Governo, si tratta sul premier. Salvini: "Ma né io, né Di Maio"

Pronta l'ultima bozza di contratto. Ma Salvini frena su Palazzo Chigi: "Serve una persona seria protagonista del programma"

"Una persona seria". È questa l'unica caratteristica che al momento si conosce del candidato premier alla guida di un - ancora ipotetico - governo gialloverde. Mentre sembra quasi conclusa la stesura del "contratto di governo", resta il nodo del premier.

Matteo Salvini assicura che né lui, né Di Maio saliranno a Palazzo Chigi. E che verrà scelta "una persona seria". Non si tratterà poi di un mero "esecutore" - come lo avevano definito qualche giorno fa -: "Stiamo cercando una sintesi. Il premier, se ci sarà, sarà il garante dell'attuazione di questo programma", dice il leader del Carroccio da Aosta, "Non diamo pacchetti chiusi a nessuno. Chiunque sia il premier, ovviamente sarà protagonista, o magari è già protagonista, della stesura del programma".

"Sono orgoglioso del lavoro fatto in questa settimana", ha aggiunto Salvini, assicurando che lunedì la palla tornerà a Mattarella, "È un lavoro che stupisce molti perché, invece di litigare su ministri e viceministri, ci siamo occupati di cose come lavoro, tasse, pensioni, Europa, immigrazione, grandi opere, di ambiente, libertà di cura, educazione. Ci sono due programmi di due forze diverse che stanno facendo uno sforzo enorme. Abbiamo fatto un enorme lavoro di costruzione, ognuno mantenendo la sua identità".

"Molto fuducioso" è anche Luigi D Maio: "Creata la base del governo, il premier non sarà un problema", dice il leader pentastellato, "Vedo che ci sono molti preoccupati a livello europeo e internazionale, ma questa è solo la volontà popolare. Quello che c'è scritto lì dentro è la volontà del popolo italiano che vuole il cambiamento. Il contratto di governo è il cuore del governo di cambiamento".

Commenti

NickByte

Gio, 17/05/2018 - 21:07

Se ci fosse una gara olimpica di "Calata Di Braghe", Salvini avrebbe vinto sia l'oro che l'argento ...

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Gio, 17/05/2018 - 21:23

Sul Fatto Quotidiao c'è l'ennesimo articolo di un Travaglio in travaso di bile acuto e ormai sulla via del trapianto di fegato. Ovviamente non ha avuto neanche il coraggio di rendere possibili i commenti per non essere preso a pomodorate virtuali. La realtà è che lui fa parte di quei geni da premio Nobel secondo i quali la volontà popolare non va ubbidita ma GUIDATA. Ah, per che disciplina potrebbero assegnargli il Nobel però non lo dico: lo lascio alla vostra immaginazione... :-)

Blueray

Gio, 17/05/2018 - 21:25

E lo trovate un premier disposto a recitare un copione già scritto da voi e a proporre papagallescamente i ministri che gli avete scelto e imposto? E Mattarella firmerà i DPR come un consigliere amministrativo in prova assunto l'altro ieri che si fa dettare il testo? Rousseau e gazebarie hanno dato l'okay? Bene, allora tutto a posto. Gli europei potranno venire a scuola da noi che tra un po' saremo il faro dell'Unione, perdirindindina!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Gio, 17/05/2018 - 21:29

Bè , Alfano : il cambiamento nella continuità ! . Scherzi a parte , è un errore non fare la staffetta , 1 anno a cranio , Salvini e Di Maio . Comunque , se cercate una persona seria è difficile che la trovate : non ce ne sono quasi più ! . Un'alternativa credibile e accettabile è : Orietta Berti oppure Gianni Morandi : 2 persone serie dal mondo dello spettacolo . L'Adriano è meglio di no : è capace di farsi venire i dubbi mentre ripreso dalle telecamere ! : se fosse vivo Alberto Sordi sarebbe l'ideale : in fondo ha espresso gli italiani nella maniera più aderente possibile . Yeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

tuttoilmondo

Gio, 17/05/2018 - 22:00

Il Governo nasce debole. Molti avvoltoi veleggiano in circolo sopra la capoccia dura di Salvini e Di Maio. Il programma è bello, bellissimo, stupendo, ma... chi lo vota? I democratici no di certo. I forzisti no di certo. I fratelli no di certo. Si andrà presto al voto con sconvolgimenti profondi. Se la Lega non vorrà perdere il 50% dei consensi dovrà rottamare Salvini. Spazio, dunque, a Zaia. Ma caro capoccione, non ti ha insegnato nulla la fine di Alfano e di Fini?

annacc

Gio, 17/05/2018 - 22:40

da elettrice di cdx vorrei ringraziare pubblicamente Matteo Salvini per la sua concretezza, la sua lungimiranza, il suo pragmatismo, la sua tenacia e soprattutto il coraggio: non so se arriverà a formare il governo con il m5stelle e non so cosa gli permetteranno di fare (non credo che comunque potrà durare a lungo!), ma in ogni caso avrà ottenuto importantissimi risultati: ci avrà risparmiato inutili e dispendiose elezioni a luglio, ci avrà evitato un dannoso governo "neutro" alla Monti e soprattutto avrà messo allo scoperto l'inconsistenza dei grillini, che sarebbe stato pericoloso lasciare da soli all'opposizione, Gli eventuali ministri leghisti giganteggeranno al confronto... e alle prossime elezioni le percentuali di voto non saranno più quelle del 4 marzo.

pisopepe

Ven, 18/05/2018 - 07:38

CHE BUFFONATA CI PRENDONO TUTTI PER I FONDELLI IN EUROPA E PAGHERETE CARO

Duka

Ven, 18/05/2018 - 07:40

" VENGO ANCH'IO.. NO TU NO" Povero Salvini s'è fatto infinocchiare. La presunzione figlia di scarso intelletto è una brutta bestia.

INGVDI

Ven, 18/05/2018 - 08:18

Salvini ormai fa parte del circolo pentastellato. Ha ceduto su tutto, ora può lasciare a Di Maio la poltrona di primo ministro. Ha calpestato i valori del centrodestra e lo stesso Vangelo. Libero da vincoli ora può accasarsi definitivamente in domus Grillo & C.