Italicum, la Consulta non ci sta "Data fissata dalle regole"

La Corte costituzionale replica alle polemiche: "Non si può dare un parere sulla legge elettorale prima del 24 gennaio"

Sull'Italicum la Corte costituzionalesi pronuncerà il 24 gennaio. Non un giorno prima.

Lo ha ribadito la stessa Consulta che ha oggi replicato alle polemiche di chi voleva un parere più celere per poter andare il prima possibile al voto. "Si sottolinea che la Corte costituzionale opera secondo le regole degli organi giurisdizionali", hanno spiegato i giudici chiamati a valutare la legittimità delle leggi, "La scelta di una data anteriore avrebbe privato le parti dei termini dei quali dispongono per legge, allo scopo di costituirsi in giudizio e presentare memorie".

Ai partiti, quindi, non resta che la strada più complicata: attendere una decisione e nel frattempo iniziare a trovare un accordo per una legge elettorale che permetta di superare le criticità dell'Italicum e consenta a Sergio Mattarella di sciogliere le Camere. "La Consulta poteva essere un poco più celere nel dare il suo pronunciamento sulla legge elettorale ma ci si può cominciare a organizzare", ha detto oggi il governatore della Liguria e consigliere politico di Forza Italia Giovanni Toti, "Se vogliamo andare alle elezioni nel più breve tempo possibile, bisogna andare alle elezioni con la legge elettorale che ci consenta di governare questo Paese. Mi auguro che i partiti utilizzino proficuamente questi 50 o 60 giorni di tempo per non arrivare con la bocca aperta e l'occhio sgranato alla sentenza della Consulta che comunque sia modificherà l'Italicum. Bisogna presentarsi in quella data con una proposta di legge elettorale che sia sensata dal punto di vista della rappresentatività e non squilibrata come l'Italicum, ma che consenta anche alle coalizioni di candidarsi con una propria classe dirigente a viso aperto di fronte al Paese".

Commenti

unosolo

Mer, 07/12/2016 - 14:18

tutto programmato in anticipo ovviamente ,

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 07/12/2016 - 14:19

Se aspettiamo dai partitelli una legge sensata stiamo freschi...

elpaso21

Mer, 07/12/2016 - 14:21

Finalmente la Consulta è dalla parte giusta, naturalmente dobbiamo anche drammatizzare la cosa, quindi "ira", era anche auspicabile, e quindi gradita, una tale confusione ai vertici Istituzionali :-)

Royfree

Mer, 07/12/2016 - 14:22

Come tutti i dipendenti della PA hanno lo stesso virus. Parassitum Vergognus. Gente pagata profumatamente per fare il bene del paese che del paese non gliene frega un caxxo.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 07/12/2016 - 14:22

POVERINI SONO IMPEGNATI GIORNO E NOTTE A NON FARE UN C....

entropy

Mer, 07/12/2016 - 14:24

e "cianno raggione" loro che credete. Primo cìè il ponte di sant'ambrogio, poi subito è già natale. Tra natale Capodanno si sa mica è lavorativo. Poi vuoi non attendere quella brava donna della befana? Se se ne offende ? Poi una settimana di sci gliela vogliam negare ? Si sa poi che il rientro è duro, il freddo la neve, un altra settimanina vola. Infine sicuramente manca la carta la stampante è senza toner, si roompe la caldaia ... Insomma che pretendete !

clandestino48

Mer, 07/12/2016 - 14:30

La Consulta hà ragione nel volere i propri tempi per una sentenza, però ci sarebbe da considerare che non solo i partiti, ma tutta l'Italia a fretta di fermare questo TORO SCATENATO di Renzi, e di mandare a casa tutto il governo demolitore.

fifaus

Mer, 07/12/2016 - 14:33

Siamo alle solite: per "loro" le regole sono intoccabili; a noi cambiano tutto, cancellando diritti che si pensavano acquisiti, e nessuno se ne preoccupa realmente. BASTA!!

silvano45

Mer, 07/12/2016 - 14:34

le regole in italia valgono solo per politici magistrati burocrati istituzioni per tutti gli altri cittadini si possono sempre modificare!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 07/12/2016 - 14:37

Bisogna capirli questi poveri membri della Corte Costituzionale. Tra serate a teatro,tra ferie in montagna o alle Maldive,tra pranzi offerti da politicanti e cardinali come potrebbero fare a lavorare un po' di più ? Se poi aggiungiamo il tempo che perdono per contare i loro stipendi......Aspetta popolo .

Ritratto di _alb_

_alb_

Mer, 07/12/2016 - 14:42

Possibile che questi magistrati sono tutti una massa di inutili parassiti sfaticati? Gli diamo pure 450mila Euro/anno, potrebbero anche lavorare 2 giorni quando serve.

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 07/12/2016 - 14:44

Salvini, Salvini... Se in gioventù invece di frequentare i centri sociali dei comunisti padani avessi frequentato con maggior solerzia le aule delle scuole della Repubblica, non avresti fatto figure di m... come quando nei giorni scorsi hai ululato alla Corte di anticipare il responso per poter andare subito ad elezioni. Ma con quale legge ci vai.... caprone!

Ritratto di gringo53

gringo53

Mer, 07/12/2016 - 14:44

Il vero guaio della nostra nazione, ci sono troppe regole che proteggono una casta intoccabile, le leggi sono state create da loro per loro, noi popolo succube dobbiamo sottostare alle loro volontà, e soprattutto elargirgli un lauto compenso per il solo fatto di scaldare i sacri scranni. Troveranno il modo di non farci votare per un lungo periodo, noi non lo meritiamo, hanno deciso che noi non siamo degni di questa libertà.

Silvio B Parodi

Mer, 07/12/2016 - 14:46

e lo sapete quali sono le regole??? 3 ore al giorno 4 giorni alla settimana di lavoro,le vacanze di 15 giorni per Natale ponte per l'Epifania di 3 giorni ECCO LE REGOLE DELLA CONSULTA, ma perche' questi enti INUTILI E DANNOSI PER IL PAESE non vengono chiusi????gia' e' la consulta che decide???

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mer, 07/12/2016 - 15:36

@gringo 53. Bisogna avere una gran faccia di tolla per scrivere il suo commento dopo aver votato no 3 giorni fa. Incredibile. Pazzesco. Questo sragiona

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 07/12/2016 - 16:00

..."Si sottolinea che la Corte costituzionale opera secondo le regole degli organi giurisdizionali"...Così si spiega,se mai ce ne fosse bisogno,che in Italia non si può fare mai nulla; a causa della astrusa BUROCRAZIA!

linoalo1

Mer, 07/12/2016 - 16:31

Regole che si rispettano solo quando fa comodo!!Esattamente come la PAR CONDICIO per il recente Referendum!!!