Berlusconi spiato, Salvini: "Si deve ridiscutere la presenza Usa in Italia"

Forza Italia chiede la pubblicazione delle intercettazioni tra Napolitano e Merkel. "Volevano colpire anche Renzi"

Gli Stati Uniti sono troppo presenti in Italia e questa situazione deve cambiare. È di questa idea il leader della Lega, Matteo Salvini, che a margine di una visita al campo rom romano di via Salviati ha parlato delle intercettazioni a Silvio Berlusconi e ai suoi più stretti collaboratori, chiedendo "rispetto" per il lavoro degli alleati da parte degli americani.

Una richiesta, quella di ridiscutere della presenza americana nel nostro Paese, che arriva pochi giorni dopo la notizia di un mezzo assenso del governo al decollo dei droni statunitensi dalla base di Sigonella. "Da valutare caso per caso", a quello che dice Renzi.

La notizia dello "spionaggio" da parte delle agenzie statunitensi, pubblicata ieri dall'Espresso e da Repubblica, ha già portato alla convocazione alla Farnesina dell'ambasciatore americano in Italia. Una mossa che tuttavia Forza Italia ha giudicato poco più che rituale, con il dipartimento di Stato che in serata commentava in diplomatichese che nessuno viene monitorato "a meno che non vi sia uno stringente motivo di sicurezza nazionale".

A soffiare sul fuoco della polemica oggi è Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, convinto che "gli americani spiavano tutto e tutti, e quindi spiavano certamente il governo come spiavano il Capo dello Stato". E in attesa di vedere "le intercettazioni delle telefonate del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per esempio con Angela Merkel".

Per Brunetta, lo ha detto durante le registrazioni di Matrix, programma di Canale 5, le rivelazioni "sono fatte anche per colpire Renzi". "Quello che è successo sulle banche qualche settimana fa, sul mercato finanziario del nostro Paese -ha spiegato- sul mercato borsistico, ha lo stesso sentore di allora, lo stesso sentore del 2011".

Commenti

Libertà75

Mer, 24/02/2016 - 13:49

E continua la campagna di Salvini sui temi di sinistra, anzi sui contenuti Salvini è l'unico vero socialista italiano... La storia geopolitica ci insegna che chi è contrario a un leader di sinistra si colloca a destra, non a caso in Italia c'è il più grande Partito di Destra (PD) di tutta Europa.

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Mer, 24/02/2016 - 13:59

Forse gli USA furono di aiuto all'italia visto che impedirono il ricorso al FMI e che le intercettazioni servivano a monitorare spostamenti strategici in Europa,proprio nei confronti di Putin. Il complotto ci fu. Bisognerebbe vedere i flussi di denaro verso i complottisti e le mazzette pagate ai politici nostrani per mettere in minoranza Berlusconi.

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 24/02/2016 - 13:59

Ma siete ingenui? In quel momento storico che ha portato a trattati condivisi tra la Russia e l'America con il disarmo comune ad opera mediatoria di Berlusconi, abile internazionalista, era ovvio che i servizi segreti dovevano accertarsi che non vi fossero complotti con la Russia. Basta guardare la nostra storia anche recente per capire che l'Italia è stata sempre in mano ai comunisti e quindi giustamente gli americani con i loro servizi segreti volevano accertarsi della buona fede anticomunista di Berlusconi. Ed infetti i trattati sul disarmo sono andati in porto. Probabilmente però successivamente sono state usate le stesse intercettazioni anche per fini diversi collegati alle banche per causare il famoso spread e provocare il cambio illecito al nostro governo.

glasnost

Mer, 24/02/2016 - 14:24

Sono, ancora una volta, d'accordo con Salvini. L'Italia è uno stato autonomo e sovrano. I nostri nonni sono morti sul Piave per la sua liberazione dagli austriaci. NON possiamo accettare di essere una colonia degli USA, ci vuole un referendum perché gli Italiani possano scegliere se devono essere sotto il dominio USA.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mer, 24/02/2016 - 14:27

Certo che è bizzarro il fatto che l'esecutore del golpe contro Silvio, "reo" di essere "amico" del GRANDE PUTIN, sia stato il Vetero Comunista, su commissione degli americani e dei tedeschi.

fisis

Mer, 24/02/2016 - 14:28

L'Italia dovrebbe uscire dalla Nato, uscire da questa ue di burocrati, allearsi economicamente e politicamente con la Russia.

Keplero17

Mer, 24/02/2016 - 14:42

E' ovvio che c'era un motivo di sicurezza nazionale a causa dell'amicizia di Berlusconi con Putin. Ma è anche stato detto apertamente dagli usa che non gradivano questa amicizia. Pensiamo a tutto il lavoro che gli usa hanno fatto per far leva sul sentimento antirusso di tipo secolare che covava nei paesi baltici di tradizioni germanico-scandinave o nell'Ucraina dell'ovest di tradizioni polacche. Si tratta di inimicizie ataviche su cui gli usa hanno cinicamente puntato per separare la Russia dal resto dell'Europa. Lo stesso hanno fatto nel Caucaso. In tal modo hanno costruito una cintura di sicurezza che separa la Russia, che o si sottomette o verrà schiacciata dal lato economico politico e militare.

ghorio

Mer, 24/02/2016 - 14:42

Sinceramente non capisco il can can per l'eventuale spionaggio delle mosse del governo italiano, allora presieduto da Berlusconi. Cerchiamo di essere seri: tutti gli Stati si spiano!

Arnolff

Mer, 24/02/2016 - 14:50

Qual'e` il problema ...volete la botte piena e la moglie ubriaca....??? Gli Stati Uniti proteggono i loro interessi contro doppiogiochisti ( vedi Berlusconi-Putin) e comunisti massimalisti di sinistra come il nostro frottolo fiorentino Renzi. Il 'Dossier" su Renzi & Co sara` più` lungo e più` consistente di quello su Berlusconi. Per quanto riguarda Salvini mi sorprende che abbia velleità` contro gli USA, pare quasi che ci sia una punta di mentalità` sinistroide nei suoi commenti....speriamo ritratti e riconosca che solo gli Stati Uniti possono supportare la sua politica anti-immigrati.....ditegli di darsi una guardata o perde voti.....!!!

STEOXXX

Mer, 24/02/2016 - 14:53

dovrebbero essere chiuse immediatamente tutte le basi che i criminali USA hanno in italia...mi fa imbestialire il fatto che tutti i governi italiani continuino a farsi comandare come dei servi e prendere per il cxxxo da quel governo criminale e assassino !!!!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Mer, 24/02/2016 - 15:27

E' del tutto naturale che Salvini (come leader leghista) si batta per affermare la sovranità dei popoli e relativa classe dirigente così come è normale, visto la sua ignominiosa "nomina", che Renzi sia un presidente (mah, si fa per dire!) costantemente "servente" di Obama e degli oligarchi europei. Altro che "punta di mentalità sinistroide".......ipotizzata dal commentatore @Arnolff@ 14:50.

ex d.c.

Mer, 24/02/2016 - 15:34

La presenza degli americani in Italia è sempre stata contrastata dal P.C. Obama ha spostato l'America a sn. Putin ha centralizzato politicamente la Russia. La storia cambia

linoalo1

Mer, 24/02/2016 - 15:55

Cosa???Solo così????Io andrei un po' più a fondo sui cospiratori del complotto per Cacciare Berlusconi,per poi denunciarli al Pubblico Ludibrio e prendere delle misure atte a diminuire,almeno un po',il considerevole danno subito dall'Italia ed anche dall'Europa!!!Non facciamogliela passare liscia,mi raccomando!!!!Questa è un'occasione da non perdere,pèrchè abbiamo il coltello dalla parte del manico!!!!Aprofittiamone!!Loro,i Sinistrati,forse non lo hanno sempre fatto,ed anche in maniera subdola????

Keplero17

Mer, 24/02/2016 - 16:20

In Russia il comunismo è solo un piccolo partitino che non conta più niente. La partita che si combatte oggi è di tipo strategico e geopolitico fra due stati che si confrontano su interessi di tipo economico. Gli usa intendono estendere il loro dominio su di un paese ricchissimo in termini di materie prime, e non vogliono competitors.

Giorgio1952

Mer, 24/02/2016 - 17:42

Come mai i "porno giornali di sinistra" Repubblica ed Espresso diventano attendibili secondo i casi? Al buon Salvini consiglierei di chiedere la cittadinanza russa, voglio poi vedere se potrà esternare le sue caxxate su tutte le reti televisive oppure fare la fine della Politkovskaja, dell’Estemirova e Nemtsov. Delitti misteriosi di chi criticava il potere, uniti al moltiplicarsi di prigionieri politici a cominciare da Kodorkovskij, che voleva sfidare Putin sul campo politico e invece perse la sua compagnia petrolifera Yukos, l’avvocato Magnitskij invece è morto di pancreatite in prigione, la sua colpa è stata quella di aver denunciato la corruzione in seno al potere. Chi sfida il potere in Russia non può starsene tranquillo neanche all’estero, come dimostra il caso Litvinenko, che dopo aver pubblicamente rivolto una serie di pesanti accuse contro il potente servizio segreto russo, fuggito in Gran Bretagna è stato avvelenato da polonio.

milope.47

Mer, 24/02/2016 - 18:46

Però Salvini tu lo sai che ti voglio bene. Però non mi devi tirare via le parole di bocca. Comunque: Continua così. SEI MEGLIO DI TORO SEDUTO.