I due vicepremier dimenticano il lato buono di noi "parassiti d'oro"

Egregio direttore, Ho lavorato per 38 anni presso un grande Istituto di credito, dove ho raggiunto il grado di direttore centrale e responsabile di 22 sedi operative, nelle quali operavano complessivamente 2.718 dipendenti. Anch'io quindi appartengo alla categoria dei «pensionati parassiti» che la «strana coppia» Salvini Di Maio non vede l'ora di eliminare. Dico «strana», ma dovrei usare parole e aggettivi ben più pesanti. Infatti, ad esempio, la coppia può apparire «strana» quando uno dei due, nel caso specifico Salvini, portando avanti il Decreto Dignità non pensi a quanti voti gli verranno a mancare da parte degli imprenditori di casa sua.

Invece, quando si tratta di pensionati (qualunque sia il metallo che viene alla mente di chi oggi si diverte a pesare sulla bilancia dell'arroganza l'assegno mensile che costoro percepiscono), penso che non si possa parlare di «stranezza». I «pensionati parassiti» prima di andare in pensione hanno lavorato in grandi aziende, industrie e banche. I contratti di lavoro, i trattamenti economici, compresi quelli pensionistici, erano regolati dalle leggi allora vigenti. Basterebbe per concludere che il trattamento pensionistico dei «parassiti» non può essere modificato. Ma Di Maio e Salvini non si fermeranno mai nella stazione dei diritti acquisiti. Penso però che sul problema dei pensionati d'oro si debba ancora riflettere. Per prima cosa è evidente che nessuna delle organizzazioni dove hanno lavorato i pensionati d'oro avrebbe affidato a costoro incarichi ad alto livello retributivo (e tassato in proporzione) se non fosse stata convinta di poter realizzare obiettivi significativi che non si sarebbero esauriti nelle loro aziende, bensì si sarebbero trasferiti all'esterno all'area dello sviluppo economico della nazione incidendo sui livelli dello stesso, ed anche, come è accaduto nel mio istituto, alla crescita delle assunzioni. In altri termini, il ruolo svolto dalla stragrande maggioranza dei pensionati d'oro non può paragonarsi al ruolo che nelle stesse strutture era riservato alla massa delle risorse umane.

Ho 87 anni; durante la mia vita ho incontrato e frequentato diverse centinaia di persone, ma non mi è mai capitato di vedere due soggetti tanto diversi tra loro come sono Salvini e Di Maio, che vogliono per forza andare d'accordo e soprattutto farlo credere agli altri. Voglio dare loro un consiglio: separatevi! Con viva cordialità.

Commenti

lavieenrose

Ven, 10/08/2018 - 08:50

mi spiace doverla deludere, purtroppo molte persone messe a capo di importanti aziende ed istituzioni sia pubbliche sia private ci sono arrivate per vie traverse e/o per familismo ed è proprio questa forse la causa principale del declino italiano. Riconosco però che questi personaggi non percepiscononuna pensione di soli 4 o 5 mila euro al mese, ma ben di più e ben altre liquidazioni hanno maccumulato.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 10/08/2018 - 08:54

benissimo! un pensionato che sa spiegare bene quello che tutti pensano! il governo gialloverde NON durerà! viva Berlusconi!

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 10/08/2018 - 09:01

In effetti, chi ha versato deve riscuotere. Esiste però un'esigua porzione di cittadini che sono privilegiati, sia sotto il profilo legale - mantenere il posto di lavoro per essersi prestati alla politica - sia sotto il profilo assistenziale - la pensione da lavoratore matura comunque mentre si affianca quella del politico, con regole votate dai politici che poi ne usufruiscono. Ora, se é assurdo fare leggi con valore retroattivo - io per esempio questa mattina non ho preso a calci il primo incontrato, cosa accadrà domani se verrà votata una legge a questo scopo ? - é altrettanto assurdo che i beneficiati facciano leggi a favore di se stessi. Altre volte ho espresso che questo iter dovrebbe essere sottomesso alla volontà popolare, comunque il fatto rimane che il controllato non può ne deve essere il controllore di se stesso.

batpas

Ven, 10/08/2018 - 09:58

Triste, molto triste. intervenire retroattivamente su contratti tra stato e cittadini è allucinante. potrebbero anche fare una leggina che, in spregio alle clausole contrattuali della sottoscrizione di Bot stabilisca che il rimborso è al 50% perchè i sottoscrittori hanno fruito di cedole. Questi sono fuori, e mi meraviglio di Salvini.

ilgrecista

Ven, 10/08/2018 - 10:14

La lega crede di avere il vento il poppa ma sentendo in questi giorni molti pensionati che l'hanno votata, con l'appoggio alla politica dei tagli 5s, gia' comincia a perdere molti consensi. Verifcare alle prossime elezioni

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 10/08/2018 - 10:40

Questo direttore, sarai un bravo dirigente ma non hai capito una sega. Se hai versato te li prendi tutti altrimenti ti tagliano secondo i versamenti fatti. Ma quanti furbetti che gli ultimi anni sono passati dirigenti.Da uno stipendio di 30mila euro sono passati di botto 80mila e molto più, di euro.

Riflettiamo

Ven, 10/08/2018 - 10:46

4000 euro lordi sono una pensione d'oro... e quasi 20.000 euro lordi al mese dei parlamentari (oltre ai benefits...) come li definiamo? Continuate a spaventare la gente comune con tagli ai loro redditi; impaurendoli sul loro futuro questi spenderanno sempre di meno e l'economia resterà sempre ferma. Tqagliare la spese pubblica (spesa per non dire sprechi) solo del 10% significherebbe 80 miliardi sonanti all'anno.

ilgrecista

Ven, 10/08/2018 - 11:02

Pensionati, la lega vi ha fregato alla grande, non votate piu' questo partito. Tutti a votare FI oppure il partito pensionati

flip

Ven, 10/08/2018 - 11:23

Dr. Bonfantino. concordo. ma i 2 filibustieri se ne fregano della retorica. a loro interessa il potere e lo vogliono conquistare a tutti i costi (possibilmente singolarmente) uno dei due poi, raglia solo quello che ordina il guru casaleggio. pensi in che mani siamo.

rise

Ven, 10/08/2018 - 11:46

Lasciando stare i commenti degli altri, risulta difficile far comprendere che le pensioni non sono minimamente coperte dai contributi versati in vita e che la tassazione progressiva riveste un carattere intangibile costituzionalmente. Mi chiedo tuttavia come si può pretendere una pensione che va oltre misura le necessità di vita del singolo. Per finanziarle occorrerebbe una tassazione dei beni immobili e mobili delle persone, a cui nessuno vuole più soggiacere. I beni personali depositati correttamente sui CC o investiti in BOT, la casa, sono il frutto di un lavoro già tassato e poi per darli a chi ha già usufruito di stipendi gonfiati negli anni in maniera sproporzionata o che detiene altri mezzi mi pare un' enormità. L' articolo più che lagrimevole mi sembra stomachevole nei confronti di chi percepisce stipendi minimi a fronte di responsabilità enormi.

rise

Ven, 10/08/2018 - 11:48

Mi chiedo infine se per 38 anni (non 42 come i comuni mortali) il pensionato ha lavorato gratis e devoluto tutti i suoi guadagni alle dame di carità.

GioZ

Ven, 10/08/2018 - 11:51

Come al solito, i pensionati che in queste lettere difendono i loro diritti acquisiti evitano di scrivere, nero su bianco, l'informazione principale: quanto prendono di pensione. La questione, in questa sede, non è sui "diritti acquisiti": non siamo in Parlamento e nemmeno in tribunale e non siamo dei legulei. Però sarebbe interessante e foriero di completezza conoscere gli inporti di cui si parla, visto che queste persone li considerano meritati anche eticamente. Può darsi che abbiano ragione e che sia giusto che queste somme vengano corrisposte, ma fateci sapere quanto prendete, altrimenti disquisiamo sul nulla.

titina

Ven, 10/08/2018 - 11:52

x Riflettiamo. appunto, se 4000 lordi sono di oro gli stipendi dei parlamentari non devono superare quella soglia, e senza rimborsi aggiuntivi.

no_balls

Ven, 10/08/2018 - 11:53

ilgrecista.... i pensionati che tu hai contattato tutti da 4000 euro in su ???? e dove li peschi ? alla club nautico ? Dai tranquillizzati che alle prossime elezioni in cabina elettorale troverai solo lega e m5s.... saranno tutti evaporati. E qualcuno comincera' a dire se la democrazia e' un buon sistema di governo........ le persone le puoi prendere in giro per ventanni ma prima o poi per una questione anagrafica il parco buoi lo perdi... e i giovani non sono allocchi come i loro nonni...

maggie65

Ven, 10/08/2018 - 11:54

La cosa è molto semplice : basta ricalcolare tutte le pensioni con il metodo conributivo Chi ha versato realmente non ha niente di cui preoccuparsi E chi oggi versa contributi non avrebbe la sgradevole sensazione di stare alimentando un insieme di privilegiati

titina

Ven, 10/08/2018 - 11:55

x ilgrecista. io ho votato FI ultimamente( votavo PD), ma mai dare il voto alla lega o peggio al Movimento 5 stalle

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Ven, 10/08/2018 - 11:55

Salvini ora è in tour promozionale continuativo a raccogliere gli osanna delle folle plaudenti, speriamo che quando finisce riacquisti un poco di saggezza, e si ricordi di chi lo ha votato. Se poi vorrà proseguire su questa strada indicata da Di Maio,avrà amare sosprese e un poco di dispiacerà, ma non troppo

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 10/08/2018 - 11:59

Comincia a diventare stucchevole questa storia... Che questa sia un errore lo abbiamo già detto e, salvo rare eccezioni, una bella riordinata non può che fare bene. Questo a patto che chi la faccia non siano dei prevenuti odiatori di professione ora coadiuvati anche da uno che invece doveva garantire e controbilanciare. Si è già detto e ridetto, ogni giorno con la presentazione di un caso, comincia ad essere tedioso specialmente se si considera che non possiamo farci nulla. Sono stati votati magari dagli stessi che ora si lagnano. C'è solo da sperare che il traditore si ravveda per una benedizione divina e mandi questo governo di pagliacci (lui compreso) alle ortiche.

brunog

Ven, 10/08/2018 - 12:00

Egregio Signore, ricordo che quando ero giovane i miei coetanei che hanno trovato impiego in banca erano tutti raccomandati o affiliati a qualche partito politico oppure a qualche organizzazione confessionale. Non ne conosco uno che sia stato assunto per meriti propri. I bancari erano famosi per il trattamento economico piu' che mai invidiabile rispetto ad altri settori, costi che poi andavano a gravare sull'economia reale. Sono sicuro che durante la sua carriera Lei ha percepito quello che gli americani definiscono "fat pay cheque". Sono daccordo che Lei merita la sua pensione calcolata con il sistema contributivo perche' quelli sono soldi versati da Lei e dal datore di lavoro, se la sua pensione e' stata calcolata con il metodo retributivo o in base ad una delle tante eccezioni privilegiate, allora la sua lamentela non ha fondamento e se si sente triste pensi a quelli incappati nella legge Fornero.

no_balls

Ven, 10/08/2018 - 12:30

ma chi lo dice che la pensione e' meritata ?? il pensionato percettore ??? ci dica l'importo della pensione... e quando e' andato in pensione.... noi sfortunati non pagheremo piu' un euro di contributi per mantenervi ... avete capito ? dato che andremo in pensione a 80 anni con la minima.. Facciamo cosi'... una bella patrimoniale e vi assicurate le pensione d'oro... cosa scegliete ????

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Ven, 10/08/2018 - 12:34

Egregio pseudo parassita, M. Victor Buonfantino, condivido in pieno. Quanto scrive porta le stigmate di chi è allenato a controllare, passare in rassegna tutti gli aspetti di una realtà per valutare a ragion veduta. Su una cosa sono di diverso avviso: Salvini è Di Maio, sono molto diversi, ma solo fisicamente. Il loro curriculum politico è piuttosto simile. È negativamente segnato dall’invidia sociale e dalla voglia matta di successo, senza la fatica di prepararsi, stringere i denti e progredire passo dopo passo. Se vuole, è segnato dalla visione veteromarxista tutta protesa verso la «dittatura del proletariato». Con il retro pensiero mai confessato, però, di essere loro, diventati non proletari a gestire quella dittatura. Questo governo esiste grazie a quelli, che io definisco residuati fossili del leninismo, stalinismo, maoismo ecc. Loro da sempre spargono a piene mani l’invidia sociale e si sono riciclati in questo governo.

ted

Ven, 10/08/2018 - 12:40

Ritengo sia GIUSTO,soprattutto nei confronti dei ns giovani,che le pensioni alte(quelle in essere sono tutte calcolate con il"retributivo")siano TAGLIATE per la quota NON COPERTA DA CONTRIBUTI! Badate bene che è la collettività tutta che PAGA ai pensionati d'oro quello che non è coperto da contribuzione !PERCIO' E' UN PRIVILEGIO ! Il limite dei 5000 Euro netti per me è addirittura alto, VANNO BENISSIMO 3.000 Euro netti,SE IL RESTO E'"ELARGITO" dalla colletività tutta!E non sono del MsS Amen !

lavieenrose

Ven, 10/08/2018 - 13:29

informazione datami da un funzionario INPS: questi sono fuori di melone, la maggior parte delle pensioni non si possono nricalcolare col contributivo perchè mancano i dati per farlo e per gli altri dal 96 in poi il ricalcolo porterà per la maggior parte ad un aumento dell'importo della pensione. Di Maio tiè!!!!!!!!!!!!!!!!

Cheyenne

Ven, 10/08/2018 - 13:51

Gentile M. Victor Buonfantino ha perfettamente ragione, ma l'italia è un paese senza più legge. Colpire per demagogia i "pensionati d'oro" è una stupenda cazzata economica degna del ragazzo spazzola. Si dovrà fare una class action mirata anche ai danni morali e materiali causati dal duo. A parte il paradosso che chi prende 3950 euro non subirà decurtazione e chi come e me prende 4120 andrà sotto i 3950. Cose da matti.

Ritratto di Coralie

Coralie

Ven, 10/08/2018 - 14:08

Perche' pensioni d'oro NO mentre invece stipendi (dei politici) d'oro SI! Come mai questi ultimi non vengono mai tagliati (in caso di crisi del paese)?

Nick2

Ven, 10/08/2018 - 14:19

Parassita d'oro, sai quante persone, in Germania, hanno una pensione superiore a 2800 euro mensili? 18! non 18 mila, ma DICIOTTO! Lo sai che nei paesi nordeuropei è fissato un limite massimo intorno a questo valore? Se hai preso centinaia di migliaia (o milioni) di euro annui potevi benissimo pagare un'assicurazione privata che ti avrebbe garantito un vitalizio principesco. L'Italia è il paese dei "Marchesi del Grillo" e le pensioni superiori ai 3000 euro assorbono oltre il 15% della spesa previdenziale. Il nordeuropa ha welfare migliore al mondo, noi affondiamo, grazie anche ai diritti acquisiti dei parassiti d'oro...

rudyger

Ven, 10/08/2018 - 14:19

E' vero, 20.000 € al mese per i parlamentari sono troppi, ma che dire di certi banchieri che ne prendono di più e poi fanno fallire le banche e mettere sulla strada i propri clienti che ormai sono costretti con certe leggi a non avere stipendio in contanti. ? Il problema non è semplice, perchè è un problema di onestà, morale, qualità che sono sparite dai vocabolari.

kobler

Ven, 10/08/2018 - 14:33

Travisare in continuazione vuol dire negare la verità! Anche ieri sera Di Maio in televisione ha chiarito tante cose che quel signore non vuole sentire perché gli da fastidio. Tutti sanno che non c'è peggior sordo.... Se lei si ritiene nel giusto potrà opporsi con prove. Il suo consiglio puzza di marcio. Perché non lo da anche a Berlusconi e Renzi che cercherebbero di unirsi in questi momenti?

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 10/08/2018 - 15:01

Terrorismo. Il quotidiano e diventato la succursale della repubblica. Bisogna saper perdere.

IronHandIronHead

Ven, 10/08/2018 - 15:21

Grazie Mr. Piagnisteo. Il Giornale di Montanelli era serio. Il Giornale di questi giorni e' Repubblica. Ho votato DC, PRI, FI e Lega. Sono sicuramente un elettore di Centro Destra. Adesso sono stufo di questi piagnistei. Ho 54 anni, lavoro come Dirigente Industriale in un'azienda metalmeccanica e non in uno di quei Falansteri Ministeriali o quelle Banche Farlocche come la Cariplo del Pentapartito. Ci vuole assolutamente una riduzione delle pensioni non sostenute dai contributi versati. E' una banale giustizia. La responsabilita' non e' di Di Maio, questo stato di cose risale ad altri e la Fornero ha semplicemente messo le mani in tasca al settore privato per pagare pensioni a gente che non ha mai versato uno sgheo....Poi quando una pensione e' superiore ai 3000 euri netti al mese mi sembra piu' che ragionevole e dignitosa. Che gente sia ricca con la pensione e' una stortura tutta italiana. Rubare ai poveri per dare ai ricchi e' il motto di Silvio e di Matteo (er ducetto Toscano)!

Nick2

Ven, 10/08/2018 - 15:22

Coralie, un conto sono gli stipendi, altra cosa le pensioni. Un dirigente pubblico o privato si può meritare anche 1 milione, 10 milioni o 20 milioni di euro annui. E' meglio pagare un milione un manager che ti dà un valore aggiunto piuttosto che 60 mila euro uno scalda sedia. Ma le pensioni no! Deve essere fissato un tetto massimo, come succede in tutti i paesi civili.I maggiori contributi versati da questi super stipendiati devono andare a migliorare il welfare di tutti i cittadini!

INGVDI

Ven, 10/08/2018 - 15:33

Da applausi, soprattutto per quanto dice alla fine "....non mi è mai capitato di vedere due soggetti tanto diversi tra loro come sono Salvini e Di Maio, che vogliono per forza andare d'accordo e soprattutto farlo credere agli altri. Voglio dare loro un consiglio: separatevi! Con viva cordialità.".

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 10/08/2018 - 15:56

I pensionati che hanno la pensione minima di solito è tutta gente che non ha mai lavorato oppure ha lavorato per tempi molto ridotti, come per esempio i baby pensionati. Va da se che dare la pensione a gente che non ha fatto mai nulla è peggio che dare le pensioni d'oro che generalmente (salvo rare eccezioni) sono date a gente che ha lavorato una vita in posti dirigenziali e di grande responsabilitá. Chi non ha mai lavorato non deve avere pensione alcuna altrochè reddito di cittadinanza. Costoro semmai potranno avere al massimo una piccola sussistenza e il permesso di chiedere l'elemosina al m5s, al PD, alle COOP, alla CGIL, alla FIOM, ai pretonzoli della CEI e a manigoldi similari.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 10/08/2018 - 16:00

Le pensioni c.d. d'oro saranno la Beresina per di Miao, ma lo potrebbero essere anche per Salvini se non mette in riga questa nullità d'un ex venditore di gazzose e pop-corn allo stadio San Paolo di Napoli. Come fa una nullità del genere a dare dei 'parassiti' a pensionati che hanno lavorato per più di 40 anni (di solito in posti di alta respoonsabilità) e lui non ha fatto un katzo di niente se non la vendita, a tempo perso, di bibite e gazzose? Uno così ha la faccia di tolla di fare il Ministro del Lavoro. Ma ci rendiamo conto che razza di Ministro del Lavoro abbiamo? Uno così non lo vorrebbero nemmeno nel Burkina Faso come 'ragazzo spazzola' nella bottega dell'ultimo Barbiere del villaggio.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 10/08/2018 - 16:08

@lavieenrose: Mi dispiace ma tu sei fuori strada. Un dirigente che non sia all'altezza del compito non arriva a ricoprire certi posti e se non vale, viene scaricato in men che non si dica. Se un dirigente non gode la fiducia dei capi viene cacciato, anche di brutto da certi posti. Un dirigente con un Curriculum insufficiente non lo assume nessuno come nessuno si vuol bruciare nel raccomandare una nullitá a posti di comando. La cosa invece può accadere nei quadri e nella bassa manovalanza dove si nasconde il grosso dei fancazzisti.

peter46

Ven, 10/08/2018 - 20:02

HironHandlronHead...m'hanno trombato 2+1 commento,tento con lei: commento perfetto e condivisibile.E meno male che dopo di lei ha postato nick2 che altrimenti il suo commento sarebbe risultato 'inquinato' dal semplice 'contatto' di quelli delle 15:33,15:56, 16:00,e soprattutto 16:08,che,pur avendo sicuramente assaggiato,il commentatore,quel vino,denominato vinkulaj,distribuito da Zonin, prima che NON i suoi capi ma la magistratura,si è accorta che aveva f tutti i risparmiatori e correntisti di banca vicenza, continua a considerarlo 'ottimo' amministratore,perchè per i suoi capi era un ottimo elemento a ricoprire la carica che occupava, come no.E che comunque non è stato il solo a portare aziende in 'discarica' ed a noi pagarne i 'cocci'.Scusi se mi sono permesso.