Hollande rinuncia a togliere ai jihadisti la nazionalità

Dopo 4 mesi di trattative andate in fumo e 63 ore di discussione ieri l'annuncio ufficiale

L'ultima promessa, François Hollande l'aveva fatta dopo gli attentati di Parigi del 13 novembre. Ieri il dietrofront: la Francia non revocherà la nazionalità ai terroristi francesi. Neppure se condannati in via definitiva. Una resa al suo stesso partito, per Hollande. Diviso da una logica repubblicana, ma soprattutto politica. Stando all'ultimo sondaggio, il gradimento presidenziale è sceso al 18 per cento.

Così, dopo 4 mesi di trattative andate in fumo e 63 ore di discussione, ricorda Le Monde, ieri l'annuncio ufficiale: dopo il Consiglio dei ministri «ho deciso di chiudere il dibattito costituzionale» per non essere riuscito a ottenere un consenso unanime sulla proposta di revoca della cittadinanza, ha detto Hollande in diretta tv.Una presa d'atto della sua debolezza politica in vista delle presidenziali 2017, con il segretario Ps Jean-Christope Cambadélis costretto a presentare «le scuse» della maggioranza. Gli attacchi al provvedimento non erano arrivati tanto dalla destra repubblicana di Nicolas Sarkozy, che ieri ha ricordato: «Eravamo pronti a votare la revoca per i binazionali, Hollande condanna il Paese all'immobilismo».

Contrari erano soprattutto l'ala sinistra del Ps, guidata da Martin Aubry, e i Verdi. La gauche aveva già storto il naso per i nuovi poteri dati alla polizia, a dicembre. Il ministro della Giustizia Taubira si era dimesso. Poi il premier Valls ha fatto sapere che la gauche-gauche considerava inaccettabile un provvedimento applicato solo agli aventi doppi passaporti.«Per preservare l'eguaglianza davanti alla legge», i vertici Ps hanno proposto di allargare la revoca «a tutti» i condannati per terrorismo (creando potenziali apolidi, se «solo» francesi), ha spiegato Bruno Le Roux, capogruppo socialista all'Assemblea nazionale. Valls al Nouvel Obs diceva che «la decadenza della nazionalità non arreca danno al diritto del suolo, ma punta solo a colpire terroristi condannati, francesi che hanno fatto la scelta di colpire altri francesi». Sarebbe stata una Francia che ripudia i suoi stessi figli? Forse. Certamente più coraggiosa: la riforma costituzionale l'avrebbe messa sullo stesso piano di Gran Bretagna e Stati Uniti. Invece le camere non si riuniranno a Versailles come promesso tre giorni dopo gli attentati di Parigi e 130 morti.Il Front National parla di «sconfitta storica». Hollande replica: «Non devierò dagli impegni che ho preso per garantire la sicurezza del Paese».

Commenti

gigetto50

Gio, 31/03/2016 - 09:11

......ammesso che avesse tolto la cittadinanza...e poi? Espulsi nei loro paesi di origine? Ma per favore...basta sparate eletorali... E' prima di darla la cittadinanza, che va pensato bene....non come il nostro governo cattocomunista che vuole darla a tutti e subito, ius soli etc...etc....

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 31/03/2016 - 09:15

Duri di comprendonio anche i francesi,senza mostrare i denti non fate paura a nessuno,questa e'la dimostrazione che l'eurabia non ha piu'scampo.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 31/03/2016 - 09:21

francesi che hanno fatto la scelta di colpire altri francesi!?!?!?!? a me sembrano attacchi da parte di musulmani verso cristiani anche se spesso usano la parola occidente,che e'la stessa cosa ma senza farla apparire come attacco religioso.

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 31/03/2016 - 09:29

la soluzione deve essere europea (l'immigrato o non che e'coinvolto con il terrorismo va tolta la cittadinanza a lui e famigliari e cacciati nel paese d'origine)

antipifferaio

Gio, 31/03/2016 - 09:31

Qual'è la notizia?...Ah si...che anche i francesi hanno il loro BUFFONE DI SINISTRA FILO-ISLAMICO?... Beh...tutto grasso che cola per la Le Pen visto che la sinistra in tutta Europa sta marcendo con una progressione a vista d'occhio... Ovviamente con buona pace di Berlusconi e dei "nuovi kompagni" di F.I. et similia in Eurabia saudita...

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 31/03/2016 - 10:03

I benpensanti dicono ma no non l’Arabia Saudita bensì … Orbene i maomettani citano spesso, contenti loro, la Malesia come esempio di civiltà musulmana moderna … dimentichi del fatto che l’economia malese è tutta in mano ai cinesi (discriminati). Nella confederazione malese (che ha espulso Singapore a maggioranza cinese) la legge (non crudeli terroristi) prevede che i musulmani (definiti pudicamente bumiputra, o indigeni), pari solo al 60% della popolazione, siano gli unici che possano accedere alla quasi totalità delle cariche pubbliche. Nei bandi di gare pubbliche le ditte islamiche possono avere un prezzo superiore del 10% rispetto a quello delle ditte non islamiche, se una famiglia islamica compra una casa ha diritto per legge a pagarla 10% in meno di una non islamica, ecc.

giovauriem

Gio, 31/03/2016 - 10:12

questo è un altro pagliaccio , politicamente correttissimo , i politici di tutti i paesi , non capiranno mai , cosa vogliono i loro cittadini , per che stanno chiuse nelle loro roccaforti istituzionali a fare i loro loschi affari , disinteressandosi della gente che dovrebbero amministrare .

svegliatevitutti

Gio, 31/03/2016 - 10:35

QUANTE VOLTE A GIRATO E RIGIRATO LA GIACCA IN 4 ANNI??

Aegnor

Gio, 31/03/2016 - 11:32

Dal kkkomunislamico d'oltralpe era lecito aspettarsela.

little hawks

Gio, 31/03/2016 - 14:42

Secondo me chi non accetta la costituzione francese ed i suoi principi di uguaglianza, fratellanza e legalità non può continuare ad avere gli stessi diritti civili. Non solo i terroristi ma chiunque reputi che le donne valgano la metà degli uomini, per fare un esempio, deve essere straniero in Europa

fabiod

Gio, 31/03/2016 - 16:28

Dov'è la notizia? Hollande che é un idiota. L'Europa che ha giá perso???