Il governo ora ha paura per l'ondata anti canone

Il premier è spiazzato dalle compagnie elettriche che hanno trovato un antidoto alla tassa sulla tv

Da un paio di millenni c'è un Paese al mondo nel quale più d'ogni altro l'idea di tassa è radicalmente legata a quella di sopruso. Colpa di signorotti locali come d'invasori stranieri, che all'usurpazione violenta di beni (fungibili e infungibili, dalle donne fino all'ultimo chicco di grano) argutamente andarono sostituendo «tosature» periodiche di sudditi.

Questo fortunato ma infelice Paese l'abbiamo sotto gli occhi. Le rivolte più serie e violente, soprattutto qui da noi, sono scoppiate contro le tasse. Termini ancor oggi ritenuti offensivi nei detti, quali pisano o marchigiano, traggono origine da attività prevalente di «gabelliere per conto di». Se poi chiedete a un italiano quale sia, nella nostra giungla quotidiana, la tassa che ci strangola più di tutte, che non scende giù nel gargarozzo, da anni la risposta è una sola: canone Rai. Balzello che sembra creato apposta per portarti fuori dalla grazia di dio, per unire odio a odio, fastidio a noia, sopruso ad arroganza, prepotenza del politico a furbizia del burocrate. A maggior ragione da quando è vincente sul mercato l'esistenza di canali che vivono di pubblicità come Mediaset, di multinazionali pay per view come Sky, mentre canali straming e podcast regnano nel Web. Una Tv pubblica che faccia pagare il suo (scadentissimo, contestatissimo) ingresso in casa tramite frequenze - ormai liberate dalla tecnologia -, è qualcosa che supera qualunque immaginazione planetaria. Essendo peraltro la trasmutazione del canone Rai in tassa ormai assodata da giurisprudenza di Cassazione. Quel che mancava, a questo sfortunato e infelice paese televisivo, era solo l'imposizione della tassa: a questo ci ha pensato un nemico giurato dei pisani, il gabelliere fiorentino Matteo Renzi.

Da qualche giorno, però, pare che la serafica furbata del Fiorentino, convinto d'aver proprio gabbato tutti pare essersi anch'essa tramutata in un ghigno di rabbia, a stento repressa. Ma che trabocca quando l'argomento sbuca fuori. Dicono fonti ravvicinate che il premier sarebbe imbufalito da quando il mercato gli ha trovato un buon antidoto, facendo dell'imposizione della tassa-Rai un bel motivo di marketing per cambiare gestore elettrico. L'idea pare sia partita dagli strateghi di Edison, dopo aver commissionato apposito studio di mercato. Più delle accise sulla benzina, più di ogni doloroso ticket sanitario, più di Tasi, Tari e Tosi messe assieme; il triplo di Ires, Irap e Imu associate. A far infuriare gli italiani, è il canone di questa Rai stracciona e magniloquente, ricca di personale e di pubblicità, ma misera e corrotta nell'arroganza dell'imposizione per mezzo di Politici compiacenti. Bollette che rimborsano la gabella del gabelliere-Renzi: l'uovo di colombo, cui si sono subito associate tante compagnie elettriche che guardano al fatturato e strizzano l'occhio al tartassato. Così Renzi s'è sentito fregato; lui che si gonfia più ganzo di ciascuno di noi. C'è di che andarne fieri: alla fine si pagherà pure, più o meno uguale, ma quel che conta è il principio. Quella tassa non ha da passare: vade retro, canone.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 04/06/2016 - 08:46

Sara', ma purtroppo, alla Rai i soldi arriveranno lo stesso, saranno le aziende elettriche a guadagnare meno e pagare meno tasse. La cosa vera da fare, per TOGLIERE completamente i soldi alla rai, sarebbe disfarsi tutti della tv e....lasciarli al verde...allora si sarebbe una bella e concreta vittoria.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 04/06/2016 - 09:35

@mbferno. Concordo. La rai andrebbe privatizzata e venduta.il concetto di informazione pubblica nel 2016 con tremila fonti e internet e' ridicola. Comunque per cominciare andrebbe abolito il canone a metterli a pane e acqua. Sarebbe un brutto risveglio per i parassiti intoccabili di stato megafono del pd.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 04/06/2016 - 09:53

fate pagare 20 euro all'anno per il canone per ogni contatore luce e niente agevolazione per tutti, non penso che sia una tragedia. Anche le famiglie poverechie si dichiarao povere poi sotto sotto, le hanno i soldi da spendere in baggianate. Basta vedere i telefonini acquistati anche per i propri figli. Su non prendiamoci in giro, basta questo pensiero che chi ha di più deve pagare di più. Se vado a comprare il pane o la carne mica mi chiedo il reddito.

marygio

Sab, 04/06/2016 - 10:24

la rai fa letteralmente pena. non ci fosse mediaset il digitale e sky

marygio

Sab, 04/06/2016 - 10:25

la rai? ma esiste. guaderò 30m al giorno si e nò. fa schifo e mi tocca pure pagarli

il veniero

Sab, 04/06/2016 - 10:45

non è un voto contro il canone . Tranne i furbi tutti sanno che in molti paesi d' europa il canone c'è e che una televisione pubblica è x molti l'unico modo x vedere qualcosa in tv e fare informazione e cultura ( soprassediamo sulla qualità della prima ) . SIAMO CONTRO LA RAI IN SE COME NON C'è + TOLLERANZA X I CARROZZONI E STIPENDIFICI PUBBLICI . Questa è la giusta lettura . La misura è colma e il tiranno se ne infischia . Un suddito .

linoalo1

Sab, 04/06/2016 - 11:06

Calma Ragazzi!!La TV di Stato non può non sistere!!Altrimenti,come farebbe Renzi a farsi sentire???I Sinistrati,in questo ultimo Ventennio,pian pianino,sono riusciti a conquistare la Carta Stampata e tutti i Canali RAI e,grazie a NAPOLITANO,sono riusciti ad eliminare l'unico ostacolo al REGIME!!!Berlusconi!!Oggi,finalmente,con il loro REGIME,possono fare il bello ed il cattivo tempo dell'Italia!!Purtroppo per noi,però,essendo degli Incapaci,perchè non sanno cosa voglia dire lavorare come dipendenti,non conoscono ,nemmeno lontanamente,i Veri Problemi dei Cittadini!!!!Quindi,come possono risolvere un Problema,se nemmeno lo conoscono???E di Problemi,Noi Cittadini Italiani,causati da Napolitano con il suo Trio,ne abbiamo sempre più!!!!

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 04/06/2016 - 12:03

"Il governo ora ha paura per l'ondata anti canone". Credo ne abbia ben motivo non per la tassa in se stessa, comunque assurda ma per il modo in cui viene applicata e "burocraticamente incasinata". La RAI dovrebbe, come ormai fanno tutti o quasi, criptare i programmi e vendere gli abbonamente se è capace di prudurre cose "serie" e rimanere nel mercato. Lo Stato potrebbe contribuire, limitatamente, con la tassazione ordinaria, a finaziare un canale libero per l'informazione e l'attualità.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 04/06/2016 - 12:03

---giuro che non riesco a capire il senso dell'articolo--i 100 euro per tutti i possessori di televisore arriveranno alla rai fino all'ultimo centesimo--e saranno molti più soldi rispetto agli anni precedenti perchè non si potrà eludere la tassa---al governo ed alla rai non importa un fico secco se i soldi arrivano poi dalle compagnie elettriche --l'importante che arrivino---non vedo perchè renzi debba essere turbato---hasta siempre

steffen

Sab, 04/06/2016 - 12:08

Scusate, ma io non ho capito quest'articolo. Cosa avrebbe escogitato Edison?

vince50_19

Sab, 04/06/2016 - 12:08

"Dicono fonti ravvicinate che il premier sarebbe imbufalito da quando il mercato gli ha trovato un buon antidoto, facendo dell'imposizione della tassa-Rai un bel motivo di marketing per cambiare gestore elettrico." Chiaro che alla Rai i soldini arrivano, ma l'Enel ne risente, eccome.. E chi non ha l'abbonamento può sempre recedere. Ciaoneeeeeee

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 04/06/2016 - 12:43

Renzi ha paura il governo ha paura , però loro sono al governo. Noi invece che non abbiamo paura di nessuno stiamo a guardare dai vetri.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 04/06/2016 - 13:09

(Prima parte) Se ci ricordassimo della "Guerra Del Fumo", fatta nel Lombardo-Veneto durante gli anni del Risorgimento, per colpire le finanze dell'Impero Austro-Ungarico, la soluzione vincente di lotta al carrozzone RAI sarebbe BANALE. Chi non e` d'accordo con la presente gestione del canone e del fatto che ora sia una tassa, accetti, per almeno un paio d'anni, di NON POSSEDERE alcuna TV o altro mezzo adatto a ricevere i programmi RAI. Tolte di mezzo le TV, non ci sara` barba di nessuno che sosterra` questo sconcio italiano. A posteriori, una volta che la situazione rientri in canali di ordinaria ragionevolezza, cancellando simili baggianate e magari con una criptatura del servizio televisivo di stato, si potra` poi ripensare o meno al possesso di un apparecchio TV. A meno di non essere zombi televideodipendenti, la cosa non e` particolarmente difficile.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 04/06/2016 - 13:10

(Seconda parte) Nel mio piccolo, non ho mai sentito il bisogno irrefrenabile di possedere una TV, ne' mi sono mai guardato compulsivamente qualche programma. Inoltre, per molte case di amici, che frequento, vedo spesso una o piu` TV accese a blaterare come rumore di fondo, senza che i presenti prestino loro qualche attenzione.

Ritratto di Menono Incariola

Anonimo (non verificato)

Ritratto di robocop2000

Anonimo (non verificato)

MOSTARDELLIS

Sab, 04/06/2016 - 14:14

Ma quando la chiudete queste RAI sanguisuga, prezzolata e inutile?

vince50_19

Sab, 04/06/2016 - 16:19

marino.birocco - E lei sprizza felicità da tutti i pori, giusto, caro tifoso di Slivio?