Irregolari, la guerra delle cifre. "Ecco perché ora sono 90mila"

Con i porti chiusi scende il numero degli irregolari presenti sul nostro territorio. Ecco le cifre sul fronte immigrazione

La guerra delle cifre sui migranti va avanti. Il tema degli irregolari presenti sul nostro territorio accende la campagna elettorale. Il minsitro Di Maio oggi ha attaccato Salvini chiedendo tempi rapidi per i rimpatri. Salvini non ha risposto "alle provocazioni" del leader grillino e ha di fatto ribadito la sua linea sul fronte della gestione dei flussi migratori. Ma negli ultimi giorni i gialloverdi litigano su una cifra: quella degli irregolari sul nostro territorio. In un primo momento Salvini aveva parlato di 500mila persone per poi correggere la stima in 90mila unità. Come stanno le cose?

È lo stesso Viminale a chiarire le cose. "Il ministero dell’Interno ha i dati aggiornati in tempo reale. Gli altri possono giocare a lotto, ma i numeri dicono questo", ha affermato Salvini. Secondo il Viminale i 2.053 rimpatri di questi primi mesi dell'anno rappresentano un dato leggermente superiore al trend del 2018. Il motivo? Gli sbarchi negli anni precedenti erano di più. Ma c'è un altro aspetto che il Viminale sottolinea: i rimpatri sono più di tre volte gli arrivi (2053 rispetto a 666). Fin qui i dati sui rimpatri che vanno di pari passo sul "censimento" degli irregolari. Come riporta ilCorriere, Il Viminale ha fornito nuove cifre più dettagliate: "Oltre ai rimpatriati vanno considerati i moltissimi (268.839 quelli accertati) che hanno raggiunto altri paesi dell’Ue e poi tutti i migranti in situazione d’accoglienza (circa 119mila)", fa sapere il ministro degli Interni. Da qui le nuove stime che fissano a circa 90mila gli irregolari presenti in Italia. Infine su questo punto è intervenuta portavoce della Commissione Ue, Natasha Bertaud: "Abbiamo chiesto diverse volte agli Stati membri di prendere misure per prevenire i movimenti secondari e aumentare il numero di persone che vengono rimpatriate nei paesi di origine quando non hanno diritto di restare nell’Ue. In passato abbiamo inviato delle raccomandazioni specifiche all’Italia su movimenti secondari e rimpatri". La guerra delle cifre va avanti. Ma un dato è certo: con la politica dei porti chiusi gli sbarchi sono diminuiti. Per davvero.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 26/04/2019 - 00:34

Oramai Di Maio si è incaponito sull'affaire Siri, sui rimpatri.. E' convinto di riuscire a piegare Salvini in vista delle europee e si sta spingendo oltre ogni limite che potrebbe far crollare l'alleanza di governo. Eppure i sondaggi non lo confortano.. Sta forse preparando un'alleanza di ripiego con il Pd se Salvini non cede? Vada pure per la sua strada: questa è la chiara dimostrazione, se dovesse accadere, che la poltrona e qualche altro "sfizio" da togliersi, vale più di qualsiasi contratto. Son curioso di sapere cosa mai ne penserà l'ometto di Rignano, se farà una capriola o la memoria gli ricorderà certo passato grillino nei suoi confronti..

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 26/04/2019 - 04:54

Ma come? Ora lamentano l'insufficienza dei rimpatri! Prima hanno mangiato in abbondanza sull'ACCOGLIENZA, ora invece lamentano il contrario, I MANCATI RIMPATRI. Una "falsità" SINISTRA! come FALSA é STATA LA COMMEDIA DI IERI, un abbraccio fra rossi e grillini. POLITICA e IGNORANZA!

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 26/04/2019 - 07:51

Qualsiasi CLANDESTINO pretenda di entrare ILLEGALMENTE e senza diritto nel nostro paese,va rispedito al mittente:la prima volta lo si invita gentilmente perché siamo una nazione civile,se grugnisce e/o si ribella,lo si faccia usando i piedi....

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 26/04/2019 - 09:27

Leggo che nell’anno in corso, 2019 d.C., i “rimpatri” sono 2063 mentre gli arrivi sono stati 666. Poco rilevanti i rimpatri, ma comunque è apprezzabilissimo lo stop imposto da Salvini, alla faccia della sinistra affarista, quella che dell’immigrazione clandestina aveva fatto un affare: in 6 anni oltre 600mila arrivati dalle coste libiche e dintorni, per la gioia dei furbetti e dello stesso Bergoglio, il pseudo papa argentino, filocomunista e nemico dei cristiani anti-islamici. Quelli che sono arrivati ad incassare fino a 35 euro giornalieri per migrante “assistito”, un vero affare, tale per loro evidentemente, certamente non per l’Italia.

Totonno58

Ven, 26/04/2019 - 09:59

Beh, non ci vuole tanta fatica a dire che Salvini aveva fatto una sparata (500.000) a fini elettorali...perchè vogliamo negargli la sacrosanta libertà di fare un po' di chiacchiere?

Noidi

Ven, 26/04/2019 - 11:01

@02121940: Volevo solo chiedere un oaio di cose. Ha detto Salvini, o no, che avrebbe fatto rimpatrieare 600.000 clandestini? Ci ha marciato per dei mesi con quella cifra o no? Perchè ora sono solo 90.000? Si è un pò sbagliato (solo 10 volte tanto)? Oppure ha raccontato frottole per dei mesi?

Altoviti

Ven, 26/04/2019 - 11:12

Mi sa che Salvini si burla degli elettori, vanno fatti accordi coi paesi di partenza come lo fa la Svizzera e vanno rimpatriati tutti coloro che sono arrivati in modo clandestino. È chiaro che i giudici ed i sindaci distribuiscono diritti senza che il governo intervenga. Va fatta una politica di rimpatrio di coloro che la sinistra ha istallato da noi, anche con un reddito di rimpatrio e uscire dalla convenzione sui richiedenti asilo come l'ha fatto la Danimarca.

Giorgio5819

Ven, 26/04/2019 - 11:48

..anche 9 sarebbero troppi...

Epietro

Ven, 26/04/2019 - 11:55

Ma i lettori sanno leggere e far di conto o sono solo prevenuti contro Salvini? Che ha detto 90.000 irregolari in Italia + 270.000 circa tra i pochi rimpatriati e coloro che se ne sono andati in altri paesi UE + 119.000 in situazioni d'accoglienza (che non è detto verranno accolti)= circa 480.000 che qui erano. Non mi sembra che aver parlato di 500.000 sia così scandaloso quando le cifre erano sconosciute e i fenomeni che c'erano prima non si curavano di contarli. Per finire, se ne ne andrà ancora qualcuno faremo degli ottimi risparmi.-