I presidi bocciano il governo: nessuno all'incontro con Faraone

A decine disertano l'appuntamento con il renziano Faraone in polemica con le parole a difesa delle occupazioni. E lui annulla il viaggio a Napoli

All'incontro con il sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone si presentano appena trenta presidi e dirigenti scolastici su quattrocentocinquanta. Meno di uno su dieci, una vera e propria fronda.  Al napoletano istituto professionale Sannino convengono il segretario Pd Tartaglione, una consigliera regionale, il direttore dell'ufficio scolastico.

Tutti ansiosi di presenziare alla tappa campana del tour tra scuole e università.  Un nutrito gruppo di presidi, però, aveva già da tempo annunciato la propria assenza in polemico dissenso con le dichiarazioni del sottosegretario a favore delle occupazioni delle scuole. Le parole di Faraone in difesa di una pratica ormai un po' desueta, controversa, ma sicuramente irregolare, avevano suscitato una bufera politica e provocato l'alzata di scudi di insegnanti e dirigenti scolastici.

Tuttavia la pattuglia dei presidi, alla fine, si è rivelata ancora meno nutrita delle - già magre - aspettative e così il tutto è stato annullato all'ultimo minuto, per evitare al sottosegretario un viaggio a vuoto. Come scrive Il Mattino, il direttore del'ufficio scolastico regionale Luisa Franzese, che pure aveva sollecitato la "più ampia partecipazione" tramite apposita circolare, ha dovuto metterci una pezza: "Il sottosegretario ha avuto un impegno non previsto. Considerando che a Napoli c'è sempre un ritardo tecnico di mezz'ora sugli appuntamenti fissati, non avrebbe potuto aspettare l'arrivo di tutti".

Parole che hanno lasciato stupefatti i pochi presenti. La preside dell'istituto Marconi, Caterina Pennacchio, replica inviperita: "Dire che siamo noi i ritardatari è un'offesa, abbiamo fatto i salti mortali per esserci". Faraone, dal canto suo, si è detto "dispiaciuto" del mancato incontro ma ha assicurato anche di essere disponibile a recuperare al più presto.

Commenti

marygio

Gio, 11/12/2014 - 11:49

in un paese normale questo era bidello e mi scuso con i bidelli

Beaufou

Gio, 11/12/2014 - 11:51

Picciotto Faraone dovrebbe solo levare le tende, da un posto che occupa senza merito, senza competenza e senza pudore. Evidentemente chi ce lo tiene, in quel posto, è della stessa risma. Cialtroni.

csciara

Gio, 11/12/2014 - 12:10

Fatelo dimettere... !

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Gio, 11/12/2014 - 12:14

I FARAONI A NAPOLI? I FARAONI ERANO IN EGITTO, A NAPOLI I BORBONE

Ritratto di Amsul Parazveri

Amsul Parazveri

Gio, 11/12/2014 - 12:31

Più che un Faraone, ormai è un pucino!

Giovanmario

Gio, 11/12/2014 - 12:33

questa faccia da afro-siculo ha voluto fare un dispettuccio ai presidi.. come un mocciosetto che fa i capricci perchè non si vuole soffiare il naso colante.. ecco fino a che punto si manifesta l'arroganza e la prevaricazione della sinistra.. che però non tollera lezioni di moralismo da nessuno.. almeno così ammonisce la bella (e bona) alessia morani

moshe

Gio, 11/12/2014 - 13:12

Un'altro ministro del pentolaro che brilla di luce propria ...

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 11/12/2014 - 14:00

...Cosa si aspetta a mandare a casa questo sotto segretario nonché presidi e professori anti italiani!

buri

Gio, 11/12/2014 - 14:15

per forza, una persona seria non frequenta Faraone, cosa ha fatto quell'individuo, a parte lodare le occupazioni e promuvere il sesso nei sacchi a pelo? è una vera vergogna per la scuola