Italiani sempre più poveri. Crolla il Pil nelle regioni

Tra il 2008 e il 2014 ricchezza individuale ridotta del 4 per cento: persi oltre mille euro a testa. Crescita solo in Alto Adige, Valle d'Aosta e Puglia. E la media del Paese è sotto quella europea

Tra il 2008 ed il 2014 la ricchezza individuale degli italiani si è ridotta di oltre mille euro: da 27.600 a 26.500 euro all'anno. Nello stesso periodo, la media del Pil pro capite europeo è salito di 1.500 euro: da 26 mila a 27.500 euro all'anno. Quella italiana è diminuita del 4%, quella media europea è salita del 5,7 per cento.

A dirlo, questa volta, non è qualche economista euroscettico. Ma l'Eurostat, cioè l'istituto di statistica europeo. È evidente, pertanto, che ci devono essere stati Paesi che fra il 2008 ed il 2014 hanno visto lievitare il proprio pil pro-capite nazionale di almeno il 9/10 per cento.

E se Eurostat dice che nel periodo preso in esame il potere d'acquisto italiano è sceso di dieci punti, vuol dire che altrove è salito di venti: visto che il dato medio europeo è positivo.

L'istituto europeo di statistica fissa la media Ue a quota 100. Nel periodo preso in esame, la posizione dell'Italia è scesa da quota 105 (del 2008) a quota 96 (del 2014). Quindi al di sotto della media dei 28.

Molto variegato, poi, il posizionamento regione da regione.

Il Lazio segna una perdita secca di 16 punti (da 130 a 114), seguito dalla Liguria con 14 punti (da 118 a 104), Piemonte (da 113 a 100), Lombardia (da 138 a 126), Friuli Venezia Giulia (da 112 a 101), Emilia Romagna (da 127 a 117) e Marche (da 102 a 92).

Il ricco Veneto scende di otto punti, ma rimane comunque sopra la media Ue, a quota 108, come la Toscana, scesa da 110 a 104. Tranne la Campania crollata da 70 a 61, le più povere del Mezzogiorno in fondo hanno resistito meglio alla crisi sul fronte del potere di acquisto, ma sono scese a livelli drammaticamente inferiori alla media europea: la Calabria è passata da quota 65 a 59, la Sicilia da 69 a 62, la Puglia da 66 a 63, la Basilicata da 75 a 69, la Sardegna da 78 a 72, il Molise da 81 a 75.

Il Mezzogiorno, quindi, soffre ancora: anche se va detto che nel 2014 il pil nazionale era ancora negativo, mentre nel 2015 è tornato lievemente positivo.

In qualunque caso, a sorpresa appare in affanno il «ricco» Lazio, dove il pil pro-capite si mantiene sopra la media europea, ma crollando di ben 2.500 euro, cioè del 7,33% a 31.600 euro l'anno). A perdere più di tutte però è un'altra regione del Centro, l'Umbria, che scende dell'8,37% (-2.200 euro a 24.100) persi rispetto al 2008. Altra maglia nera è la meno benestante Campania, che ha sofferto un crollo del 7,7% (a 16.800 euro). E sono diventati più poveri dei pugliesi. La Puglia conquista un +0,6%, passando da 17.300 a 17.400 euro l'anno.

Le altre regioni a fare un salto in avanti sono le facoltose Provincia autonoma di Bolzano, che segna un +6,4% (+2.400 euro a 39.900) e Valle d'Aosta, con un +3,4% (+1.200 euro a 36.700), mentre la Provincia autonoma di Trento cala appena dello 0,29% a 33.900 euro. Dopo i pugliesi sono i toscani, che possono contare su un tenore di vita più ricco della media europea, a reagire meglio degli altri alla crisi, con un calo dello 0,35% (appena 100 euro, da 28.900 a 28.800), seguiti da abruzzesi (-0,85%) e veneti (-2%). Emilia Romagna e Sardegna perdono entrambe il 3%. Nel primo caso la ricchezza pro capite scende da 33.400 a 32.400 euro, nel secondo da 20.600 a 20.000 euro l'anno.

Annunci

Commenti

linoalo1

Lun, 14/03/2016 - 09:07

E di tutto ciò,chi dobbiamo ringraziare???Dal 2011,Napolitano,i Sinistrati ed il Triumvirato di Usurpatori al Governo come Presidenti del Consiglio,ache se mai votati in Elezioni Legali e,quindi,non rappresentanti del Popolo,come succede in quasi tutte le Nazioni Mondiali!!Quindi,detta in breve,siamo in un Regime Sinistrato di Tassisti!!!!Perché Tassisti???Arrivateci da soli!!!!

antipifferaio

Lun, 14/03/2016 - 09:17

Al solito numeri vuoti e molto taroccati al rialzo. In Calabria, che è la peggiore, ora il tenore di vita è pressocchè piombato nel baratro per i pensionati e con la disoccupazione giovanile ad oltre il 60% e in generale circa al 35% mi dovrebbero dire lor signori a cosa serve parlare di tenore di vita quando a lavorare sono circa un terzo dei residenti....al solito numeri farlocchi che disegnano un'Italia a misura di propaganda PD....

rossono

Lun, 14/03/2016 - 09:32

Ma non rompete le pOOe va tutto bene ce il bimbominkia pensa a tutto lui..

Libertà75

Lun, 14/03/2016 - 10:21

attendo un commento da parte di liberopensiero77

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Lun, 14/03/2016 - 10:25

Fa parte del piano carini... SVEGLIA!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 14/03/2016 - 11:02

Ma non stavamo andando al massimo...al Messico?

risorgimento2015

Lun, 14/03/2016 - 11:38

Provano a farci dimenticare I soliti mali importando piu` povetti del terzo mondo ,per dimostrare al popolo quanto bene stiamo a confront a loro...(Ma` NOI non ci caschiamo)

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Lun, 14/03/2016 - 12:16

Ovvio che si diventi tutti più poveri. I soldi, invece di darli al mondo delle imprese li danno ai migranti e alle missioni per salvarli che equivale a prendere i soldi, sputarci sopra, buttarli nel cesso e tirare lo sciaquone.

Una-mattina-mi-...

Lun, 14/03/2016 - 12:59

L'ITALIA COL SEGNO PIU'- Più miseria e più diffusa

Ritratto di geco

geco

Lun, 14/03/2016 - 13:06

Senza una vera riforma fiscale, il popolo diventerà un cumulo di straccioni.Spremere,vessare,succhiare all'infinito, farà la fine anche dello stesso potere in auge.

unosolo

Lun, 14/03/2016 - 13:11

quello che ho sempre sostenuto di questo governo incapace , ha costretto i pensionati ad usare i piccoli risparmi per aiutare i figlioli e i nipoti , ed ecco che con le mille tasse nascoste le pensioni sono scese di 1500 / 2000 euro x anno , e questo si presenta molto peggio , inutile spargere ottimismo e parlare di gufi in quanto è proprio il furto continuo che mette ko il risparmio, compriamo tutto in leasing indebitandoci come avviene per la Nazione da parte del governo , flessibilità ? no spreco.,

unosolo

Lun, 14/03/2016 - 13:15

come mai dopo che il PCM e i suoi portavoce hanno elargito dati ottimali sistematicamente dopo dieci giorni circa escono i dati che smentiscono le ottimali condizioni della Nazione ? falsi e parlano di gufate , incapaci a creare lavoro prendono soldi alle regioni , province e comuni facendoli andare in rosso e questi prendono soldi con addizionali e altri balzelli in buste paga direttamente , ladri , ora tocca al bollo auto e le regioni ? a chi prendono i soldi se non in busta paga di tutti

unosolo

Lun, 14/03/2016 - 13:18

governo toglie soldi a comuni e regioni di conseguenza questi li prendono in busta paga e le pensioni seguitano a scendere , manteniamo un aereo per due o tre gite fori porta x anno e ci costa più di un miliardo per mantenerlo ., ladri al governo e incapaci ,.,

Aegnor

Lun, 14/03/2016 - 16:54

L'applicazione delle teorie della Scuola di Francoforte funziona alla grande.