In Italia sventolano 13 nuove Bandiere blu

Premiate 342 spiagge. La Liguria è in testa e il Trentino (con i suoi laghi) raddoppia

Simonetta Caminiti

Un premio al turismo sostenibile, alla qualità dei servizi, alla piena compatibilità ambientale di 163 comuni rivieraschi e 67 approdi turistici: le bandiere blu 2017 sono, quindi, state dispensate in tutto il Paese. Numeri che segnalano un leggero trend di crescita rispetto all'anno scorso: ci sono stati ben 13 nuovi ingressi; al contrario, due Comuni sono usciti. Le tredici nuove bandiere, le località impalmate quest'anno, sono quelle di Giulianova (Teramo), Roseto degli Abruzzi (Teramo), Roseto Capo Spulico (Cosenza), Soverato (Catanzaro), Sapri (Salerno), Camogli (Genova), Bonassola (La Spezia), Santa Teresa di Riva (Messina), Baselga di Pinè (Trento), Bedollo (Trento), Bondone (Trento), Lavarone (Trento), Sella Giudicarie (Trento). I due usciti sono invece Cattolica (Rimini) e Petacciato (Campobasso).

A battere il record del buon turismo balneare, in particolare, s'impone la Liguria con 27 località e 2 nuovi ingressi, che guida così la classifica nazionale; segue la Toscana con 19 località e con 17 località le Marche come lo scorso anno. Alla Campania vanno 15 bandiere, con un nuovo ingresso, e la Puglia mantiene le sue 11 bandiere. L'Abruzzo ne raggiunge 8 con le due nuove di quest'anno, mentre l'Emilia Romagna perde 1 bandiera scendendo a quota 6.

Il Veneto e il Lazio confermano le 8 dell'anno scorso, la Sardegna è presente con 11 località e la Sicilia raggiunge le 7 bandiere con una nuova entrata. La Calabria arriva a 7, con due nuovi ingressi; il Molise scende a 2, una in meno dell'anno scorso. Il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 bandiere dell'anno scorso, e la Basilicata, infine, resta a 2. Ma non solo mare, quello valorizzato dal prestigioso premio di Foundation for Environmental Education (FEE): quest'anno vengono incrementate le bandiere assegnate ai laghi: 1 bandiera per la Lombardia, 2 per il Piemonte e 10 per il Trentino Alto Adige, che raddoppia rispetto al 2016.

Una procedura certificata ha consentito alla giuria nazionale, dopo l'approvazione di quella internazionale, l'assegnazione di premi che alimentano scelte turistiche. Nel corso della cerimonia di ieri sono state premiate quelle località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti, secondo i parametri di analisi che, nel corso degli ultimi quattro anni, le ARPA (Agenzie Regionali per la Protezione dell'Ambiente), hanno effettuato nell'ambito di un preciso programma, condotto dal Ministero della Salute, e in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente. Ma i criteri sono gli stessi nel corso degli anni? Non proprio: i (ben) 32 criteri del Programma vengono aggiornati periodicamente in modo tale da spingere le amministrazioni locali partecipanti ad impegnarsi creativamente per risolvere, e migliorare nel tempo, tutti i problemi relativi alla gestione del territorio. «È con soddisfazione che annunciamo anche per il 2017, un aumento di comuni Bandiera Blu, ben 163 - ha detto Claudio Mazza, presidente della FEE Italia - è un percorso che porta a cogliere nuove sfide per la gestione sostenibile del territorio. La salute del mare è strettamente correlata alla gestione del territorio».