"Immigrati a Buchenwald". È bufera sul consigliere

Il consigliere di Riva del Garda Luca Grazioli su Facebook: "Ennesima protesta degli Immigrati in un albergo 3 stelle... Una vacanza a Buchenwald no?"

Il consigliere comunale di Riva del Garda Luca Balota Grazioli è finito sotto una pioggia di critiche inarrestabile. A scatenare la polemica, come racconta l'Adige, è ancora un post pubblicato su Facebook. "Ennesima protesta da parte degli immigrati perché in un albergo 3 stelle, a Isernia, non hanno l'acqua minerale ma solo quella del rubinetto. Le camere con tivù satellitare e aria condizionata non bastano... Una vacanza a Buchenwald no?", ha scritto il consigliere del Gruppo Misto.

La "vacanza a Buchenwald", campo di sterminio nazista dove perirono oltre 56mila persone, ha acceso una polemica senza precedenti. Il sindaco di Riva del Garda Adalberto Mosaner ha preso le distanze dal post di Grazioli ricordando come negli ultimi giorni l'amministrazione comunale abbia avviato "un tavolo di confronto con i cittadini non italiani" per "aprire un percorso che possa intensificare e migliorare il processo di integrazione anche nella nostra realtà""Io non entro nel merito della questione immigrati e di come il signor Grazioli intende affrontarla - ha commentato il presidente dell'Anpi dell'Alto Garda, Gianantonio Pfleger - dico solo che inneggiare a Buchenwald è demenziale. E quindi chi lo fa è un demente. Spero solo che il diretto interessato abbia la coscienza di ripensarci a freddo...". Il presidente della Comunità di Valle Salvador Valandro ha invitato Grazioli a "informarsi e conoscere la storia" prima di parlare. "Grazioli dovrebbe stare molto più attento con le parole - ha concluso Valandro - visto e considerato che è anche e ancora un rappresentante del consiglio comunale di Riva".

Anche l'ex compagno di partito Davide Delaini, consigliere in Comunità di Valle, ha preso le distanze da Grazioli accusandolo di aver "dimostrato per l'ennesima volta la propria ignoranza". "Si può discutere su come l'Italia affronta la questione immigrazione ma eventualmente le critiche vanno rivolte a chi fa le leggi - ha commentato Delaini - dopodiché, visto che mia moglie è polacca, invito il signor Grazioli a farsi un giro ad Auschwitz per rendersi conto di cosa sta parlando...".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 24/09/2014 - 10:42

no no ha detto bene! mandiamoli in campi di concentramenti, cosi poi saranno rieducati in conformità alle regole europee!! l'ho detto pure ieri :-) anzi, insieme a questi islamici, ci metterei pure i PSICOSINISTRONZI!!!

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 24/09/2014 - 10:49

Non a Buchenwald li manderei .Ma per motivi di censura non lo scrivo.Quando questi portatori di cultura cominciano ad avere pretese e´ meglio rispedirli da dove provengono.E questi sono oramai anni che cercano di modificare le nostre tradizioni e´ approfittano della nostra ospitalita.

uggla2011

Mer, 24/09/2014 - 11:22

marforio:anche io avrei qualche suggerimento per altre localita´ amene....Comunque prenderli a calci nel culo penso si possa scrivere e sarebbe gia´ un buon inizio.

Demetrio.Reale

Mer, 24/09/2014 - 11:31

non si parla più di rimpatriare come fanno per esempio in Australia, ma di "integrare". questo nonostante i provincialotti italici pensassero che "l'europa deve aiutarci" a fronteggiare il problema immigrazione, mentre in realtà l'Europa, cioè multinazionali, assicurazioni, fondi pensione privati, ecc. VOGLIONO gli immigrati. Lo hanno detto i burocrati di Bruxelles, lo dice perfino la tv dell'UE nei suoi video di propaganda. "l'europa ci aiuterà" a sotterrarci.

marvit

Mer, 24/09/2014 - 11:38

Facciamola finita con queste patetiche scuse e prese di distanza. Questi indesiderati arroganti hanno rotto le scatole. Sono assistiti,sfamati,vestiti,alloggiati mentre tanti connazionali sono alla fame; ciò nonostante seguitano a pretendere senza mostrare la minima riconoscenza. Tutti dalla parte del consigliere Luca Balota Grazioli

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 24/09/2014 - 11:46

Non bisogna lamentarsi, se la gente incomincia averne le scatole piene di questi portatori di cultura. La soluzione è semplice, rispediamoli a calci nel didietro nelle loro "civiltà" d'origine.

Fradi

Mer, 24/09/2014 - 11:53

E' più che evidente che ha usato una una battuta forte per far passare il concetto che gli immigrati stanno esagerando. Però se vogliamo essere precisini e condannare la forma e non la sostanza, si potrebbe anche intendere che volesse mandarli davvero a fare una vacanza, o una gita di istruzione, come tante nostre scolaresche, al fine di apprendere cosa potrebbe accadere se il vento della democrazia e dell'accoglienza smettesse di soffiare.

maurizio50

Mer, 24/09/2014 - 12:02

Quando un popolo oltraggiato, vilipeso , deriso da una massa di selvaggi nulla facenti, viene pure bastonato da qualche delinquente capitato sul territorio nazionale grazie alle scelte assurde di governanti cialtroni, ebbene è arrivato il momento di fare la rivoluzione!! In ogni rivoluzione spesso a pagarne le conseguenze sono i meno responsabili ma, a questo punto, la scelta è obbligata : o ribellarci o perire, vittime della stupidità preconcetta di emeriti imbecilli che stanno portando la nazione italiana alla distruzione!!! Altro che Buchenwald!!! Qui si sta consumando, grazie alla sinistra cattocomunista, l'annientamento consapevole del popolo Italiano!!!!

cotoletta

Mer, 24/09/2014 - 12:12

tutta la stima a grazioli.... quando si fugge per la fame non si va a cercare l'acqua minerale considerando che in alcuni dei paesi di loro provenienza l'acqua scarseggia....tutti fuori dai cojo.......

El_kun

Mer, 24/09/2014 - 12:59

africanizzazione/immigrazione forzata! sanzioni idiote contro i russi, nostri migliori clienti paganti! AMICI, qui ci stanno distruggendo utilizzando gli utili idioti al governo. La ribellione non è più un opzione, è un dovere di sopravvivenza per noi e i nostri figli! in qualunque modo Corcolle sia di esempio e di inizio

uggla2011

Mer, 24/09/2014 - 13:25

FUORI a calci subito,miserabili, ingrati e nullafacenti.Altrimenti presto dovremo andarcene noi.Grazie ai nostri Sindaci.Andate per esempio a Torino e guardate come hanno ridotto il villaggio olimpico in Via G. Bruno.Bravo Fassino.E sarebbero dei poverettti da compatire ed aiutare?Ma va.......o.Altro che Buchenwald,basterebbe semplicemente rimandarli a casa.Soldi risparmiati e sicurezza migliorata.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 24/09/2014 - 13:55

Sapone, pur se grezzo, ad uso pulizie industriali

atlantide23

Mer, 24/09/2014 - 17:03

ancora i sinistri asini raglianti vogliono "aprire un percorso che possa intensificare e migliorare il processo di integrazione anche nella nostra realtà" ?ecco, anche questi sono miei nemici, esseri da cui mi devo guardare. MA CHE PERCORSO DOVETE APRIRE, INCOSCIENTI IMBECILLI!!! VOI VOLETE APRIRE PERCORSI A CHI VUOLE APRIRE LE VOSTRE GOLE!!! O QUELLE DEI VOSTRI FIGLI.IDIOTI.

Tino Gianbattis...

Mer, 24/09/2014 - 17:56

in fin dei conti li un po' di spazio per l'accoglienza c'è.