I sopralluoghi di Palazzo Chigi per "velare" le statue capitoline

Renzi ha subito fatto saltare la testa del capo del Cerimoniale di Palazzo Chigi. Ma dietro alla vergognosa figuraccia c'è molto di più

In un rimpallo di colpe si cerca di trovare i responsabili della figuraccia mondiale delle statue coperte durante la visita del presidente iraniano Hassan Rouhani. Matteo Renzi ha gettato tutto il fango su Ilva Sapora, capo del Cerimoniale di Palazzo Chigi. Ma, come scrivono il Fatto Quotidiano e Repubblica, che ricostruiscono gli esiti (ancora provvisori) delle indagini interne, i colpevoli di una scelta vergognosa vanno ricercati anche altrove.

Stando all'indagine condotta dal segretario generale della presidenza del Consiglio Paolo Aquilanti, alla base della scelta ci sono "guerre di potere", ormai decennali, tra il cerimoniale di Stato, che dipende da Palazzo Chigi, e il Cerimoniale diplomatico che, invece, fa capo alla Farnesina. "Sono i funzionari degli Esteri che, nelle visite di capi di Stato stranieri, si occupano di definire i dettagli degli incontri - scrive il Fatto - nel caso Rouhani sono stati loro a ricevere, con una decina di giorni d’anticipo, le indicazioni sull’imbarazzo del presidente nei confronti dei nudi di marmo". A guidarli è il trentenne Fabrizio Attolico.

A 72 ore dal vertice, secondo quanto ricostruito dal Fatto, il consigliere diplomatico del premier, Fabio Sokolowicz, annuncia che l’incontro con Rouhani non si tiene più a Palazzo Chigi, ma al Campidoglio. A questo punto, stando alla relazione ordinata dal sovrintendente romano ai Beni culturali, Claudio Parisi Presicce, di cui Repubblica riporta il contenuto, dall'Iran arriva il diktat di "coprire le statue". Dopo il cambio di programma la Ilva Sapora organizza "in gran segreto" quattro sopralluoghi con il capo della delegazione iraniana, il capo del cerimoniale comunale Francesco Piazza e il sovrintendente capitolino Presicce. Il tragitto che porta alla Sala dell’Esedra, dove il 25 gennaio si tiene la conferenza tra Renzi e Rouhani, è disseminato di statue "giudicate imbarazzanti dagli 'ambasciatori' persiani". Viene così chiesto di coprire tutti i nudi. "La Sapora avvia una mini-istruttoria e infine dice 'ok, si può fare' - svela Repubblica - Il padrone di casa, il sovrintendente Presicce, abbozza". Secondo il rapporto di Presicce, dalla velatura si è salvato "all'ultimo momento" il Ratto delle Sabine. "Per fortuna - spiegano - è stato giudicato sufficientemente lontano dalla vista di Rouhani da risparmiarsi la copertura".

Commenti

buri

Mer, 17/02/2016 - 09:52

insommma come al solito "grazie Renzi"

billyserrano

Mer, 17/02/2016 - 12:22

In una occasione del genere non ci credo che Renzi P.D.C. e Franceschini, ministro dei beni culturali, fossero all'oscuro di quello che succedeva. Se così fosse, sarebbe ancora più grave. Insomma, solito pasticcio con relativa figuraccia all'italiana.

pupism

Mer, 17/02/2016 - 12:46

Le solite balle per salvare all'italiana gli affari con i principi di uno stato sovrano....Ecco perchè non saremo mai uno stato considerato a pieno titolo nel panorama mondiale cone USA, Francia, Germania ecc....

Gianx

Mer, 17/02/2016 - 12:57

Complimembri

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 17/02/2016 - 13:28

Che schifo! Non siamo capaci nemmeno a far rispettare la nostra cultura. Quelli non sono nudi, cari miei, questa è arte, con la A maiuscola, e come tale non può essere "oltraggiata" da coperture, nemmeno se chi viene a visitarci, è così inculturalmente ignorante di storia.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 17/02/2016 - 13:53

Dunque palazzo Chigi NON POTEVA NON SAPERE....checché ne dica il buffone.

Antonio43

Mer, 17/02/2016 - 14:19

Mentecatti!!!!

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 17/02/2016 - 14:25

Il bimbominkia da sempre la colpa a qualcun'altro.

claudioarmc

Mer, 17/02/2016 - 14:27

BUFFONI SENZA DIO, ALTRO CHE LA TENDA DI GHEDDAFI