Caridi, dal Senato arriva autorizzazione ad arresto

Grasso non cede di un millimetro e tiene il punto: prima di procedere con l’esame del provvedimento sull’Editoria, si voti sulla richiesta di arresto per Caridi

L’aula del Senato ha approvato, con voto segreto, la richiesta di autorizzazione all’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari nei confronti di Antonio Stefano Caridi (Gal). Il senatore è accusato dalla Dda di Reggio Calabria di essere colluso con la ’ndrangheta. I voti favorevoli sono stati 154, 110 i contrari, 12 gli astenuti. La giornata però a palazzo Madama è stata molto movimetata. Pietro Grasso infatti è stato irremovibile volendo invertire l'ordine del giorno dei lavori e portando la richiesta di arresto subito ai voti. Dopo la decisione assunta dal presidente e annunciata da Grasso, in Aula è prevalsa la confusione, con diversi gruppi, tra cui anche uno di maggioranza, Area popolare, che hanno chiesto a Grasso di rivedere la sua scelta, mentre FI ha provato a chiedere che si votasse sulla ’inversione della inversione dei lavori. Zanda per il Pd, si è limitato a "una presa d’atto" e ha aggiunto: "È una sua decisione, il regolamento è chiaro, è una decisione del presidente del Senato". Non solo. Zanda ha ricordato che l’Aula del Senato finora "ha lavorato molto intensamente anche fuori dagli orari abituali, con molta responsabilità, e non c’è stato mai da parte di nessuno, nemmeno delle opposizioni, un momento di ostruzionismo e per questa ragione avevo suggerito di non modificare l’ordine del giorno. Ci sono dei momenti nella vita del Parlamento in cui il Parlamento è chiamato a scelte molto difficili e questo è uno di quei momenti. Sono certo che l’Aula continuerà a esprimersi secondo coscienza, secondo diritto e senso dello Stato anche nelle decisioni che siamo chiamati a discutere ora. Io prendo atto, perchè il regolamento è chiaro, che si tratta di una decisione del presidente". Dopo il dibattito si è proceduto al voto con scrutinio palese.

Commenti

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 11:01

non è la prima volta che impone il potere che ha , lo fece sul Berlusconi e lo rifarebbe nuovamente , quindi è il potere che a volte distingue le regolari discussioni dei lavori e scalette , i capi gruppi non si riuniscono se non sono d'accordo e ignorano anche se sapevano.

no_balls

Gio, 04/08/2016 - 11:54

perche' ci sta qualche problema se arrestano un senatore ??? il giornale non e' daccordo ??? Non esiste solo l'isis.... abbiamo anche criminali nostrani.. ahhhh gia' !! siete garantisti !

fcf

Gio, 04/08/2016 - 12:02

Degno continuatore di Napolitano.

tRHC

Gio, 04/08/2016 - 12:38

no_balls:pero' e' strano e problematico quando il senatore e' rosso,come la mettiamo con la tua spiritosaggine?

no_balls

Gio, 04/08/2016 - 12:47

Indagini dei ROS .... Caridi agli arresti per associazione mafiosa Ndrangheta.. stava per diventare anche componente commissione antimafia su scelta di Schifani... Il senato approva l'arresto... il giornale fa ironia.... i suoi lettori dicono che Grasso e' degno continuatore di Napolitano.. Il cerchio si chiude.... L'isis sta sbarcando a Roma..... pauraaaaa.

no_balls

Gio, 04/08/2016 - 12:50

e perche' Forza italia e simili non hanno fretta ??? Si parla di ndrangheta..... pensano che le indagini dei carabinieri dei Ros siano un accanimento politico ??? E il giornale che problemi ha ? garantista ?

no_balls

Gio, 04/08/2016 - 13:01

ma quelli che hanno votato contro l'arresto del compagno cosentino (condannato e in galera) sono gli stessi che non hanno fretta ?? e quando pagheranno di tasca propria per il loro collaborazionismo ?? povera italia....

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 15:58

tutto a posto possono arrestarlo , il si all'arresto è passato con voto segreto , mica era di sx , tutto come previsto , il potere è anche questo

Ritratto di hermes29

hermes29

Gio, 04/08/2016 - 16:17

Il fatto che non si seguono le normali procedure significa che esistono senatori-deputati di serie A e di serie B. come Berlusconi e altri oppositori. Mi dispiace per Caridi perché appartiene alla procedura B. Purtroppo quando alcuni magistrati diventano politici, le varie interpretazioni danno luogo alle eccezioni e prerogative alfine di riservare un trattamento iniquo. "Grasso che cola" una volta si diceva quando tutto era gestito da una parte soltanto.

nerinaneri

Gio, 04/08/2016 - 16:17

no_balls: non sai che qui sono tutti garantisti?...

Ritratto di Zio_Fester

Zio_Fester

Gio, 04/08/2016 - 17:08

Pero' ben 110 contrari, certo che il voto è libero. Ma il testo dell' argomento dice "collusioni con la n'drangheta". Quindi di un fatto grave. Questo è anche un motivo che all'estero ci deridono, perché manco su fatti gravi siamo uniti, anzi ci sono fatti gravi che fanno divisioni, e chissà quali altre cose. Quindi cosa pensare di chi vota contro ? Sarà anch' egli colluso con qualcosa, sarà un amico, o avrà amici, avrà paura ? Secondo mè un vero onesto, dovrebbe votare a favore dell'autorizzazione ad arresto o indagini, o al massimo potrebbe astenersi. In Inghilterra, germania e francia questo non avviene, su fatti gravi hanno sempre almeno 80% a favore o più, massimo 12-15% di astenuti, ed un rimanente 8-5 % di contrari. Mi raccomando boicottatemi anche questo commento !

fervore50

Gio, 04/08/2016 - 18:29

hermes29, prima di mettere in funzione quello che hai tra le orecchie, mettere in funzione x te e' una esagerazione, vatti a leggere cosa dicono i ros dei carabinieri su questo signore, non i magistrati, c.......!!

Anonimo (non verificato)

moichiodi

Gio, 04/08/2016 - 18:50

Che informazione! Pare che il mariuolo è grasso. Non un accenno al motivo della richiesta e come hanno votato i vari gruppi e con quale motivazione.

Ritratto di hermes29

hermes29

Gio, 04/08/2016 - 18:50

@Zio_Fester Certamente in Inghilterra Germania e Francia non esistono diversi metodi di giudizio, con interpretazioni personalistiche. Parlando di avvisi di garanzia, non si cercano i colpevoli controllando decine di migliaia di utenze, e pagare per le intercettazioni 630 milioni di euro. Se poi andiamo a vedere quanti verranno eletti in politica.....

Ritratto di hermes29

hermes29

Gio, 04/08/2016 - 19:01

Qui in Italia l'immunità è prerogativa esclusiva della casta; sbagliano? e continuano a fare carriera arrivando a percepire anche 30 mila euro mensili, ricoprendo svariati incarichi in addizionale. Dio in terra diventerebbe Rosso dalla vergogna per tanto potere in loro delega. Piccole mele marce che condizionano arbitrariamente le scelte politiche di milioni di cittadini. Troppo squilibrio.

pinux3

Gio, 04/08/2016 - 21:01

@unosolo...E' un "potere" che gli deriva dalla LEGGE...

pinux3

Gio, 04/08/2016 - 21:06

@moichiodi...Per fortuna per informarsi esistono anche altri giornali...