Ira del Colle su Renzi: adesso basta parlare di elezioni anticipate

Il messaggio affidato a Franceschini

Questa volta Sergio Mattarella non ha gradito affatto. E dal Colle il messaggio recapitato a Matteo Renzi è stato perentorio: se dopo il 4 dicembre c'è stata un po' di umana comprensione per l'eccesso di disinvoltura con cui l'ex premier pretendeva di andare a votare prima dell'estate, questa volta il Quirinale sarà inflessibile. L'agenda dei prossimi mesi, infatti, secondo il capo dello Stato e i sostenitori del cosiddetto partito della stabilità non lascia margini. Non solo perché il 26 e 27 maggio Taormina ospiterà un G7 per molti versi storico, visto che sarà la prima volta non solo di Paolo Gentiloni ma soprattutto di Donald Trump, del premier inglese Theresa May e del nuovo presidente francese che verrà eletto il 7 maggio. Ma anche perché in autunno il governo sarà alle prese con una legge di Bilancio su cui pesa l'incognita di clausole di salvaguardia per 20 miliardi. Un vero e proprio salasso, per il quale sarà determinante la trattativa in corso tra Palazzo Chigi e la Commissione Ue per ottenere una certa flessibilità sul rapporto deficit/Pil. E' evidente che un governo costantemente impallinato dal fuoco amico di Renzi non avrebbe alcuna credibilità a Bruxelles e difficilmente sarebbe in grado di portare a casa qualcosa.

Ecco perché Mattarella ci ha tenuto a far sapere all'ex premier che la misura è colma. E che non è possibile continuare a cannoneggiare quotidianamente Gentiloni e il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. La tentazione populista ed euroscettica di Renzi, insomma, sul Colle non è piaciuta affatto. Per non parlare del rilancio sulle elezioni anticipate, visto che nei giorni scorsi alcuni renziani doc hanno messo in circolo l'intenzione dell'ex premier di puntare al voto il 24 settembre, così da evitare che il Pd faccia carico di una legge di Bilancio che rischia di essere lacrime e sangue e di fatto indigeribile dal punto di vista elettorale. È stato a questo punto che dal Colle è partita la controffensiva, questa volta senza usare i guanti di velluto. Perché è il senso del ragionamento che rimbalza dal Quirinale che dopo il referendum fosse confuso e niente affatto lucido ci può stare, ma oggi il suo comportamento non ha più scusanti. Che un ex presidente del Consiglio nonché leader del principale partito che sostiene il governo si comporti come un politico da talk show che pensa solo a dire la cosa che gli fa raccogliere qualche voto in più, per il Colle è da irresponsabili.

Il messaggio è stato recapitato a diversi interlocutori, primo fra tutti Dario Franceschini che con il Colle ha per così dire un canale privilegiato. Il ministro dei Beni culturali non è certo l'amico più fidato che Renzi abbia nel Pd, ma è comunque il suo principale sostenitore nella sfida congressuale del 30 aprile. Un appuntamento determinante per l'ex premier, che solo dopo le primarie saprà quale sarà davvero il suo peso specifico dentro il partito. Ed è per questo che l'altolà arrivato nei giorni scorsi proprio da Franceschini qualche effetto, almeno per il momento, pare averlo sorbito. Ma è solo una tregua momentanea. Renzi sa bene che la tornata amministrativa dell'11 giugno rischia di essere amara per il Pd, visto che città importanti come Genova vengono date per perse. Così fosse, la sconfitta non potrebbe che ricadere su di lui e l'unico modo per provare ad invertire la tendenza in vista di una difficile campagna elettorale, sarebbe quello di aprire un'offensiva contro l'Europa e cavalcare l'onda no tasse. Con buona pace del Colle.

Commenti
Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 01/04/2017 - 09:08

Il PAGLIACCIO non ha capito che l'establishment non vuole le elezioni prima della sua scadenza naturale; inoltre, vuole che sparisca! Il che succederà dopo la manovra di fine anno, come già avevo anticipato in altri miei posts.

Tarantasio.1111

Sab, 01/04/2017 - 09:11

CERTO che la misura è colma...a questo quaquaraquà le cose stanno bene così: pappa e ciccia per lui mentre agli italiani...(mi par di udire la sua vocina) che si arrangino. Amen.

LostileFurio

Sab, 01/04/2017 - 09:12

Elezioni presto per mandare PD, PDM, ecc a ca.... Casa.

Iacobellig

Sab, 01/04/2017 - 09:15

IL BUFFONE INCAPACE ARROGANTE DI RENZI DEVE SOLO SPARIRE E NON FARSI PIÙ NÈ SENTIRE NÈ PIÙ VEDERE. HA ROVINATO PAESE E PARTITO PD.

Fjr

Sab, 01/04/2017 - 09:17

Mattarella non gradisce gli assalti di chi lo ha messo lì,che strano ,in fondo adesso che ci penso un'ex dc in guerra con un'ex PCI PDS DS ,e dio solo sa quali saranno le nuove sigle per tenere in piedi la sinistra,non è poi così una novità,sto Matteo quasi quasi inizia a starmi simpatico :)

mezzalunapiena

Sab, 01/04/2017 - 09:26

sinceramente pensavo sbagliando che il popolo di sinistra fosse un po' più attento alla attuale situazione italiana e credere ancora in renzi significa avere gli occhi e le orecchie foderati di prosciutto

Giorgio Colomba

Sab, 01/04/2017 - 09:41

Il bambino capriccioso al quale è stato tolto il giocattolo, nun ce vo' sta'. Questo moccioso è lo "statista" nelle cui mani era affidato il Paese...

alfredodenzio

Sab, 01/04/2017 - 09:45

agli italiani e' vietato votare questa la chiamano democrazia alfredo denzio

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 01/04/2017 - 09:50

Se da un lato la lenta capitolazione del bulletto mi fa godere, dall'altro la democristiana politica del nascondere la polvere sotto il tappeto mi fa rabbrividire!

Augusto9

Sab, 01/04/2017 - 09:53

Ma questo "signore" da dove è stato fatto uscire? Nessuno sapeva che era, poi sé diventato segretario, poi premier, poi vuole continuare a dettare legge su tutto. Perché gli viene permesso tutto ciò? Se veramente il governo Gentiloni volesse essere un governo autonomo, sarebbe ore che mandasse a casa lui, e tutta l'accozzaglia di incapaci e nullafacenti (ALFANO, MADIA,POLETTI, FEDELI ECC.) e provasse a governare con la sua testa, nel bene o nel male.

fifaus

Sab, 01/04/2017 - 09:55

A me di quello che pensano Renzi e Mattarella importa poco. Mi interessa invece quello che urlo da anni: VOGLIO VOTARE!! mi è stato rubato e conitnuano a rubarmi un DIRITTO:

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 01/04/2017 - 09:57

Questo presidente NON è diverso dal suo predecessore....siamo messi male,molto male.

leopard73

Sab, 01/04/2017 - 10:02

IL BISCHERO CHE DETTA ANCORA LEGGE!!! povera Italia come siamo in basso con questi politici detti professionisti della politica e della casta. CIALTRONI E LADRI VERGOGNATEVI.

unosolo

Sab, 01/04/2017 - 10:13

il capo ha ragione senza dubbio , spendere ora soldi in anticipo per elezioni anticipate è continuare a sprecare soldi per una mania di potere , certo a me non sta bene questo governo come i due precedenti ma diamine i danni fatti sono enormi quindi meglio fare prima una seria legge elettorale e poi andare alle urne con calma e dignità sperando che il popolo del PIL e i pensionati abbiano capito chi e come uscire da questa trappola politica,.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 01/04/2017 - 10:14

Era già tutto previsto. Bello il teatrino.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 01/04/2017 - 10:39

Concordo con il primo commento di "fifaus" talché lo copio integralmente: ""A me di quello che pensano Renzi e Mattarella importa poco. Mi interessa invece quello che urlo da anni: VOGLIO VOTARE!! mi è stato rubato e continuano a rubarmi un DIRITTO"".

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Sab, 01/04/2017 - 10:50

concordo con Leonida. fuffa per meglio imbrogliare la cittadinanza

Ritratto di guga

guga

Sab, 01/04/2017 - 10:59

Beh.. finalmente il Generale in capo, osa tirare le orecchie al Cap fracassa, che, di solito, viene strapazzato solo da tutti i suoi caporali!

sdicesare

Sab, 01/04/2017 - 11:18

L'ira del colle su Renzi che parla di elezioni anticipate? Ma chi se ne frega dell'ira del colle? E dell'ira degli italiani che non vanno a votare da quattro governi cosa diciamo? Ha gia' dimenticavo, la volontà del popolo non conta....

alby118

Sab, 01/04/2017 - 11:22

Basta parlare di elezioni, le elezioni si fanno in paesi democratici e civili e il nostro non è ne il primo ne il secondo caso.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 01/04/2017 - 11:25

Il succo dell'articolo è: bisogna attendere la riabilitazione di Silvio da parte di Bruxelles. Anche a costo di trasformarci in una colonia dell'Africa nera.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 01/04/2017 - 11:53

L'"ira del Colle..." perché Renzi vuole le elezioni? E perché mai si adira il Mattarella? A parte il fatto che le elezioni le richiediamo tutti noi cittadini da lungo tempo, anche se per scopi e fini diversi dal Renzi, non riconoscendo né quest’ultimo, né le precedenti rappresentanze politiche ed istituzionali a partire dal 2011, e, soprattutto, neppure l'attuale rappresentanza dell'Italia e degli italiani a livello governativo ed istituzionale, a nessun livello istituzionale, non vedo perché ci si debba adirare per una richiesta del genere da parte del sedicente supremo garante dell'ordine repubblicano e della democrazia. Tutto sommato le... (1 di 2)

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 01/04/2017 - 11:54

...elezioni sono il supremo atto della democrazia stessa. Senza le prime non c'è nemmeno la seconda. Comunque, s'attende, è immediata l'urgenza, ancor prima di tutte le altre riforme della Costituzione in cantiere, precipuamente e soprattutto la riforma costituzionale che riguarda l'elezione diretta di un vero Presidente della Repubblica, di un effettivo, vero e reale garante delle istituzioni democratiche. Non ci si può più fidare del parlamento e dei partiti e soprattutto non ci si può più fidare a farsi by-passare dai sedicenti politici, a quanto si sa, ad ogni livello corrotti e corruttibili. (2 di 2)

antipifferaio

Sab, 01/04/2017 - 12:47

Tranquilli...questi, compreso il colligiano, non schiodano prima della scadenza... Sono anzi sicuri di auto-eleggersi in eterno...Penso che la cosa che li farà tremare davvero sarà quando saranno costretti ad aumentare l'IVA, il che si trdurrà un tracollo dell'economia interna. Da lì in poi sarà tutta un'altra storia!!! Per adesso il modello euro-imposto regge....ma come si sa le cose traballanti non durano per sempre...

Red_Dog

Sab, 01/04/2017 - 13:46

forza italia è euroscettica, la lega non se ne parla, il gruppetto delle destre pure, il M5stelle anche, ora pure Renzi dopo Prodi... ma che ci sta a fare l'italia in eiropa!?!?

ilbelga

Sab, 01/04/2017 - 13:47

67 governi in 70 anni di repubblica: "e la chiamano democrazia oh oh oh oh". fate voi...

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 01/04/2017 - 13:49

Renzi: "un politico da talk show che pensa solo a dire la cosa che gli fa raccogliere qualche voto in più". Chissa` da chi ha imparato? (Dal suo mentore della prima ora ovviamente, Don Silvio da Arcore).

unosolo

Sab, 01/04/2017 - 13:52

quale rapporto di locazione esiste dei parlamentari della Sicilia , della Sardegna e le altre regioni ? sarebbe bello sapere chi comanda a percentuale di potere sugli altri ,,., votazioni prima possibile ? lo decideranno i potenti che ci hanno incastrato,.

Libero 38

Sab, 01/04/2017 - 14:52

Mi sorprende che solo ora mattarella si sia accorto che il bullo di rignano oltre a essere un pagliacco e' anche una persona inaffidabile.Che poi il pagliaccio fa finta di minacciare di mandare a gambe in aria il governo p-iDiota gentiloni e' la solita orchestrata furbata per far credere i poveri creduloni italiani che ci saranno le elezioni.Quello ch'e' certo che non ci saranno le elezioni non prima di ottobre per far avere il diritto a tutti i neo parlamentari il diritto alla pensione.

tosco1

Sab, 01/04/2017 - 14:59

Immaginate un Renzi che non avesse preso una mazzolata al Referendum ? Ho il terrore a pensarci.E'già insopportabile così. A proposito, quanti licenziamenti quest'anno dopo il suo job act ? circa un milione ? C'è gente sufficiente per fare un bel corteo che lo vada a trovare a casa.

swiller

Dom, 02/04/2017 - 07:46

Ha parlato l'inesistente la nullità fatta persona.