I doni di Renzi e Marino alla cupola

Il governo garantì 100 milioni a una società legata alla banda. Dal sindaco uno stabile comunale a canone agevolato per Buzzi

Roma - Alla cupola capitolina tutti sembravano ansiosi di fare regali. In particolare nel Pd. Due i cadeau più importanti giunti alla ghenga di Mafia Capitale, confezionati e infiocchettati da Matteo Renzi e da Ignazio Marino.

Scartiamo il primo pacco. E facciamolo all'Eur, quartiere metafisico a Roma Sud. Qui opera l'Eur Spa, potentissima azienda controllata per il 90 per cento dallo Stato per opera del ministero dell'Economia e delle Finanze e al 10 per cento dal Comune di Roma, che si occupa della gestione e della valorizzazione del patrimonio mobiliare e immobiliare di un quartiere talmente peculiare e pregiato da essere considerato quasi un' enclave nella città.

Molto legati all'ente sono due personaggi per nulla secondari della maxi inchiesta che sta mettendo a ferro e fuoco la Capitale: Riccardo Mancini, arrestato perché sospettato di essere a libro paga del clan, e citato più volte nelle intercettazioni come il «ciccione». E Carlo Pucci, anche lui finito in manette. Mancini dell'Eur Spa è stato amministratore delegato e dominus a lungo, e durante il suo dominio del quartiere mussoliniano ha creato una serie di società tailormade come Aquadrome, che avrebbe dovuto far nascere un parco acquatico al posto del demolito velodromo olimpico, Eur Power e Marco Polo. Mentre Pucci dell'Eur Spa è stato manager di medio taglio. E non è un caso che l'Eur fa da location a molti degli appuntamenti di «lavoro» intercettati dagli inquirenti.

Ma che c'entra Renzi? Lo racconta Beppe Grillo nel suo blog: «È interessante ricordare - scrive il comico genovese - che Matteo Renzi, con il decreto 66 (quello dei famosi quanto inutili 80 euro) anticipò liquidità a Eur Spa per 100 milioni di euro, prelevandoli peraltro dal fondo per il pagamento dei debiti della Pa verso le imprese. Il travaso di fondi pubblici fu giustificato con la necessità di pagare imprese e fornitori di Eur Spa». Una scelta discutibile, a cui il M5S in sede di discussione parlamentare si oppose, «proponendo di pagare direttamente le piccole imprese creditrici e di sostituire i vertici della società Eur Spa che avevano creato un enorme buco di bilancio». Un'idea di semplice buon senso che «venne come di consueto cestinata senza tanti complimenti. Il risultato è che grandi quantità di soldi pubblici sono stati messi a disposizione di personaggi come Pucci e Mancini, entrambi arrestati per essere il primo a libro paga e il secondo a disposizione della “banda di Roma”». Insomma, «il premier, che pontifica sugli sprechi pubblici delle Regioni (e intanto taglia indirettamente servizi vitali agli enti locali) è così disattento da garantire 100 milioni di euro a una società partecipata dal ministero dell'Economia in palese difficoltà finanziaria dovuta a una gestione del bilancio che con il senno di poi si può definire quanto meno sospetta». Meditate, gente.

E poi c'è il regalo di Marino. Che da un lato fa il moralizzatore, quello con cui «gli affari sono finiti». E dall'altro meno di due mesi fa ha firmato una delibera per la quale Salvatore Buzzi avrà stappato una bottiglia di champagne. Il 24 ottobre quel documento stabilì di dare alla cooperativa «29 Giugno», presieduta da Buzzi, braccio operativo di Massimo Carminati, la concessione dello stabile comunale di via Pomona a Pietralata (1.000 metri quadri coperti più 2.500 scoperti) a un canone di 1.229,40 euro mensili invece che i 6.147 euro valutati come canone congruo dall'ufficio stime del Campidoglio. Uno sconto di 4.917,60 euro mensili, pari a 59.011,20 annui, che corrisponde all'80 per cento della cifra totale. Trattamento di favore motivato dalla «valenza sociale delle attività svolte dalla cooperativa in tema di inserimento nel mondo del lavoro di persone in difficoltà». Una frase che fa sorridere amaramente, letta adesso. Quei 1.229 euro sembrano scandalosamente pochi per tutti, tranne che per il vicesindaco Luigi Nieri di Sel, secondo cui il mini affitto è meglio del niente pagato dalla cooperativa di Buzzi negli anni precedenti. Contenti loro.

Commenti

beale

Mer, 10/12/2014 - 22:10

....gli orchestrali del Titanic!....

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 10/12/2014 - 22:37

A mio parere queste vicende configurano chiaramente una associazione a delinquere tra politici e faccendieri utilizzando risorse pubbliche a fini di utilità prettamente privata!!!

magnum357

Mer, 10/12/2014 - 22:44

Fatto gravissimo, roba da codice penale per tutti e due, Renzi e Marino......e gli affari sono finiti!!!!! In galera !!!!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 10/12/2014 - 23:16

Renzi con l'incondizionato appoggio a Marino, incompetente e/o malfattore, ha perso tutta quella poca credibilità che ancora gli era rimasta. Siamo allo sbando.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 10/12/2014 - 23:28

L'effetto del progressismo della sinistra. Hanno fermato il nomadismo degli zingari ROM trasformandoli in parassiti stanziali caricati sulle nostre spalle. ORA I PARASSITI SI LAMENTANO E VANTANO ADDIRITTURA IL DIRITTO DI FARE I PARASSITI. QUESTO È IL PROGRESSISMO DELLA SINISTRA. COMPLIMENTI, TANTI COMPLIMENTI CARI

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 10/12/2014 - 23:34

La cooperativa 29Giugno aveva finanziato la campagna elettorale di Marino. Stranamente ha ricevuto poi dal comune una enorme facilitazione sull'affitto di un palazzo di ben 1000 (mille) metri quadri. SI CHIAMA ANCORA VOTO DI SCAMBIO O I TRINARICIUTI SONO RIUSCITI A FAR EVAPORARE ANCHE QUESTO REATO?

Triatec

Gio, 11/12/2014 - 00:16

Scusate ma come facevano, Renzi e Marino a sapere con chi trattavano. In Italia esiste solo uno che NON POTEVA NON SAPERE!! Lex dura lex sed lex.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 11/12/2014 - 00:53

Leggete quello che dice sul suo diario di Facebook Ignazio Marino ed i relativi commenti dei suoi leccapiedi e vi renderete conto di che capacità abbia a girare la frittata a suo favore...cose da non credere...!

Ritratto di gangelini

gangelini

Gio, 11/12/2014 - 01:05

Questi sinistri fanno il bello e brutto tempo, tanto nessuno li tocca. Loro sono superiori a certi eventi, per quantità e qualità dei furti, per il livello dei personaggi malandrini destinatari dei fondi.

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Gio, 11/12/2014 - 01:23

Dove son finiti i merdosi sinistrosi che da mesi son accampati su questo forum ad insultare la brava gente chiamandoli bananas. Su commentate, venite a scrivere le vostre solite ragliate, somari e falliti.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 11/12/2014 - 02:42

Ma stiamo sicuri che questi due usciranno pulitissimi, hannoil loro appoggio dal capo Napolitano, e dalla stampa amica. Infatti ora so parla solo di Alemanno, benche la magistratura abbia smentito che non è ne indagato ne non risulta che abbia portato soldi in Argentina, per il PD il marcio e solo a destra,mentre ci siano fotografie e altro che dimostrano che facevano votare i Rom, facevano pranzi con i ladri, che Renzi a avuto sda quei delinquenti soldi per la campagna politica.E non si venga a dire che non li conosvevano, Poletti li conosceva tutti essendo il capo delle cooperative rosse.

AVO

Gio, 11/12/2014 - 06:19

A morte i traditori della patria e dei responsabili che hanno portato l'italia e gli italiani alla miseria.

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Gio, 11/12/2014 - 07:11

se questo bubbone fosse scoppiato con il pdl a questo' ora ci sarebbe in atto una guerra civile, i giornali e telefiornali ne sparlerebbero a gran voce, i comunisti avrebbero gia' invocato l'intervento dell'europa e tirato per la giacchetta il presidente della falsa repubblica il quale avrebbe tuonato chiedendo un passo indietro a tutti. invece trattandosi dei compagni tutto rimane con un basso profilo, i telefiornali preferiscono dare spazio a omicidi di poveri bimbi e di madri (non che non siano importanti per carita') , parlano dell'europa che ci bacchetta e di mille altre cose. fanno schifo tutti quanti!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 11/12/2014 - 07:17

e ringraziate questo giornale che pubblica l'operato del vostro movimento segaiolo! perchè negli altri giornali queste cose non ne vogliono parlare :-) ed infatti solo noi e pochi altri pubblicano notizie confermate da riscontri giudiziari o comunque con prove!!!! continuate, PSICOSINISTRONZI, a leggere i vostri pornogiornali preferiti, come il corriere della sera, la repubblica, il fatto quotidiano, ecc.... :-)

vince50_19

Gio, 11/12/2014 - 07:28

Se le cose stanno nei termini riportati in questo articolo c'è solo una cosa che dovrebbero fare questi due "attori": nascondersi per la vergogna e l'insipienza che ottunde loro il motoneurone dedicato alle "attività logiche". Ma non lo faranno perché hanno dalla loro quella ventilata superiorità morale che, come un "imene cerebrale", hanno perso da tempo immemore ma che fingono di non essersene accorti, di non saperlo.

pansave

Gio, 11/12/2014 - 07:42

E daje con la falce ed il martello che c'è ancora qualche osso sano.

vittoriomazzucato

Gio, 11/12/2014 - 08:16

Sono Luca. Ma la Gabanelli che fa inchieste "bomba sulla pizza, sulle case di Brunetta ecc...." come mai non si è accorta che a Roma la cupola faceva grossi affari. Può darsi che se ne fosse accorta, ma la redazione di RAITRE potrebbe averle detto: "lascia perdere". GRAZIE.