Greta arringa i ragazzi: "Basta selfie"

L'attivista svedese 16enne ai 20mila giovani: «Agite, gli adulti ci fregano il futuro»

Roma Bella Roma, ora però devo andare. Il circo di Greta Thunberg sbaracca velocemente per proseguire la tournée mondiale. Sono stati tre giorni faticosi e, come ogni venerdi, si conclude in bellezza, marinando. Tanto giustifica Greta. Dopo Casellati e Bergoglio, la scaletta odierna prevede un salto da Landini e il palco di piazza del Popolo. Partiamo da qui e dal classico pistolotto sui governi insensibili al calore. Gli dice bene perchè è il 19 aprile e a mezzogiorno fanno (già) 24 gradi all'ombra; bell'assist, non c'è che dire. Nel frattempo 128 ciclisti pedalano energia in scioltezza. Tutto molto bello con i bambini in libera uscita che fanno selfie.

Bando ai convenevoli: l'arcigna attivista svedese viene subito al dunque: «Negli ultimi sei mesi milioni di studenti hanno scioperato ma nulla è cambiato. Molto male. Le emissioni stanno aumentando, non c'è nessun cambiamento politico. Dobbiamo prepararci a lottare per lungo tempo, ci vorranno anni» afferma ai 20 mila ragazzini dal palco dei suoi Fridays for Future. E insiste: «Dobbiamo decidere il percorso, non siamo qui per farci selfie». Appunto. Qualcuno gli fa notare che si sta saltando la scuola con gli scioperi scolastici del venerdì. Lei ribatte: «Stiamo provando a cambiare il mondo, un bivio per l'umanità». Il caldo anomalo fa sudare e questa ufficialmente non è una festa. Si attaccano Tav, Mose, inceneritori, capitalismo. L'incontro del Senato con Greta, avvenuto giovedì, è l'episodio che scatena più rabbia. «L'avete chiamata solo per farvi i selfie con lei» ruggiscono gli interventi dal palco, contro i politici (Matteo Salvini è l'unico citato per nome, e scatena qualche fischio) che hanno votato contro gli accordi di Parigi. «I politici si divertono a prenderci in giro. Non capiscono che noi non vogliamo essere strumentalizzati, ma ascoltati».

In mattinata la sedicenne aveva incontrato il segretario generale della Cigl Maurizio Landini che le ha regalato un capellino rosso e la tessera della Cgil. «Benvenuta, se sei d'accordo vorremmo consegnarti la tessera onoraria della nostra organizzazione. È un grande piacere averti qui». Anche per Greta è un gran piacere avere qualcosa di utile tra le mani per potersi sventolare. Che caldo.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 20/04/2019 - 10:13

La sedicenne svedese ne dimostra 13, ma mi hanno spiegato che è vittima di una malattia molto seria. La poverina svedese viene sfruttata per un propaganda sicuramente giusta, ma invasiva, oltre i limiti della sopportabilità. Vada in Francia ed in Germania, dove hanno certamente più motivi per essere "ripresi". Tanti auguri per il suo futuro, ma con poche speranze se é manovrata da gente che la sfrutta.

ex d.c.

Sab, 20/04/2019 - 12:40

Basta Greta!

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Sab, 20/04/2019 - 13:24

«Agite, gli adulti ci fregano il futuro». Già. Vi freghiamo il futuro! In compenso vi facciamo campare al presente molto meglio di come campavamo noi alla vostra età. Alla... «profeta» 16cenne una domanda la farei: i soldi, molti soldi, per la tournée mondiale sono il frutto del tuo lavoro e di quello dei tuoi coetanei? Chi te la paga? C’è qualcosa in questo movimento di lattanti, che mi ricorda L'agitazione studentesca a inizio maggio del ‘68, alla Sorbona. Essa in Italia partorì gli assassini delle brigate rosse e, in altre parti, i «vedi fuori e rossi dentro». Non ce ne siamo ancora liberati. Cara presuntuosa Greta, se non stai attenta il tuo e il nostro futuro ce lo frega la tua presunzione. Va a scuola e studia soprattutto la storia!

Garombo

Sab, 20/04/2019 - 14:22

Io non capisco cosa volete da questa ragazza, cerc di smuovere le coscienze dei nostri figli rincoglioniti e li indirizza verso una lotta giusta per il pianeta, ma bisogna essere proprio cattivi per agire come voi.

restinga84

Sab, 20/04/2019 - 14:24

@02121930-10:13.Buongiorno.Certamente!Questa e`una marionetta nelle mani di essere umani senza scrupoli.Questa povera ragazza un giorno si svegliera`e,allora,dovra`affrontare la dura realta `della vita quotidiana che sara`molto diversa da quella che le hanno inculcato

cir

Sab, 20/04/2019 - 17:03

ma scusate ... chi se la prende la responsabilita' di farvi buttare via la macchina diesel , perche' qualcuno ha molto gas da vendere , vedi "medio oriente" , di dirvi che una lampadina da 15 euro 60 watt , e' piu' "conveniente" che una da un euro 60 watt a filamento ,che una nave da crociera che brucia un milione di litri alla settimana, non e' nulla confronto alla bassa emissione di CO2 del tuo diesel moderno che fa 25km con un litro ,ma devi buttarlo via , che le frecce tricolori vanno ad aria ed acqua purissima del Trentino ma la tua casa e' fuori norma e devi mettere le valvole termostatiche che servono esclusivamente a chi le produce e a chi le installa ? Solo una mossa simile puo' passare per veritiera !!

cataldoleo

Sab, 20/04/2019 - 23:52

“Le” dice bene “Le” fa notare NON “gli”... giornalisti IGNORANTI...!!!