I capi di Sabrata sono ex jihadisti ora «amici dell'Italia»

Sabato sera, Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, i due ostaggi sopravvissuti, sono stati immortalati in diverse ed un po' imbarazzanti foto ricordo (vedi quella pubblicata in questa pagina) a Sabrata con il sindaco, Hussein Al Zawadi. Al loro fianco i comandanti dei miliziani locali tipicamente salafiti o legati ai Fratelli musulmani. Al Zawadi è un trafficante di combattenti jihadisti in partenza per la Siria e l'Iraq, che vuole accreditarsi con l'Italia. Dopo il raid Usa su Sabrata ha dichiarato guerra alle bandiere nere, ma lo scorso 13 ottobre era stato arrestato all'aeroporto di Tunisi per i traffici jihadisti. La sua milizia ha sequestrato decine di lavoratori tunisini ottenendo il rilascio del primo cittadino.FBil