I Cinque Stelle in discesa, balzo avanti di Forza Italia

Ixè e Index Research concordi nel rilevare un passo indietro dei grillini. Bene il centrodestra. Forza Italia avanza, mentre Salvini non sfrutta l'onda Le Pen

Il Movimento 5 Stelle cala, il centrodestra avanza. Mentre aumentano le pressioni sul premier Paolo Gentiloni per andare alle elezioni anticipate, i sondaggi dell'ultima settimana danno un situazione politica molto fluida con il partito di Beppe Grillo, che perde terreno e accorcia il distacco con il Partito democratico, e Forza Italia che cresce ancora nelle intenzioni di voto.

Secondo il sondaggio elaborato dall'Istituto Ixè in esclusiva per Agorà (Raitre), si riduce il distacco, che soltanto qualche settimana fa superava i due punti percentuali, tra il Movimento 5 Stelle e il Partito democratico. Nelle intenzioni di voto, il movimento fondato da Grillo è, infatti, calato dello 0,1% rispetto a sette giorni fa, passando dal 28,5% al 28,4%, mentre il Pd è aumentato dello 0,4% raggiungendo in questo modo il 27,3%. Anche all'interno del centrodestra si segnala il segno più. Secondo i sondaggisti di Ixè, Lega Nord e Forza Italia (rispettivamente al 12,9% e al 12,6%) restano molto vicine. Secondo l'elaborazione fatta dalla Index Research, invece, Forza Italia, in continua crescita, avrebbe raggiunto il 13,2% staccando così di quasi un punto la Lega Nord. "Matteo Salvini - fanno sapere gli analisti - non riesce a sfruttare l'ondata Le Pen e rimane stazionario al 12,4%".

Come già Ixè, anche Index Research rileva un Movimento 5 Stelle in discesa. Il partito di Grillo avrebbe, infatti, perso quasi mezzo punto nel giro di una sola settimana. La distanza dal Pd si sarebbe, quindi, accorciata di qualche decimale arrivando a quattro punti e mezzo. Alla domanda "Se ieri si fossero tenute le elezioni politiche, lei per quale partito avrebbe più probabilmente votato?" il 30,2% degli intervistati ha indicato il Movimento 5 Stelle che ha perso lo 0,3% rispetto alla scorsa settimana. Il Pd, invece, ha accorciato le distanze attestandosi al 25,6% con un balzo avanti dello 0,1%.

Commenti

diesonne

Ven, 28/04/2017 - 11:11

DIESONNE I SONDAGGI DIPENDONO DA COME SI FANNO E SI LEGGONO-I VOTI DELL'URNA SI CONTANO-LA DIFFERENZA NON E' DA POCO-

Ritratto di .nonnoFelicetto.

.nonnoFelicetto.

Ven, 28/04/2017 - 11:34

farsa itaglia, un partitucolo di serie B, B come BANANAS

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Ven, 28/04/2017 - 11:40

ma siete proprio convinti ????? se il discorso è solo che con il 12-13% poi farete il governo con renzi questo lo so già

Libertà75

Ven, 28/04/2017 - 11:41

Propongo di mandare Sergio Rame alla cronaca sportiva!

Tarantasio

Ven, 28/04/2017 - 11:49

''..un balzo avanti dello 0,1%.'' ????????

jaguar

Ven, 28/04/2017 - 12:46

I sondaggi sono come le previsioni del tempo, mai una volta che ci azzeccano.

LOUITALY

Ven, 28/04/2017 - 12:48

gli stessi sondaggi che dicevano avrebbw vinto clinton ???????

Atlantico

Ven, 28/04/2017 - 13:44

Poi non chiedetemi perché vengo a leggere questi articoli ! Il buon umore fa buon sangue !

aitanhouse

Ven, 28/04/2017 - 14:11

i sondaggi? gli italiani sono ormai il popolo più bugiardo ed ipocrita della terra e peggio ancora chi specula sulle loro manifestazioni per far soldi.Lasciamo perdere i sondaggi e ragioniamo. Se il centro destra fosse quel fenomeno che ha sbaragliato nel 2001 l'armata rossa, non avremmo alcun dubbio ,ma le vicende di tradimenti e voltagabbana degli ultimi anni hanno profondamente disgustato gli elettori,tanto che siamo convinti che per molti restare nel centrodestra vale conservare la poltrona fino a nuova prospettiva.Il M5S si propone oggi come unica forza capace di mandare a casa la baracca che si è prepotentemente installata al governo, godere della discesa del movimento è un atto di incoscienza :la sua alternativa non sarebbe altro che lasciare il paese nelle mani di buffoni,incompetenti,protettori di clandestini e di un'europa che si beffa di noi .

Fuoriorario

Ven, 28/04/2017 - 14:19

Anche oggi quotazione del Rame

micribol

Ven, 28/04/2017 - 14:34

Insomma i ladri e gli ignoranti fanno il pienone delle preferenze, le persone serie di FRATELLI D'ITALIA, LEGA E FI sono indietro, vedremo alle urne....

peter46

Ven, 28/04/2017 - 14:50

Sergio Rame...censura?Uno,rispettoso del 'lavoro' degli altri,viene a trovarla e lei...gli chiude la porta in faccia?

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 28/04/2017 - 16:10

Se questi sondaggisti sono come Piepoli (che fa i sondaggi per la Bianca nel suo condominio) siamo apposto!!!! Quando c'era ancora la DC secondo i sondaggi non la votava nessuno, salvo poi verificare che alle elezioni era il partito che prendeva piu voti!!! AMEN.

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 28/04/2017 - 19:17

certo ci vuole coraggio a pubblicare dei sondaggi con spostamenti dello zero virgola. Nonostante i fallimenti degli ultimi vent'anni di sondaggi ancora pubblicate queste cassate. E' meglio parlarne quando le variazioni sono di diversi punti percentuali. Articoli come questo servono solo a riempire le pagine e rodere la rispettabilità di cui gode il giornalista.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 28/04/2017 - 19:27

IO CREDO SOLTANTO AI SONDAGGI CHE FA FARE PER SUO CONTO BERLUSCONI; ANDIAMO AVANTI CON FIDUCIA. ..... Shalòm.....

pilandi

Ven, 28/04/2017 - 20:07

@micribol "persone serie" e "lega" sono un ossimoro

umbe65it

Sab, 29/04/2017 - 02:07

Al massimo può balzare di lato.

pilandi

Sab, 29/04/2017 - 02:10

@Adriano Romaldi ma sei serio? Sarebbe come chiedere all'oste se il vino è buono...

Giorgio Rubiu

Sab, 29/04/2017 - 07:37

Libertà75- Sergio Rame non fa altro che riportare i risultati di sondaggi fatti e commissionati da altri che, come RAI 3, sono tutt'altro che di centrodestra. Perché mandarlo alla cronaca sportiva? Da tanto fastidio uno spostamento d'opinione del valore di centesimi di punto? Ha ragione *disonne* quando dice che i risultati che contano sono quelli delle urne.

mcm3

Sab, 29/04/2017 - 10:22

M5S 28,4 %, PD 27,3%, FI 13% ed avete il coraggio di esultare...non contate niente