Guerra giudiziaria Repubblica-Marchini. "Io diffamato, voglio 30 milioni"

Nel mirino presunte operazioni offshore tra il costruttore, il Lussemburgo e la banca Popolare di Vicenza. Ma lui annuncia querela

Il candidato sindaco di Roma, Alfio Marchini

"Questa è diffamazione". Alfio Marchini non ci sta a farsi linciare da Repubblica. Così, dopo l'ennesimo attacco mosso dal gruppo L'Espresso, ha messo in campo gli avvocati per adire ad una azione risarcitoria complessiva di 30 milioni di euro nei confronti di Repubblica. Una causa che potrebbe sbancare Carlo De Benedetti.

Marchini è stato preso di mira non appena si è candidato al Campidoglio. L'ultimo attacco è contenuto in un articolo che riguarda presunte operazioni offshore tra il costruttore, il Lussemburgo e la banca Popolare di Vicenza. "Malgrado le precisazioni fornite ieri - spiega la nota di Marchini - nel testo sono ancora contenute falsità e gravi omissioni che hanno creato e continuano a creare gravi danni materiali e morali a persone e società, alcune delle quali tra l'altro quotate in borsa". In particolare nell'articolo di Repubblica, il gruppo Marchini viene accusato di aver ottenuto in questo modo 60 milioni di euro, "nonostante la Popolare di Vicenza avesse già erogato un credito di 75 milioni di euro che non era riuscita a recuperare".

Come già più volte ribadito direttamente e pubblicamente, Marchini ha fatto notare a Repubblica di aver indicato erroneamente società descritte come facenti parte del gruppo Marchini o riconducibili a Marchini. "Per quanto riguarda il prestito dei 75 milioni - tuona Marchini - non solo alla data delle suddette operazioni (i famosi 60, erogati da fondi ufficiali, e che certamente né Marchini né il management erano a conoscenza che fossero al 100% della banca) la posizione non era a incaglio ma la società aveva già pagato regolarmente circa 6 milioni di euro di interessi". Piuttosto, prosegue il candidato sindaco di Roma, nell'articolo si continua ad omettere "premeditatamente" di come la società Lujan al pari di migliaia di azionisti è parte lesa nei confronti della banca per aver visto evaporare l'investimento fatto nel capitale della banca stessa. "Danno ancor più grave perché arrecato utilizzando liquidità della società", conclude.

Commenti

giovauriem

Ven, 26/02/2016 - 13:12

chiunque è nemico di de benedetti ha il mio plauso , però mi pongo un interrogativo : se marchini è un imprenditore che può avere crediti da 70 milioni , cosa ci fa, eventualmente , con lo stipendio di sindaco ?

giovauriem

Ven, 26/02/2016 - 13:14

dimenticavo ! caro marchini in italia non troverai , mai , un giudice che ti possa dare ragione quando dall'altra parte c'è de benedetti .

vince50_19

Ven, 26/02/2016 - 14:15

Monotonia assoluta, giornalismo politico zero, fotocopia di veline/notizie di amici particolari passate sotto banco. Bisogna comprenderli: "So ragazziiiiii" ..

ex d.c.

Ven, 26/02/2016 - 14:32

Strana l'inchiesta su chi, di fatto, divide i voti dei centristi. Nessuno dovrebbe fare politica per guadagnare, ben venga chi ha fondi per proprio conto

frabelli1

Ven, 26/02/2016 - 14:49

Tutto il tifo per Marchini.

un_infiltrato

Ven, 26/02/2016 - 16:29

Marchini sarà Sindaco di Roma.

Luca.IV

Ven, 26/02/2016 - 17:06

Marchini e" uno che ha molta disponibilità economica...giustamente come si chiede Giovauriem cosa ci fa con lo stipendio da sindaco? Allora forse lo fa veramente x il bene di Roma..mah...

Ritratto di lettore57

lettore57

Ven, 26/02/2016 - 17:14

@vince50_19 si capisce che lei è rimasto solo in casa, anche l'ultimo acaro se ne è andato e si puo fregiare del titolo del piu intelligente rimasto tra le 4 mura domestiche !!!

Giunone

Ven, 26/02/2016 - 17:28

p.s. Come ben accennò un lettore del forum giorni fa: " quando la puntualissima carovana rossa del grembiulone si mette in motto, per/para/e contro la politica, persino un panino al prosciutto sarebbe inviato al ergastolo". Al resto poi ci pensa republiketa & co.

vince50_19

Ven, 26/02/2016 - 19:22

lettore57 - Guardo lei e mi illumino d'immenso!

michetta

Sab, 27/02/2016 - 12:18

Avrei da riscrivere, una notizia, gia' pubblicata, di quanto cavilloso-opportunista-detrattore, sia sempre stato quel foglio, diretto da Scalfari, fin dall'infanzia giornalistica, adeguatamente spalleggiato, da sempre, dai sxxxxxxxxxi in servizio permanente continuo. Eravamo nell'anno 1986! Oggi, 30 anni dopo, malgrado la vecchiaia del fondatore, il cambio dei giornalai, pardon, giornalisti, ne sentiamo ancora delle belle str....te, per le quali, occorre la querela/denuncia! Anche questo, e' un altro dei motivi, per il quale, non bisogna MAI comprare quel giornale, ne' dar retta, a quanto afferma! Lo fanno gia' da sempre, gli sporchi rossi.... ANDIAMO/ANDATE TUTTI A VOTARE !!!