I dubbi sulla ditta di famiglia Usava il magazzino fantasma?

Da cinque anni l'azienda è intestata per metà al capo grillino. E nel cortile dell'edificio ci sono materiali edili

Il magazzino dell'azienda di famiglia dei Di Maio

Nel 2015 il vicepresidente del Consiglio Luigi di Maio ha pubblicamente dichiarato che la sua famiglia ha alle spalle una lunga tradizione nel settore edilizio. Circostanza che pare confermata, visionando i terreni di proprietà (al 50 %) del padre Antonio Di Maio nel Comune di Mariglianella e su cui è spuntato un manufatto fantasma che ad oggi non risulta censito nel database dell'Agenzia del Territorio (ex catasto). Mettendo bene a fuoco le foto si notano infatti a pochi metri dal manufatto fantasma attrezzi in un uso a una ditta edile. Si vedono, tavole in legno che potrebbero servire per l'installazione di impalcature nei cantieri edili. Ma anche mattoni e residui di cemento. Tutto materiale che un'impresa edile utilizza sia per l'allestimento di un cantiere che per la realizzazione di case e altri interventi. La presenza di materiale edile non dimostrerebbe nulla ma ovviamente fa sorgere alcuni sospetti. Che si aggiungono alle domande già poste dal Giornale al ministro del Lavoro sul manufatto realizzato sui terreni di proprietà della famiglia Di Maio. Il primo dubbio che andrebbe chiarito riguarda le attività svolte nel manufatto fantasma. Potrebbe essere stato utilizzato come deposito per le attrezzatture della ditta edile della famiglia Di Maio? La presenza sui terreni e all'interno del manufatto di mattoni e tavole in legno farebbe ipotizzare un uso di quei vani per l'attività edile. Ma potrebbe essere solo una coincidenza. E magari i Di Maio potrebbero aiutare a risolvere l'enigma. C'è un secondo passaggio che andrebbe chiarito: il periodo. In questo caso, la data è importante perché potrebbe scagionare Di Maio da ogni legame (fatta eccezione per quello familiare) con la storia del manufatto fantasma. In caso contrario potrebbe chiamarlo direttamente in causa. Ma bisogna andare indietro nel tempo. Nel 2014, la società di famiglia Ardima Srl viene ceduta al capo politico dei Cinque stelle e alla sorella. Il vicepremier diventa socio al 50% della società di famiglia che ha come principale scopo sociale la costruzione di edifici residenziali. La società, in realtà, è stata costituita nel 2012 mentre nel 2014 passa a Di Maio e la sorella. Il ministro ha sempre chiarito di non essersi mai occupato delle attività della società e di non aver mai versato un euro. Mentre la società è stata sempre attiva. Ma c'è un passaggio da chiarire: se terreni e immobile (fantasma) che si trovano nel Comune di Mariglianella siano stati usati per le attività edilizie. E soprattutto in quali anni.

Prima del 2014, il vicepremier non avrebbe alcun legame societario con Ardima Srl. Dopo il 2014 sì. E c'è il rischio che la società, di cui è azionista al 50% , abbia utilizzato come deposito per le attività edilizie un immobile che non risulta censito negli archivi dell'Agenzia del Territorio. I dubbi aumentano. E anche il silenzio. Restano senza risposte alcune domande: perché quell'immobile non risulta censito? C'è una autorizzazione edilizia? Una pratica di condono in corso? Da ieri non solo per il catasto il manufatto è sconosciuto. Ma anche per Equitalia che nel 2010 ha iscritto un'ipoteca solo sui due terreni. E non sull'immobile. Come si spiega?

Commenti

Marguerite

Lun, 26/11/2018 - 08:35

Ma questa mi sembra una VERA DISCARICA ABUSIVA !!! CH SCHIFFO !!!!!!!!!!

buri

Lun, 26/11/2018 - 08:45

stanno venendo a galla i scheletri nell'armadio di Di Maio. mi domando con quale faccia di bronzo egli ha ancora il coraggio di parlare

Jon

Lun, 26/11/2018 - 08:51

Certo e' un problema grave per i Cittadini Italiani..!! Perche' non parlare dell'occupazione abusiva della Nato, con centinaia di basi che dobbiamo pure mantenere a nostro carico.. Si deve fare sciacallaggio su un membro del Governo per spostare voti su Berlusconi...!! E questo sarebbe il metodo corretto?? Provochera' l'effetto contrario..!!

Marguerite

Lun, 26/11/2018 - 08:51

E DI MAIO....SAREBBE IL CAPO PARTITO DEGLI ONESTI ???? Che ne pensa il comico Beppe ???

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 26/11/2018 - 08:53

Che il ministro Di Maio si alzi il bavero: la tempesta mediatica è iniziata! Non potendo attaccare Salvini, che non ha scheletri né armadi (difatti la stampa di sistema, non avendo di meglio, si dà al commentare storie di amori finiti) i pennivendoli scandal(osi)istici si buttano sul più debole della coppia di disturbatori delle manovre dei padroni del vapore. E il Di Maio non può neppure sperare nell'indulgenza goduta dal furfante di Rignano...

Ritratto di Muk

Muk

Lun, 26/11/2018 - 09:04

A me Di Maio e Salvietta non piacciono, sono molto più di destra, ma caro Sallusti, non ti distingui neanche un pò dallo squallor che caratterizza il mainstream italiano. Dunque al più presto una legge che impedisca ai giornalisti italioti di scendere cosi in basso.

mbrambilla

Lun, 26/11/2018 - 09:16

Queste sono notizie da prima pagina? E dai, sarà pure vero ma cosi si diventa ridicoli...

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 26/11/2018 - 09:34

quelli di f.i. del p.d. e partitelli comunisteggianti simili, sono in crisi d'astinenza da "mangiatoia o mi sbaglio!

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Lun, 26/11/2018 - 09:35

Arriva "il babbo": una manna per il Fatto. Ma forse mi sbaglio; c'è babbo e babbo.

lagentiliana

Lun, 26/11/2018 - 09:38

Non di rado le attività delle imprese edili sono contigue alla camorra, in particolar modo in Campania, anche perché soggette al pizzo. Non dimentichiamo che nel Pomiglianese e nell'Acerrano, zone in cui la camorra la fa da padrona, i 5Stelle hanno raccattato voti con percentuali che vanno dal 50% al 70%. Poiché tutti i cittadini sono uguali dinanzi alla legge mi aspetterei l'apertura di un fascicolo da parte della Procura allo scopo di chiarire se vi sia stata evasione fiscale e contributiva. Il vicepremier mi pare, non vorrei sbagliare, che adotti quel famoso detto: "Fai quello che dico io e non fare quello che faccio io"! E il soggetto si permetteva di insultare Berlusconi? Mi viene il voltastomaco!

flip

Lun, 26/11/2018 - 09:40

non è una novità. da quello parti, fanno a gara a chi è più "furbo" chissà adesso che è al governo....

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 26/11/2018 - 09:45

Confidiamo nella Magistratura, se é innocente bene, altrimenti dovrà rispondere della cosa. NON POTEVA NON SAPERE vale per tutti non solo per Berlusconi. Salut!

Michele Calò

Lun, 26/11/2018 - 11:00

I pentapitechi, guidati dall'omicida Grillo (Cassazione dixit!), non hanno nemmeno seguito i corsi di catechismo altrimenti avrebbero presente la parabola del "Chi è senza peccato scagli la prima pietra!", che per gli analfabeti funzionali vuole dire che "il piu' pulito c'ha la rogna!" ovvero "onesta!, onesta!" un par de palle!!!!!

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Lun, 26/11/2018 - 11:01

Garantismo o giustizialismo, questo è il dilemma... Il signor Di Maio deve chiarire.

pippopippo334

Lun, 26/11/2018 - 11:04

Magari in america questo metodo funziona.Io sono italiano e lo trovo non solo inutile per che' i politici li giudico dalla loro competenza ed efficacia, ma una barbarie che genera odio tra le parti.Invece di unirvi contro gli speculatori che vogliono ridurvi in miseria vi dividete e litigate.Senza parole.da un expat

gigi0000

Lun, 26/11/2018 - 11:12

Sembrerebbe rilevarsi, altre all'abuso edilizio, anche un cambio di destinazione d'uso del terreno vincolato. Ma forse l'onestà si manifesta anche in questa maniera.

pippopippo334

Lun, 26/11/2018 - 11:15

Forse vivo in un altro mondo, ma per me il giudice supremo , per una nazione indebitata come l'italia non e' la magistratura che puo' giudicare un singolo politico, (eper me cio' e' irrilevante) , ma i mercati che possono far fallire l'italia.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 26/11/2018 - 11:17

Onestà, onestà. Ma va a ciapà i ratt!!!

flip

Lun, 26/11/2018 - 11:39

Renzi - Di Maio tali padri tali figli?

pippopippo334

Lun, 26/11/2018 - 11:39

essere onesto per un politico e' fare il bene del paese.far prosperare l'italia.Mi astengo da ogni giudizio sui 5S.Ma applicare la morale privata a chi governa un paese e' ridocolo.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 26/11/2018 - 11:44

qualcuno ha ancora dubbi su Berlusconi o su di maio? :-)

krgferr

Lun, 26/11/2018 - 11:58

@Marguerite...Di Mio-Macron: due stili diversi, identici obiettivi. Saluti. Piero

ulio1974

Lun, 26/11/2018 - 12:01

@pippopippo334 Lun, 26/11/2018 - 11:39: cosa vuol dire " applicare la morale privata a chi governa un paese e' ridocolo." ? che un politico può essere "moralmnete onesto" in modo differente cha da un privato? Una irregolarità fatta da un politico vale meno che di quelle fatte da un cittadino??!?!

krgferr

Lun, 26/11/2018 - 12:15

@Marguerite...Mi scuso: ovviamente è Di Maio; un Di Mio,fortunatamente credo, ancora non mi è noto. Saluti. Piero

pippopippo334

Lun, 26/11/2018 - 12:23

ma dove vive? lo sa che i servizi per difendere la liberta' e benessere di un paese "vero"/sovranoe indiendente,fanno di tutto e di piu'? lo sa che i vertici europei non sono indagabili dal primo magistrato di provincia, magari corrotto? Se esiste una nazione e uno stato questo ha la priorita' sui singoli. Valgono altre regole. Ma se l'italia non esiste allora ha ragione lei.

Marguerite

Lun, 26/11/2018 - 13:05

Krgferr, Con la differenza che Macron ha delle idee molto più LIBERALI.....ma visto che i Francesi sono come gli Italiani dei sfaticati assistiti....cosa si può fare ? Macron nel suo programma voleva rinviare 150.000 dipendenti statali INUTILI ma il liberalismo non fa parte della cultura dei latini....dunque inutile essere gelosi di paesi come i USA o il Giappone !!!!! La Le Pen voleva dare tutto gratis....pensione a 60 anni....Melenchon il lavoro di 32 ore alla settimana pagata 40 ore !!!!!! L’umica poltica che funziona e di non rompere le palle alle imprese e ORIVATIZZARE TUTTO !!!!

Marguerite

Lun, 26/11/2018 - 13:09

VOTIAMO MAURIZIO CROZZA AL GOVERNO, LUI SI....ALTRO CHE BEPPE !!! La puntata del 23 novembre era fantastica....spero che Di Maio, Conte, Salvini e Tria l’hanno vista !!!!

flip

Lun, 26/11/2018 - 16:15

marquerite la tua svizzera non è meglio degli altri.