i loro ben lauti stipendi ce li rubano dalle nostre tasche tassandoci. Non c'è altra soluzione che attendere le prossime elezioni e buttarli fuori.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 24/09/2017 - 15:02

@marino. bicocco. Questi non sono nulla. Questa mattina ho fatto secco mio marito. Lui 9 di numro. IO 5 kg, troppo bello e bellissimi. Valcanale di Ardesio (BG) monte Zulino. Panorama bellissimo con la Dolomiti orobiche (Arera Monte Secco Corna Piana). Peccato ci sia una amministrazione leghista che ha boicottato e boicotta il turismo. Sindaco da quinta elementare ex impiegato lega. Presente Salvini?? Parole parole e il nulla

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 24/09/2017 - 15:02

@marino. bicocco. Questi non sono nulla. Questa mattina ho fatto secco mio marito. Lui 9 di numro. IO 5 kg, troppo bello e bellissimi. Valcanale di Ardesio (BG) mote Zulino. Panorama bellissimo con la Dolomiti orobiche (Arera Monte Secco Corna Piana). Peccato ci sia una amministrazione leghista che ha boicottato e boicotta il turismo. Sindaco da quinta elementare ex impiegato lega. Presente Salvini?? Parole parole e il nulla

rudyger

Dom, 24/09/2017 - 15:21

La banca nazionale italiana è fatta da azionisti di banche italiani. quindi come può controllare? non serve a niente, ma solo a foraggiare le banche stesse. Va eliminata. Qualche anno fa si sono divisi 7 miliardi di euro.

Celcap

Dom, 24/09/2017 - 15:28

La loro principale capacitá é quella di mettere tasse a prescindere. D'altra parte il loro motto é quello di togliere ai ricchi (e si poveri) per dare alle coop rosse ed alle banche rosse)

duca di sciabbica

Dom, 24/09/2017 - 16:45

riflessiva, Lei per girare qualsiasi discorso e portarlo su quel che le sta a cuore è meglio del conte-zio. Oggi partendo dai funghi che ha raccolto è riuscita a chiamare in causa Salvini ...E comunque, il sindaco di cui parla nel post sarà mica il genio che giorni fa voleva introdurre i parcheggi riservati soltanto alle donne ariane ed eterosessuali, entusiasmando molti postatori?

occhiodifalco

Dom, 24/09/2017 - 23:29

Classico dei pidioti a Modena hanno organizzato una cementificazione selvaggia alle proteste della cittadinanza la risposta è che non si torna indietro altrimenti ogni famiglia pagherà 300 € di tasse aggiuntive la democrazia è un optional