I DATI DELLA CGIACasa: valore giù del 15% ma imposte raddoppiate

Tasse su, valore giù. È il destino del mattone negli ultimi cinque anni, secondo uno studio della Cgia di Mestre. Nell'ultimo lustro infatti le tasse sulla casa sono raddoppiate, mentre il valore economico delle abitazioni è mediamente sceso del 15 per cento. «Fino a qualche anno fa - dice il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi - l' acquisto di un'abitazione era un investimento. Ora chi possiede una casa o un capannone sta vivendo un incubo. Tra Imu, Tasi e Tari gli immobili sono sottoposti a un carico fiscale insopportabile». L'esempio è quello di una casa di tipo civile (categoria A2): tra il 2010 e il 2014 il valore di mercato è sceso da quasi 200mila a poco meno di 170mila euro, mentre le imposte ordinarie sono salite del 104%, da 300 a 611 euro. E l'incidenza delle imposte sul valore della casa è passata dall'1,5 per mille al 3,6 per mille.