Grecia, ancora una bocciatura dall'Ue: "Non siamo soddisfatti"

Niente progressi nei negoziati con Atene, ma per la Commissione le discussioni con Tsipras "stanno proseguendo"

La Commissione europea "non è soddisfatta dai progressi fatti sino ad oggi" nei negoziati con la Grecia: il lavoro "deve intensificarsi in vista della riunione informale dei ministri delle Finanze" prevista per il 24 aprile a Riga, in Lettonia. È quanto ha affermato il portavoce dell'esecutivo comunitario, Margaritis Schinas, sottolineando che le discussioni con Atene "stanno proseguendo" e che la riunione della prossima settimana "fornirà l'occasione per fare il punto della situazione".

Nonostante la mancanza di progressi nei negoziati con Atene, la Commissione europea rimane convinta, però, della necessità di trovare un accordo con le autorità elleniche ed "è impegnata a facilitare" questo processo.

"La Grecia costituisce il 2% del Pil europeo. Se non risolviamo questo problema, ci rendiamo ridicoli". Lo dice l'ex premier italiano Enrico Letta, in un'intervista al tedesco Handeslblatt. "Gli investitori di Shangai e di altre parti del mondo direbbero, 'l'Europa è strana, investiamo altrovè". "I greci ci appartengono - continua -. Naturalmente con un ministro delle Finanze come Varoufakis non è facile, questo lo so per esperienza. Ma è anche vero che le sanzioni da sole non portano a nulla". "Abbiamo bisogno di misure precauzionali. E se condividiamo una moneta, dobbiamo poter reciprocamente verificare i nostri bilanci"

Commenti

ORCHIDEABLU

Gio, 16/04/2015 - 15:25

TSIPRAS TIENI DURO NON MOLLARE SIAMO CON TE.

curiosity1

Gio, 16/04/2015 - 16:18

Certo che Tsipras è incredibile...se vuol fare come si pare (e a casa sua ne avrebbe anche il diritto) se ne esca dall'euro, nazionalizzi le banche greche, stampi moneta e chi si è visto si è visto. Ma se vuoi stare nell'euro (e ribadisco che non ti obbliga nessuno) DEVI rispettare le regole che il tuo paese ha approvato. Punto e basta!

Blueray

Gio, 16/04/2015 - 16:41

Possono discutere fino alla settimana dei sette giovedì. La Grecia è virtualmente al secondo default e con le discussioni non si tirerà certo fuori. Tsipras spera di cambiare l'Ue e l'Ue spera di cambiare Tsipras. Peggio delle coppie scoppiate.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 16/04/2015 - 17:45

Avere a che fare con gli strozzini e' dura, non mollano di un centesimo.