I caccia israeliani si eserciteranno nei cieli sardi. Proteste di Sel e M5S

Gli aerei di Tel Aviv svolgeranno esercitazioni di bombardamento sull'isola insieme all'Aeronautica italiana e a quella Nato. Barricate di Sel e M5S

I turisti in vacanza sulle spiagge sarde potrebbero essere sorvolati a volo radente dai caccia militari israeliani? Sembrerebbe fantascienza, eppure l'ipotesi non è così remota.

L'aviazione italiana infatti, insieme alla Nato, avrebbe raggiunto un accordo con la sua omologa israeliana per esercitazioni congiunte di bombardamento al poligono sardo di Capo Frasca, in provincia di Oristano. I documenti militari su cui la notizia, svelata giorni fa da L'Unione Sarda e ripresa oggi da Il Fatto Quotidiano, si basa confermerebbero l'impegno delle due forze aeree - oltre che quello dell'Alleanza atlantica - per il secondo semestre del 2014, pur senza indicarne le date precise.

Stato Maggiore della Difesa e Aeronautica militare avrebbero inoltre confermato la presenza della forza aerea di Tel Aviv per la consueta esercitazione "Vega", che coinvolge effettivi dell'aviazione italiana, Nato ed isrealiana e si svolge ogni anno tra ottobre e novembre in provincia di Cagliari, all'aeroporto militare di Decimomannu.

Il gruppo di Sel alla Camera ha presentato un'interrogazione parlamentare per chiedere l'immediata sospensione delle esercitazioni: "Appare inopportuno e particolarmente fuori luogo organizzare esercitazioni a fuoco con le Forze aree israeliane, responsabili in questi giorni dei bombardamenti sulla Striscia di Gaza - si legge nel documento presentato a Montecitorio dai deputati del partito di Vendola - che hanno prodotto fino ad ora più di mille vittime tra la popolazione civile e un incalcolabile disastro umanitario nella zona."

Nei giorni scorsi anche i deputati del Movimento Cinque Stelle delle commissioni Esteri e Difesa avevano depositato un'altra interrogazione chiedendo al governo Renzi e in particolare la ministro della Difesa Roberta Pinotti di sospendere immediatamente le manovre in programma in Sardegna.

I parlamentari grillini hanno invocato la coincidenza con i bombardamenti ordinati da Tel Aviv sulla Striscia di Gaza, ma  si sono anche espressi contro lo sfruttamento del territorio sardo: "Riteniamo inaccettabile - reca scritto il documento dei 5 Stelle - che, nonostante nella regione sia oggi presente il 61 per cento delle servitù militari, nonché i tre più grandi poligoni d'Europa, il territorio sardo sia sottoposto a un'ulteriore, ennesima violenza ambientale e sociale, che ormai avanza nel totale silenzio delle istituzioni".

Le polemiche inoltre coinvolgono anche le forniture militari che l'Italia garantisce ad Israele, che comprendono i cannoni navali da 76mm prodotti da Finmeccanica e montati sulle unità motocannoniere della classe Sa'ar, come anche i sensori radar Gabbiano, di cui sono dotati i droni israeliani Hermes.

Anche contro gli accordi che regolano queste forniture si sono scagliati i parlamentari di opposizione di Sel e M5S. Il ministro della Difesa Pinotti, per ora, non ha ancora risposto alle proteste che le sono state inoltrate.

Commenti

killkoms

Gio, 31/07/2014 - 19:46

barricate di sel e m5s?ci credo!in sardegna dovrebbero venire ad addestrarsi kamikaze e fetayn!

ocaaaa

Gio, 31/07/2014 - 20:01

Ma Renzi e la nostra ministra della Difesa che cacchio fanno? Sanno almeno che c'e la guerra a Gaza? Povera Italia.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 31/07/2014 - 20:10

Questi Italiani, mi meravigliano, per la loro stupidità ed ignoranza, (Parlamentari e militari, intendo). APRIRE LE FRONTIERE AD UNA INVASIONE MUSSULMANA!!! E AIUTARE I CACCIA ISRAELIANI IN ESERCITAZIONE SU TERRITORIO ITALIANO!!! CHI PAGA LE CONSEGUENZE DI CIÒ CHE ACCADRÀ ???

meloni.bruno@ya...

Gio, 31/07/2014 - 20:38

Cari comunisti,e cari 5 stelle,strano mi ricordano tanto negli anni settanta altri personaggi con le cinque punte! Dicevo se non vi piace quello che lo stato Italiano decide,decidete voi di espatriare dove più vi fa comodo.

Sapere Aude

Ven, 01/08/2014 - 06:41

Sel e M5S sono alimentati da pericolose ideologie, consciamente o inconsciamente che siano, che vogliono la conquista dell'Islam in Europa. Non lo dicono per non alimentare paure in chi, stufo di una certa politica vede in loro la salvezza. Quando apriranno gli occhi sarà troppo tardi!

ANTONIO1956

Ven, 01/08/2014 - 07:36

Israele è alleato dell'Occidente non vedo dove sia il problema, solo menti malate e partigiane come quelle di sinistra avanzano sempre questo tipo di proteste. Israele mai ci ha bombardati e mai ha messo bome nei nostri aeroporti come invece hanno fatto per anni i terroristi palestinesi. Quindi perché dovremmo supportare i palestinesi o gli islamici invece che Israele ?? Israele è una democrazia che si difende a denti stretti contro nemici che fanno di tutto per cancellarlo dalla faccia della terra: noi dobbiamo difendere Israele non gli stati terroristi che lo combattono .

Ritratto di Y93

Y93

Ven, 01/08/2014 - 09:17

ottimo... le 5 stelle non capiscono una mazza....

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 01/08/2014 - 10:23

Non sono con Amas né posso giustificare il terrorismo islamita; capisco, pur con qualche fatica, la posizione israeliana. Però che vengano ad esercitarsi a casa nostra non mi pare una buona idea. Il nostro interesse dovrebbe essere quello di prendere le distanze da entrambi i contendenti, però evitando le "equidistanze" alla Mogherini, forse idonea a fare la massaia, non il ministro degli esteri.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 02/08/2014 - 23:20

I primi obbiettivi da bombardare per i caccia israeliani? LE BARRICATE DI SEL E GRILLINI.

claudio63

Ven, 14/11/2014 - 19:59

I grillini fanno delle polemiche ambientaliste sterili e prive di fondamento: vadano infatti a vedere come le zone assicurate ai militari sono di fatto PROTETTE e l'ambiente naturale come ne risulta rivalutato. questi sono dati del WWF, per chi non sapesse.