Le granate che Di Stefano non vede

I grillini hanno qualche problema con il Venezuela. Sia chiaro: i principali problemi con il Venezuela li hanno i venezuelani, schiacciati da un regime comunista. Il primo a inciampare fu Di Maio che spostò Pinochet in Venezuela. Poi una pattuglia pentastellata andò in delegazione in America Latina e - senza vedere dittatura e miseria - magnificò i «programmi musicali della scuola venezuelana». Persino Casaleggio, a chi gli chiedeva dove ci fosse una «democrazia diretta», rispondeva: «In Venezuela». Ieri, Manlio Di Stefano, deputato M5s, commentando la guerra civile in corso nel Paese è riuscito solo a balbettare: «Aspettiamo per giudicare, notizie imprecise». Ma le granate che hanno colpito i palazzi del potere venezuelano sono state molto precise. Evidentemente i grillini non le hanno viste.