La Guardia di Finanza indaga sui rapporti tra Ama e coop

Tre funzionari dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac), guidati dal generale Francesco Carofiglio, sono stati ricevuti dal Presidente di Ama Daniele Fortini, che si è dimostrato disponibile a collaborare con le istituzioni

Continuano le investigazioni su "Mafia Capitale". Questo pomeriggio, tre funzionari dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac), guidati dal generale della Guardia di Finanza Francesco Carofiglio, sono stati ricevuti dal Presidente di Ama Daniele Fortini, che si è dimostrato disponibile a collaborare con le istituzioni: "Da parte nostra c'è l'assoluta e totale disponibilità a collaborare con gli organi di controllo e vigilanza. In questa fase estremamente delicata per l'Amministrazione capitolina e per Roma, siamo lieti di continuare a collaborare per garantire trasparenza e legalità, due valori che questa realtà aziendale, fatta di donne e uomini che lavorano ogni giorno al servizio della città, intende fissare come cardini del proprio operato".

I funzionari hanno ottenuto da Fortini la documentazione relativa ai rapporti tra coop e Ama che, in quanto società in house, non potrà comunque essere commissariata nel caso venissero riscontrate irregolarità, ma si potranno commissariare solamente i singoli appalti.