Immigrazione, ricetta azzurra contro invasione e stragi «Un tavolo comune mondiale»

Serve un tavolo con la Russia, gli Usa, la Cina, la Lega Araba e naturalmente con l'Ue, è la ricetta di Forza Italia

C'è chi arriva, chi torna e chi se ne va, in questo cantiere che è «Forza Futuro», la scuola politica organizzata dalla tessitrice Mariastella Gelmini. C'è pure chi si ammala perché il cantiere è allo stravento ed entra gente di Ncd che se ne era andata. «No a un partito dalle porte girevoli» quasi grida tra gli applausi Pietro Tatarella, capogruppo azzurro in Comune a Milano. Un urlo isolato, perché nonostante la pancia protesti con gracidii rumorosi contro gli esuli di ritorno, prevale la voglia tutta razionale di costruire, in questa kermesse popolata di stelle vecchie, nuove e di ogni costellazione, da Renato Brunetta a Silvia Sardone, da Antonio Tajani a Daniela Santanché, da Giovanni Toti a Licia Ronzulli a Elisabetta Gardini fino a Paolo Romani, a Michela Vittoria Brambilla e ai ragazzi di Annagrazia Calabria. In attesa che oggi a parlare sia Silvio Berlusconi.

Corteggiato ospite d'onore il leghista Roberto Maroni, che propone «le primarie a ottobre» per scegliere il candidato sindaco di Milano. E a Salvini, le orecchie devono fischiare di continuo. «Forse farebbe meglio a riconsiderare l'ipotesi di candidarsi a Palazzo Marino» suggerisce un'azzurra molto nota. Un po' come dirgli di volare ad altre quote e lasciare ai grandi i giochi da premier. È la cosa più carina che si sente su Salvini. Tra «ruspa» e populismo senza soluzioni concrete, è tutto un fiorire di critiche e peggio. Si distingue la Santanchè, che resta solitaria salviniana di ferro: «Ma io non seguo la Lega, mi sento seguita. Queste cose, l'Italia prima agli italiani, le dicevo già nel 2008».

Il tema, si capisce, è l'immigrazione, come trovare soluzioni invece di continuare semplicemente a lanciare allarmi. Antonio Tajani, vicepresidente del Parlamento europeo, invita a non chiudere gli occhi («rischiamo una potenziale invasione di 12 milioni di profughi»), ma soprattutto a difendere l'identità cristiana dell'Europa: «Non possiamo voltare le spalle di fronte ai cristiani perseguitati in Medio Oriente e in Africa. E io invito a non fare distinzione nemmeno per i musulmani perseguitati. Un siriano che scappa per non essere crocifisso non è un delinquente». Serve un tavolo con la Russia, gli Usa, la Cina, la Lega Araba e naturalmente con l'Ue, è la ricetta di Forza Italia. Mario Mantovani, responsabile relazioni internazionali della Regione Lombardia, propone un ruolo chiave per il leader di Forza Italia: «Silvio Berlusconi potrebbe diventare segretario generale dell'Onu. Serve un accordo Obama-Putin. Non è con la ruspa e i fili spinati che fermiamo l'esodo». Poi l'europarlamentare Lara Comi va giù pesante: «La Lega non legge nemmeno i documenti in Parlamento europeo e vota contro i provvedimenti che aiutano l'Italia». Conclude: «Salvini abbassi la cresta». È lo spirito e il desiderio di questo convegno tra il verde golf di Palazzo Arzaga. A un certo punto, come nelle migliori sceneggiature, c'è da spostare una macchina, anzi più d'una. «Sono nello spazio riservato allo sceicco» dice una voce all'altoparlante. Ed è tutto un fuggi fuggi di politici chiavi in mano. Come in un cantiere.

Commenti

m.nanni

Dom, 27/09/2015 - 08:21

Toti non mi è neppure antipatico ma voglio amichevolmente informarlo che in attesa delle ricette azzurre, ma soprattutto del risveglio dal sonno disastroso dell'europa e dell'Italia, Putin ha già iniziato a sterminare l'Isis.

linoalo1

Dom, 27/09/2015 - 08:28

Lìimportante è capire che non si può fermare l'acqua con le sole mani!!!!

macchiapam

Dom, 27/09/2015 - 08:38

Conferenze, riunioni, ma si resta sempre lì: oh, la crisi! Intanto in Libia c'è qualcuno che fa sul serio. Speriamo che continui.

Aleramo

Dom, 27/09/2015 - 09:42

"un tavolo con la Russia, gli Usa, la Cina, la Lega Araba e naturalmente con l'Ue"... Ma non è che in attesa del Nuovo Ordine Mondiale che non verrà mai possiamo cominciare noi a fare qualcosa? Ad esempio: (1) fermare immediatamente questa idiozia di mandare la Marina Militare a prendere i clandestini in Libia e (2) affondare un po' di barconi sulle spiagge libiche. Solo chi si fa rispettare viene rispettato, dobbiamo smettere di rifugiarci sempre sotto le gonne della mamma UE e chiedere sempre il permesso a papà ONU.

VittorioMar

Dom, 27/09/2015 - 09:43

..scusate ma non c'è l'ONU? Se non serve e si riconosce la sua inutilità non si può eliminare?

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Dom, 27/09/2015 - 10:07

Ha dimenticato la Confederazione Intergalattica. Quando si vuole rinviare una soluzione si convoca una commissione ad hoc che esamini il problema: la scusa per non fare nulla. Quando si vuole una soluzione si agisce. Se è vero che la Francia ha cominciato a bombardare l'ISIS (ma forse vuol dire le truppe siriane fedeli al governo legittimo?), quello è l'esempio da seguire.

Ritratto di ..noiNONciARRENZIAMO.

..noiNONciARREN...

Dom, 27/09/2015 - 10:10

...la scuola politica organizzata dalla tessitrice, udite udite ,mariastella gemmina :-D

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 27/09/2015 - 10:44

L'idea potrebbe sembrare buona, a chiacchiere, direi in stile "renziano". Però è fuori dalla realtà, irrealizzabile. Tanto per cominciare ognuno dei “convocabili” ha ragioni ed interessi per non andare d'accordo con gli altri.

Gioa

Dom, 27/09/2015 - 10:46

Putin ha preparato tutto. Uniamoci ad un grande stato come la Russia, senza ma e senza se, lasciando fuori Topo Gigio "L'ABROZZANTO" (Obama) che mentre lui sta sveglio, Putin dormendo ha trovato soluzioni, quindi è così CHE avremmo un'Italia con "i requisiti giusti al posto giusto". Lasciamo fuori anche l'UE, che non ha fatto altro che la Merkel "capitana" di tutti, per nulla di se stessa, ha messo sanzioni alla Russia per evitare che le mettessero a lei.... CHI CI AMA CI SEGUE....CHI NON CI AMA FARA' QUEL CHE VUOLE, PAGANDO PER TUTTO QUELLO CHE HA SBAGLIATO E TENDENDO PURE I COCCI ROTTI... NOI ITALIANI SIAMO STUFI DI PAGARE "I COCCI" ALTRUI, PAGATE E ZITTI... BASTA NON PRENDERE DECISIONI CONCRETE, BASTA NON AVERE SOLUZIONI SU NULLA PER NOI CITTADINI ITALIANI INEFFICACI.... CHI DORME NON PIGLIA PESCI...LA NOTTE PORTA CONSIGLIO AL PUNTO CHE PUTIN SI E' SVEGLIATO PER PRIMO PESCANDO ANCHE "LA BALENA"....!!.

rokko

Dom, 27/09/2015 - 10:53

Un tavolo mondiale, cioe il nulla.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 27/09/2015 - 11:28

Adesso dopo essersi svegliato dal letargo anche TOTI da' le ricette. Ha scoperto l'acqua calda.

slim313

Dom, 27/09/2015 - 11:29

contattate la justice league, batman superman wonder woman...

vince50_19

Dom, 27/09/2015 - 11:32

Toti, quale tavolo "mondiale" etc. se certe decisioni "invasive" sono state prese da tempo non certo in consessi politici? Andiamo su.. Buona domenica a lei

vittoriomazzucato

Dom, 27/09/2015 - 11:37

Sono Luca. Ora ci comincia a capire cosa BERLUSCONI è andato a fare in Russia da Putin. GRAZIE.

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Dom, 27/09/2015 - 11:50

Capeggiata dal presidente ligure, che ridere

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 27/09/2015 - 12:05

Solo Usa, Cina, Lega Araba e Unione europea? Io aggiungerei anche una delegazione di alieni. Molti anni fa dicevo "Quando in Italia c'è un problema e non si sa come risolverlo, si nomina una Commissione". Vale ancora oggi. Certo che Forza Italia ha delle soluzioni geniali e, soprattutto, pratiche e facilmente realizzabili. Toti, per il bene suo e nostro, cambi mestiere.

Marco_Cavedon

Dom, 27/09/2015 - 12:11

Molto più semplicemente, basterebbe riconoscere il diritto a tutti gli stati a difendere i loro confini e la propria identità quando sono in gioco fenomeni migratori di massa. Invece, UE e ONU sono proprio le prime ad attaccare gli stati che difendono i loro confini; ieri criticavano i respingimenti dei clandestini in Italia in accordo con Gheddafi, ora attaccano Orban. Soluzione ? Anche qui, molto semplice. L'Australia rimanda i clandestini indietro vicino alle coste indonesiane e stiamo parlando di un paese di 20 milioni di persone contro 245 milioni.

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 27/09/2015 - 12:23

@Gioa – con parole tue hai detto delle verità ! Aggiungerei visto i canali privilegiati che ( B ) ha con Putin di condivisione politiche e di amicizia sicuramente potrebbe essere appoggiato come Segretario Generale Dell' ONU più dalla Russia che dall' Italia. Anche perché non mancherà mai qualche Caprone togato sinistroso pronto a notificargli una notifica di comparizione perché Dudù a fatto pippì nel parcheggio del Sindacato. Se invece Avesse una carica dalla Russia se ne guarderebbero bene di fare idiozie.

agosvac

Dom, 27/09/2015 - 12:30

Qui non siamo più in presenza di un esodo di qualche migliaio o decine di migliaia di persone, siamo in presenza di una migrazione che, probabilmente, interesserà diversi milioni di persone pertanto sembra ovvio che sia non un problema di singoli Stati ma un problema globale che prima o poi interesserà tutto il mondo.

Ricky70

Dom, 27/09/2015 - 12:44

Egr Aleramo lei scrive cose che pensano moltissimi italiani. Purtroppo il numero 1 del Vaticano benedice l’immigrazione favorendo l’islamizzazione. Renzi, persona astuta, manda a prendere i clandestini sino sulla battigia della Libia, che poi i media sinistrorsi nei giornali e TV trasformano in Canale di Sicilia. Purtroppo il centro destra è composto di persone dai mille distinguo e Salvini parlando alla pancia della gente ha pescato abbondantemente nel serbatoio degli ex Pdl, che non approvano il silenzio del Cav in materia d’immigrazione. Sembra che Salvini abbia ormai raggiunto lo Zenit, e non poteva essere altrimenti poiché gli ex Pdl che poteva li ha presi e gli altri resistono sperando che succeda il miracolo, che non si sa come, quale e quando. La Lega Nord nel meridione, anche se mascherata con il nome di Salvini raccoglie un consenso limitato, per cui la protesta converge sul M5S nonostante sia favorevoli all’immigrazione.

venco

Dom, 27/09/2015 - 12:49

No! ognuno deve difendere la propria terra, la propria vita, la propria cultura e tradizioni, i migranti vanno solo aiutati a casa loro, quelli che entrano si accolgano in campi profughi, anche per sempre.