La grande tela dei renziani per fare affari con Doha

Con l'ex premier le relazioni erano fitte e lo Stato arabo doveva entrare in Mps. Rapporti stretti anche con Intesa

Una volta l'Economist ha definito il regno di Doha come «il pigmeo col pugno di un gigante». Più che il pugno, ad aprire le porte sono i petroldollari perchè il Qatar è un paese del Golfo Persico più o meno grande come l'Abruzzo ma ha il portafoglio gonfio di liquidità e un fondo sovrano - Qia (Qatar Investment Authority) - nella top ten mondiale per capacità di spesa. Lo sa bene anche l'ex premier Matteo Renzi che agli emiri ha steso tappeti rossi, dentro e fuori la sua Toscana. Fino a sponsorizzare l'arrivo del fondo come salvatore del Montepaschi nell'inverno 2016, ipotesi circolata per settimane prima del flop dell'aumento di capitale che poi per Siena ha portato all'intervento dello Stato.

In un'intervista a Repubblica il 15 gennaio Renzi ha difeso il suo appello a comprare titoli Mps («È un bell'affare», aveva detto a dicembre mentre la banca andava rotoli) tirando in ballo proprio gli arabi: «Ho detto in pubblico quel che ho ripetuto a tutti gli investitori stranieri. Avevamo creato le condizioni per un investimento estero importante, il fondo del Qatar, che ha detto no il giorno dopo il referendum per l'instabilità politica».

Per alcuni osservatori l'interesse dei qatarini, peraltro mai confermato da Doha, era solo frutto dello «storytelling» renziano. Di certo, le strade fra Matteo e la famiglia dell'emiro Tamim al-Thani si sono incrociate di frequente. Come ha ricostruito di recente l'Espresso dedicando una copertina a «Matteo d'Arabia». E ricordando lo shopping immobiliare fatto a Firenze dal piccolo Stato del Golfo.

A cominciare dal Four Seasons, hotel a cinque stelle dove oggi Renzi occupa una stanza adibita a ufficio privato, acquistato da al-Thani quattro anni fa. Senza dimenticare la nuova rotta aperta di recente dalla Qatar Airways da e per Pisa, scalo controllato dalla società Tosca Aeroporti presieduta da Marco Carrai, il richelieu renziano. La «Qatar connection» sembra continuare anche con Renzi fuori da Palazzo Chigi: il 3 maggio La Stampa scriveva che per salvare l'Alitalia Matteo avrebbe chiesto aiuto all'amico al-Thani, già acquirente del 49% di Meridiana, con cui si scambia «frequenti sms». Le relazioni diplomatiche ufficiali con Doha sono però affidate a Pasquale Salzano, ex direttore degli Affari istituzionali dell'Eni, che in aprile è diventato il nuovo ambasciatore italiano in Qatar. E che nel settembre del 2014 era fra gli ospiti del matrimonio di Carrai. A fare da cicerone per la costruzione dell'ospedale Mater a Olbia è stato invece Lucio Rispo, manager della Qatar Foundation (guidata Mozah bint Nasser al-Missned, madre dello sceicco, ricevuta da Renzi a Palazzo Chigi un anno fa) che in Sardegna investirà 1,2 miliardi.

C'è però un altro interlocutore italiano con cui il Qatar ha stretto affari ben più importanti: Intesa Sanpaolo. Nell'ottobre scorso l'istituto guidato da Carlo Messina ha aperto una filiale operativa a Doha presso il Qatar Financial Center. Non solo. Intesa ha finanziato per 5,2 miliardi il consorzio composto da Glencore e il fondo sovrano del Qatar nell'acquisto di una quota del colosso petrolifero russo Rosneft. Operazione celebrata, in gennaio, al Cremlino con un incontro al quale hanno partecipato Vladimir Putin, l'ad di Intesa, Carlo Messina, il numero uno di Rosneft, Igor Sechin e anche il capo di Qia, Shaikh Abdullah bin Hamad bin Khalifa Al Thani.

Commenti

masbalde

Mar, 06/06/2017 - 23:07

Renzi ed il suo cerchio-giglio magico sono un COMITATO DI AFFARI,

swiller

Mar, 06/06/2017 - 23:36

Anche il PD a braccetto con i terroristi.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 07/06/2017 - 01:35

---cara camilla----hai parlato di tutto ma non della cosa più importante---cioè del fatto che nel giugno 2016 il nostro paese ha siglato un accordo monstre con il governo di Doha, al quale l’Italia, in cambio di quasi 4 miliardi, fornirà la bellezza di sette navi di superficie di oltre 100 metri (di cui 4 corvette), una nave anfibia Lpd (Landing Platform Dock) e due pattugliatori Opv (Offshore Patrol Vessel)---cioè in poche parole armiamo gli stati canaglia che sostengono il terrorismo---e poi abbiamo pure il coraggio di piangere lacrime di coccodrillo dopo ogni attentato in europa?----ma ce li meritiamo tutti a mio avviso---swag

Popi46

Mer, 07/06/2017 - 05:48

E ora che l'Arabia Saudita ha rotto con il Qatar, come la mettiamo?

edo1969

Mer, 07/06/2017 - 06:19

Presto la maria etruria offrirà pure il suo corpo

LostileFurio

Mer, 07/06/2017 - 07:13

Son cosi' stufo di questi comunisti col rolex d'oro...

paolonardi

Mer, 07/06/2017 - 07:26

Una domsnda cattiva: quanto rimane nella disponibilita' della famiglia di contadini rignanesi?

Siciliano1

Mer, 07/06/2017 - 07:28

ucci ucci sento odor di ...........

abocca55

Mer, 07/06/2017 - 08:46

Attacchiamo Renzi per gli affari con il Qatar e poi su finmeccanica, e poi sulle acciaierie. Qui si spara contro l'Italia, e solo per rubare qualche voto in più. Quando la smettiamo con questa lotta corrosiva?

umberto nordio

Mer, 07/06/2017 - 11:00

Il nostro venditore di tappeti ha certamente fatto in modo di ritaglirsi le " frange".

Marcello.508

Mer, 07/06/2017 - 11:02

abocca55 - Il Qatar è stato alienato da altri paesi musulmani perché finanzia i fondamentalisti islamici. Se poi "pecunia non olet" per il suo riferimento politico, credo che sia un bene alienare questi sceicchi che usano il petrolio non per aiutare i paesi poveri mediorientali, ma per incrementare l'invasione dell'occidente, far costruire istituti religiosi islamici per favorirne il proselitismo a tappe forzate. Il vero motivo è questo, non quello che lei dice a difesa non machiavellica del suo pupillo a prescindere.

leopard73

Mer, 07/06/2017 - 12:49

IL BISCHERO HA FATTO Più RAMIFICAZIONI LUI CHE LA GRAMIGNA DI 100anni. INCAPACE E LADRO.

Duka

Mer, 07/06/2017 - 13:40

x LostileFurio: non solo rolex e gioielli (v.di Pinotti), cashmere, ville di gran lusso, tenute agricole e vitivinicole, e molto molto altro tutto piovuto dal cielo senza mai lavorare un solo giorno in vita loro. I PCI siedono in parlamento a vita.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mer, 07/06/2017 - 14:07

ve l'ho scritto in tutti i modi. Renzi ed il suo governo hanno tradito l'Italia per il danaro qatariota al fine di favorire l'invasione mussulmana dell'Italia e dell'Europa. Stessa cosa provarono a fare co Hu Jintao ed il governo cinese in carica. I cinesi rifiutarono ed affondarono 5 navi provenienti dall'Indonesia al largo d Macao nel 2011 lasciando morire i naufraghi. Evidentemente Renzi ha risposto SI grazie. Ricordate la velocità con la quale hanno messo in piedi mare nostrum per andare a prenderli ai margini del deserto? Molice Linyi Shandong China

mariod6

Mer, 07/06/2017 - 18:13

Dove arrivano le famiglie Renzi e Boschi ci sono in ballo soldi e prebende. La stanza come ufficio privato nell'hotel c'è anche nella denuncia dei redditi oppure è un omaggio di Al Thani ???