Italia senza coraggio per il caso Prodi nessuno fece niente

Coraggio e chiarezza. Quel che manca da noi.

Coraggio e chiarezza. Quel che manca da noi. Inutile azzardare paragoni: Vienna è lontana da Roma e la decisione, clamorosa, della Corte costituzionale austriaca in Italia sarebbe inimmaginabile. Forse potrebbe starci in una fiction, ma nella realtà ciascuno è libero di coltivare l'arte del sospetto, del dubbio, del retropensiero velenoso. Perché l'intervento della Consulta - insomma l'ordine di ripetere le elezioni, come a Vienna - verrebbe inteso come un golpe, farebbe strillare le vergini della democrazia, provocherebbe una grave lacerazione istituzionale.

E però, a ben vedere, le elezioni politiche del 2006, quando Prodi sconfisse Berlusconi sul filo di lana per 24mila voti, un niente, uno zero virgola, forse si prestano a un ragionamento. Forse a Vienna avrebbero deciso per un bis. Ricordate?

Il risultato al fotofinish. E poi i dieci scatoloni con le schede ritrovati in una via di Roma. Ancora le incredibili notizie giunte dal Sudamerica e da altri paesi lontani: persone che non avevano mai ricevuto la scheda e altre che avevano messo la croce per figli, mogli e parenti vari, con una sorta di voto multiplo.

Irregolarità. Errori. Forse brogli. In certi casi ci vuole coraggio. Che poi è fratello gemello del buonsenso. Se il risultato non è limpido, se ci sono state alterazioni o forzature e alla fine la differenza fra gli schieramenti è racchiusa in un decimale, meglio tornare alle urne.

Figurarsi. La Corte austriaca è stata chiusa in una sorta di conclave per quasi 40 giorni, poi ha annullato il risultato. In Italia, piccolo dettaglio, non si sa nemmeno chi sia l'arbitro. Sul diritto al voto è competente il giudice ordinario, sulle questioni procedurali quello amministrativo. Così vai in tribunale e magari il tuo ricorso rimbalza al Tar che intanto litiga con il giudice civile. Passano mesi e poi anni, in un labirinto che rende opaca e incerta la democrazia.

Così una decisione metà tecnica e metà politica diventa ostaggio di mille attori e del gioco perverso delle insinuazioni, delle ombre e del non detto. A Vienna non è così: «In Austria - nota il professor Mario Esposito, ordinario di Diritto costituzionale all'università del Salento - la materia elettorale è di competenza della Corte costituzionale. E questo dovrebbe farci riflettere seriamente». I giudici hanno discusso, hanno scoperto una serie di anomalie, per esempio sul voto per corrispondenza, non hanno avuto paura. Ma parafrasando Manzoni, il coraggio uno non se lo può dare se non ce l'ha. Se le regole sono incerte. Se il campo è troppo affollato. Se le sentenze vengono lette con la lente della partigianeria e alla fine non ci si fida di un'autorità comune.

La Corte austriaca nasce dalla lezione di un giurista straordinario come Hans Kelsen, è considerata un faro per tutta Europa, quando c'è da picchiare duro va giù senza se e senza ma, come ha fatto tirando giù il bail-in perché attenta al diritto di proprietà.

Sentenze limpide senza la cipria della retorica. Ma anche una prova muscolare di rapidità ed efficienza. Non è provincialismo scrutare allo specchio la sfida del 2006 fra Prodi e il Cavaliere e quella, dieci anni più tardi, fra Van der Bellen e Hofer. Riforma per riforma, Vienna avrebbe molto da insegnarci.

Commenti

Giuseppe Borroni

Sab, 02/07/2016 - 08:22

ancora con sta menata???? dietrologia nostalgica unita ad autolesionismo, sono un male comune in Italia.. Il povero Berl ha ampiamente dimostrato l'inconsistenza e la pochezza politica del suo team....fatela finita con sto piagnisteo da bambini a cui e' cascato il gelato per terra

st.it

Sab, 02/07/2016 - 08:41

Ma dai ancora con questi discorsi populisti, la democrazia in italia che è minimo a 5 sponde , non consente che avvengano fatti criminosi come avvenuto in austria , da noi se un giudice avesse a manifestare il sentore che potrebbero esserci delle irregolarità verrebbe esiliato all'istante.

elio2

Sab, 02/07/2016 - 08:42

La magistratura italiana è completamente asservita al regime comunista oramai da decenni, che per ripagarla, (dato che nessuno fa niente per niente), gli ha concesso bonus e privilegi a non finire, oltre un potere che va ben oltre quello democratico, ecco perché da noi una sentenza come in Austria non sarebbe neppure ipotizzabile, se le elezioni taroccate fossero risultate favorevoli alla sinistra e il caso di prodi ne è la vergognosa prova più eclatante.

Trinky

Sab, 02/07/2016 - 08:48

se guardiamo tutte le elezioni e tutti i referendum taroccati dalla sinistra a partire da quello per la monarchia-repubblica l'elenco diventa lungo lungo....

honhil

Sab, 02/07/2016 - 08:55

In Italia i golpe si ripetono uno dietro l’altro. E il burattinaio si trova sempre a sinistra. E dire che tiene le fila financo presso la Corte costituzionale, è dire la verità. Della vittoria di Prodi, poi, si sapeva che era truccata. Ma la stampa, proprio quella che si definisce libera, era schierata tutta con Prodi. Con il Presidente della Repubblica capo claque. Purtroppo l'Italia è questa. Anni luce distante dall'Austra. Si pensi a come tutto adesso sarebbe diverso, se lo Stivale tutto intero fosse rimasto a far parte dell'Impero austro-ungarico.

duball

Sab, 02/07/2016 - 08:58

E perche, quando vinse bersani nel 2011 quanti voti di scarto col CDX c'erano? Tranquillo Zurlo,se lo 0,00.. fosse stato a vantaggio del CDX le varie anime dei giudici controllori avrebbero trovato subito un accordo,fatto il diavolo a quattro e lavorato anche di domenica, se necessario, per riaprire la tornata elettorale.

steacanessa

Sab, 02/07/2016 - 09:02

Se il risultato fosse stato a favore del Cav state tranquilli che il putiferio ci sarebbe stato e avrebbero trovato il modo di ribaltare il risultato.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 02/07/2016 - 09:05

Siete patetici , quando perdiamo gridiamo allo scandalo e tiriamo in ballo i brogli , quando vinciamo tutto regolare .

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 02/07/2016 - 09:06

Ottimo articolo, senza peli sulla lingua, ma è la pura realtà. Da noi viviamo un film che dura da troppo tempo. La nostra costituzione più bella del mondo a poco a poco è diventata, la costituzione più bella del mondo per i ladri, i maneggioni e i figli di buone donne. Sono loro che devono essere tutelati, vezzeggiati, capiti, e adesso ci aggiungiamo gli immigrati irregolari perché più c'è casino meglio è. Si ruba e si fanno meglio gli affari. L' importante e far credere ai cittadini che loro si prodigano per il nostro interesse e per i lavoratori ( magica parola ). Gli effetti poi li vediamo tutti i giorni. Bail-in delle Banche, morto inspiegabile del Monte dei Pacchi, risorse abitative magicamente disponibili per gli immigrati irregolari, con rispettivo giro di soldi, soldi sempre meno per il sociale a disponibilissimi per i soliti noti. Attendiamo con fiducia ormai da 5 lunghi anni il cambiamento in MEGLIO si spera.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 02/07/2016 - 09:10

Ancoa non ci si spiega (si fa per dire) come in Campania nessuno votò scheda bianca. Però rinunciando alla verità si fa solo il gioco degli imbroglioni, che se necessario ci riproveranno, sicuri dell'impunità.

Beaufou

Sab, 02/07/2016 - 09:11

Già, Zurlo, ma in Italia abbiamo una lunga tradizione di elezioni dubbie, a cominciare dal referendum monarchia-repubblica (anche se i numeri non erano così risicati). E, a parte qualche strillo e molti mugugni, ci siamo sempre adeguati al furbesco detto "chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto". L'Austria, buon per lei, ha evidentemente tradizioni diverse.

Ritratto di duliano

duliano

Sab, 02/07/2016 - 09:15

Il coraggio di annullare le elezioni lo avrebbero certamente trovato se a vincere per una manciata di voti fosse stato il centro destra e anzi si sarebbero spinti più in là magari arrestando Berlusconi che "non poteva non sapere". Purtroppo per noi in Italia la giustizia è amministrata da un gruppo di impiegati statali faziosi, astiosi e incazzati che antepone le proprie idee politiche e personali alla legge.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 02/07/2016 - 09:25

Prodi ? Scusate ma non è il signore che sapeva dove era detenuto Aldo Moro , GRADOLI, e non è mai andato dai magistrati inquirenti ma si è limitato ad incontare una commissione del Senato. E nessuno a chiedergli conto , compresa l'opposizione di ieri e di oggi , del suo coinvolgimento col sequestro ed il massacro della scorta di Aldo Moro.

Gianfranco Rebesani

Sab, 02/07/2016 - 09:50

Coraggio o "sistema". Il primo referendum fatto per conoscere la volontà del popolo (?), Monarchia vs. Repubblica, era già stato deciso dai padri costituenti e Romita fece il capolavoro che con abile manovra DECISE che aveva vinto la maggioranza pro Repubblica. Seguirono altri Referendum, utili solo ad ingrassare ( facendo la solita cresta sulle spese) i vari partiti e comitati. responsabilità civile dei Giudici, Ministero dell'Agricoltura,finanziamento ai partiti, tanto per citare i più importanti, con un semplice gioco di parole sono stati disattesi. Coraggio? Non. Assuefazione all'imbroglio

frado

Sab, 02/07/2016 - 10:00

Dott. Zurlo concordo con la sua analisi. Anch'io nutro molte perplessità sui risultati elettorali in Italia, e non solo quelli del 2006.

routier

Sab, 02/07/2016 - 10:07

Che in Italia molte elezioni siano state inquinate da irregolarità (quando non veri e propri brogli) è assai più di un sospetto. Ma nella nostra (troppo giovane) democrazia si è deciso di seppellire tutto con tonnellate di sabbia.

onurb

Sab, 02/07/2016 - 10:11

Giuseppe Borroni. Lei non ha capito il senso profondo di questo articolo, in cui l'esempio delle elezioni politiche del 2006 è solo un aspetto secondario, anche se il solo ricordarlo, a quanto pare, le crea qualche disagio.

PDIsla§

Sab, 02/07/2016 - 10:24

ITALIA Bel paese in mano ad Affaristi, Mafiosi, LeccaWuli taglieggiatori, boriosi ,IMBROGLIONI, incapaci ,poteri occulti nel sociale/amministrativa/giudiziaria ,falsificatori ,venditori , parolai,nullatenenti,evasori,E' UNA LA DEMOCRAZIA CARTACEA CON TANTI VANAGLORIA.

Tarantasio.1111

Sab, 02/07/2016 - 10:38

Giuseppe Borroni...NON è una menata, grazie ai serpenti di sinistra e ai loro brogli oggi gli italiani sono considerati meno dei profughi... vedremo che futuro avranno i nostri figli peggio ancora i nipoti...resi schiavi dai cxxxxxxi che la pensano te!!

pascoll1

Sab, 02/07/2016 - 10:50

A pari condizioni, se vinceva il centro destra, avrebbero ripetuto le elezione è scatenato la magistratura.

Ritratto di Nazario49

Nazario49

Sab, 02/07/2016 - 10:50

La nostra legge elettorale definita Porcata ha impiegato 7 anni per essere giudicata dalla Consulta... Una Porcata che ha devastato la democrazia è il destino del Paese. E, in questi 7 anni la Corte Costituzionale, ma anche partiti ed elettorato, sono entrati più volte in confusione. Nel 2009 votammo per referendum Segni per modificare Porcellum, ma non ci fu quorum: votò il 23%. Ai Partiti e all'elettorato la cosa non interessava. Nel 2012 il Referendum proposto da Di Pietro x modicare premio e nomine fu negato dalla Corte. E, nel 2013, sugli stessi temi di Di Pietro la Corte disse che era incostituzionale. Nel frattempo, ha permesso al Parlamento di continuare a vivere e di permettergli di modificare la Carta in 40 articoli. Sono stato benevolo, dire confusione è un'eufemismo.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 02/07/2016 - 10:54

La materia elettorale dovrebbe essere di competenza della Corte costituzionale e fin qui siamo d'accordo ma, trattandosi di Italia, chi se la sente di garantire che detta corte sia imparziale??? I giudci costituzionali non vengono dalla luna, fino a prova contraria vengono da una magistratura divisa in bande politicizzate senza ombra di dubbio senza poi contare il malvezzo italico dei giudici di "interpretare" le leggi invece di applicarle. Quindi si alla competenza alla corte costituzionale ma non prima di aver "rivoltato come un calzino" la magistratura!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 02/07/2016 - 10:56

La materia elettorale dovrebbe essere di competenza della Corte costituzionale e fin qui siamo d'accordo ma, trattandosi di Italia, chi se la sente di garantire che detta corte sia imparziale??? I giudci costituzionali non vengono dalla luna, fino a prova contraria vengono da una magistratura divisa in bande politicizzate senza ombra di dubbio senza poi contare il malvezzo italico dei giudici di "interpretare" le leggi invece di applicarle. Quindi si alla competenza alla corte costituzionale ma non prima di aver "rivoltato come un calzino" la magistratura!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 02/07/2016 - 10:59

Giuseppe Borroni. Qui non sono in discussione "l'inconsistenza e la pochezza politica" degli uni o degli altri ma semplicemente si tratta di una questione di "giustizia", quella cosa che la sua parte politica non riesce a digerire dal momento che da sempre i trinariciuti agiscono sulla base del principio che "il fine giustifica i mezzi", giudici trinariciuti compresi!

giovauriem

Sab, 02/07/2016 - 11:01

in italia il problema non è la competenza in materia di elezioni ma quale partito o corrente ha messo quei giudici nella corte costituzionale , si vede che in austria i giudici costituzionali sono selezionati per curriculum reale e non taroccato come in italia dove l'unica cosa che conta è il clan di appartenenza .

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

elpaso21

Sab, 02/07/2016 - 11:13

Un giorno siamo orgogliosi, un altro senza coraggio. Secondo poi: non siete stanchi di scrivere scempiaggini?

erminio

Sab, 02/07/2016 - 11:14

A partire dalla scelta tra Monarchia o Repubblica che la cosa e' fatta in casa.

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Sab, 02/07/2016 - 11:17

La nostra costituzione era bella una volta,ora e' vecchia e brutta e incapace. La corte e' nominata per via politica e cosi' pure il Capo dello Stato che a sua volta nomina i giudici suoi amici. Questa e' dittatura mascherata da democrazia. La sinistra esercita la gramsciana egemonia istituzionale da 25 anni e da 25 anni non c'è' più vera liberta'.Chi ci prova a riscattare l'Italia dalla dittatura di sinistra, ora falsamente buoni sta, viene stroncato dai giudici.Ma e' chiaro la Corte e' il cane da guardia della dittatura ed e' pagata per questo.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 02/07/2016 - 11:18

Se i comunisti hanno barato dal referendum monarchia repubblica di che vi stupite? La repubblica non era ancora nata e' gia' fregavano. Finche' la forbice era ampia sono stati all'opposizione appena la forbice si e' chiusa le formichine rosse nei seggi hanno lavorato sodo. E vincono per tre voti. Se vincono gli altri subito un ricorso ovviamente accettato dalla magistratura corrotta e compiacente.

Anonimo (non verificato)

il veniero

Sab, 02/07/2016 - 11:36

a quanto pare nemmeno gli austriaci sono santi . Di sicuro ad ogni votazione in meridione avviene ben altro e nessuno fa molto . Un mio voto sentito e meditato viene compensato dal voto comperato dal filo-mafioso di turno . Il risultato è 50 di politici meridionali ( particolarmente )incapaci che hanno distrutto nord e sud .

VittorioMar

Sab, 02/07/2016 - 11:38

....non è il coraggio che manca ma....l'ONESTA'...!in tutte le sue espressioni!

pietrom

Sab, 02/07/2016 - 11:46

IL SISTEMA ITALIANO NON E' RIFORMABILE! E' cosi' complesso che ogni sforzo sarebbe inutile. Bisogna fare, nell'ordine: 1) Analizzare i sistemi legislativi degli altri paesi, facendo bilanci costo/efficacia. 2) Scegliere e adottare il migliore. 3) Prendere tutta la carta sprecata per scrivere i codici civili e penali oggi in vigore e bruciarla negli inceneritori per ricavarne energia! - E' un atto di umiltà: la culla del diritto costretta a copiare dagli altri. Ma e' l'unica possibilita' che ci resta.

cgf

Sab, 02/07/2016 - 11:47

@Giuseppe Borroni si cambi subito la maglietta che è sporca di gelato DAVANTI e non dietro. :) Dopo venga a spiegare come mai da Campania e Calabria.....

Anonimo (non verificato)

elpaso21

Sab, 02/07/2016 - 12:17

Effettivamente anche il referendum per l'abolizione della monarchia fu truccato, mi pare che anche questo andrebbe ripetuto.

Zizzigo

Sab, 02/07/2016 - 12:21

Le ingiustizie non si seppelliscono, mai.

Ritratto di bismark22

bismark22

Sab, 02/07/2016 - 12:26

2013. Ricordate la scrutatrice al seggio che schifava stringere la mano a Berlusconi. A Milano. Vi lascio immaginare in presenza di una scheda con insignificanti errori formali come si sarà comportata. Vi lascio immaginate nelle regioni rosse con Coop e Cgli e Pci in campo. Bene nel 2013 il centrodestra ha perso mediamente per 2 voti in ognuna delle 61.441 sezioni. 126.000 voti con 1.350.000 nulle, bianche e contestate. Lo 0,32% di differenza con il quale il PD si è preso 340 deputati su 630.

nonna.mi

Sab, 02/07/2016 - 12:32

Giuseppe Borroni: lei si è accaparrato da solo il peggior titolo non pubblicabile su questo post ! Auguri per un suo forse impossibile miglioramento di leale intelligenza.Myriam

paolonardi

Sab, 02/07/2016 - 12:43

C'e' un altro dato di fatto: dei referendum indetti in italia solo 4 sono stati applicati secondo il risultato: quello taroccato monsrchia-repubblica, quello sul divirzio, quello sull'aborto e quella sul nucleare. Tutti gli altri maggioritario, sanita', agricoltura, RAI sotto stati aggirati e diventati lettera morta in barba alla volonta' popolare.

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 02/07/2016 - 12:47

Signori: Berlusconi e` quello che e` ma non e` stupido. Se non ha preteso un nuovo conteggio e non ha fatto denunce di brogli o "irregolarita`", un motivo c'e`: le "irregolarita`" le aveva fatte fare LUI. Andate a riguardarvi la trasmissione in diretta di quella notte. Gli exit poll davano Prodi avanti di 5% (CINQUE %). Verso mezzanotte Berlusconi ando` in diretta in TV, e con voce rauca e rabbiosa, e gli occhietti semichiusiee pieni di odio, sentenzio`: "QUESTI RISULTATI DEVONO CAMBIARE!". Detto fatto: al mattino la distanza era ridotta al minimo, anche se non abbastanza. Il Ministero dell'Interno era guidato dal fido Pisanu. Crescete una buona volta. Siete li` a masticare amaro per quell'episodio di 10 anni fa, anziche' guardare avanti ad una destra senza Berlsuconi.

Giuseppe Borroni

Sab, 02/07/2016 - 13:03

anurb, tarantasio e cgf...gente che non ha nemmeno il coraggio di firmarsi per cui non vedo il motivo di dar loro dignita' di una risposta......il buon Perinciolo forse non sa che solo Berlusconi e compagnia bella sostenevano che c'era stato broglio, cosa mai dimostrata e solo sostenuta da quelli che il Berl mantiene a libro paga. A prescindere da cio',a parte le serate eleganti che ci dava il Cav?. E poi siete ancora al concetto sinistra o destra e non merito.....beh allora.. mangiatevi un gelato

peter46

Sab, 02/07/2016 - 13:05

Giuseppe Borroni...tranquillo,'azzannano' ma da debita distanza.Diciamoci la verità comunque:l'hanno fatto,l'imbroglio',perchè sapevano di trovare dall'altra parte degli ..oni,però...normalmente,sapendo di poter contare sugli 'organi competenti' l'imbroglio dovrebbe essere sistematico,o no?Dunque in Campania dovrebbe essere ed essere stato la 'norma',o no?Che Stefano Caldoro(ex PDR di FI)non sia uscito 'imparato' dal risultato pro Prodi e si sia comportato di conseguenza?Come pure Scopelliti in Calabria.O come(ieri l'altro e prima con Maroni e Zaia)anche la lega non si sia 'imparata' dato che a Cascina(Toscana rossa che più rossa non si può)è riuscita a 'fregare' gli stessi ideatori del metodo vincendo il comune per 101 voti?O chissà perchè non sono stati chiamati a scendere in piazza a contestare o non l'abbiano fatto anche senza 'panino al sacco'...i dritti?

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Sab, 02/07/2016 - 13:33

Egregio Signor Comunista " Giuseppe Borroni " la smetta di parlare a vanvera.Noi Italiani all`Estero lo sappiamo da decenni, che le nostre buste con il voto da noi espresso, nei vari Consolati Italiani,vengono manipolate a favore di chi vogliono loro.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Sab, 02/07/2016 - 13:58

Sboroni docet

carpa1

Sab, 02/07/2016 - 14:04

@Giuseppe Borroni. 08:22 Con questo post così imparziale si è guadagnato la candidatura a prossimo PDR, tanto per contunuare la lunga striscia di sx. 13:03 E che voleva, che fosse la sx a sostenere i presunti brogli? Mah!!!!! E poi, ha mai fatto lo scrutatore? Se è tanto sicuro che non avvengano, vada anche solo a vedere come vengono rispettate le regole "anti brogli"!

magnum357

Sab, 02/07/2016 - 14:15

Nel 2006 nelle elezioni politiche ci furono brogli colossali nelle ambasciate italiane e la magistratura non indagò nemmeno !!!!!!!

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Sab, 02/07/2016 - 14:34

@Sniper Lei ha la memoria corta oppure come al solito distorce volutamente i fatti. 1) Il Berlusca denunciò pubblicamente l'accaduto; 2) in Italia, nonostante l'azione penale obbligatoria, non c'è stato un solo pubblico ministero che si sia preso la briga di indagare;3) sappiamo tutti che una eventuale indagine si sarebbe conclusa nel nulla, con il solito insabbiamento quando si tratta delle malefatte dei sinistri (Monte dei Paschi, Unipol, petrolio della Basilicata ecc.); 4) Pisanu era un democristiano "di sinistra" e non certo un pasdaran della destra, infatti, fu cacciato dal PDL. Le consiglio una cura di fosforo per la memoria o di evitarci i suoi commenti biliosi e provocatori.

Ritratto di hermes29

hermes29

Sab, 02/07/2016 - 15:28

Eppure bastava puntare i piedi SALDI IN TERRA, anche nelle ultime elezioni vinte per pochissimo dal PD. La Corte Costituzionale in Italia da 20 anni circa, è rappresentata da componenti di matrice PD. 5 Eletti dal Presidente della Repubblica: Scalfaro Napolitano(2) Ciampi. 5 dagli stessi componenti nominati, e 5 dalla maggioranza di governo, che per fatalità erano eleggibili durante i loro governi. Attualmene la contesa è 12-13 a 2-3 SONO in maggioranza assoluta, in aggiunta alle nomine delle Prefetture, dove i non allineati sono assegnati nei fortini del PD. Consulta e Corte dei Conti sono in granitico possesso, allora parlare o sperare resta tutto inutile. Una minoranza che comanda e detta legge perchè occupa le Istituzioni. Il CSM ormai è risaputo, motivo della non trascrizione.

Tarantasio.1111

Sab, 02/07/2016 - 16:18

SNIPER...dovresti scrivere gialli, la fantasia non ti manca.

EFISIOPIRAS

Sab, 02/07/2016 - 16:46

Avrebbe vinto cmq Prodi se fosse stato affidato ai giudici della Cassazioneo della C Costituzionale il compito del riesame!! Al loro interno comandavano i rossi....

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 02/07/2016 - 17:13

In quell'occasione i brogli erano evidenti ma ammetterli sarebbe stato darsi la zappa sui piedi; e poi, dove avrebbero messo la moralità superiore della sinistra?

forbot

Sab, 02/07/2016 - 17:33

Speriamo questi commenti vengano portati a conoscenza anche del nostro Presidente Renzi. Non potrà far miracoli, però quello che può fare, sono certo che lo farà. Qualsiasi cosa dicano di Lui, devono ben tenere presente, non è il solito pappone e ama la Sua, nostra Italia, come pochi altri. Confidiamo anche nell'aiuto di S. Giorgio - Protettore dei Boy-Scouts.- Come speriamo anche nelle altre forze politiche sane del Paese, possano unirsi in un unico fronte, piuttosto che combattersi, per eliminare uniti le tante deficienze accumulate. Cosa impossibile fare da soli. Ma....... forse stò sognando.- Pace e bene a tutti.

peter46

Dom, 03/07/2016 - 00:49

forbot...e la penitenza?I peccatori possono 'partecipare'?Quanti pater,ave,gloria per loro?Perchè qualcuno,forse però oh! essendo le 'strade infinite',vorrà anche tentare di 'redimersi'(salvo gl'incalliti peccatori fascio-comunisti...e atei,anche)o non sarà possibile se non per gli eletti...di Lui?

Ritratto di franco-a-trier_DE

Anonimo (non verificato)

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 03/07/2016 - 18:09

vorrei che a perdere fossero stati i rossi e vedere se non starnazzavano come oche,cosa che succede regolarmente quando sotto tiro è un NEMICO politico,ma se tocca a uno di loro silenzio di tomba e guai a chi mette in discussione LA SUPERIORITA' MORALE(di cosa sia superiore è ancora un mistero)