Hillary, rincorsa infinita L'eterna candidata prova a diventare "first woman"

La Clinton scende in campo: domani l'annuncio della candidatura alla Casa Bianca

E quindi Hillary Clinton si candida alla Casa Bianca. Ufficiale e scontato. Perché candidata lo è di fatto dal 4 gennaio 2008, da quando cioè perse le prime primarie in Iowa contro Barack Obama. Lei era lei, lui non era ancora lui. Hillary perse e cominciò una lunga agonia verso la rinuncia a una candidatura che alla vigilia e sulla carta pareva cosa fatta.

Prima donna alla Casa Bianca, dicevano. Invece fu il primo afroamericano. Otto anni dopo la Clinton è lì, di nuovo. E di nuovo: prima donna presidente, ma anche prima First Lady presidente, prima dinastia orizzontale anziché verticale.

Sarà, anzi è, un referendum: o con lei o contro, perché oggi come allora parte da favorita. Unica di quelli che stanno pensando di provarci che alla Casa Bianca ci pensa quantomeno dal giorno in cui uscì da First Lady nel 2000. Fu allora che cominciò la lunga e lenta corsa verso la candidatura del 2008. Stessa persona, stesso personaggio, diversi il contesto e l'atteggiamento: non un annuncio con i fuochi d'artificio, ma un tweet e un video che saranno messi in rete domani. Hillary è Hillary, sempre. L'America è l'America. E quindi: sarà ancora come allora. Come si muove, come parla, come si comporta, come tratta Bill, chi sceglie. Le sue rughe e i suoi capelli. Candidata, moglie e madre e ora anche nonna. Hillary con tutti, contro tutti e contro se stessa. Il primo test arriva tra nove mesi, a gennaio in Iowa. Deve vincere prima contro gli sfidanti del suo partito, a cominciare dalla senatrice Elizabeth Warren, che è molto più a sinistra di lei: dicono che la Clinton avrà come punto forte della sua campagna la lotta alla diseguaglianza economica ricchi-poveri. Terreno difficile, per lei che oggi è la preferita di Wall Street. Poi toccherà agli avversari: tra i repubblicani sono candidati il libertario Rand Paul, il senatore Ted Cruz, arriveranno l'altro senatore ispanico Marco Rubio, poi probabilmente altri. Tra cui Jeb Bush. Hillary è davanti, per potenza economica, per preparazione, per attesa. Basta? In America non si sa mai se può bastare. Domani comincia una campagna elettorale lunga. Si vota a novembre del 2016. È una vita.

Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 11/04/2015 - 09:17

Dopo il negro farlocco pure la cornuta? Americani, tutti possono sbagliare ma perseverare vi costerebbe non poco.

plaunad

Sab, 11/04/2015 - 09:58

Ma ancora ???? Ma la pianti e se ne stia a casa a fare la calza e lucidarsi le corna.

Silviovimangiatutti

Sab, 11/04/2015 - 10:37

L'altro candidato democratico Martin 0'Malley, ex Governatore del Maryland, è meglio di lei.

Luigi Farinelli

Sab, 11/04/2015 - 10:40

Una programmatrice di disastri politici e geopolitici mondiali: una vera icona dell'ideologia al potere e del mondialismo mercantilista che vuole avere sempre più potere a scapito della ragione e, soprattutto, del parare dei cittadini (occidentali) ormai scavalcati in ogni loro funzione e diritto di espressione. E infatti fra un po' comincerà il lavaggio del cervello di regime per farne la candidata alla Casa Bianca perché "è ora che sia una donna"! (vedrete cosa sarà capace di fare la RAI, coi suoi beceri messaggi ideologici!) Se proprio donna deve essere (per scelta ideologica) che sia almeno una donna diversa. L'Italia dovrebbe dolorosamente ricordare cosa, questa icona del potere massonico mondialista le abbia inferto di recente, aiutata da grandi traditori nostrani e "amici" europei; ma vedrete i "vuoti di memoria" quando arriveremo al dunque del voro!

plaunad

Sab, 11/04/2015 - 11:21

Cosí tutte le squinzie yankee tipo Amanda Knox, la gran protetta della Hillary, potranno venire in Italia a fare le loro porcate.

vittoriomazzucato

Sab, 11/04/2015 - 12:05

Sono Luca. Hillary Clinton: ci vuole un gran coraggio e faccia tosta per candidarsi alla presidenza degli USA. Con che faccia si presenta agli elettori dopo aver sopportato tutte le angherie-scandali della sua vita privata. GRAZIE.

marinodefiume

Sab, 11/04/2015 - 12:45

con che faccia di bronzo si presenta la signora Clinton come candidata alla presidenza degli USA. Non si ricorda più quando era segretario di stato ed è successo quell'episodio in Libia costato la vita di 4 americani causa sua? Oppure crede che la gente si dimentica facilmente questi fatti. Gli stessi americani penso se ne ricordino tuttora!! Sappiamo che il NWO farà di tutto per sostenerla ma gli elettori hanno in mano il voto per darle una solenne bastonatura

paolonardi

Sab, 11/04/2015 - 14:06

Dopo la fallimentare presidenza Obama sarebbe l'affossamdnto definitivo di una politica che tenesse conto della minaccia idlamica.

CONDOR54

Sab, 11/04/2015 - 22:34

hillari presidente e monica segretario di stato che pacchia per i giornali gossip fuori. corona subito!!!!!!!!!

CONDOR54

Dom, 12/04/2015 - 09:47

che spasso hillari presidente e monica segretario di stato con billj maggiordomo della casa bianca !!! miele x i gossip x almeno 4 anni corona libero. subito !!!!!!!!!!!!!