Inchiesta su appalti e petrolio: magistrati a Roma per sentire la Boschi

I pm di Potenza a Roma per ascoltare il ministro per le Riforme. Il faccia a faccia dura un'ora e mezza. Presto sarà ascoltata anche la Guidi

I magistrati di Potenza che indagano sull'impianto di Tempa Rossa sono arrivati a Roma. Hanno ascoltato Maria Elena Boschi per sapere se fosse a conoscenza del fatto che il ministro per lo Sviluppo economico Federica Guidi era fidanzata con l'imprenditore petrolifero Gianluca Gemelli. Un particolare non di poco conto dal momento che è stata lei a inserire nella legge di Stabilità l'emendamento necessario a far procedere i lavori a Corleto Perticara, dove la Total sta costruendo il secondo centro oli lucano per sfruttare 50 mila barili di petrolio all'anno dal 2017. All'emendamento era molto interessato Gemelli che, infatti, appena la compagna gli confermò che sarebbe stato inserito, telefonò al dirigente di una società petrolifera.

La settimana appena iniziata sarà per i pm di Potenza molto importante per il futuro dell'inchiesta che ha portato giovedì scorso sei persone agli arresti domiciliari con due ordinanze del gip e all'iscrizione di 60 persone nel registro degli indagati. Gli interrogatori di garanzia e l'agenda dei pubblici ministeri sono collegati: prima cominceranno quelli degli arrestati, ma l'attenzione generale è già concentrata sull'interrogatorio dei ministri Guidi e Boschi. Da Potenza sono arrivati i magistrati Luigi Gay, Francesco Basentini e Laura Triasse che, entrati da un ingresso secondario di un ufficio decentrato di Palazzo Chigi per evitare l'assedio di cronisti a fotografi, hanno fatto visita al ministro per i Rapporti con il Parlamento. L'hanno sentita come persona informata sui fatti, in relazione appunto all'emendamento inserito nella legge di Stabilità. Le hanno, quindi, chiesto se fosse a conoscenza del fatto che la Guidi era fidanzata con Gemelli e se sapesse della convenienza che questi avrebbe avuto dallo sbloccamento dell'operazione "Tempa Rossa" della Total. Le hanno, poi, chiesto per quale motivo la Boschi fosse convinta della necessità dell'emendamento e se fosse stato sollecitato dalla Guidi.

Il faccia a faccia è durato un'ora e mezza. "L'incontro - ha detto il procuratore Luigi Gai - era necessario". Secondo quanto si apprende da fonti qualificate, non è stata invece ancora calendarizzata l'audizione della Guidi, che di quell'emendamento parlò in una telefonata con il suo compagno.

Commenti
Ritratto di .pac'ebbene.

.pac'ebbene.

Lun, 04/04/2016 - 15:01

eppure dovrebbero saperlo, tra onorevoli della FAMIGGHIA PD2 certe cose si scomunicano solo con i PIZZINI

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 04/04/2016 - 15:02

Voi del PD state tutti serenii ! I magistrati valuteranno la situazione e il verdetto sarà , come al solito, che non esiste nessun atto rlevente penalmente! E' stato fatto tutto secondo le regole e la legge! O no?

agosvac

Lun, 04/04/2016 - 15:04

Ovviamente si tratta di "una semplice visita di cortesia". Nessun magistrato, allo stato attuale, avrà mai la forza di prendersela con la signora Boschi. Se lo facesse, renzi potrebbe anche mettere mano a quella riforma della magistratura così necessaria e così negletta. In pratica se la magistratura vuole continuare ad essere quello che è, deve sottostare al Governo, quindi a renzi ed alla signora boschi!!! Questa è la realtà dei fatti: un intreccio tra poteri: io ti faccio fare quel che fai e tu mi fai restare quel che sono. Alleluia!!!!!

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 04/04/2016 - 15:06

Figli o nipoti di contadini, figli o nipoti di vaccari,...ma allora hanno sbagliato mestiere...dovevano proseguire nell' attivita' dei genitori, attivita' molto ma molto piu' dignitosa della loro...!!Non ho parole per esprimere lo sdegno per questi comportamenti.

Libero1

Lun, 04/04/2016 - 15:06

Per il bene dell'italia dopo averle interrogate spero che le portano a rebibbia.

Una-mattina-mi-...

Lun, 04/04/2016 - 15:12

I magistrati van per boschi: troveran funghi?

APG

Lun, 04/04/2016 - 15:12

Ma quale Tempa Rossa? Chiamiamoli col loro vero nome, sono tutti TEPPA ROSSA !!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 04/04/2016 - 15:17

Ma cosa volete che dica? Dirà che non sapeva nulla e che non c'era e se c'era dormiva e se dormiva era perchè aveva avuto l'ordine superiore di dormire, non sentire e non vedere e quindi di non parlare. Avete in mente le tre scimmiette? Ecco, avete capito, lei non sa nemmeno come si chiama suo padre, figuriamoci se sa se la Guidi è fidanzata e con chi. Non diciamo fregnate, lei non sa perché non deve sapere ...???

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 04/04/2016 - 15:38

Si racconteranno fra loro due o tre barzellette e chi s'è visto s'è visto, nessun reato e tutti a casa. GENTAGLIA!!!!!

flip

Lun, 04/04/2016 - 15:39

ma la Bocassini perché è sparita? adesso c'è da tirar fuori le unghie. Oppure il rosso fa male agli occhi?

swiller

Lun, 04/04/2016 - 15:43

Il duo trafficones.

19gig50

Lun, 04/04/2016 - 15:45

Speriamo che svolgano la loro attività in piena libertà e che non ci siano pressioni da parte del governo e della magistratura rossa e possano scoprire tutti gli altarini in merito alla vicenda.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 04/04/2016 - 15:46

Ma Renzi non ha detto che l'emendamento era farina del suo sacco? E allora perche' non vanno da lui? Ogni scusa e` buona per andare a fare salotto con la ministra carina...Infatti la Guidi che e` il testimone principale non se la filano neanche. E te credo...ha ha

Efesto

Lun, 04/04/2016 - 15:47

Per caso i sigg. magistrati vanno a sindacare la scelta di aprire un pozzo petrolifero? Questa sarebbe una gravissima ingerenza nelle scelte politiche di un governo. Un ministro non può essere condizionato da controlli sulle direttive che intende percorrere per attuare operazioni tecnico-economiche. Solo il Parlamento può intervenire e politicamente. Interrogare un Ministro come informato dei fatti in un simile contesto mi puzza di tentativo di destabilizzazione delle funzioni del governo. È palesemente ovvio che ogni decisione favorirà qualcuno e scontenterà qualcun'altro e le decisioni del politico sono anche supportate da esperti di fiducia che possono e debbono essere scelti (dal politico) senza alcun vincolo. Attenti magistrati state violando la libertà del sistema.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Lun, 04/04/2016 - 15:52

La domanda è sempre la stessa: questi "coraggiosi" magistrati sono o non sono di "magistratura democratica"?! Smuoveranno carte e creeranno solo fumo per riconfermarsi "potere incontrastabile"?! Se tutto ciò non accadrà, potremo avere ancora speranze sul futuro dell'Italia! Altrimenti....la dittatura ex comunista è vicina!

Efesto

Lun, 04/04/2016 - 15:53

Peraltro avere un compagno e/o compagna non è contro la legge ed inserire un emendamento è compito della politica, sindacare poi sulla opportunità dell'emendamento è proprio un atto eversivo. Tale opportunità può essere verificata solo dal parlamento.

unosolo

Lun, 04/04/2016 - 15:57

poteva non sapere , mica si chiama Berlusconi che doveva sapere,.

vince50_19

Lun, 04/04/2016 - 15:59

Mi sa che gli hanno già inculcato quello che deve dire. A meno che i magistrati non abbiano altri documenti che potrebbero compromettere lei e altri di questo governo di nominati.

ir Pisano

Lun, 04/04/2016 - 16:03

Maria Elena Boschi persona perbene come suo padre... in quella famiglia hanno uno strano concetto dell'essere perbene...

Ritratto di chielli

chielli

Lun, 04/04/2016 - 16:08

La favorita di sua maestà renzi NON si tocca e NON si deve toccare. E' per discendenza divina.

cameo44

Lun, 04/04/2016 - 16:12

A Renzi e alla Boschi ha risposto bene il Giornalista Giacalone perchè emandare se lo ha scritto Renzi? e alla Boschi che dice di svolgere il suo lavoro portando gli atti in Parlamento che ci sta a fare il Parla mento? questi si vogliono arrambicare sugli specchi per coprire le loro malefatte prima il caso delle banche ed ora quello del petrolio altro che querele come minaccia Renzi il malaffare nel PD è di casa anche se TV e giornali tacciono vi immacinate cosa sarebbe successo se vi fosse stato un Governo Berlusconi?

Votantonio311

Lun, 04/04/2016 - 16:12

Mah... I magistrati non eran tutti comunisti? :D:D:D

LAC

Lun, 04/04/2016 - 16:37

Ma ci si rende conto, quanto meno per non farsi ridere dietro la magistratura italiana? Il Direttore di questo giornale è stato condannato e posto ai 'domiciliari' per la pubblicazione di un articolo (in quanto anche lui: non poteva non sapere') e, invece, rappresentanti istituzionali di un governo nazionale (di 'sinistra' però) neppure ...indagati! Ma che buffonate sono queste?! Come fanno i cittadini ad aver ancora fiducia nelle istituzioni? Lo si sta facendo, tutto questo, in modo 'inconsapevole', o per spingere i cittadini (non più i mafiosi o i terroristi) a gesti inconsulti che riportino indietro le lancette dell'orologio della storia?

baio57

Lun, 04/04/2016 - 16:52

Votantonio311 La maggioranza ,non tutti.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Lun, 04/04/2016 - 17:01

Si potrà dire di tutto su lui;ma negargli che sia un tipo di ‘Cuore’ sarebbe una infamia.E come non rivedere un redivivo Garrone deamicisiano che si autoaccusa da innocente,si sacrifica per amore degli altri o magari anche un D’acquisto in sedicesimo?Beau geste che palpita d’amore,per il prossimo o la prossima,un ardente gesto nobile che mobilita (pardon: nobilita) l’intero governo. Governo pervaso da influenze d’ amore-amore.Il cuore ha sue ragioni che la ragione non conosce, scrisse Pascal.Da Emma a Claretta,passando da Anna.Lungimirantissimo,ammettiamolo.Un sacrificio estremo a due,Romeo e July.Un amore così grande.Galehault fu il testo e chi lo scrisse:quel giorno più non vi leggemmo avante.Se questa tendenza dovesse impadronirsi delle anime belle ai dicasteri e sotto,avremmo un climax di martiramori epocali.Non siamo angeli.E le stelle stanno a guardare.

rossini

Lun, 04/04/2016 - 17:04

Questa storia dei PM che devono recarsi a domicilio dei ministri per poterli interrogare per ragioni di giustizia è un altro istituto di carattere medioevale che dovrebbe essere abolito. Posso capire quando si tratta del Capo dello Stato, ma una ragazzotta che dovrebbe fare la sciampista presso un parrucchiere del centro cittadino ...

flip

Lun, 04/04/2016 - 17:17

efesto. in quale angolo del cielo vivi? cerca di aprire gli occhi. qualche volta.

agosvac

Lun, 04/04/2016 - 17:29

Sarà, ma a me sembra del tutto anomalo che siano i Pm incaricati dell'inchiesta ad andare a Roma per interrogare la signora Boschi invece di convocarla nei loro uffici! Non è che si tratti di un Presidente della Repubblica, si tratta solo di un semplice ministro, oppure no?????

unosolo

Lun, 04/04/2016 - 17:54

la cosa strana è che neanche nelle commissioni passavano certi DDL, e le forzature senza discussione ma solo con la fiducia ? strane pretese ci sarebbe da mettere sotto inchiesta tutti coloro che si sono spostati per dare la fiducia , chissà quanti altarini nascondono , pensiamo male ma pensiamo chissà se poi sarà anche vero del diretto interesse di alcuni sbandati.,

unosolo

Lun, 04/04/2016 - 18:10

c'è sempre una prima volta , i PM che non aspettano e vanno a casa dei ministri , se ricordo bene al G8 in Reggia di Caserta addirittura l'invito di presentarsi con motociclisti , era talmente urgente e pericolo di fuga ? ma no ricordo male l'età,,,

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 04/04/2016 - 18:20

Veramente l'ex ministro ha tenuto a precisare di considerare GL Gemelli suo marito. Diranno i magistrati se tale rapporto personale fosse compatibile con gli obblighi politici e morali della medesima. Certamente il popolo gradirebbe che le situazioni di carattere personale di una ministra e del suo compagno non travalicassero mai in situazioni di comune interesse.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 04/04/2016 - 18:33

A me pare che, stanti i rapporti personali fra i due personaggi, la ministra avrebbe dovuto dimettersi subito, prima dello scandalo, non appena avuta cognizione della possibile interferenza fra i suoi compiti ministeriali e gli interessi professionali e/o commerciali del “marito”. Ma forse questa non è un’etica adatta al governo Renzi, che infatti trotta convinto malgrado gli scandali giudiziari che vedono coinvolti i genitori di Renzi e di Boschi, in merito ai quali è stato emanato almeno un decreto molto criticato, dando la sensazione di avere la funzione di paracadute per qualcuno.

Bisekur1960

Lun, 04/04/2016 - 22:43

Ho già fatto un commento sulla boschi ma non l'ho visto pubblicato... Sostenevo che era capace fare di tutto ... Resto un po' più leggero e meno volgare ma continuo a meravigliiarmi di quanto potere questa giovane avvocato ha assunto per restare seduta sulla sua bella poltrona . Eh si che abbiamo visto situazioni personali e di famiglia oltremodo gravi che avrebbero scosso chiunque altro. Mi chiedo come mai non si riesca a disarcionarla .. Chi ha di così potente che la protegge ? Chi è il suo sponsor.. Forse qualche banca dai poteri forti?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 04/04/2016 - 23:33

Ormai si è inventata il detersivo adatto a pulire le sue magagne. LE PAROLE MAGICHE CHE SPAZZANO VIA TUTTO SONO: POTERI FORTI.

Beaufou

Mar, 05/04/2016 - 08:40

"Hanno ascoltato Maria Elena Boschi per sapere se fosse a conoscenza del fatto che il ministro per lo Sviluppo economico Federica Guidi era fidanzata con l'imprenditore petrolifero Gianluca Gemelli." Òspio, che elemento importante. E dovevano venire in trasferta a Roma, per "acquisirlo" (si dice così, bisogna essere precisi, òrcocàn). Presumo che se sì, succederà un pandemonio; se no, tutto a posto. E magari Maria Elena ha risposto (non si sa, segreto istruttorio): "Ma sì, stava con uno che potrebbe essere Gemelli, se poi gliela desse o no, o volessero sposarsi, sono fatti loro...". E in questo caso? Ahahah. Giudici perdigiorno.