Il grande fratello dello Stato: così spieranno telefoni e mail

Due emendamenti del Pd (uno appoggiato dai grillini) danno all'Agcom il potere di «intercettarci» su internet

Nel Paese degli spioni la privacy è soprattutto una chiacchiera da bar di cui nessuno si preoccupa davvero. Ma l'incrocio di un paio di norme che il Parlamento sta per avallare senza il minimo dibattito e mescolate in mezzo a leggi-minestrone, sta per abbassare di parecchio il già tenue livello di riservatezza che ci garantiscono internet e telefoni, aumentando la possibilità di essere tracciati, fino a far sorgere l'ombra della sorveglianza di massa con timbro dello Stato, ma senza vaglio della magistratura.

Quel sito poco raccomandabile che abbiamo visitato, magari perché un amico ce lo ha suggerito via mail, la telefonata a un numero sconosciuto, anche se digitato per errore, il video che abbiamo guardato, ma anche la foto pubblicata da un passante in cui compariamo per caso o il commento di un amico sulla nostra bacheca Facebook. Le nostre tracce sulla Rete che raccontano ogni cosa di noi, anche se non necessariamente ci dipingono in modo veritiero, sono uno strumento di indagine prezioso, se messe a disposizione di autorità legittime e competenti, ma anche una merce appetibile per chi ne fa commercio con gli scopi più diversi, dal marketing allo spionaggio. Questa mole di dati sta per rimanere inchiodata su internet per un tempo lunghissimo: sei anni. Un emendamento firmato da deputati Pd e M5S prevede l'allungamento di quattro anni rispetto all'attuale obbligo di conservazione dei dati in capo ai provider, la cosiddetta data retention. Il tema avrebbe meritato un dibattito approfondito, invece è finito nella cosiddetta Legge europea, il testo omnibus che viene approvato ogni anno per recepire in Italia le normative europee. L'Europa ha in effetti varato nel 2017 una direttiva anti terrorismo, che però prevede genericamente l'obbligo per gli Stati di dotarsi di «misure di indagine efficaci». E sul fatto che i provider, spesso piccole aziende, siano in grado di custodire efficacemente per un tempo così lungo i nostri dati, c'è più di qualche dubbio. «Più di qualcuno -commenta l'avvocato Luca Bolognini, presidente dell'Istituto italiano per la privacy- la corte di Giustizia europea nel 2014 ha definito sproporzionato il tempo di due anni e ora lo allunghiamo a sei. Ed è innanzitutto molto dubbio che un periodo così lungo di conservazione dei dati sia utile alle indagini anti terrorismo. E poi c'è l'impatto sulle aziende: conservare i dati con le modalità di assoluta sicurezza previste dal Garante della privacy ha un costo elevato. Se moltiplicato per la durata di sei anni, può diventare fatale per molte aziende».

E altrettanti dubbi sorgono sull'emendamento, presentato dal Pd Davide Baruffi, con cui si dà all'Agcom il potere di ordinare ai provider di rimuovere i contenuti che violano il copyright. Ma non basta: l'Agcom potrà anche ordinare di fare tutto ciò che è possibile tecnicamente per evitare che lo stesso utente pubblichi di nuovo quel contenuto su altri siti. Il che significa autorizzare una sorta di «pedinamento» sul web, semza avallo della magistratura, attraverso una sofisticata tecnica che si chiama Deep packet inspection. In sostanza una sorveglianza di massa. «Equivale ad autorizzare un'autorità amministrativa, e non giudiziaria, a intercettare le persone - spiega Bolognini- qui siamo addirittura al di fuori della Costituzione». E la firma arriva dai partiti che gridavano allo scandalo per il datagate americano.

Commenti

gneo58

Gio, 05/10/2017 - 08:44

non sarebbe un problema se dall'altra parte ci fossero persone dotate di cervello funzionante - purtroppo e' un'utopia anche perche' generalmente dalla parte opposta si riscontrano scatole craniche con il vuoto, anzi il sottovuoto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 05/10/2017 - 09:03

Allora intercetta anche questa:non siamo lontani da una dittatura komunista.

27Adriano

Gio, 05/10/2017 - 09:06

Neanche ai tempi della guerra fredda il Kgb Komunista era così attrezzato. In Italia si potrebbe definire Kpd.

Alessio2012

Gio, 05/10/2017 - 09:15

Stupiti che il M5S appoggia questa legge? Forse non sapete che Grillo voleva la tessera del PD! Cercate in Rete se non ci credete!

Ritratto di BM1883

BM1883

Gio, 05/10/2017 - 09:35

Alessio2012, vero, ma io da anni sostengo che Grillo è spietatamente di estrema sinistra, ma molti non mi credevano, soprattutto quando alcuni amici da sempre votanti FI, una volta messo da parte Silvio, pensavano di risolvere tutto votando M5S. E parliamo di almeno 6 anni fa. E io già allora dissi verità scomode a loro, su Grillo e amici. Il tempo mi darà ragione, ancora una volta, purtroppo. E anche in relazione a questa notizia spacca-mattina sono sempre più contento di essermene andato dal Bel Paese, che è sempre Bello, ma oramai invivibile (basti leggere l'altra notizia relativa agli immigrati e alle parole del sommo Grasso dell'altro giorno). Redazione, questo pubblicatemelo, io non sono mai offensivo con nessuno, altrimenti me ne vado anche dal sito. Saluti da Budapest.

Ritratto di paola2154

paola2154

Gio, 05/10/2017 - 10:06

Un tempo noi eravamo l'Occidente e il blocco comunista l'Est. Ora è l'inverso. Guarda i passi avanti che ha fatto Budapest e quelli indietro che ha fatto Roma, tanti che BM1883 può dire, e a ragione : meno male che sto qua.

Luigi Farinelli

Gio, 05/10/2017 - 10:09

Dicevano che George Orwell fosse un visionario "complottista" per aver scritto "La fattoria degli animali" e "1984"; invece era semplicemente un profeta.

BACECO

Gio, 05/10/2017 - 10:10

Scatenatevi pure sinistrati del cavolo, vi restano alcuni mesi per fare danni.

QuebecAlfa

Gio, 05/10/2017 - 10:19

Non vedo il problema. E' sufficiente avere un minimo di conoscenza di sicurezza informatica ed utilizzare software come GPG che, gratuitamente, consentono di cifrare messaggi di posta elettronica utilizzando algoritmi a chiave asimmetrica. Oppure, per i messaggi istantanei, usare altri algoritmi a chiave simmetrica, come AES. I migliori auguri alle agenzie governative che vorranno intercettare i miei messaggi.

oracolodidelfo

Gio, 05/10/2017 - 10:29

I nostri politici (salvo poche e lodevoli eccezioni) anzichè adoperarsi per assicurare una vita dignitosa agli italiani, si cimentano con queste pensate da Dittatori idioti. Licenziarli in tronco, senza liquidazione, con richiesta di rifusione dei danni per incapacità, infedeltà e scarso rendimento. Spero che sia intercettato.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 05/10/2017 - 11:00

IL "PROBLEMA" E' E SARA' SEMPRE QUELLO, E CHI CONTROLLA CHI MI CONTROLLA ??? MA SOPRATUTTO CHI E' CHE MI CONTROLLA ?? CMQ, come riporta correttamente QuebecAlfa, basta un filo di conoscenza e si risolve il problema. Siamo o non siamo il paese della : MAFIA,SACRA CORONA UNITA,CAMORRA,ANDRAGHETA,MASSONERIE VARIE ECC.. e allora state tranquilli.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Gio, 05/10/2017 - 11:01

Finalmente intercetteranno anche me, che, da vent'anni inascoltatato, tento di divulgare i Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni, diagnosticati dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminati con Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante. Questa è l'unica misura efficace a disposizione dei Medici per prevenire CVD/CAD, T2DM, Osteoporosi e Cancro.

Ritratto di panteranera

panteranera

Gio, 05/10/2017 - 11:05

@ BM1883 09,35 Il bello è che ce la menano allo sfinimento con le varie leggi sulla privacy, poi di fatto siamo messi peggio che nella DDR della Stasi... Onore agli ungheresi che si sono sdoganati ed emancipati, noi qui invece siamo regrediti e non abbiamo più un futuro, grazie agli infami cattocomunisti e fiancheggiatori vari, M5 in primis. Saluti da Roma, hellò baràt :)

flgio

Gio, 05/10/2017 - 11:07

La strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni. Ci hanno dato a "gratis" la rete e adesso ne pagheremo le conseguenze. In realtà abbiamo svenduto i ns. cerebro "hard disk" alle multinazionali del business e ai governanti di tutto il mondo che ne hanno fatto profitto o paradigmatiche violazioni della privacy. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

diegom13

Gio, 05/10/2017 - 11:11

@QuebecAlfa: sistemi militari a parte, la cifratura ha il vantaggio di dire agli inquirenti che lì c'è qualcuno che si nasconde. Richiama l'attenzione. I messaggi non cifrati sono una massa enorme, e più aumenti la durata della conservazione più aumenta la massa. Sei molto più invisibile nella massa che girando con una coperta addosso.

routier

Gio, 05/10/2017 - 11:16

Costituzione italiana: "Art. 15. La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili. La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge."- Non mi risulta che Agcom sia una autorità giudiziaria. Per il PD ed i pentastellati, la Costituzione ha ancora valore vincolante oppure è "interpretabile" a proprio piacere e convenienza?

diegom13

Gio, 05/10/2017 - 11:19

Perché allungare i tempi di conservazione di quell'immensa mole di dati? I filtri, a livello di allerta, quando funzionano funzionano nell'immediato. Poi ci sono i tempi di un'inchiesta, la ricostruzione della rete sociale di un sospetto, i controlli sulle comunicazioni di ciascuno e le reti di ciascuno... Se oggi sei sospettato, oggi si verificano le tue comunicazioni e si scopre che magari tre anni fa eri in contatto con qualcuno che indirettamente era in contatto con un elemento pericoloso... Insomma, allungare i tempi indubbiamente favorisce le indagini 1/2

Ritratto di alex274

alex274

Gio, 05/10/2017 - 11:30

Per evitare le intromissioni di AGCOM immagino che basti registrare il sito web all'estero, e sempre all'estero avere il server relativo. Queste iniziative hanno le gambe corte.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 05/10/2017 - 11:33

---già con le leggi vigenti secondo me i gestori fanno i furbetti e non rispettano i termini di tempo---i gestori dovrebbero conservare 2 anni di telefonate ed 1 anno di navigazione online---però in fatti eclatanti di cronaca si scopre che gli inquirenti conoscano cosa spippolava su internet il presunto colpevole sin dalle calende greche--segno evidente che i gestori in realtà già conservino i nostri dati per tempi infiniti--ma la cosa che stride in questo tentativo di disegno di legge palesemente contro la privacy è che nessun leader dei 3 partiti destricoli abbia fatto un fiato--segno evidente che anche loro sono d'accordo sullo stato spione--QuebecAlfa--non ti illudere --non esistono sistemi sicuri per anonimizzarsi su internet al 100 per 100--e nel tentativo di farlo ottieni esattamente l'effetto opposto--attiri l'attenzione su di te e diventi un potenziale sospetto--swag

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 05/10/2017 - 11:36

Dopo anni di addestramento coi telefoni dalla destra (Berlusconi) adesso lo estendono anche ai loro "amici" compagniuzzi ,perché NON SI FIDANO. (:-#)

QuebecAlfa

Gio, 05/10/2017 - 11:52

Personalmente la mia posta elettronica è su un MIO server Debian di cui io ho la completa gestione del sistema ("root"). Uso crittografia a chiavi simmetriche e asimmetriche abitualmente quindi, come ho scritto, porgo i migliori auguri alle agenzie governative che desiderassero decodificare i miei messaggi. Imparate tutti voi questi semplici sistemi di trasmissione sicura. Se tutti lo facessero, non esisterebbe alcun problema di intercettazione per nessuno. Per altro in libera vendita sono presenti anche apparati radio digitali (DMR) su cui è altresì possibile attivare la crittografia con chiavi simmetriche fino a 256 bit... gli stessi poi in uso anche a forze di polizia. Già nel 2013 i trafficanti messicani avevano realizzato una loro rete radio digitale di comunicazione del tutto impenetrabile anche per FBI... Buona crittografia a tutti !

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 05/10/2017 - 12:28

E' valido lo stesso principio anche per il Presidente della Repubblica, quelli delle Camere e della Corte Costituzionale, del Consiglio Superiore della Magistratura e del Presidente del Consiglio?

diegom13

Gio, 05/10/2017 - 12:57

@QuebecAlfa: la rete dei narcos messicani era talmente impenetrabile che sono stati presi. Anche se è più difficile vederne il contenuto, una comunicazione cifrata ti dice che lì c'è qualcosa, e il blocco si finisce sempre per aggirarlo. E se anche tutti criptassero tutto, le software house sarebbero costrette a fornire le chiavi alle autorità, sicché ciascuno sarebbe ancora più sorvegliabile. E il tuo server Linux non è affatto impenetrabile, dato che passi comunque per un fornitore d'accesso. Anche se tu avessi un satellite tutto tuo, qualcuno ti deve fornire accesso alla rete. Puoi farti la tua rete, una serie di vps, tutto quello che vuoi... Ma o parli con te stesso oppure, nel momento in cui ti connetti con altri, sei sorvegliabile.

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 05/10/2017 - 13:47

stupirsi che i rossi facciano qualcosa di DEMOCRATICO è come quel tale che per far dispetto alla moglie si è tagliato gli attributi SCRIVETELO A LETTERE CUBITALI I COMUNISTI FUORI DEL CONTESTO SOCIALE prima che sia troppo tardi di danni ne hanno fatti fin troppi ORA BASTA

routier

Gio, 05/10/2017 - 14:18

"Quis custodiet custodes ipsos"? (chi controlla i controllori)?

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 05/10/2017 - 14:32

---quoto diego---swag