Grasso difende Saviano: "Può fare la fine di Siani o Impastato"

L'ex presidente del Senato interviene sul caso sollevato da Matteo Salvini a proposito della scorta di Roberto Saviano: "La camorra lo vuole morto da anni, senza la protezione rischia di fare la fine di Siani o Impastato"

"Dobbiamo scegliere da che parte stare: se con Saviano o con Salvini". Inizia così l'ultimo post pubblicato su Facebook da Pietro Grasso. L'ex presidente del Senato, ora senatore di Liberi e Uguali, ha preso posizione in maniera netta sulla polemica che vede protagonisti Matteo Salvini e Roberto Saviano. Dopo l'attacco dello scrittore al leader leghista ("Salvini è crudele, inumano e incapace") che ha risposto proponendo di discutere la revoca della scorta a Saviano ("Valuteremo la sua situazione"), Grasso ha difeso l'autore di Gomorra, che "rischia di fare la stessa fine di Pippo Fava e Peppino Impastato".

Questa la lettera pubblicata su Facebook dall'ex presidente del Senato. "Salvini è il ministro dell'Interno e, proprio in quel ministero, si decide chi deve essere protetto dallo Stato. Con le frasi di stamattina vuol far capire a Saviano di non criticarlo, di stare zitto, altrimenti può intervenire per lasciarlo senza protezione contro la camorra, che lo vuole morto da anni per le sue inchieste e per il suo essere diventato un simbolo della lotta alle mafie. Allo stesso tempo - continua Grasso - sta facendo passare l'idea che avere la scorta sia un privilegio e un costo, non una necessità che limita la libertà di chi è sotto protezione. La libertà di un giornalista di fare inchieste contro le mafie vale tutti i soldi che spendiamo per garantirgli di fare il suo lavoro". Quindi l'appello-ricordo in memoria di alcuni giornalisti caduti sotto i colpi della criminalità organizzata.

"Non vogliamo altri Pippo Fava, Peppino Impastato, Mario Francese, Cosimo Cristina, Giovanni Spampinato, Mauro De Mauro, Giancarlo Siani, Mauro Rostagno, Giuseppe Alfano", conclude l'ex presidente del Senato, contemplando dunque l'ipotesi che lo scrittore giornalista possa diventare un facile bersaglio della camorra se si decidesse di revocargli la scorta. Cosa che per Salvini andrebbe fatta visto che "Saviano risiede per molto tempo all'estero", nella sua casa di New York.

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 21/06/2018 - 17:50

tutte balle!

dagoleo

Gio, 21/06/2018 - 18:02

E quindi dobbiamo pagare a vita la scorta a questo arricchito dell'antimafia? Io la scorta istituzionale la farei pagare da lui stesso con i suoi molti soldi, giacchè non si tratta di un politico. E' vero che alle prossime elezioni il PD provvederebbe subito a farlo eleggere, per levargli ogni fastidio.

sirio50

Gio, 21/06/2018 - 18:03

Grasso vergognati

Giorgio5819

Gio, 21/06/2018 - 18:07

Mo va a cagher !

Giovanmario

Gio, 21/06/2018 - 18:15

da buon siciliano questo qui spara cassate a vuoto.. ma che esempio di kakà fa.. se è per quello.. gli può anche cadere in testa un pezzo di cornicione mentre passeggia in greenwich village..

cir

Gio, 21/06/2018 - 18:19

sarebbe un sogno !!

Romolo48

Gio, 21/06/2018 - 18:57

Uno più bello dell'altro!!

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Gio, 21/06/2018 - 19:28

Urca...è arrivato il salvatore della Patria!!!!!!!!! anche lui con la scorta!!!

manente

Gio, 21/06/2018 - 21:00

Grasso e Saviano hanno in comune di aver "lottato" il primo contro la mafia ed il secondo contro la camorra senza averle sconfitte, senza avere riportato un graffio ed avendone ricavato entrambi un bel gruzzoletto!

manente

Gio, 21/06/2018 - 21:33

La scorta Saviano e Grasso se la dovrebbero far pagare da Soros, il noto "filantropo" pluri-pregiudicato che è il guru e nume tutelare della sinistra mondialista, euro-serva ed atlantista che appesta l'Italia.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Gio, 21/06/2018 - 22:30

Ma va... la gramigna non muore nemmeno se l'ammazzi! E poi quale mafioso spenderebbe soldi in proiettili rischiando la galera per Saviano? Saranno cattivi ma non certo stupidi. Lasciate che Saviano cammini da solo per le vie di Roma o di Palermo godendosi la compagnia delle risorse della Boldrini ad ogni angolo di strada o degli zingari alla Stazione Termini, oppure direttamente a casa sua. Sperimenterà una dimensione tutta nuova della vita quotidiana... vedrete, dategli tempo due mesi e si butterà tutto a destra! Simpatizzerà perfino per Almirante e Mussolini! E' troppo facile fare i buonisti e i comunisti quando sei in una botte di ferro!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 21/06/2018 - 23:41

di scorta neanche la ruota, a questi due

billyjane

Ven, 22/06/2018 - 02:39

EMBEH

Duka

Ven, 22/06/2018 - 08:35

VUOLE LE GUARDIE DEL CORPO? SE LE PAGHI !!!!!

stefano751

Ven, 22/06/2018 - 11:08

Divi dello sport e dello spettacolo hanno la scorta personale pagata a loro spese, Saviano è un diventato un divo dello spettacolo, è milionario, dovrebbe pagarsi la scorta in considerazione anche dei programmi televisivi, ben pagati con il denaro degli abbonati, che lo sovvenzionano. Uno poi che è minacciato non dovrebbe troppo esporsi al pericolo personale e della scorta girovagando per il mondo.

stefano751

Ven, 22/06/2018 - 11:12

Saviano è una vittima e va salvaguardata, ma non deve far diventare gli altri vittime dei suoi insulti, pensasse a lottare contro la mafia, ma non ad insultare in continuazione e pesantemente un ministro della repubblica italiana democraticamente eletto. Saviano da vittima rischia di diventare carnefice.

stefano751

Ven, 22/06/2018 - 11:17

Salvini è stato democraticamente eletto e votato da milioni di italiani. Insultare Salvini significa insultare milioni di italiani, significa mettere a rischio la sicurezza nazionale, significa iniettare odio contro lo stato. Grasso e Saviano hanno un consenso insignificante. Sono logorati dal fiasco elettorale. Logorati dal potere. Perchè il potere logora, ma logora soprattutto chi non ce l'ha.

stefano751

Ven, 22/06/2018 - 11:20

Invece di pensare ad insultare pensassero a trovare il modo per sconfiggere la vera criminalità. Idee ci vogliono non chiacchiere. Voi fate solo politica e siete i difensori delle cause già perse.

stefano751

Ven, 22/06/2018 - 11:27

Ogni italiano è vittima della criminalità e avrebbe bisogno di una scorta. Imprenditori, commercianti, liberi professionisti, giornalisti devono ogni giorno difendersi dagli attacchi del racket, della mafia, delle estorsioni. Chi difende costoro con una scorta? Togliere la scorta a tutti, perchè il coraggio e l'intelligenza nell'affrontare i pericoli costanti valgono più di una scorta e comunque l'onere non deve essere addossato ai cittadini, si usassero i soldi confiscati alla mafia.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Ven, 22/06/2018 - 12:01

Perché per Grasso che cola le Forze dell'ordine sono possa 'e mercoledì se crepano per difendere un pistola percependo dui salario dieci volte meno??

tonipier

Ven, 22/06/2018 - 12:59

" NON PENSO PROPRIO TUTTI... MA QUASI? GLI SCORTATI SONO TUTTI DEI BUFFONI SOTTO LA PROTEZIONE DELLA DEGENERAZIONE SOTTOPROLETARIATO?. questi sembrano richiedere la scorta come se nulla fosse, se ne fregano del danneggiamento che creano a un popolo.

tonipier

Ven, 22/06/2018 - 13:28

" SOTTO TUTTE LE LATITUDINE I COMUNISTI SONO DEI VERI assalitori diligenze.