Ha sterminato la famiglia pur di non separarsi

Dopo aver strangolato la moglie ha preso il figlio, lo caricato in auto e ha guidato per mezz'ora. Luigi Alfarano, ha avuto il tempo di guardarlo negli occhi,di pensare e ripensare al feroce copione criminale che stava scrivendo, ma ha deciso di continuare. Senza risparmiare il bimbo, Andrea, che ad agosto avrebbe compiuto 4 anni. E così quest'uomo di 50 anni, coordinatore dell'Associazione nazionale tumori di Taranto, ha guidato fino alla casa di campagna, nei pressi di Palagiano, dove ha preso la pistola e ha sparato. Un colpo al figlio, poi un altro per se stesso. Sono gli ultimi drammatici dettagli che affiorano il giorno dopo la tragedia, innescata da una separazione che aveva posto fine a quattro anni di matrimonio. Una scelta che proprio l'altro pomeriggio doveva essere discussa in uno studio legale. Ma la moglie, Federica De Luca, 30 anni, non è mai arrivata all'appuntamento: sua madre, insospettita dal ritardo ha fatto scattare l'allarme. Ma era ormai tardi.

BCast